La mia famiglia così com'è

467Report
La mia famiglia così com'è

Sono Dave, o David quando mamma urla e sono nei guai per qualcosa, ho 17 anni, frequento l'ultimo anno delle superiori e mi laureerò quest'estate e ho intenzione di andare all'università per diventare un ingegnere in né nel campo architettonico né in quello meccanico, non hanno ancora deciso.
Vivo con mia madre divorziata Lauren, ha 37 anni ma dice 29, il che è divertente ma è quello che dice.
Poi mia sorella minore Nicole, ha 15 anni, quasi 16, li compirà tra 3 settimane e io e mamma stiamo organizzando la sua festa da qualche giorno ormai.
Papà si è stancato delle sue promesse matrimoniali e ha deciso di andare a scoparsi altre donne e ora vive dall'altra parte del paese, a New York, dove ha un nuovo lavoro e una nuova ragazza.
Ora che vi ho presentato tutti, ecco come questa famiglia ha iniziato il suo nuovo viaggio nella vita.
La maggior parte dei giorni di scuola inizia allo stesso modo anche quando c'era papà, ma se n'è andato da quasi un anno ormai e la mamma si rifiuta di trovare un altro uomo e devo dirtelo, sta diventando una vera stronza per questo motivo.
Io e mia sorella abbiamo parlato con sua sorella per cercare di convincerla a intervenire ma lei non dice che ha bisogno di tempo per la sua libertà, resisti e basta, ma è davvero difficile quando inizia a urlarci contro per niente.
Ora la mamma ha 37 anni, come ho detto, ha i capelli castani che le scendono sulle spalle, normalmente li porta sciolti ma come quando va a fare una nuotata o a fare jogging li porta in una coda di cavallo che è più calda dell'inferno con le sue 36dd tette dentro abito a due pezzi o reggiseno sportivo, umm, mi sta diventando duro solo pensare a lei, ok, basta con lei.
Poi c'è Nicole, ha i capelli castano chiaro che porta sciolti e forse arriva fino a metà schiena ma ha cercato la mamma per farli tagliare in qualcosa chiamato pixie cut, qualcosa sopra le spalle è tutto ciò che mi riesce Esso. Ha delle tette da 34c e risaltano bene sulla sua piccola cornice, ho intravisto il suo nudo e ha una bella figura per una sorellina.
Ho visto le tette di mamma scoperte solo poche volte ed è stato solo un breve sguardo, ma Nicole l'ho vista per un po' quando pensava che non fossi a casa e lei e il suo ragazzo scopavano come matti in soggiorno.
Dopo che ebbero finito e lei venne di sopra vedendomi, ridacchiò dicendo così, ti è piaciuto lo spettacolo?
Ho detto di sì, ma non riesce a trattenerlo a lungo e questo ti fa schifo, scommetto?
Dice oh, non mi dispiace, può riportarlo indietro molto velocemente, quindi alla fine scendo.
Ho ridacchiato dicendo che qualunque cosa funzioni, immagino e ridiamo.
Dice così, scommetto che Jessica adora quando le fai scivolare il cazzo dentro, non vede?
Ho detto sì, le piace abbastanza, perché, sei geloso o qualcosa del genere?
Lei ridacchia dicendo: beh, non ne sono sicura, non ho ancora mai visto il tuo cazzo.
Ho riso dicendo che tutto quello che dovevi fare era chiedere.
Lei dice ok, allora te lo chiedo.
Ho emesso un grugnito di risatina e alzandomi ho aperto la cerniera dei jeans e li ho fatti scivolare giù, poi mentre ho iniziato a tirare giù i boxer i suoi occhi erano incollati sul mio inguine.
Quando mi sono alzata e avevo il cazzo appeso lì, tutto quello che ha detto è stato "fanculo adesso, David, per favore, e io ho riso dicendo cosa, il tuo ragazzo non era abbastanza e lei dice no, per favore, sei un cazzo di mostro, lo voglio" senti il ​​tuo cazzo dentro di me, per favore?
Io ho detto no, non faccio secondi sciatti, magari quando non sei piena della sua sborra ci penso io a farti allora, lei mi dà una pacca sulla spalla dicendo testa di merda, io ho detto stronza e ci chiamiamo così quando giochiamo avanti e indietro prima che la mamma torni a casa.
