Bryan e Amy Parte 2

171Report
Bryan e Amy Parte 2

"Sì, fratello maggiore, proprio così" Amy non poteva credere che stesse succedendo. Si stava divertendo. Avere suo fratello che si fa una sega e la aiuta a masturbarsi è più di quanto possa sopportare. Voleva di più. Lo voleva dentro di sé. Lui o lei non sapeva che entrambi avrebbero ottenuto ciò che volevano..............


A questo punto, non riuscivo a controllarmi. Ho una mano che mi fa una sega a un ritmo furioso e l'altra mano è su un vibratore che entra ed esce rapidamente dalla figa di mia sorella. Sapevo che non sarebbe passato molto tempo prima che esplodessi. Proprio in quel momento mia sorella si alzò e tirò fuori il vibratore dalla figa. Si voltò verso di me. Mi ha tolto la mano dal cazzo e l'ha afferrato. Emisi un altro forte gemito. Lei mi guardò e sorrise. "Ho sempre desiderato provarlo", mi ha detto. Non ho avuto nemmeno il tempo di chiederle cosa stesse facendo perché si era appena messa il mio cazzo in bocca. Era così caldo e stretto che non potevo resistere alla tentazione di afferrare la testa di mia sorella e iniziare a muovere i fianchi in modo che il mio cazzo andasse più in profondità nella sua gola calda. Ero così vicino. Potevo sentire quel formicolio familiare mentre la sensazione passava dalle mie palle, che sbattevano contro il viso di mia sorella, alla mia asta, che ora era completamente sepolta nella bocca di mia sorella.

Il cazzo di mio fratello aveva un sapore così buono. Era liscio e duro e potevo assaporare il pre-cum che fuoriusciva dalla testa. Era salato e aveva un retrogusto dolce. Sapevo che l'avrei fatto molto più spesso. Bryan mi stava spingendo il cazzo in gola così velocemente che pensavo che avrei avuto un conato. Non l'ho mai fatto. Era come se il cazzo di mio fratello fosse fatto apposta per la mia gola. Poi mi ha urlato. "Sto per venire, sorella!" Non sapevo cos'altro fare, quindi ho continuato a succhiargli il cazzo. Poi ho sentito il suo cazzo pulsare e il suo sperma dolce-salato mi ha riempito la bocca. Ho deglutito. Ce n'era così tanto. Ho deglutito almeno cinque volte prima che il suo cazzo cominciasse ad afflosciarsi. Ho fatto scivolare il suo cazzo fuori dalla mia bocca e mi sono leccato le labbra. Non riuscivo proprio a capacitarmi di quanto fosse buono.

Non potevo crederci! La mia sorellina mi ha appena fatto un pompino e ha ingoiato la mia sborra. Era così sbagliato. Non dovremmo farlo. Ma sono stati proprio questi pensieri ad eccitarmi di più. Per quanto mi riguarda, sono il fratello maggiore più fortunato del mondo. Amy si alzò e cominciò a vestirsi. "Hai mai fatto un pompino prima di tua sorella?" "No. È stata la prima volta che l’ho fatto. Era un po' difficile da credere. Aveva usato la bocca come una professionista. E non ha mai nemmeno imbavagliato. Le ho sorriso. "Avresti potuto ingannarmi." Ho aiutato mia sorella a vestirsi, mi sono rimessa i pantaloncini e ho chiesto a mia sorella se avesse fame quanto me. Ha detto che stava morendo di fame. Siamo andati a preparare la cena. Per tutta la notte, mia sorella faceva piccole cose per farmi agitare. Andò a farsi la doccia e scese con indosso un prendisole viola. Era quasi trasparente. Aveva un ferretto sul davanti in modo che le sollevasse le tette. Nonostante avesse solo 16 anni era già in coppa C. Il vestito abbracciava anche ogni curva del suo corpo e le risaliva anche sulle gambe, tanto che si fermava solo a metà coscia. Ogni volta che passava, non sapevo se potevo andarmene o semplicemente scoparla in quel momento. Ma nostra madre era a casa e ci volle tutto il mio autocontrollo per non avventarsi su mia sorella.

