Parte 7, la ragazza con il culo

525Report
Parte 7, la ragazza con il culo

Spero che questa storia ti piaccia, la parte 7 segna molte cose che arriveranno nelle storie successive. Si prega di commentare e godere.

Il padre di Tyler era un cliente abituale di mia madre. L'ha scopata quasi quanto John, ma non più di Bill. La mamma aveva altri ragazzi che si presentavano di tanto in tanto, ma questi 3 erano costanti. La mamma aveva molto lavoro, a volte durante il giorno, a volte di notte. Aveva alcuni ragazzi che si sarebbero presentati durante le ore mattutine, ma lavorava soprattutto di notte. Stavo con la nonna quando lavorava di notte, ea volte veniva a prendermi e mi lasciava a scuola. Se non ero a scuola e la mamma lavorava, di solito ero a casa mia ad aspettare la mamma. Userei il tempo per guardare i suoi video, e talvolta anche le altre ragazze sul sito. Fantasticavo ancora di essere mamma e mi piaceva passare in rassegna la sua lingerie e i suoi vestiti e provare le cose. Non riuscivo a riempirle i reggiseni, ma i suoi piccoli tanga cominciarono a calzarmi bene. Mi piaceva indossarli in giro per casa, sentire il tessuto su per il sedere. Avevo provato a convincere la mamma a comprarmi dei perizomi, ma lei si rifiutava, quindi indossavo i suoi quando non c'era. La mamma sapeva che provavo i suoi vestiti, l'avevo fatto davanti a lei da quando ero piccola, ma non le importava.

Ho incontrato Tanya pochi mesi prima del mio decimo compleanno. Mamma ed io siamo andati a casa sua per uscire con lei e fare il bagno nella sua piscina. Siamo stati accolti alla porta da una splendida ragazza messicana in bikini nero. La mamma l'ha presentata come un'amica del lavoro. Era incredibilmente bella. Era una ragazza di 22 anni, ispanica, magra, con lunghi capelli neri e fianchi larghi.
Tanya,"piacere di conoscerti, sei così carina, proprio come tua madre."
Era dalla mia parte buona da quel momento.
Ci ha invitato a entrare e ci ha mostrato il suo grosso sedere mentre ci guidava nel suo bikini perizoma. Il suo sedere era perfetto e aveva delle gambe fantastiche. Aveva una postura perfetta per camminare, i suoi fianchi oscillavano da un lato all'altro e rimbalzava su e giù a ogni passo che faceva. Aveva una grande casa con una piscina sul retro. Io e la mamma ci siamo spogliati dei nostri bikini, anche la mamma indossava un perizoma. Ci siamo sdraiati sui suoi sedili da piscina e lei ha iniziato a mettere la crema solare sulla mamma. Ha massaggiato il suo corpo e il sole luccicava sull'acqua, riflettendosi sul suo bel viso bianco e sul corpo della mamma. Ero eccitato guardando Tanya toccare mia madre. Si è toccata tutto il corpo prendendosi il suo tempo sul sedere, le gambe, i seni, la mamma non ha nemmeno sussultato. La mia mente ha scattato, l'ho riconosciuta come la ragazza del video. Era la stessa bellissima ragazza che faceva sesso con la mamma. Tanya ha continuato ad applicare la crema solare, poi è venuta da me. Mi sono sdraiato a faccia in giù e lei ha iniziato ad applicare la crema solare sulla parte superiore della schiena. Mi sentivo bene mentre mi massaggiava la crema solare, muovendo le sue mani morbide sempre più in basso. Tanya stava parlando con mia madre di quanto fossero belli i suoi seni. E abbiamo iniziato a scherzare su come avrei indossato la lingerie di mamma e provato a riempire i suoi reggiseni. Ha raggiunto la parte bassa della schiena, poi è saltata fino ai polpacci. Ho detto loro come ho pregato di farmi crescere le tette grandi. Ha continuato a massaggiare la crema solare, spostandosi fino alle mie gambe. Mi ha massaggiato la parte posteriore delle gambe ed è stato fantastico.
Tanya, "sembri più una ragazza da culo".
Mamma, "Cosa vuoi dire?"
Tanya, "guarda le sue gambe, i suoi fianchi, il suo culo".
Tanya ha iniziato a massaggiarmi il sedere e la mamma si è alzata e mi ha guardato da dietro.
Tanya, "i suoi fianchi si stanno allargando, ha le gambe spesse e un sedere tondo, quanti anni hai?"
Continua a massaggiarmi il sedere.
Io, "9".
Tanya dice a mia madre: "Capisci cosa intendo, guarda come si sta sviluppando il suo corpo, è decisamente una ragazza da culo".
Mamma: "Potresti avere ragione, potrebbe prenderlo da parte di suo padre".
Io: "Spero di no, voglio davvero grandi tette".
Mamma, "La mia parte della famiglia è benedetta in cima, quindi probabilmente ti cresceranno anche le tette".
Tanya, "Mi stai prendendo in giro, non c'è niente che gli uomini apprezzino di più di una ragazza con un culo, credimi, specialmente se assomigli a tua madre, avrai uomini in fila per te."
Ho adorato Tanya. Volevo ancora grandi tette però.

