Il club delle signore nodose

551Report
Il club delle signore nodose

Il club delle donne nodose

Di Drakon

Kate era sul balcone e osservava il pittoresco panorama della costa centrale della California. Aveva goduto di quella vista da quando poteva ricordare e anche adesso che aveva cinquantacinque anni le toglieva il fiato. I suoi capelli corvini lunghi fino alla vita svolazzavano nella fresca brezza del tardo pomeriggio mentre rivedeva la lunga lista di cose che dovevano essere fatte prima dell'arrivo dei suoi ospiti, ma l'ambiente sereno la faceva meravigliare.

La tenuta di oltre trecento acri che i suoi genitori avevano acquistato era ricoperta di vigneti, che una volta raccolti sarebbero stati venduti alle aziende vinicole locali per sostenere il costo della vita in questa bellissima zona e fornire i soldi che permettevano loro di godersi la loro vera passione, campione dell'allevamento. Grandi danesi. Suo padre aveva allevato quasi una dozzina di vincitori di premi nel corso di molti anni prima della sua morte e, a volte, i servizi di monta portavano più soldi della vigna. Kate ha aiutato al canile fin da quando ha imparato a camminare e ha iniziato ad amare queste maestose bestie.

Dopo essere tornata a casa dal college, Kate ha assunto un ruolo più attivo nel canile. Ha gestito l'attività e ha migliorato la loro visibilità, aumentando di parecchie volte i profitti. Quando i suoi genitori morirono mentre lei era ancora poco più che trentenne, Kate decise di dedicarsi all'allevamento di mastini e pastori tedeschi per incrementare ulteriormente l'attività. Almeno questo è quello che ha detto a chi la conosceva. In verità, Kate aveva più di un amore casuale per i cani. Ha perso la verginità con il duca William, il quinto campione di suo padre. All'epoca aveva diciotto anni e amava William. Lo aveva allevato fin da cucciolo e aveva un legame così speciale che sentiva che era naturale che lei fosse la prima ad essere allevata con lui. I suoi genitori non lo sapevano mai, né lo sapevano nessun altro e questo la faceva sentire molto isolata, ma avrebbe cambiato la situazione.

Kate sorrise dentro di sé pensando a come è iniziato questo "club". Lei e la sua cara amica Melissa, un avvocato, stavano discutendo dei suoi affari e di alcune questioni legali sul vino quando Melissa disse che amava davvero i pastori tedeschi. Sentendosi un po' stordita dal troppo vino, Kate le chiese quanto li amasse davvero. Beh, presto scoprì dal suo amico ubriaco che si era sempre chiesta se sarebbe stata leccata da qualcuno, ma aveva paura di scoprire come sarebbe stato. Non passò molto tempo prima che Kate facesse sì che uno dei suoi Shepard maschi leccasse il sesso bagnato di Melissa e il resto è storia. Questo è successo poco più di cinque anni fa. Kate è stata molto entusiasta delle persone che avrebbe invitato a unirsi a questo club esclusivo, ma il numero dei membri è cresciuto lentamente fino alle dimensioni attuali.

Kate aveva concesso al suo staff il fine settimana libero come faceva normalmente prima di uno di questi piccoli incontri. Avevano pulito la villa di otto stanze e preparato il cibo a cui lei li aveva indirizzati. Del resto si sarebbe occupata lei secondo necessità. Kate amava cucinare ed era una chef esperta, quindi preparare i pasti per un gruppo così piccolo non sarebbe stato un problema. C'erano solo sei membri di quello che chiamavano "The Knotty Ladies Club" al momento, ma questo incontro della loro malvagia congrega sarebbe stato speciale. Stavano per introdurre un nuovo membro.

Il rombo di un motore ad alte prestazioni proveniente dal lungo viale boscoso riportò Kate al presente. Si avvicinò fissando la porta d'ingresso proprio mentre il motore della costosa BMW decappottabile tacque. L'autista biondo aprì la portiera e scese. Era Melissa. I suoi capelli lunghi fino alle spalle erano raccolti in una coda di cavallo per tenerli sotto controllo mentre correva lungo la tortuosa autostrada costiera con la capote abbassata. Indossava una gonna corta marrone chiaro con una camicetta rosa e sandali col tacco alto. Il suo vestito metteva davvero in risalto la sua corporatura elegante da 5'-5 pollici e il seno grande. Kate abbracciò la sua amica e l'aiutò a portare dentro le sue borse. Nell'ora successiva arrivarono il resto dei membri, inclusa Kim, una studentessa universitaria asiatica di 24 anni al secondo anno di scuola veterinaria e che presto sarebbe stata reclutata.