Accendere mio fratello maggiore è stato davvero divertente, soprattutto quando indossavo il mio vestito preferito. Era breve e rivelatore e faceva sembrare le mie tette più grandi. Stava facendo del suo meglio per non sbavare. Anche a tavola si sedette accanto a me. Ogni cinque minuti circa sentivo la sua mano scivolare sulla mia coscia, ma immagino che ci ripensasse perché ogni volta che si avvicinava alla mia figa, muoveva la mano. Non credo che sapesse quanto volevo che mi toccasse. La nostra mamma è andata a letto subito dopo cena e ci ha detto di fare lo stesso. Bryan e io cominciammo a salire le scale. Bryan disse: "Buonanotte sorella". Mi guardò un'ultima volta, si leccò le labbra e, con riluttanza, si voltò per andare nella sua stanza. "Aspetta, fratello maggiore", piagnucolai. Si voltò e mi guardò con occhi preoccupati. "Posso abbracciarmi prima di andare a letto?" "Certo che puoi." Mi ha teso le braccia e ho approfittato dell'occasione. Sono saltato verso di lui e gli sono saltato addosso. È rimasto sorpreso e ha quasi perso l'equilibrio, ma si è ripreso, ha fatto scivolare la mano sotto il mio vestito e mi ha stretto il sedere per impedirmi di cadere. Gli avvolsi le gambe attorno per un migliore equilibrio. Poi l'ho baciato.
È stato il mio primo bacio ed è venuto da mio fratello. Lui ricambiò il bacio e assalì la mia lingua con la sua. È stata la cosa più meravigliosa che avessi mai sperimentato. A malincuore mi allontanai e gli sorrisi. Mi stava sorridendo e ho cominciato a sentire il bagnato tra le gambe. Mi strinse più forte a sé. "È stato molto più di un abbraccio, Amy." “Lo so, ma non potevo farci niente. Sono stato arrapato tutto il giorno. Non posso semplicemente andare a letto senza toccarti. Non riesco a toglierti le mani di dosso, Bryan.» “Fidati di me, sorella. So cosa vuoi dire." Non ne potevo più. Saltai fuori dalle sue braccia e mi inginocchiai davanti a lui. "Cosa stai facendo, Amy?" Gli ho risposto abbassandogli i pantaloncini e afferrandogli il cazzo semieretto. Lui gemette e io mi misi un dito alle labbra per avvertirlo di stare zitto. Ho messo il suo cazzo in bocca e l'ho succhiato forte. Ansimò bruscamente, ma questa volta non fu così forte. Ho leccato la testa del suo cazzo e subito è diventato duro come la roccia. Feci scivolare lentamente ogni suo centimetro in gola. Mentre la mia testa dondolava su e giù sul cazzo di Bryan, lui mi ha afferrato la testa e ha iniziato a scoparmi la bocca. Era così bello averlo in gola che non volevo fermarmi. Ma poi l'abbiamo sentito entrambi. Era il rumore dei passi nella stanza di mia madre.

Ci sono volute tutte le mie forze per non fare troppo rumore mentre mia sorella mi succhiava. È stato così bello. Non mi interessa se è mia sorella. Fa i migliori pompini che abbia mai avuto. Il rumore dei passi mi ha impedito di scopare la bocca di Amy. Se nostra madre ci vedesse così, saremmo morti. Ho aiutato mia sorella ad alzarsi e siamo corsi nelle nostre stanze. Non appena ho sentito la porta di mia sorella chiudersi e ho chiuso la mia, la porta di nostra madre si è aperta cigolando e lei ha attraversato il corridoio fino al bagno. Fu allora che notai che stavo trattenendo il respiro. Ho fatto un lungo sospiro e mi sono messo a letto, con il cazzo ancora duro. Pensavo a tutto tranne che a mia sorella per addolcirlo. Alla fine così è stato e sono scivolato in un sonno inquieto.

Uno scoppio di tuono mi svegliò. Non che le tempeste mi spaventassero. È solo che era estremamente rumoroso. Non potrei dire lo stesso di Amy però. Era terrorizzata dai temporali. Solo il pensiero di mia sorella mi faceva drizzare il cazzo. Non ho potuto fare a meno di accarezzarmi. L’immagine del mio cazzo che entra ed esce dalla bocca di mia sorella mi ha fatto aumentare la velocità della mia mano. Poi ho visto la mia porta aprirsi. “Bryan?” Era Amy. "Cosa c'è che non va, sorella?" “Il tuono mi ha spaventato. Posso dormire con te?" Il mio cazzo pulsava e diventava più duro quando lo diceva. “Certo, sorella. Arrampicarsi." Entrò e chiuse la porta dietro di sé. Entrò nel mio letto e invece di sdraiarsi accanto a me, si sdraiò sopra di me facendo sì che il mio cazzo fosse tra di noi, premendo contro il suo stomaco. Se lo sentiva, non sembrava preoccuparsene. Poi ho notato che era completamente nuda. Il mio cazzo è diventato duro come una barra d'acciaio. Dopotutto, potrei avere la possibilità di scopare la mia non così innocente sorellina.