Al mio decimo compleanno, Tyler mi ha regalato fiori, un orsacchiotto, cioccolatini e quel genere di cose. Il padre di Tyler ha lasciato 100 dollari a mia madre, dicendole che potevo comprare tutto quello che volevo. Bill ha portato me e mamma a fare shopping e mi ha comprato dei vestiti nuovi. La mamma mi ha comprato una torta e il mio primo paio di scarpe col tacco alto. Era da un po' di tempo che volevo provarli e mamma me ne ha regalati un paio molto costoso. Ho camminato per il centro commerciale con loro, cadevo ogni 3 passi. I miei amici a scuola mi hanno regalato alcune cose, ma il mio regalo preferito è venuto da Tanya, mi ha regalato un piccolo costume da bagno perizoma in due pezzi e un costume da bagno perizoma intero. Era probabilmente la taglia più piccola disponibile per le donne, e calzava solo leggermente grande sopra, ma perfetta sotto.

Il giorno dopo, Tanya e la mamma sono andate in piscina e Tanya ha detto: "Beh, fammi vedere quella ragazza culona".
Ho indossato il mio pezzo unico e sono uscito in piscina, e ho girato il culo verso di lei per mostrarglielo.
Tanya, "Questo è un bel culo."
Mi ha afferrato i glutei e li ha accarezzati, 10 anni e ti stai già sviluppando bene, tutti i ragazzi ti vorranno".
Ha lasciato andare il mio culo dopo pochi secondi di carezze e mi sono sentito sexy come mamma e Tanya per la prima volta. Abbiamo fatto il bagno e nuotato per un po', hanno chiesto dei ragazzi a scuola e poi Tanya ha iniziato a parlare di suo marito. È entrata nei dettagli su come gli piaceva fotterla nel culo ogni singolo giorno. È scappata di casa ed è diventata una spogliarellista minorenne. Ha sposato un ragazzo messicano benestante che aveva circa 30 anni. Non ha mai lasciato l'attività di spogliarello, le piaceva davvero. A suo marito piaceva ascoltare le sue storie mentre la scopava. Le era permesso prostituirsi per soldi, ma nessuno poteva fotterle il culo, solo lui poteva.
Tanya, "È enorme e non mi darà tregua, non sarebbe un problema se non fosse così grande, cosa sto dicendo, sai cosa intendo, tu sei il suo paio di tette preferite. Ama scoparti."
Mamma: "Non so come puoi prenderlo nel culo tutti i giorni, è enorme".
Mi sono reso conto che anche il marito di Tanya si era scopato mia madre. Ovviamente non mi importava, ma mi sentivo benissimo sapendo che Tanya e la mamma si erano sentite a proprio agio con questo tipo di conversazioni intorno a me, dimenticando che ero un'adolescente. Mi sentivo come una delle ragazze grandi.
Mamma, "Però è divertente da succhiare, crea un'interessante gola profonda."
Tanya, "Sei una tale puttana."
Abbiamo riso tutti. Se non fosse stato per i video che stavo guardando, sarei stato all'oscuro, ma nessuno sembrava accorgersi che ne sapevo più di quanto avrei dovuto.