Kate servì vino e alcuni bocconcini gustosi prima che tutti si sedessero nella sala da pranzo per la cena. Mentre scrutava i volti seduti attorno al grande tavolo circolare, si sviluppò un'immagine profonda. Notò quanto fosse veramente diversificato il loro piccolo gruppo. Ha oltrepassato diversi confini tra cui razza, status sociale, età e persino orientamento sessuale. C'erano bianchi, neri, asiatici, ispanici e, grazie a sua madre Navajo, nativi americani tutti rappresentati. C'erano un avvocato aziendale e un addetto al controllo di un negozio di alimentari; un consulente finanziario e uno studente universitario; anche un vigile del fuoco e un musicista. Per quanto riguarda l'età, Kim era la più giovane e Kate la più anziana. Kate sapeva anche che almeno due delle donne erano eterosessuali e non era nemmeno l'unica bisessuale lì. Jane, la musicista, era però l'unica lesbica dichiarata nel club. Agli altri piaceva punzecchiarla e dire che non poteva definirsi una vera lesbica dato che in realtà faceva sesso con cani MASCHI. Di solito rispondeva con il dito medio teso, cosa che provocò una risata da parte di tutti, compresa Jane.

La conversazione al tavolo riguardava la conoscenza della nuova ragazza e il recupero dei vecchi amici. Era completamente privo di qualsiasi cosa sessuale. Dopo aver terminato la cena e ripulito i piatti, il gruppo si ritirò nella sala dove fu versato un moscato deliziosamente dolce. Ora il tema del sesso veniva presentato con purezza senza censure. Le donne hanno discusso dettagliatamente le loro esperienze dall'ultimo incontro. L'atmosfera era elettrica e il livello di eccitazione era fuori scala. Kate si scusò per qualche minuto e quando ritornò attirò l'attenzione del gruppo.

“Signore, è ora. Troverai le tue vesti nelle tue stanze. Ci vediamo tra cinque minuti e inizieremo, "dichiarò e le donne salirono le scale.

Ridevano e parlavano mentre andavano, palpando i seni e schiaffeggiando i culi sodi. Il loro comportamento salace alimentato da molto vino e discorsi sessualmente carichi. Mentre Kim scalava gli sguardi aveva un'espressione confusa sul viso.

"Cosa dovremmo fare?" chiese a Jane, colei che l'aveva raccomandata a Kate come potenziale membro.

"Vai nella tua stanza, spogliati, indossa la vestaglia e torna giù per le scale", rispose Jane con un forte colpo al culo sodo di Kim.

Kim fece come da istruzioni e ritornò in salotto. Notò che era l'unica a indossare una veste bianca, mentre le altre indossavano tutte una veste bordeaux brillante. Scoprì presto che era tradizione che i nuovi membri vestissero di bianco all'iniziazione, chiaramente un riferimento "verginale". Kate li ha accompagnati al canile dove ha dato alcune istruzioni.

"Fai la tua scelta per la serata, poi porta qui il tuo amico e possiamo iniziare il divertimento", ha detto mentre consegnava a ciascuna donna un breve guinzaglio da allenamento.

All'interno del canile, le donne passeggiavano lungo i grandi viali alla ricerca del loro compagno per la serata. Su ogni corsa c'era il nome del cane e indossavano anche collari con targhetta. Danesi, pastori e mastini, tutti molto eccitati dall'aroma inebriante delle femmine sessualmente eccitate, abbaiavano e camminavano avanti e indietro nella speranza di essere scelti. Kim ha camminato lungo la fila dei candidati finché non si è trovata davanti a un bellissimo danese bianco e nero con grandi occhi tristi di nome Toby. Era affascinata dall'enorme bestia seduta davanti a lei che agitava silenziosamente la coda. Aveva trovato il suo compagno. Aprendo il cancello, gli attaccò il guinzaglio e lo condusse fuori dal canile. Kate stava aspettando fuori con un danese altrettanto impressionante. Era nero come la notte e sedeva pazientemente al suo fianco. La sua targhetta con il nome diceva Rex.