Quella era la prima volta che vedevo mia sorella completamente nuda e lei non era affatto timida nel permettermi di vederla dopo.
La nostra mattinata inizia come tutte le famiglie, quando siamo chiamati a fare colazione perché siamo nelle nostre stanze a prepararci o a dormire la maggior parte del tempo.
La mamma indossa la stessa cosa ogni mattina; indossa una maglietta con dei buchi sui lati e una sul davanti appena sotto la tetta.
La sorella scende con un paio di pantaloncini da ginnastica e una maglietta che mette in mostra i suoi capezzoli che spuntano senza essere troppo visibili.
Indosso un paio di pantaloncini da ginnastica che non sono troppo lunghi e una maglietta, quindi per lo più copre tutto finché non intravedo le tette o la figa di mamma o la sorella mi prende in giro mostrandomi la sua figa aprendo la gamba e mostrandomi.
Poi è allora che diventa un po' scomodo, il mio cazzo secondo la mia ragazza Pamela è un sano 8" e quasi 3" di diametro.
A Nicole piace farmi venire duro perché la testa spunta fuori dai miei pantaloncini mentre mi siedo lì e le piace vedere la reazione della mamma quando ne ha gli occhi pieni.
Beh, una mattina della scorsa settimana Nicole è stata sorpresa a mostrarmi ed è stata mandata nella sua stanza per questo, mamma dice che è orribile per lei farti una cosa del genere, deve metterti a disagio, non è vero tesoro?
Ho sorriso un po' dicendo sì e la mamma mi ha guardato l'inguine mentre ero seduta lì e vedendo la testa che spuntava dai pantaloncini sussulta e senza dire niente corre fuori dalla cucina e non torna prima che io esca per andare a scuola .
Beh, era l'inizio della primavera e la festa di Nicole era questo fine settimana, io e mamma non avevamo più parlato delle sue piccole provocazioni ma Nicole mi stava implorando di scoparla almeno per il suo regalo, ho detto ok, ok, se non lo fai fatti scopare per il tuo compleanno, te lo faccio tutta la notte ok, se riesci a prenderlo così tante volte e lei ride dicendo che mi sono fatta scopare da Ben nove volte prima di smettere, ho ridacchiato dicendo sì, ma non è più me adesso, vero?
Lei sorrise semplicemente alzando il sopracciglio destro senza dire altro che sorridere.
La mattina dopo era venerdì mattina, ho detto a mamma che giovedì mattina della settimana successiva eravamo liberi per il giorno di preparazione, e lei ha controllato il suo calendario dicendo hum, hai ragione, cos'è il giorno di preparazione?
Ho detto che è così che gli insegnanti possano mettere insieme tutte le loro stronzate per la laurea e tutto il resto, quindi devono lavorarci ma ce la caviamo, lei dice strano che non lo lasciano essere di venerdì, ho detto tu me lo dirai , abbiamo detto tutti la stessa cosa ma loro volevano venerdì quindi questo è tutto.
Sabato mattina siamo scesi tutti separatamente, è fantastico dormire fino a tardi e chiamo anche Pam e parliamo un po' prima di scendere, principalmente di scopate e cose del genere, ma quando potremo vederci quel fine settimana e quando potremo scopare ancora un po' , è arrapata quanto me, credo.
Pam è alta quanto me, questa è una delle cose che amo di lei, ha anche delle tette fantastiche, hanno 34 anni e le piace quando le mordicchio mentre le sbatto la figa con il mio cazzo.
Beh, la mamma è scesa ed era impegnata in soggiorno quando finalmente sono scesa, Nicole era già andata con le sue amiche, l'hanno portata al centro commerciale così poteva scegliere il suo regalo lasciando me e mamma da soli per la mattina.
Lei sorrise dicendo: vuoi un po' di colazione, tesoro?
Ho detto sì, ma lo prenderò, nessun problema, quindi sono entrato e non ho visto che era dietro di me mentre entravo, mi sono girato e quasi facendola cadere, ho afferrato la sua maglietta cercando il suo braccio e come lei si è abbassata e si è quasi staccata e vedendo le sue tette in piena vista panoramica sono diventato molto duro e il mio cazzo è uscito dal fondo dell'apertura della mia gamba destra e questo è stato tutto ciò che è servito.