L'opportunità si è rivelata di nuovo a me. Fuori era iniziato un temporale e non li amo molto. Sono andato a rannicchiarmi con Bryan. Almeno lì mi sentivo più sicuro. Ma mi ero tolta tutti i vestiti prima di venire qui. Forse se mi scopasse, non avrei così paura. E ora, mentre mi sdraiavo sopra di lui, ero incredibilmente arrapato ed ero felice di vedere che era già nudo ed duro per me. Mi sono seduto sul suo stomaco facendo sì che le mie labbra della figa afferrassero il suo cazzo. “Dannazione sorella, sei davvero bagnata. Il temporale non è stato l'unico motivo per cui sei venuto nella mia stanza, vero?" Ho sorriso a me stesso nell'oscurità. Ho strofinato la mia figa avanti e indietro sull'asta del suo cazzo. “Ti ho detto prima che volevo che mi scopassi. E poi sei in debito con me per i pompini." Lui rispose girandosi così che mi trovai sotto di lui. Ha spinto le mie gambe indietro verso la testa e si è posizionato all'ingresso della mia figa. "Hai capito, sorella." Ha spinto il suo cazzo dentro di me. Emisi un forte gemito. "Shhhh", mi avvertì. "La mamma potrebbe sentirci." Ho semplicemente sorriso nel buio. “La mamma non è qui. Una delle sue amiche ha chiamato e ha detto che erano bloccate nella tempesta. È andata ad aiutare e non tornerà prima di qualche ora."

È tornato a scoparmi. All'inizio lento, poi accelerò il ritmo. Gemevo e mi dimenavo in modo incontrollabile. Mio fratello maggiore mi stava scopando!! Alzai i fianchi per incontrarlo colpo su colpo. I gemiti di mio fratello mi eccitavano come non mi ero mai eccitato. Mi ha scopato più forte e più velocemente. I suoi fianchi sbattevano contro di me mentre seppelliva tutto il suo cazzo dentro di me. Stavo urlando a questo punto. "OH DIO!! È COSÌ BELLO! SCOPRIMI GRANDE FRATELLO!!! SCOPATI LA FIGA DELLA TUA SORELLA!!!"

Che ha fatto per me. La mia sorellina ha appena detto l'unica cosa che speravo dicesse. Pensarlo mi ha fatto venire un'erezione istantanea. Ma sentirla dire mi ha fatto impazzire. Ho iniziato a sbatterle il cazzo dentro. I suoi succhi erano dappertutto sul mio cazzo, facendomi scivolare dentro con facilità. Si sentiva così stretta, bagnata e calda. Non ne ho mai abbastanza. Ogni volta che spingevo dentro di lei, i muscoli della sua figa si contraevano e mi stringevano più forte. Mi faceva solo venire voglia di venire più velocemente. "Sono vicino a venire, sorella." Volevo almeno avvisarla. "NON MI IMPORTA", urlò. "VOGLIO LA TUA SBORRATA DENTRO DI ME, BRYAN!!!" Ciò mi ha fatto venire i brividi che mi hanno fatto pulsare il cazzo mentre la mia sborra veniva spruzzata dentro mia sorella. I suoi muscoli della figa si sono contratti e la mia Amy ha iniziato a muoversi su e giù, il che significava che lo stavo facendo apposta. Poi la sua testa volò all'indietro e un grido le uscì dalle labbra. Ha mosso i fianchi un'ultima volta ed ero completamente svuotato. Il mio cazzo ha iniziato ad afflosciarsi. Ho fatto scivolare il mio cazzo ormai esausto fuori dalla sua figa e mi sono sdraiato accanto a lei. Lei mi afferrò il braccio e se lo mise attorno, intrecciando le sue dita con le mie. "Ti amo, Bryan." "Ti amo anch'io, Amy." Adesso ero perfettamente soddisfatto.