“Vedo che abbiamo gusti simili in fatto di amici. Toby viene dalla stessa cucciolata di Rex qui. Penso che Toby ti piacerà, è un ottimo amante e una buona scelta per la prima volta", ha commentato Kate con un sorriso caloroso.

Kim si sentiva felice ed eccitata dal complimento di Kate ed era ansiosa di vedere cosa sarebbe successo dopo. Sebbene non fosse estranea al sesso canino, questa sarebbe stata la prima volta che si sarebbe trovata con un animale così grande. Gli altri membri hanno fatto le loro scelte e si sono raggruppati fuori. Kate li condusse all'ingresso del seminterrato e le donne entrarono con le loro accuse. Kim fu sorpresa da ciò che vide all'interno della stanza di venticinque piedi quadrati. Molte candele bruciavano nei candelabri disposti intorno alla stanza, immergendola in una luce calda. Al centro della stanza c'era una piattaforma circolare rialzata di circa tre metri di diametro con sopra un mobile che sembrava un pouf a forma di cuneo. C'erano due tubi imbottiti distesi e vicini l'uno all'altro, arretrati di circa trenta centimetri dall'estremità più alta del cuneo e due maniglie davanti al lato più corto. La piattaforma era ricoperta di moquette, ma il "pouf" era ricoperto di un materiale nero e vellutato. C'erano sei poltrone reclinabili senza braccioli distribuite uniformemente attorno alla piattaforma, tutte con la stessa morbida copertura del pouf.

Kate si voltò verso Kim e la guardò negli occhi dicendo: “Questo è il momento della verità. Se avete dubbi o riserve su ciò che accadrà dopo, ora è il momento di farmelo sapere”.

Kim sembrava sbalordito dall'idea di tirarsi indietro. In effetti ora era ancora più eccitata di prima.

“Sono pronta”, ha detto con entusiasmo, “Cosa devo fare?”

Kate ha spiegato come "montare" l'altare. Questo era il nome dato alla piattaforma e al suo insolito equipaggiamento. Doveva mettere le gambe nei tubi imbottiti per proteggere i polpacci e i piedi da Toby che li calpestava e forse ferendola, quindi sdraiarsi sul cuscino angolato per aiutarla a sostenere il corpo quando Toby la montava. La distanza dei tubi dall'assorbente gli avrebbe dato spazio per afferrarle la vita. Alla fine gli appigli erano lì solo se ne aveva bisogno per stabilità.

Le altre donne e i loro partner presero posizione accanto a una poltrona e si tolsero le vesti; facendo un passo avanti Kate fece lo stesso. Si misero a proprio agio nei rispettivi posti mentre Kate aiutava Kim con la sua vestaglia e poi si sedeva con Rex al suo fianco. Un brivido di anticipazione percorse Kim mentre saliva sulla piattaforma con Toby al seguito. In alto c'era un soffitto a specchio e luci incassate che illuminavano l'altare, fu allora che si rese conto di quanto sarebbe stata in mostra per gli altri nella stanza. Normalmente questo avrebbe reso Kim molto nervosa dato che era timida in pubblico, ma sentiva un'ondata di eccitazione sessuale che non aveva mai provato prima.

Kim si inginocchiò e fece scivolare le gambe nelle maniche tubolari. Il materiale morbido e il memory foam che li rivestiva le avvolgevano i polpacci e i piedi. Sembrava che fosse inginocchiata su una nuvola. Guardò il cuneo che scendeva dolcemente davanti a lei, facendo scorrere la mano sulla sua superficie vellutata. Era imbottito con la stessa schiuma dei tubi ma all'interno c'era una struttura solida per mantenerne la forma. Guardò di nuovo Toby, pazientemente seduto sul pavimento, poi Kate che le rivolse un sorriso caloroso e un cenno. Era tempo. Kim appoggiò il busto sul pouf e afferrò una delle maniglie. Si diede una pacca sulla guancia soda e Toby passò all'azione.