Sente il mio cazzo che preme contro la sua gamba, abbassa lo sguardo e geme, cerca di alzarsi e andarsene ma quando si muove penso che stia cadendo di nuovo e stringo più forte ed è allora che scappa con Lasciami andare, mi stai facendo male e lo faccio e lei cade con il culo sul pavimento e inizia a urlarmi che l'ho fatto apposta, come oso lasciarla cadere.
L'ho guardata mentre mi alzavo, con la parte superiore strappata quasi via esponendomi completamente le sue tette, il mio cazzo è duro come la roccia adesso e tutto quello che ho pensato in quel momento era che l'avrei scopata e scopata forte proprio adesso quindi ho senza dire niente mi sono chinato, ho preso le sue tette tra le mani mentre cercava di spingermi via l'ho guardata negli occhi senza dirle niente era tutto contatto visivo, lei si calma e sdraiandosi si offre a me, mi tolgo i pantaloncini, lei sussulta forte e forte, mi chino prendendo i suoi pantaloncini tra le dita e mentre alza i fianchi le tiro giù i pantaloncini e la tolgo, lei è sdraiata lì completamente nuda e mi lascia immergere nella sua bellezza per un momento.
Mi accovaccio tra le sue gambe e toccando la sua figa umida lei salta leggermente ma non sposto la mano dalla sua collinetta leggermente coperta.
Geme mentre faccio scorrere le dita nella sua fessura, toccando delicatamente le sue pieghe, inarca la schiena mentre gioco con lei e quando si avvicina geme forte pizzicandole i capezzoli ed è allora che faccio scivolare non una ma due dita nella sua fessura umida buco e lei urla oh Dio sì e si agita e si contorce sul pavimento della cucina rotolando attraverso numerosi orgasmi.
Tengo le dita dentro di lei e mentre lei si calma mi guarda sorridendo, tiro fuori le dita e le lecco assaggiando il suo profumo muschiato le faccio scivolare il cazzo dentro e lei inarca di nuovo la schiena dicendo oh sì tesoro, cazzo Figa di mamma, scopami forte con il tuo grosso cazzo, ne ho così tanto bisogno.
Le sbatto il mio cazzo duro dentro mentre diventiamo una cosa sola sul pavimento, lei mi afferra la schiena come per dire che non andrai da nessuna parte per molto tempo e io di certo non andrò da nessuna parte se non più in profondità dentro di lei. volendo buco.
Sto scopando mamma da molto tempo e quando mi sento vicina grugnisco ho bisogno di venire e tutto quello che dice oh sì tesoro, dammelo, dai alla mamma il tuo carico caldo e con questo lascio andare tutto quello che ho quel punto in profondità nella sua figa.
La mamma trema e trema, geme ad alta voce e mentre ci sistemiamo di nuovo Nicole è lì con un sorriso sul viso che dice oh mio Dio che caldo e in qualche modo la mamma trova la forza di spingermi via da lei e afferra i suoi pantaloncini e la maglietta strappata correndo per la sicurezza della sua stanza.
Mentre la guardo e sono sdraiato lì con il cazzo floscio che gocciola il mio sperma e i succhi della figa di mamma, Nicole ha la mano dentro i pantaloni e si tocca fino alla morte, si strappa i pantaloncini e prima che possa dire no, lei è sopra di me e scivola giù dal mio cazzo ormai indurito e mi cavalca per tre orgasmi tutti suoi.
Mentre prende il mio carico non posso fare a meno di pensare alla mamma e così, dopo che ci siamo calmati, dico che devo andare da lei, restare qui e non seguirmi.
Nicole sorride come un gatto del Cheshire che dice ok, ok, vai avanti e rotola via da me sdraiandosi sul pavimento.
Prendo un asciugamano dalla porta della stufa e mi asciugo mentre vado nella sua stanza, non busso, entro mentre lei piange sul letto a faccia in giù.
Mi avvicino a quello che era il lato di papà e salgo sul suo letto, dico mamma, va bene, davvero, non piangere e lei mi guarda ancora nuda dicendo che ho appena permesso a mio figlio adolescente di scoparmi come una puttana da quattro soldi, cosa c'è che non va?
