Una nuova padrona 2

650Report
Una nuova padrona 2

Ho assaporato il gusto dello sperma di Mistress Natasha nella mia bocca fino a casa. Mia moglie stava dormendo quando sono tornato a casa e mi sono infilato nel letto accanto a lei senza lavarmi o sciacquarmi la bocca. Ho mantenuto la mia routine settimanale la stessa di sempre tranne le due volte che io e mia moglie abbiamo scopato ho aspettato finché non mi ha urlato di sborrarle dentro (solo per rimanere obbediente a Mistress Natasha).

Naturalmente, non riuscivo a pensare a nient'altro che a Natasha tutto il giorno e tutta la notte per un'intera settimana.

Giovedì finalmente è arrivato e sono corsa a casa dal lavoro e subito sotto la doccia. Mi sono infilato l'ugello della doccia su per il culo per diversi minuti per assicurarmi di essere pulito, solo per essere in vantaggio. Mi sono vestito e sono corso a casa della mia Padrona.

Di nuovo, mi sono spogliato nell'atrio e ho lasciato i miei vestiti piegati in una pila. Deve aver sentito la porta chiudersi o semplicemente si aspettava che fossi in orario, "Sono in camera da letto, animaletto! Avvicinati a me come si deve".

Sono quasi corso giù per il corridoio, mi sono fermato appena prima della sua camera da letto e sono caduto in ginocchio. Sono strisciato nella sua camera da letto, "Qui animaletto". Strisciai al suono della sua voce. Era in piedi accanto al letto.

"Salutami animaletto."

Ho baciato la parte superiore dei suoi piedi nudi, "Di più".

Le ho leccato la parte superiore dei piedi e delle dita e le ho leccato le caviglie.

Si girò e si chinò in avanti, puntandomi il culo caldo in faccia, "Salutami, animaletto".

Mi sono inginocchiato e ho iniziato a baciarle le chiappe. Ho baciato ogni centimetro di quelle dolci guance a bolle, "Di più". Ho iniziato a leccarle il culo. Ho lasciato una scia bagnata sulle sue grandi chiappe, "Di più, animaletto!" Ho fatto scorrere la lingua su e giù e su e giù per il suo culo. Ero così duro che pensavo che il mio cazzo mi avrebbe squarciato la pelle!

"Brava ragazza! Ora, sali sul letto e sdraiati sulla schiena!"

Sono saltato sul letto e lei mi ha manovrato in modo che le mie gambe penzolassero di lato. Mi ha infilato un cuscino sotto la testa in modo che potessi guardare e poi ha dato uno schiaffo al mio cazzo. Puzzava come l'inferno e rimbalzava avanti e indietro: "Solo per mantenerti onesta puttana!"

Mi sono lamentato e ho annuito con la testa: "Sì, padrona!"

Ha afferrato le mie palle calde e ha strizzato: "Sei venuta senza permesso questa settimana cagna?!?"

Scossi violentemente la testa, "NO! NO MISTRESS! SOLO CON AUTORIZZAZIONE!"

Strinse più forte, "Sei sicura?"

"Sì! SI PADRONA! NE SONO SICURA!" Ho pensato che le avrei sparato un carico sulla mano se avesse stretto le mie palle più forte.

Ha rastrellato le unghie sul mio cazzo diverse volte e mi ha rastrellato le palle. Il suo cazzo era duro come il granito e ondeggiava mentre si muoveva. Le sue tette tremavano e i suoi capezzoli di proiettile puntavano verso di me. Mi sorprese a fissarli, "Nessun animale domestico di impianti e presto li adorerai. Presto adorerai tutti me!" Sapevo che il mio pre-sborra stava trasudando dal mio pene e ho fatto tutto il possibile per non venire.

"Faremo un piccolo gioco stasera, troia." Mi ha ordinato di afferrare i miei piedi. Mi ha legato i polsi alle caviglie e mi ha spinto all'indietro sul letto. Le mie gambe erano aperte e la posizione mi dava tutta la visuale di cui avevo bisogno.

"Faremo un piccolo gioco chiamato Agony and Ecstasy...." I miei occhi si gonfiarono e nella mia mente urlai NOOOO! Avevo giocato a quel gioco con il mio sub e non avevo pensato che nessun altro lo chiamasse allo stesso modo. Avevo una sensazione su cosa sarebbe successo e con le dimensioni del suo cazzo era un eufemismo!

Ha strofinato una sottile pellicola di KY sul mio buco del culo, ha sorriso maliziosa mentre mi guardava. La sua testa di cazzo scomparve tra le mie chiappe e l'ho sentita premere contro il mio buco del culo. Mi afferrò i piedi con una morsa e si spinse verso il basso, allargandomi ulteriormente.