La lingua di Toby risalì la scintillante fessura di Kim dal clitoride eretto al bocciolo di rosa increspato. Lei gemette piano e poi notò che la piattaforma si stava muovendo. Girava lentamente in senso orario, offrendo a ogni spettatore una visione a 360 gradi dell'azione. Toby immerse la sua lingua calda nella sua figa bagnata facendola sussultare. La stava avvicinando all'orgasmo ad ogni passaggio. Il suo viso era appoggiato contro la superficie resistente del cuneo con gli occhi aperti per vedere cosa stavano facendo gli altri non appena venivano in vista. I loro occhi vagavano su di lei e Toby con crescente desiderio. Alcuni si massaggiavano il seno mentre altri toccavano leggermente i clitoridi gonfi. Questa visione erotica fu lo stimolo finale che la mandò oltre il limite quando la lingua di Toby le percosse il clitoride sensibile.

"OH DIO!" fu tutto ciò che Kim disse prima che il suo orgasmo prendesse piede.

Kim si spinse indietro nella lingua implacabile di Toby mentre tremava violentemente. Le sue grida di piacere riempivano la stanza altrimenti silenziosa. Non aveva finito con il suo primo orgasmo quando ne sentì un secondo svilupparsi, ma prima che potesse arrivare, Toby smise di leccarle il sesso gocciolante. Stava ansimando forte, poi guardò di nuovo il suo amante che si stava preparando a montarla. Si posizionò con attenzione, chiudendo le zampe anteriori attorno alla sua piccola vita. Il suo petto peloso era appoggiato sulla sua schiena, schiacciandola nella schiuma ammortizzante. La presa di Kim sulle maniglie si fece più forte mentre Toby la tirava indietro, facendo colpi con i fianchi. L'altezza e l'angolazione del cuneo hanno messo la figa di Kim al livello perfetto per Toby e ha centrato l'obiettivo al terzo tentativo. La punta stretta separava le sue pieghe rosa lasciando il posto alla sezione più grande dietro per allungare la sua stretta apertura, poi arrivava l'area affusolata davanti al nodo rigonfio che permetteva alla sua figa affamata di attirarlo dentro. Per un breve momento pensò a quanto perfettamente aveva progettato il cazzo di un cane per scopare una femmina umana, poi il piacere misto a un po' di dolore la colpì.

“Aaaahhhhh!” Kim pianse mentre il suo focoso cazzo cremisi penetrava profondamente.

Con tre o quattro colpi potenti, Toby riuscì a infilzare Kim completamente con la sua spessa verga dura fino al nodo. Le sue spinte aumentarono di frequenza finché non scivolò dentro e fuori dalla sua figa a una velocità fenomenale. Kim emetteva cinguettii acuti a tempo con Toby mentre martellava. Alle sue grida si univano i lamenti lussuriosi del suo pubblico e i lamenti degli altri cani desiderosi di accoppiarsi con le loro femmine. Poi, come se fosse avvolta dalle fiamme, Kim fu consumata da un altro orgasmo. Lei si sollevò e urlò, guidando all'indietro per prendere ogni centimetro del cazzo di Toby nel suo canale convulso. Toby si spostò quindi con un potente affondo in avanti, forzando il suo nodo nella figa stretta di Kim.

“Uuuuuhhhh…OH cazzo! È enorme! Uuh...Uuh...Uuh...E sta diventando sempre più grande...aahh...aahh...AAHHHHHHH!" Kim non poteva dire altro mentre cercava di rilassarsi e di accogliere l'enorme gonfiore che si stava verificando nel suo corpo.

Toby fece ancora qualche spinta a scatti, poi si sporse in avanti sopra Kim. Era così molto più grande di lei che la sua testa era davanti alla sua. Ansimava pesantemente, poi emise un gemito basso seguito da un piagnucolio mentre scatenava un torrente di hot dog sperma dentro di lei. Kim aveva gli occhi chiusi e i denti serrati, le sue nocche erano bianche per aver stretto così forte le maniglie quando sentì il calore liquido inondarle il grembo. Kim è tornata di nuovo.

"OH SI! Vieni per me... Fammi la tua cagna!" lei pianse.