Mio fratello mi aveva appena scopato, venuto dentro di me e mi aveva detto che mi ama. Questo è stato il giorno migliore che abbia mai avuto. E ora sono sdraiato qui con il braccio di mio fratello intorno a me. Mi sono addormentato sentendomi felice e soddisfatto. Mi sono svegliato circa un'ora dopo e ho visto che mio fratello era ancora sveglio e mi teneva in braccio. Ne aveva anche un'altra dura. Mi sono girato e l'ho affrontato. Mi stava sorridendo. Ho fatto scivolare le mie dita attorno al suo cazzo duro come la roccia e ho iniziato a masturbarlo. "Sembra che qualcuno sia pronto per il secondo round." Il suo cazzo pulsava e si raddrizzava. "Penso di essere all'altezza."

Quella è stata la prima delle innumerevoli volte in cui ho scopato la mia sorellina. Ogni volta che facevamo sesso, andava avanti per ore. Alla fine ho rotto con Marcie e le ho detto che avevamo bisogno di tempo separati. Mi ha chiamato immaturo e stupido e ha detto che non avrebbe mai più voluto parlarmi. A me andava bene. Non fraintendermi. Amavo Marcie ed ero un po' giù quando lo disse. Ma la tristezza se ne andò quando pensai a come Amy mi avrebbe fatto sentire meglio più tardi, quando le avrei detto che ero giù. Nessuno mi scopa come la mia sorellina.
Fine


Altre storie in arrivo, ragazzi. Si prega di lasciare commenti se sono buoni o cattivi. Grazie a tutti!!!
--------sexaddict18

Storie simili

Le avventure della ragazza esibizionista, parte 4

Riassunto delle parti precedenti: Kadri, che ha iniziato a 11 anni sperimentando l'esibizionismo e che in seguito è diventata dipendente dal sesso, è stata pensierosa dopo un fallimento nell'essere lasciata nuda in una piccola città. Pensò alle sue maniere, ma decise di continuare. Ora a 13 anni sta pianificando la sua più grande avventura nuda. A quanto ho capito, Kadri voleva provare il suo esibizionismo in un'altra città, ma all'inizio doveva leggere dei libri per la scuola e prepararsi in alcune altre materie. „Ho un programma per l'ultima settimana di vacanze. Forse questo avrà più successo , ha detto. Kadri ha...

532 I più visti

Likes 0

Insegnami Parte 2

Insegnami Parte 2: Il giorno dopo Non ricordo di essermi alzato da Kay, o di essermi rimesso i vestiti, o di essere andato in camera mia a rimboccarmi le coperte, quindi posso solo supporre che Kay abbia fatto quelle cose per me. Mi sono sdraiato sulla schiena nel letto, sbattendo le palpebre alla luce del sole che si rafforzava, ricordando gli ultimi 2 giorni, che erano volati via, alla velocità della luce. Ricordai il mio primo, poi il secondo incontro con Doe, e poi la mia piccola sessione di coccole con Kay. Ricordavo quanto fossero sode e impertinenti le sue tette...

543 I più visti

Likes 0

Ricordi II

È una bella mattinata nel deserto dell'Arizona. Il sole splende, c'è una leggera brezza e la temperatura è giusta per stare nudi. Io e la mia signora siamo seduti sulla terrazza dei nostri amici a goderci gli uccelli, i conigli e la meravigliosa vista sul deserto. Guardiamo verso ovest e possiamo vedere un corpo di bronzo alto e snello che cammina lentamente verso di noi. Man mano che la persona si avvicina, possiamo vedere che è il nostro amico Al fuori per la sua passeggiata mattutina e la sua visita. Si avvicina al ponte e sale le scale. Ha la sua...

136 I più visti

Likes 0

Sono diventato il sex toy di mia cognata viziosa.

Mia moglie, Jan, era andata a un convegno su qualcosa legato al suo lavoro e sarebbe rimasta via per tre giorni. Questo è stato semplicemente perfetto per me. Dopo essere uscito dal lavoro, ho preso la mia ragazza, Judy, e l'ho portata a casa con me per passare il tempo che mia moglie sarebbe stata via. Le ho detto di non mettere in valigia vestiti extra perché sarebbe rimasta nuda per la maggior parte del tempo. Siamo stati bene nella prima notte e ci siamo divertiti molto. Avevo steso una coperta sul pavimento del soggiorno davanti al caminetto scoppiettante. Eravamo entrambi...