Ho detto mamma, è successo, non rimproverarti per questo, avevi bisogno di un po' di attenzione ed è successo.
Lei mi guarda con uno sguardo pietrificato negli occhi, ha detto sì, l'ho fatto, ma non dovevi essere tu con cui l'ho fatto, ma sei mio figlio per l'amor del cielo.
Ho detto mamma, va bene, davvero, nessuno lo saprà mai e mi crederà, l'ho amato tanto quanto te se non di più e mi sono chinato e l'ho baciata sulla guancia e quando si è alzata le ho baciato le labbra, lei tubò mentre accadeva e poi mentre si girava sulla schiena per guardarmi mi arrampicavo su di lei e mentre allargavo le sue gambe per me ancora una volta l'ho scopata di nuovo, questa volta l'abbiamo fatto altre quattro volte finché non è riuscita a trattenere qualsiasi cosa più del mio sperma dentro di lei scorreva fuori dal suo buco disteso ma non ci importava più.
Lei è rimasta lì sorridente ma con anche un po' di apprensione nello sguardo, l'ho tenuta stretta e non ho lasciato che mi lasciasse per un po' le ho detto guarda mamma, se ti può consolare non mi vergogno di fare l'amore con te e per quanto come Nicole, beh, voleva che gliela facessi da molto tempo e l'ha ricevuto stamattina dopo che te ne sei andato, quindi anche a lei va bene, devi solo parlarne con lei e stabilire una sorta di linee guida per il nuovo futuro ok?
La mamma mi guarda dicendo ma voi siete i miei figli, non dovrei fare sesso con voi, è tutto sbagliato.
Ho detto e vi frequentate da quanto tempo ormai?
Lei dice che non è questo il punto, il punto è che è sbagliato.
Ho detto ok, quindi non farò più l'amore con te con il mio cazzo enorme che è così bello nella tua figa, lei mi dà uno schiaffo dicendo basta, non è giusto, rido dicendo così, non è giusto lasciarti avere due volte e non di più adesso, vero?
Lei dice ma quello era un cazzo di disperazione e basta, io ho riso dicendo stronzate e tu lo sai, così quando sarai sincero con te stesso vedrai che ho ragione e poi sarà tutto, me ne andrò parlando con Nicole o con una risatina leggera sapendola scopare ancora un po' quando torni in te.
Mi alzo baciandole le labbra e mentre la lasciavo lì sdraiata con un fottuto bagliore sono andato fuori dove si trovava Nicole e ci siamo seduti lì a parlare.
Le ho chiesto perché fosse tornata a casa così presto, ha detto che la sua migliore amica non si sentiva bene e hanno riprogrammato per più tardi questa settimana.
Ho detto bene, ora che hai visto cosa è successo, dobbiamo parlare e lei ha sorriso dicendo non preoccuparti, fratello, le mie labbra sono sigillate, davvero, non sono uno stupido.
Ho detto bene perché la mamma è davvero tesa riguardo a tutta questa faccenda in questo momento, quindi non dire nulla finché non va bene?
Dice che ho capito, fratello, quindi questo significa che possiamo ancora fare sesso?
Ho riso dicendo: beh, immagino di sì, ma come tutte le cose, resta in questa casa, ok?
Dice ok con un sorriso enorme che le esce dal viso e si allunga verso il mio cazzo.
Ho ridacchiato dicendo che aspettiamo un po', ok, la mamma si sente giù per quello che è successo e ha bisogno che noi siamo lì per lei, Nicole si è accigliata ma ha capito e sono tornata nella sua stanza per parlare.
Quando siamo usciti dalla sua stanza non ha voluto guardare Nicole in faccia, ho alzato la mano a Nicole e lei ha capito quello che speravo, ha sorriso senza dire nulla ma la mamma era un po' turbata.
È stato solo più tardi quella sera che la mamma le ha detto davvero qualcosa e quando è successo è stato come se un'esplosione si fosse aperta e ci sono stati un sacco di pianti e abbracci tra loro e io mi sono seduto in soggezione.
Dopo essersi asciugati gli occhi pieni di lacrime e aver finito con i loro affetti femminili, era in qualche modo ovvio che ora stavano bene l'uno con l'altra.