Il suo corpo tremò mentre un tremore dopo l'altro rimbombò dentro di lei. Cercò di controllare il respiro ma ingoiava aria con sussulti irregolari. Era consapevole che gli altri membri erano ora impegnati con i loro partner, alcuni venivano leccati mentre altri erano già montati sia alla missionaria che alla pecorina. Kate aveva le gambe avvolte attorno a Rex mentre lui la picchiava ferocemente. Toby poi lasciò la presa sulla sua vita e sostenne il proprio peso mentre stava sopra di lei. Lei veniva ancora colpita, ma poi capì che era stata lei a spingerlo contro di lui, e non il contrario. Ogni movimento che faceva le procurava un'allettante fitta di dolore insieme a un'ondata di piacere. Si stava pompando per un altro orgasmo.

Il tempo era confuso per Kim. Non aveva idea di quanto tempo fosse stata legata a Toby o di quanti orgasmi avesse sperimentato, ma finché il suo cazzo palpitante le avrebbe portato una felice liberazione, non le importava davvero. Sentì un gemito profondo da Tonya, una donna di colore robusta che era la consulente finanziaria di Kate, quando l'enorme mastino che stava scopando si voltò e si mise faccia a faccia con lei. Come un segnale inascoltato, tutti i cani smontarono e si voltarono, compreso Toby. Ogni donna era in procinto di raggiungere l'orgasmo a quel punto a causa degli strattoni e dei rigori. Era un coro di grida estasianti, corpi che tremavano e si sollevavano, e poi gli altri membri gridarono all'unisono.

"Benvenuta nel Knotty Ladies Club, Kim!"

Storie simili

Lezioni apprese_(2)

Entro in classe e mi siedo in mezzo alla classe. La mia ragazza, Lacy, si siede accanto a me. Che succede ragazza? Lei chiede. Ehi! Dico eccitato, forse troppo eccitato. Ok rovesciamento. Versare cosa? Chi è lui? Chi è chi? dico con un sorriso malizioso. Suona il campanello e un uomo entra chiudendosi la porta alle spalle. Salvato dalla campanella. Penso a me stesso. Guardo l'uomo. È alto con i capelli biondi sporchi, gli occhi azzurri e molto bello. Sexy devo dire. Buongiorno lezione. Io sono il signor Miller. Prenderò il posto della signora Wright per il resto dell'anno scolastico. Dice...

2.2K I più visti

Likes 0

Rose, la mamma da sola

Rosa Nei giorni successivi ho ricevuto messaggi dai gemelli. Helen mi voleva più di ogni altra cosa ed era disposta a incontrarmi ovunque per mostrarmelo. Rose mi ha inviato un messaggio chiedendomi di incontrarci e parlare prima di incontrare una o entrambe le sue figlie. Il suo secondo messaggio mi invitava a incontrarla. Mi è stato appena dato un indirizzo e un'ora. Quindi quando sono arrivato sono rimasto sorpreso di trovarmi di fronte a una sala massaggi. Mentre varcavo la porta una giovane e carina donna ispanica mi ha salutato e mi ha chiesto che tipo di piacere volevo. Sono Mike...

261 I più visti

Likes 0

Camera Vergine

Questa è la terza storia che scrivo per questo sito e ancora una volta mi scuso se ci sono errori di ortografia o grammaticali o qualsiasi altro errore. Mi piace molto il feedback e se vuoi sottolineare eventuali errori fallo in modo costruttivo, non rispondo bene alle persone che criticano la mia punteggiatura quando il loro messaggio è scritto tutto maiuscolo o simili. Tieni presente che questa storia è completamente vera con una piccolissima quantità di abbellimenti per mantenere la storia in corso, quindi non pubblicare post dicendo che non potrebbe mai essere vero, perché lo è. Sono uscito con questa...

263 I più visti

Likes 0

Giochi per computer_(1)

Mandy Wilson sedeva tristemente sul sedile del passeggero mentre l'auto di sua madre Carol seguiva il grande camion di trasloco fuori Londra. Oh per l'amor del cielo, rallegrati, esalò la donna più anziana. Mandy, andiamo e questo è tutto. Le parole fecero semplicemente crollare Mandy sul sedile e incrociare le braccia ancora più strettamente sul petto sinuoso finché non le fece male. A volte puoi essere un bambino così piccolo, osservò Carol. Mandy rispose con il consueto ringhio di frustrazione e impotenza. Il motivo del suo umore cupo era stato messo in moto sei mesi prima quando, del tutto all'improvviso, sua...