529 I più visti

Likes 0

La mia vicina incinta, parte 3

Lunedì mattina mi sono seduto al tavolo da picnic e ho provato a leggere il giornale mentre aspettavo Shelly. I miei pensieri sono tornati a domenica e ho iniziato ad avere un'erezione mentre anticipavo di avvolgere le mie labbra attorno ai suoi capezzoli duri e di bere il delizioso latte dalle sue tette succulente. Sapevo anche che era arrapata da morire e potevo solo pensare al gatto selvatico in attesa di essere scatenato quando ho fatto scivolare il mio cazzo duro nella sua lunga figa affamata di cazzo. Circa mezz’ora dopo ho sentito Mike andarsene e mi aspettavo Shelly da un...

347 I più visti

Likes 0

Il primo amore di Sarah

Merrie England, nel XVII secolo... La luce del sole scintillava sul ruscello increspato mentre serpeggiava tra i prati di Caisterdale per passare sotto il vecchio ponte di pietra accanto alla chiesa del villaggio. Sarah era seduta sulla riva del ruscello, con il viso nell'ombra, ignara della scena, fissando senza vedere in lontananza, con il libro in mano ma persa nei suoi pensieri. Sentì il rumore degli zoccoli sul sentiero di ghiaia: Ah, signorina Haverthorpe, un ultimo giorno di libertà? chiese una voce familiare. Lei alzò lo sguardo, John, il figlio di Lord Caisterdale, il suo amico d'infanzia la guardò dall'alto del...

321 I più visti

Likes 0

Domanda di un figlio curioso, seconda parte

Questa è la seconda parte di una serie che evolve sul sesso tra un ragazzo di diciotto anni e suo padre. Se non hai letto il primo; Ti consiglio di farlo. La prima storia era un mix tra prima e terza persona. Questo sarà interamente in terza persona. Quando James si svegliò per la prima volta nel letto di suo padre si chiese come fosse arrivato lì. Poi si ricordò che nemmeno nove ore prima lui e suo padre avevano fatto il miglior sesso orale che James avesse mai avuto. Dopo essersi seduto sul letto, sentì suo padre scendere le scale...

145 I più visti

Likes 0

Piccolo Daniele

Introduzione: questa storia è basata su eventi reali, tuttavia i luoghi sono stati cambiati per la protezione degli altri. Mi chiamo Tommy e sono alto circa 5'3 145 sterline e secondo me non gay ma totalmente Bi. Adesso ho 16 anni e questa storia parla di eventi reali accaduti quando avevo 14 anni. Quando avevo 12 anni mia madre era morta e mio padre aveva ricominciato a frequentarsi e apparentemente aveva un cattivo gusto in fatto di ragazze perché o erano A: brutte da morire, B: calde come l'inferno ma ladri, o C: e avevano figli. Beh, quando avevo 14 anni...

1.2K I più visti

Likes 0

Raccoglitrici di mele

ATTENZIONE: Questa è una storia d'amore. Raccoglitrici di mele Ogni stagione di raccolta è sempre difficile per me rendermi conto che c'è davvero bisogno di manodopera usa e getta a basso costo. I lavoratori migranti soddisfano un bisogno prezioso. Questi nomadi moderni viaggiano da un raccolto all'altro durante la stagione del raccolto su e giù per la costa. Possono raccogliere fagiolini una settimana, mirtilli freschi la settimana successiva e mele mature un mese dopo. Si presentano e basta. Non devi dire loro quando il frutto è maturo o addirittura chiedere loro di venire. Si presentano, chiedono lavoro ed escono nei campi...

1.1K I più visti

Likes 0

Quartine - Parte 2

A grande richiesta continuo questa storia. Spero che ti piacciano le continue avventure dei Quad, che le trovi stimolanti e divertenti da leggere. Mi sono svegliato la mattina dopo e sono andato a stiracchiarmi quando ho sentito un corpo morbido e caldo accanto a me. Rotolando di lato, ho notato il bel viso di mia sorella Stacy, e mi sono tornate in mente le precedenti attività notturne. Lasciatemi spiegare. Stacy ed io, insieme a nostro fratello e nostra sorella, Shane e Stephanie, siamo quattro gemelli. A proposito, mi chiamo Shawn. La notte precedente eravamo andati al ballo di fine anno a...

893 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.