Continuavo a ricevere sempre più attenzioni a scuola. Stavo crescendo un po' e i miei vestiti mi stavano un po' più piccoli. Ho iniziato a sorprendere i ragazzi che mi guardavano e le ragazze che mi guardavano in modo strano. Mi piaceva indossare pantaloni e pantaloncini che mostrassero la mia linea di mutandine. Avevo un insegnante, il signor Anderson, che ho sorpreso a guardarmi il sedere un paio di volte. Era un uomo bianco grasso, brutto e vecchio che non mi piaceva affatto. Mi avvicinavo alla sua scrivania e me ne andavo scuotendo i fianchi un po' più del solito. Non ho davvero notato un culo su me stesso, ma ho adorato l'attenzione che stavo ricevendo e non mi importava da chi provenisse.
Tyler, "Voglio baciarti."
Io "va bene".
Tyler, "uuuhhh, ok."
Mi sono reso conto che probabilmente si aspettava una certa resistenza. Ma si chinò per un bacio e chiuse gli occhi. Era troppo tardi per tornare indietro, quindi ho fatto lo stesso. Le nostre labbra si toccarono e lui si ritrasse arrossendo in silenzio. Ero deluso, pensavo volesse baciare come faceva la mamma, grande e lungo, ma era solo un bacio sul labbro. Era come niente.

La nostra scuola aveva gli studenti delle elementari e quelli delle medie separati da una recinzione. Noi ragazze parlavamo di quanto fossero fighi i ragazzi più grandi e ci piaceva stare vicino al recinto per guardare i ragazzi. Stavo uscendo quando ho sentito chiamare un ragazzo più grande mentre passavo.
Juan, "Ehi, mi chiamo Juan, sono il fratello di Amanda, tu sei Brenda giusto."
Era un ragazzo messicano alto e bello.
Io, "oh ciao, non sapevo che avesse un fratello. Piacere di conoscerti."
Juan, "Ti ho visto uscire con lei, ho pensato che dovremmo uscire, vuoi essere la mia ragazza."
Ero scioccato, "ma ho già un ragazzo".
Juan, "Posso essere il tuo secondo ragazzo? Nessuno deve saperlo. Non lo dirò nemmeno ad Amanda."
È stato fantastico avere un ragazzo più grande che voleva essere il mio ragazzo, aveva quello sguardo di lussuria nei suoi occhi che gli uomini danno a mia madre.
Io: "ok, ma non puoi dirlo a nessuno".
Juan, "lo prometto."
Io, "va bene".
Juan, "Conosco un posto dove possiamo incontrarci senza che nessuno se ne accorga, lascia che te lo mostri."
Ci siamo avvicinati a questa parte abbandonata della scuola, che era off limits per noi studenti. Era polveroso e vecchio, senza manutenzione agli edifici. Alcuni dei ragazzi più grandi andavano lì per saltare le lezioni.
Juan, "possiamo incontrarci qui dopo la scuola, così nessuno può vederci. So che è sporco, ma porterò un po' di roba così possiamo sederci.
Io "va bene".
Mi afferrò per la vita e mi attirò a sé. Premette le sue labbra sulle mie e mi infilò la lingua in bocca. Rimasi un po' scioccato, ma sentivo che quello era un vero bacio. Abbassò le mani sul mio sedere e si tirò su quasi sollevandomi da terra.
Io "aspetta".
Juan,"ora che sei la mia ragazza, posso farlo, o sei una ragazzina?"
Io: "No, non lo sono".
Giovanni, "bene".
Ha continuato a baciarmi e ad afferrarmi il sedere. Mi ha slacciato i pantaloni, li ha tirati giù, ero in piedi sulle mutande. Ha continuato a palpeggiarmi.
Juan, "Mi piace il tuo culo. Non mi piacciono le bambine, e posso dire molto velocemente se lo sei. Ti mostrerò qualcosa."
Si slacciò i pantaloni e tirò fuori il pene. Era difficile. Ne avevo visti alcuni dai video e mamma che veniva scopata, ma non ne avevo mai visto uno da vicino e di persona.
Juan, "Prendilo."
L'ho afferrato con entrambe le mani e l'ho tenuto. L'ho sentito pompare e diventare più grande.
Juan, "Mettiti in ginocchio proprio di fronte."
Ho obbedito, sapevo esattamente cosa stava succedendo e ho giocato fingendo di essere titubante.
L'ho guardato dritto, mi ha tenuto entrambe le mani e ha iniziato a muoverle su e giù, scuotendosi con le mie mani.
Juan, "Proprio così, fammi vedere che sei una ragazza grande. Segami così e baciala."
Sapevo cosa voleva, ed ero pronto per questo da un po' ormai, non mi importava chi fosse. Ci ho messo le labbra sopra e lui ha iniziato a spingermi il cazzo dentro la bocca. Ho lasciato le mie mani ad alimentarlo e ho iniziato ad andare più in profondità a poco a poco. Mi afferrò la nuca e rabbrividì. Ho sentito il suo cazzo pompare nella mia bocca, e poi un sapore salato ad ogni pompaggio. È venuto in circa 30 secondi mentre lo succhiavo. Ho sentito quel liquido salato in bocca e l'ho appena inghiottito. Mi sentivo denso scendermi in gola. Mi guardò dritto in basso.
Juan, "L'hai mangiato?"
Io, "sì".
Juan, "Juan, wow! Sei fantastico. Diventerai una brava ragazza."