Non abbiamo detto nulla degli eventi precedenti quella sera, domenica mamma e io abbiamo finito di organizzare la festa di compleanno di Nicole che includeva una festa in piscina e ho anche detto alla mamma che poteva anche restare in casa perché noi adolescenti arrapati che siamo in piscina saremo fare sesso e l'idea non le piaceva ma accettava il fatto che avevamo ragione.
Beh, la festa è stata un successo, c'è stato qualche leggero tocco e diteggiatura sessuale, anche un pompino nell'angolo, la festeggiata è stata scopata dal suo ragazzo in piscina e tutto è andato bene.
Quando tutti se ne furono andati e restammo solo noi tre, mi tolsi la tuta e mi tuffai in piscina chiedendo chi volesse unirsi a me e Nicole ovviamente era proprio lì, ma mamma ci mise un po' ad abituarsi al fatto che noi erano nudi e nuotavano e lei entrò in piscina con il costume addosso ma alla fine si tolse il top nuotando in quel modo.
Quella notte ho scopato Nicole tutta la notte finché non eravamo entrambi esausti e per gli adolescenti ci vuole un po' di tempo.
La mattina dopo, quando ci siamo alzati, siamo rimasti così, ma la mamma aveva ancora le mutandine ma senza top, l'abbiamo lasciata andare fino a più tardi quella sera, quando Nicole è andata nella sua stanza con le mie lusinghe, ho messo la mamma completamente nuda e lei e io abbiamo avuto sesso ancora una volta lì sul pavimento, era come una pazza con me dentro di lei, voleva che non mi tirassi mai fuori e che la scopassi fino a quando non svenivamo entrambi, ma ho fatto comunque con suo grande sgomento.
Dopodiché ho stabilito alcune regole, se, se vuole che tutto questo continui, allora dovrà rispettare le regole, e cioè se siamo nudi lo sarà anche lei, niente di tutto questo schifo a metà e la mamma ha iniziato per dire qualcosa ma l'ho fermata un attimo, ho detto che siamo una famiglia e le famiglie non devono essere puritane con loro, giusto?
La mamma ha sorriso, ho detto bene, adesso, ti amo e anche Nicole, quindi sii aperto a riguardo e avremo tutti una famiglia normale ma senza confini che ci trattengano, alla fine mi ha guardato dicendo ok, lo farò provaci, ho detto no, non provarci, ce la farai e andrà tutto bene.
Lei si alza, si toglie le mutandine dicendo ecco, tienile tu, gettale nel cesto della biancheria, non mi serviranno più, io ho detto ecco qua e siamo usciti insieme e abbiamo trovato Nicole nella sua stanza e nemmeno dove l'ho lasciata.
Penso che fosse sollevata di non trovare sua figlia lì in quel momento, quindi ci siamo seduti e abbiamo guardato un po' di TV con la sua mano sul mio cazzo e la mia mano che le accarezzava leggermente il clitoride.
Subito dopo si è chinata prendendomi in bocca e ha cominciato a succhiarmi finché non ho soffiato, ha ingoiato tutto e mentre si avvicinava l'ho guardata mentre si leccava le labbra dicendo wow, sei buono come Ho immaginato, ho detto "beh, fammi vedere" e le ho allargato le gambe e le sono caduto addosso mentre veniva, quasi istantaneamente le stavo leccando i succhi e dopo che ha finito ho detto umm, hai ragione mentre ridevamo a vicenda .
Quello fu l'inizio del nostro nuovo rapporto familiare, non si indossavano più vestiti, tranne quando eravamo in compagnia e nessuno era geloso dell'altro quando scopavo con l'altro, quindi tutto funzionò per il bene della famiglia.
Sto frequentando l'università per laurearmi adesso e vivo ancora a casa ma entrambi sanno che a volte non torno a casa perché ho una festa o sto con un'altra ragazza che ho incontrato, entrambi sanno che sono troverò quella donna perfetta per me e starò con lei, quindi sono felice che abbiano accettato quella parte della crescita.
La mamma ha iniziato a vedere altri ragazzi e ne ha portati alcuni a casa un paio di volte, ma non le piace averlo lì quando siamo a casa a causa della situazione senza vestiti, potrebbe essere difficile spiegare se vedrebbe Nicole nuda e tutto o anche io, del resto.

