Oh, introduzione di Ollie

123Report
Oh, introduzione di Ollie

Il mio migliore amico, Oliver, era il tipo di ragazzo di cui ogni ragazza impazzirebbe. Dato che era un giocatore chiave nella squadra di atletica della nostra scuola, aveva facilmente il corpo per lasciare le ragazze sbavando, ma non è quello che ha catturato la loro attenzione. Oliver era gentile, ma non invadente, intelligente, ma non sapientone, protettivo, ma non geloso, e nel complesso una persona fantastica. I suoi occhi color nocciola erano sempre pieni di emozione e sapeva sempre cosa dire. Questo è ciò che ha fatto tornare le ragazze.

Io, invece, non ero il tipo di ragazza con cui ti aspetteresti di vederlo. Ero snello, perché facevo anche parte della squadra di atletica, ma non magro. I ragazzi non mi sbavavano mai addosso: mi era stato chiesto di uscire solo due volte in vita mia, ed entrambi avevano solo voluto infilarsi i pantaloni. Ero più intelligente di Oliver, ma non potevo tenere una conversazione con qualcuno che non conoscevo già per salvarmi la vita. E tendevo ad essere emotivo.

Suppongo che se ci fossimo incontrati al liceo, Ollie e io non saremmo stati i migliori amici che eravamo. Lo conoscevo dall'asilo, dove ci eravamo subito avvicinati. Ci siamo attaccati come colla, riuscendo anche a stare ancora insieme attraverso almeno 4 mosse da parte mia.

I miei genitori erano entrambi troppo sballati per preoccuparsi di qualsiasi cosa, quindi ho dovuto lavorare per pagare i conti delle case che avevamo. Alla fine furono arrestati e io trovai un posto con mio fratello maggiore, Bill. Subito dopo aver compiuto 18 anni, è entrato nell'esercito, lasciandomi a badare a me stesso.

La vita familiare di Oliver non era neanche lontanamente perfetta, con il suo cercatore d'oro, maniaca del controllo di una matrigna e due aspiranti sorellastre, quindi ha trascorso la maggior parte del suo tempo a giocare ai videogiochi a casa mia. Questo è esattamente quello che stava facendo quando sono tornato a casa dal lavoro quel giorno.

Avevo aperto la porta per trovarlo giocare a GTA5 con entusiasmo. Ero tornato a casa prima, con lui che aveva una chiave di riserva del mio appartamento, e non ero turbato. Mi buttai sul divano e sospirai: "Ollie, dovresti davvero andare a casa. È tardi e sono esausta". Ha messo in pausa il gioco, voltandosi a guardarmi mentre mi ha detto: "Resto qui. L'ho già detto al diavolo e tutto il resto. Ma vedo che sei stanco, quindi lo spengo e possiamo dormi, K?" Mi mostrò i suoi denti perfetti, cosa che qualsiasi ragazza normale sarebbe svenuta. Ero immune, da anni di questo comportamento e sono appena rotolato giù dal divano e sul pavimento. Si limitò a ridacchiare mentre mi dimenavo verso il letto, pigra per alzarmi e camminare. Mi sono infilato nel letto e mi sono rannicchiato dentro quando ho sentito il suo corpo crollare accanto al mio. "Dovresti davvero cambiarti i vestiti da lavoro", commentò, appoggiando la testa sulla mano in modo da potermi guardare. Ho appena borbottato in modo incomprensibile mentre ho afferrato il primo capo di abbigliamento che sono riuscito a trovare, gli ho voltato le spalle e mi sono cambiato.

Avevamo dormito nello stesso letto prima e ci eravamo visti cambiare innumerevoli volte, quindi non era un grosso problema. Quando ho finito, mi sono semplicemente sdraiato accanto a lui e gli ho messo la testa sotto il mento. Rise mentre attirava il mio corpo e sussurrò "Gesù AB, stai congelando". Mi sono rannicchiato più vicino dicendo "Duh, è inverno". Con il suo calore protettivo che mi circondava, mi addormentai rapidamente.

*Bang bang bang*

Sono stato svegliato da Joe, un altro amico, che bussava alla porta. Scossi Ollie, poi mi alzai dal letto e aprii la porta. "Sup AB, Ollie qui? Ha promesso di essere il mio gregario stasera." Un'occhiata all'orologio, che segnava le 11:37, mi ha mostrato che avevo dormito solo due ore. In modo scontroso, ho indirizzato Joe a Ollie, ancora addormentato. "E' rimasto di nuovo qui, eh?" Joe osservò mentre pizzicava Ollie, svegliandolo. "Perché cazzo l'hai fatto?!" Ollie fissò Joe, poi si alzò dal mio letto. "Non vedi che non sono dell'umore giusto per aiutarti ad atterrare una ragazza?" "Va bene! Ho altri amici a cui posso chiedere!" urlò Joe, poi uscì di casa, sbattendo la porta nel frattempo. Ollie si sdraiò sul letto con un sospiro: "Dio, doveva svegliarci? Sembri esausto".