286 I più visti

Likes 0

I sogni di Racos diventano realtà!!!_(1)

Mi chiamo Raco e ho 15 anni non sono atletico sono sempre stato quello a cui piacevano i libri e stare dentro... sono nell'armadio e nessuno sa che sono gay non ho mai avuto una ragazza o addirittura ho baciato una ragazza perché semplicemente non mi interessano... mio padre è via la maggior parte del tempo a lavorare a progetti di costruzione fuori città e quando è a casa dorme ed è difficile svegliarlo. ...mia madre non ci presta molta attenzione perché lavora e va a scuola...beh, questa storia parla di me e del mio fratellastro più grande e atletico Jacob...

889 I più visti

Likes 0

Fratelli curiosi (parte 1)

Tutto quello che riesco a ricordare di mamma e papà quando ero giovane era urlare e litigare. Vivevamo in una casa minuscola che non aveva molta privacy quindi potevi sempre sentire le urla. Per fortuna hanno divorziato quando ero giovane. Ci siamo trasferiti, mia sorella minore, mia madre e io. All'inizio è stato difficile non avere papà accanto, ma mi sono abituato presto. In ogni caso sono sempre stato più legato a mia madre. Era la mia sorellina che sembrava avere difficoltà, chiedendo di papà molto più spesso di quanto pensassi di lui. Ben presto si abituò al fatto che anche...

357 I più visti

Likes 0

Twat

Twat New York City è composta da cinque distretti, che equivalgono alle contee del resto dello stato. I cinque distretti sono Bronx, Brooklyn, Manhattan, Queens e Staten Island. New York City ha oltre 8,2 milioni di residenti. L'area metropolitana di Greater New York ha una popolazione di quasi 19 milioni di persone e si colloca tra le più grandi aree urbane del mondo. Quindi naturalmente mia figlia voleva andarci. Mia figlia Amanda odia il suo nome perché è troppo permaloso e corretto. Le piace che i suoi amici la chiamino acida. Ha attraversato il suo palco rosa da ragazza carina, il...

2K I più visti

Likes 0

Chat erotica

Ragazza: Prometto che tornerò quando potrò e che la chat potrebbe non essere oggi. Awe ho bisogno di dormire i miei genitori vengono oggi e passano la notte.. E so che non sei lì, quindi ti scriverò una piccola cosa visiva che voglio fare sesso mattutino ma il mio partner sta dormendo. Partner sei tu;) Uomo: Il mio cazzo è duro adesso piccola... Continua [b]girl: Siamo solo a letto e io sono nuda dalla sera prima. Hai i boxer. Mi sveglio e mi guardo di spalle, quindi mi accoccolo bene e mi chiudo e ti tengo stretto. Mi chino e inizio...

2K I più visti

Likes 0

Rachel scopa la coppia

Rachel scopa la coppia Un giorno, sono andato a una festa a casa di amici dove una giovane testa rossa che ballava ha attirato la mia attenzione; vederla ballare mi ha eccitato. Mi sono avvicinato a lei e ho iniziato a ballare anche io, presto stavamo ballando insieme. Dopo aver ballato per un po', ci siamo seduti e abbiamo iniziato a parlare. Mi sono presentata come Rachel, mi ha detto che si chiamava Jennifer. Dopo un po' di conversazione Jennifer e io abbiamo notato che la festa stava finendo e la gente se ne andava. Jennifer ha chiesto se può avere...

1.4K I più visti

Likes 0

Esperienza sessuale con la madre del mio amico 2

Vibratore tecno coniglio. Esperienza sessuale con la madre del mio amico -2 “Se ce ne sono più di uno, c'è un modo che devi fare per deviarli completamente in modo che io possa avere la possibilità di distruggere i dati. Le ho detto. Lei ha risposto che cosa devo fare? Devi provocarli per una penetrazione multipla, in modo che siano impegnati a fotterti senza sapere cosa sta succedendo intorno a loro “Ooooooh! No. Non posso farlo, non posso resistere ai loro fottuti cazzi che entrano in me alla volta, rispose in aggressività. “Se non puoi farlo, allora non posso aiutarti. ...

1.6K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.