Storie simili

La coppia sottomessa

Seth guardò l'indirizzo davanti a lui. Questo era il posto giusto. Il giovane aveva trovato su un sito social BDSM un post di una coppia sottomessa che voleva essere dominata da un padrone. Si chiamava John, aveva 32 anni ed era proprietario di un negozio. Lei si chiamava Mary e aveva 27 anni. Maria era un'insegnante. Dopo alcune chiacchierate online, sono andati a bere qualcosa per vedere se c'era una connessione. Il drink ha avuto successo e dopo aver discusso alcuni limiti rigidi e una parola d'ordine, ha accettato di essere il loro padrone. Adesso era davanti a casa loro. A...

630 I più visti

Likes 0

Michael si scopa il cugino Taylor. Racconti di Michael Sutton Parte I

Omega Sagas - I racconti di Michael Sutton, Sorpresa del ritorno a casa Parte 1 Disclaimer: Questa è la mia prima storia, quindi per favore continua. Questa è principalmente finzione. I personaggi sono basati su persone reali, ma la maggior parte degli eventi della storia sono di fantasia. Il college e la città dovrebbero essere immaginari. La posizione della città si basa sulla vera città di Montpelier, ID. e i due laghi sono reali. Non vengo dalla parte occidentale degli Stati Uniti, quindi mi scuso con chiunque, per eventuali riferimenti errati all'area, che sappia di più sull'Idaho e sulla regione circostante...

1K I più visti

Likes 0

Fine della scuola

Era la fine della scuola, la fine di una vita, la fine di un'era. Il periodo intermedio in cui la ragazzina della scuola si stava trasformando nella donna che voleva essere Randy ed io stavamo giocando da mesi ed ero profondamente innamorato, ma allo stesso tempo preoccupato di essermi innamorato troppo di lui. Randy aveva più di qualche anno più di me, avevo appena compiuto diciassette anni. Aveva tutto ciò che gli altri ragazzini non avevano auto, biciclette, soldi, carte di credito e un bellissimo cazzo tagliato da sette pollici e mezzo che adoravo…. eravamo perfettamente in forma insieme. Randy non...

2.3K I più visti

Likes 0

Chat erotica

Ragazza: Prometto che tornerò quando potrò e che la chat potrebbe non essere oggi. Awe ho bisogno di dormire i miei genitori vengono oggi e passano la notte.. E so che non sei lì, quindi ti scriverò una piccola cosa visiva che voglio fare sesso mattutino ma il mio partner sta dormendo. Partner sei tu;) Uomo: Il mio cazzo è duro adesso piccola... Continua [b]girl: Siamo solo a letto e io sono nuda dalla sera prima. Hai i boxer. Mi sveglio e mi guardo di spalle, quindi mi accoccolo bene e mi chiudo e ti tengo stretto. Mi chino e inizio...

2K I più visti

Likes 0

Bi Bi 2 - La vacanza

Dopo diversi sabati passati con Ron e Becky mi ero abituato a godermi il fatto di essere agganciato da Ron. Sue, mia moglie, ha apprezzato le attenzioni di entrambi. Tanto che ci siamo riuniti tutti per pianificare una vacanza. L'idea delle vacanze è nata quando Sue e Becky hanno scoperto che le vacanze erano allo stesso tempo. Sospetto che l'abbiano pianificato. Quindi Ron ed io abbiamo organizzato le nostre vacanze per integrarci con loro. Abbiamo programmato due settimane di distanza in un resort sulla spiaggia. In realtà, di nuovo Sue e Becky hanno pianificato. Ron ed io eravamo d'accordo. L'hotel era...