Abbiamo lasciato l'edificio e sono andato nel punto in cui la mamma o la nonna sarebbero venute a prendermi. La mamma stava già aspettando. Ce ne siamo andati e la mamma mi ha chiesto: "Com'è andata a scuola?"
Avevo ancora il sapore in bocca e ho risposto: "Va bene, vorrei che durasse più a lungo, ho imparato alcune cose nuove e mi sono fatto un nuovo amico".

Per favore, commenta......

Storie simili

La scommessa di Mac e Lisa

Sono Steve McKenzie, praticamente tutti mi chiamano Mac. Possiedo la mia impresa di costruzioni che ha fatto molto bene per me. A 45 anni posso godermi i frutti di 20 duri anni di costruzione di un’impresa. Sono un ragazzo piuttosto grande. Sono alto circa 6'2 260. Ho guadagnato metà della mia statura lavorando nell'edilizia per gran parte della mia vita e l'altra metà gareggiando come uomo forte dilettante. Ma ora che sono il capo e sono un po’ più grande, una buona parte della mia massa deriva dalle bistecche e dalle birre. Ho la testa calva e la barba folta con...

156 I più visti

Likes 0

Diari di lavoro

***** Primo estratto del diario: “A seguito della minaccia di una causa per molestie sessuali, la seconda di tali minacce mosse contro di me da due distinti Assistenti personali, le cause in Risorse umane, alla luce delle mie capacità e dei miei risultati, hanno deciso di darmi un'ultima possibilità prima di essere costretti a prendere ulteriori azioni disciplinari. Nel tentativo di ridurre la probabilità di uno scenario ripetuto, hanno deciso di assegnarmi un PA che pensavano, correttamente, non sarebbe stato di mio gusto. Tuttavia, non hanno tenuto conto di quanto sarei stato per i suoi gusti”. ***** Ayesha tamburellava irritata con...

2.1K I più visti

Likes 0

Lezioni apprese_(2)

Entro in classe e mi siedo in mezzo alla classe. La mia ragazza, Lacy, si siede accanto a me. Che succede ragazza? Lei chiede. Ehi! Dico eccitato, forse troppo eccitato. Ok rovesciamento. Versare cosa? Chi è lui? Chi è chi? dico con un sorriso malizioso. Suona il campanello e un uomo entra chiudendosi la porta alle spalle. Salvato dalla campanella. Penso a me stesso. Guardo l'uomo. È alto con i capelli biondi sporchi, gli occhi azzurri e molto bello. Sexy devo dire. Buongiorno lezione. Io sono il signor Miller. Prenderò il posto della signora Wright per il resto dell'anno scolastico. Dice...

1.8K I più visti

Likes 0

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Coin Operated Girl

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Clock Work Girl Mi chiamo Damien, a questo punto avevo diciassette anni per un totale di dodici ore e finora faceva schifo. Forse diciassette anni fa solo schifo in generale, forse tutti quelli che ci sono stati saranno d'accordo con me. Voglio dire, sei ancora considerato troppo giovane per fare qualcosa di divertente, ma per l'amor del cazzo sei abbastanza vicino che non dovrebbe davvero importare. Dovevo comunque ascoltare i miei genitori (non che lo facessi comunque) non bere, non fumare (cosa che comunque facevo) e andare a scuola, che era quello che stavo facendo...