"Padrona..." sussurrò docilmente dalla mia bocca. Mi ha infilato circa sei pollici del suo cazzo duro come una roccia nel culo e ho urlato mentre il dolore mi ha squarciato. Si tirò indietro e la mia testa rimbalzò su e giù dal letto. Ha sbattuto il suo cazzo dentro di me a circa otto pollici di profondità e ho urlato di nuovo. Sorrideva tutto il tempo e fissava il mio culo strappato. Si è tirata fuori e prima che potessi pregare o parlare mi ha speronato tutto il cazzo nel culo. Le sue palle sbattevano contro il mio culo, rideva, la mia testa era una frenesia di movimento.

Mi sono trasformato in una testa gigantesca che mormorava e balbettava mentre il dolore mi squarciava l'anima, "ohgodmistress! Takeitout! please! Takeitout!

Adesso era un martello pneumatico che mi fotteva il culo, "Mamma".

"Mamma! Mamma, per favore, prendi il tuo cazzo, mamma! Mamma! Per favore!"

Mi sono sentito impalato. Pensavo di poter sentire il suo cazzo in gola mentre sorrideva e rideva e continuava a fottermi il culo. Le sue tette rimbalzavano al ritmo.

All'improvviso, quando era iniziato il dolore, ero in estasi. Il suo cazzo enorme si sentiva così bene nel mio culo, come niente che avessi mai conosciuto. Lo amavo. Un grande gemito sfuggì dalle mie labbra e riempì la stanza e volevo venire dannatamente.

"Dimmi."

"OHHHH! DIO! Fottimi Padrona. PUH_LESE fottimi. Fottimi il culo Padrona Natasha! Fottimi il culo! Per favore, fottimi il culo! Adoro il tuo cazzo su per il culo! Per favore, fottimi...."

"Mammina."

"Mamma! Per favore, fottimi il culo da puttana, mamma! Per favore, fottimi il culo, mamma, per favore!"

Mi ha afferrato i fianchi e mi ha immerso le palle del cazzo in fondo al culo. Ho sentito il suo carico sbattere contro le mie ciotole mentre gemeva e mi riempiva il culo con quella che sembrava una corsa senza fine del suo sperma. Ho sentito il suo sperma trasudare dal mio buco del culo mentre mi slegava e tirava fuori il suo cazzo semi-eretto dal mio culo, "Siediti".

Ho fatto come detto e lei ha spinto il suo cazzo nella mia bocca, "Puliscimi animaletto".

L'ho leccato, bevuto e succhiato il succo di sperma e culo dal suo cazzo mentre mi diceva quanto era bello che mi fossi celato prima di venire. stavo per esplodere! Avevo bisogno di sborrare così tanto ma tutto quello che potevo fare era sorridere con una boccata del suo cazzo. Sorrise e mi spinse di nuovo sul letto.

Avvolse le sue labbra attorno al mio cazzo, "Che brava ragazza..."

Sono venuto subito... ho sparato a un carico enorme che ha ingoiato e mi ha succhiato il cazzo fino a quando le mie palle non sono state prosciugate.

Ho stretto il mio buco del culo cercando di mantenere il suo sperma dentro di me e avrei voluto che tutti i giorni fosse giovedì.

Storie simili

Allora, cosa vuoi fare?

Era il nostro solito incontro del sabato sera. John ed io, i nostri migliori amici Tammy e Roger e il fratello di Roger, Brad, trascorriamo ogni sabato sera a provare un nuovo ristorante. Stasera era un nuovo posto italiano e ci siamo trovati benissimo. Dopo essere tornati a casa nostra dopo cena, eravamo seduti a cercare di pensare a qualcosa da fare. Normalmente noleggiavamo un video, ma pioveva a dirotto, quindi nessuno voleva tornare indietro e non c'erano buoni film in TV. Allora, cosa vuoi fare? chiese Giovanni. «Non lo so», dissi. Cosa vuoi fare Tammy? Non mi interessa, disse Tammy...

308 I più visti

Likes 0

Amore a seconda vista

Nota: questa è una voce del concorso per il concorso non ufficiale del 1 maggio 2010 nel forum di Sex Stories. Se il paragrafo di apertura suona familiare, ecco perché. La nebbia leggera aggiungeva umidità all'aria. Il fresco della notte l'avvolse come un asciugamano bagnato, mandandole un brivido lungo la schiena. Era fortunata a conoscere così bene la zona, altrimenti si sarebbe facilmente persa. Guardò attraverso gli alberi la casa in cui viveva, sorridendo leggermente all'unica candela elettrica accesa nella finestra della cucina. Sapeva che non avrebbe dovuto essere qui fuori nella foresta di notte; in effetti, probabilmente non dovrebbe assolutamente...

1.1K I più visti

Likes 0

Karma : Il punto di vista di Olivia_(0)

A volte è difficile sapere chi finirà per essere la vittima... Il sole sta appena iniziando a tramontare sulle cime degli alberi del quartiere. Tiro fuori lo specchietto dalla borsetta per poter applicare una nuova mano di allettante rossetto rosso. Soddisfatto del riflesso, infilo il coltello dalla borsetta nel reggiseno, getto la borsa sotto il sedile ed esco nel parcheggio della scuola. Ho parcheggiato sul retro in modo che l'auto non fosse visibile dalla strada. So che la scuola media non tiene le telecamere nei lotti, quindi è un posto perfetto per lasciare l'auto per la fuga dato che il quartiere...