2K I più visti

Likes 0

Passeggiata

Non sono mai stata una persona molto socievole. Non sono mai stato una delle persone invitate a tutte le feste rumorose. Sono più come il ragazzo che vive dall'altra parte della strada rispetto a quelle persone e desidera che lo tengano giù. Tuttavia, ho l'impulso di vagare a tarda notte e, a volte, mi unisco a una festa solo per avere qualcosa da fare. Era un giovedì, venerdì se vogliamo essere tecnici, visto che era mezzanotte passata. Stavo camminando in un quartiere vicino alla mia stanza del dormitorio. L'unica luce era fornita dai lampioni e dalla mezzaluna nel cielo. Per come...

1.5K I più visti

Likes 0

Futa nuda a scuola 08 - Futa birichina Bake Sale 2: Leann vende torte Futa

Futa nuda a scuola - La birichina Futa Bake Sale Capitolo due: Leann's vende torte Futa Di miopenname3000 Diritto d'autore 2019 La settimana di Leann Winthrop, sabato Ecco fatto, dolcezza, fece le fusa Skylar, uno dei bidelli futa. Le sue trecce bionde si riversavano sul suo viso giovanile. Rimasi senza fiato mentre mi stringeva il culo nudo. Il mio cazzo di futa pulsava mentre ricordavo il giorno prima, quando Ji-Min e io avevamo saziato i bidelli di futa con i nostri corpi. Avevano preso la ciliegia della mia figa mentre io gli succhiavo i cazzi e li prendevo nella mia fica...

767 I più visti

Likes 0

Falciatura Signor Lewis_(0)

Non mi sono mai vista come il tipo di ragazza carina, una ragazza che faceva girare la testa e attirava l'attenzione dei ragazzi. Immagino si possa dire che ero un maschiaccio, nascondendo la mia natura femminile. Ecco perché quando il signor Lewis ha iniziato a mostrare interesse, ero semplicemente in un sogno. Tutto è iniziato una primavera. Il signor Lewis era il mio vicino e io gli falciavo il prato, considerando la sua vecchiaia. Mi ringraziava sempre con una chiacchierata e un bicchiere di tè freddo ghiacciato. Un giorno avevo finito di falciare il prato, i miei genitori erano via per...

414 I più visti

Likes 0

Terra: terreno fertile per tentacoli - Capitolo 8

Gli allarmi suonarono, le luci color ambra lampeggiarono e lo scafo della Brightdark tremò pazzamente mentre la nave precipitava verso la Terra. Le travolgenti farfalle nello stomaco di Sarah la fecero irrigidire e serrare la mascella, cercando disperatamente di non svenire a causa della forza gravitazionale che la colpiva. Si poteva vedere del fumo nero fluttuare oltre le finestre, bloccando brevemente la vista per offrire una breve tregua dalla vista del terreno solido che si stava rapidamente avvicinando. Sarah, Adam, Zoey e Steven si tenevano tutti sul bordo dei sedili, facendo del loro meglio per rimanere fermi. A'luhr era ancora nella...

495 I più visti

Likes 0

Io e il mio Konstantine -

Quindi eccomi di nuovo qui, perso nei miei pensieri, a chiudere tutti fuori. È uno di quegli stati d'animo che si insinua così lentamente, come una notte di champagne, una singola candela e una playlist che potrebbe far venire voglia di tagliarsi i polsi a una parata arcobaleno. Inizialmente, pensi di essere dell'umore giusto per lo champagne, solo perché ha un sapore così dolce ed è la bevanda preferita dei brindisi nei momenti di festa, quindi come potrebbe essere cupo. E, naturalmente, la candela simboleggia un senso di romanticismo, passione e persino meditazione pacifica e autoconservante. E ovviamente la scusa per...

2.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.