1.4K I più visti

Likes 0

Il mio sogno di te

Mi ritrovo a nuotare in un lago pieno di nebbia all'improvviso... senza ricordare come ci sono arrivato, in questo luogo di magia e mistero... verdi stelle filanti di muschio e vecchi rami, a scrivere le storie dei loro bellissimi fiori che sbocciano un tempo sul caldo, chiaro acqua. Riesco a sentire l'eco delle dolci onde che lambiscono le rive di una spiaggia lontana da qualche parte in lontananza. La notte è luminosa con stelle radiose e una luna piena luminosa. Nuoto intorno al lago, godendomi il calore e il vapore che avvolge il mio corpo nudo. Galleggio sulla schiena per un...

1.3K I più visti

Likes 0

Usando Sara - Parte 2

Usando Sara parte 2. Dopo aver dormito il meglio che avevo dormito negli anni, mi sono svegliato più eccitato di ieri notte. Non riesco a smettere di pensare a ieri sera. Non riesco nemmeno a credere che mia moglie sia d'accordo. Non solo è andata d'accordo, ma sembra che le piaccia. Ho guardato e ho trovato mia moglie che dormiva ancora. Mi sono intrufolato nel seminterrato per controllare il mio nuovo giocattolo. L'ho trovata ancora legata al tavolo dove l'avevo lasciata, e sveglia. Ha iniziato a supplicare di essere lasciata andare. Povera Sara, non potevo lasciarla andare. Non volevo lasciarla andare...

1K I più visti

Likes 0

Piccolo Popper.

La scorsa settimana la figlia del mio vicino è venuta a casa mia per vedermi per qualcosa e mi ha visto fare sesso con la mia ragazza a bordo piscina. All'epoca non ne ero a conoscenza, ma è venuta di nuovo per ottenere ciò che voleva dopo che la mia ragazza se n'era andata: stava aspettando che se ne andasse. Abbiamo fatto il bagno magro e abbiamo fatto sesso insieme lì la maggior parte delle volte: io ho 26 anni e la mia ragazza circa un anno più giovane. Holley, la ragazza dall'altra parte della strada, ha 17 anni. Quando è...

739 I più visti

Likes 0

La piscina - parte 1 - La trappola

Di Patryxk B. Mi sono appena trasferito in questo grande condominio. Ci sono 6 piani e 20 appartamenti per piano. Il prezzo è un po' alto perché all'interno c'è una grande piscina interna. Pertanto, chiunque può nuotare in qualsiasi giorno dell'anno tra le 7:00 e le 22:00. Anche se avevo circa trentacinque anni, non ero un bravo nuotatore e odio nuotare da solo. Quindi non è stato un fattore importante quando mi sono trasferito qui. Ogni giorno o giù di lì, ci passavo accanto e guardavo se le persone usavano la piscina. Non mi piaceva se c'erano troppi estranei nella stessa...

360 I più visti

Likes 0

DOPPIA TESTA

Non mi facevo succhiare da un uomo da settimane e il pensiero di altre tre persone che guardavano un altro uomo mi succhiava, poi scopare una donna più anziana mentre loro guardavano sembrava eccitante - non è questo il sesso - eccitazione e piacere? Abbiamo concordato i termini e le condizioni e ho sottolineato l'assenza di penetrazione maschile nel mio corpo. Ero nella tarda adolescenza quando mi sono reso conto per la prima volta di avere un cazzo molto più grande di altri ragazzi della mia età. Ho preso molte costole bonarie su di esso quando mi cambiavo mentre praticavo vari...

1.9K I più visti

Likes 0

La mia bestia introduzione

Molte persone possono trovare questo inquietante, ma ho una domanda per loro; L'hai provato? Questa è la mia storia di come sono stato introdotto per la prima volta nel mondo della bestialità. Crescere in una casa con un solo genitore significava che mia madre doveva fare due lavori per mantenere le bollette pagate, il che significava che ero a casa da solo la maggior parte del tempo. Ora non direi che ho vissuto in un brutto quartiere solo che non potresti mai stare attento. Allora, cosa ha ottenuto mia madre per tenere me e la casa al sicuro mentre lei era...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.