309 I più visti

Likes 0

Condivisione di Kate

Vuoi un altro drink? No, grazie amico, risposi con un gesto sprezzante della mano. Penso di aver finito per la notte. Oh andiamo! Ryan spronò. Non essere una figa! Ho solo riso e scosso la testa per la persistenza del mio amico. Bene, ho risposto con decisione. Ma solo se anche Kate ne ha uno. Ryan inclinò la testa in direzione della sua ragazza che era seduta sul divano accanto a me, le sue gambe tirate su sotto il suo corpo. La sua espressione rivelò il suo desiderio che tutti e tre continuassimo la nostra notte di bevute. Oooookay, disse Kate...

1.1K I più visti

Likes 0

Una notte fuori dalle streghe

“I demoni vorticano e gli spiriti vorticano. Cantano le loro canzoni ad Halloween. Vieni a divertirti, gridano. Ma non vogliamo andarci, quindi corriamo con tutte le nostre forze E oh, stasera non entreremo nella casa stregata -Jack Prelutsky, La casa stregata *** Quello che succedeva in quella città la notte di Halloween era segreto e ai bambini non era mai stato permesso di saperlo. I genitori mandavano i loro piccoli nelle città vicine a fare dolcetto o scherzetto e gli adolescenti si recavano in pellegrinaggio in altre parti della contea per le feste di Halloween. Non importa quanto un bambino possa...

773 I più visti

Likes 0

Impero perduto 33

0001 - Tempo 0003 - Conner 0097 - Asso 0101 - Shelby (nave madre) 0125 - Lars 0200 - Elena 0301 - Rodrick 0403 - Johnathon 0667 - Marco 0778 - gen 0798 - Celeste 0908 - Tara 0999 - Zan 1000 - Sherry Crescere -------- Lucia Gli occhi di Derrick erano sgranati, aveva già finito Conner e stava già lavorando su Ace's? Guardandosi intorno, Derrick disse: Mary? Spero proprio che tu mi stia tenendo d'occhio! Sì, sire, giunse la voce di Mary dall'aria. Le devo ancora rintracciare, signore. Qual è lo stato dell'indicatore di capacità? Derrick stava urlando in aria...

738 I più visti

Likes 0

C'è un lupo nell'ovile...

*la Saggistica* Era il primo giorno di lezione. Non ero nervoso; è una scuola tecnica per secchioni, quindi mi sono sentito a mio agio. Mi chiamo TK e NON ero in alcun modo preparato per le lezioni questo semestre... certo ho studiato e superato la classe, ma ho fallito il test più importante.... Nella mia seconda lezione ho visto questo tizio dall'aspetto alto, come se gli fosse sbattuto addosso non si preoccupava affatto della sua esistenza... poi dopo averlo superato di tanto in tanto gli ho dato un'occhiata per vedere da cosa mi ero appena allontanato. ...uomo Se non ero innamorato...

225 I più visti

Likes 0

Il roseto 4

Beth si morse nervosamente il labbro inferiore mentre Brian conduceva la sua figura nuda al dispositivo sul lato sinistro della radura, un cavalletto modificato con una panca superiore larga circa due palmi e rivestita di morbida pelle imbottita. Le sue solide gambe di mogano portavano ancore a cui erano attaccati i polsini e le manette della caviglia di Beth dopo che avevano adagiato il suo corpo nudo sulla panca a faccia in giù. L'angolo delle gambe della panca allargò le gambe di Beth per rivelare la sua figa e il suo buco del culo, ed è stato quest'ultimo ad attirare l'attenzione...

18 I più visti

Likes 0

Ballo lento_(0)

Una volta nella vita, ti imbatti in un partner molto potente e forte, uno che può spazzarti via in un batter d'occhio... uno che promette di essere il massimo amante memorabile che tu abbia mai avuto. Molte persone cercano invano di trovare un tale amore - il mio è entrato nel mio ufficio un giorno. Ero seduto alla mia scrivania, lavorando sodo... e mi è capitato di alzare lo sguardo per vedere il l'uomo dei miei sogni che aspetta fuori dall'ufficio del mio capo. L'aura di potere che irradiato da quest'uomo è stato sufficiente per farmi smettere di lavorare sull'urgenza progetto...

643 I più visti

Likes 0

Sesso e fumo con una prostituta e sua figlia

Ha detto che si chiamava Karen, ma sapevo che tutti avevano due o tre nomi a Crack Town. Era una ragazza di colore magra, era difficile dire la sua età, ma immaginavo che avesse poco più di vent'anni. Indossava pantaloncini un po' troppo stretti per il suo culo sodo e una felpa tagliata che quasi nascondeva un paio di tette paffute. Avevo circa un paio di centinaia di dollari su di me, per comprare del crack. Non era sesso che ero dopo tanto quanto era la roccia. Mi è sempre piaciuto avere una ragazza con me quando fumavo. Ci siamo messi...

300 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.