borbottai mentre mi sdraiavo per dormire di nuovo. "Non vedo come voi ragazzi siate così buoni amici quando tutto ciò che fate è combattere."
"Beh, non vedo come voi ragazzi siate così buoni amici quando è ovvio che ha una cotta per te, AnnaBelle."
Sono rotolato in Ollie, solo pochi centimetri separavano i nostri corpi, mentre alzavo gli occhi al cielo. "Allora perché cerca di scopare altre ragazze?"
"AB, deve mantenere la sua immagine 'machismo', sai." Fletté il braccio, guadagnandosi una risatina da parte mia.
"Beh, e tu, hm? Perché non hai una ragazza?" Alzai la testa dal materasso per guardarlo. Mi sorrise ma non era il suo sorriso normale. Qualcosa sembrava triste.
"Non pensare che non abbia notato il cambio di argomento. E conosci la mia situazione familiare. Non penso che uscire con me sia giusto per me dopo aver visto quanto sono stati di merda i miei genitori".
Riposi la mia testa sul suo braccio, usandolo come cuscino. "Immagino, ma non ti sto davvero aiutando, vero? Voglio dire, sto sempre con te e probabilmente spavento tutte le ragazze."

Mi sollevò il mento e mi guardò negli occhi. "Se hanno un problema con te, allora non ho bisogno di uscire con loro. Sei la cosa più importante della mia vita in questo momento."

Sbattei le palpebre, fissandolo finché non chiuse gli occhi per addormentarsi. Chiusi anche il mio e affondai il viso nel suo braccio, addormentandomi di nuovo velocemente.

***

Mi sono svegliato con la posta che veniva spinta attraverso il mio slot di posta. Aprii gli occhi e trovai le labbra di Ollie a una frazione di centimetro dalla mia fronte, la mia testa quasi premuta contro il suo petto. Mi sono allontanato da lui e mi sono alzato dal letto. Non andai lontano, tuttavia, prima che mi afferrò e mi tirasse di nuovo a letto. "Non partire." Disse, il suo respiro una brezza sulla nuca. Il mio polso è accelerato notevolmente. "Resta con me." Mormorò prima di abbassare la testa e baciarmi il collo.

"Ollie, stai sognando?" chiesi mentre un leggero piacere si diffondeva in tutto il mio corpo. Non si è fermato. Trattenni un gemito mentre iniziava a succhiarmi la nuca, le sue labbra che premevano delicatamente contro la mia pelle.

"Ollie....Stop" cercai di allontanarmi da lui, ma le sue braccia mi tenevano stretto. Rassegnandomi alla tortura, dovetti tapparmi la bocca con la mano per non gemere. Il mio battito accelerava e potevo sentirmi arrossire. Mi stava ancora succhiando il collo e aveva appena iniziato a spostarsi in un nuovo punto del mio collo quando ho sentito la sua lingua sfiorarmi leggermente la pelle. Piacevoli brividi mi percorsero il corpo e cercai di nuovo di alzarmi.

"OLLIE!" La sua bocca scese ancora una volta sulla carne sensibile e non potevo più trattenermi.

"Oll- Ahhhhhhhh... St- Nggggg"

Alla fine, i suoi occhi si spalancarono. Mi ha praticamente spinto giù dal letto cercando di allontanarmi da me. "Cosa stai facendo?!"

Mi ha fatto incazzare. "Cosa sto facendo? Cosa stavi facendo?! Sai cosa, lascia perdere." Sono corsa fuori dalla stanza per prendere la posta. Quando l'ho raccolto, ho sentito i suoi passi entrare nella stanza, poi un sussulto.

"AB, cos'hai quello dietro il collo?" La mia mano volò nel punto dove prima c'era stata la sua bocca.

Mi aveva dato un... UN HICKEY?!

Attraversò a grandi passi la stanza e tirò via la mia mano. "Ti ho fatto questo?"
"Chi altro potrebbe averlo fatto?! Sai in quanti problemi avrò problemi al lavoro? Inoltre, che tipo di sogno stavi facendo?" Poso la posta sul tavolo.
"Mi dispiace davvero!" Distolse lo sguardo da me.
"Qualunque cosa, giocatore. Cavolo, quante volte l'hai fatto a qualcuno? Pensavo che non avessi una ragazza in questo momento."
"Te l'ho detto, A.B. non lo so! Era solo un riflesso!"
"Il fatto che dare un succhiotto alla ragazza nel tuo letto sia un REFLEX dimostra il mio punto di te e del tuo essere giocatore".

Ollie non rispose, fissando invece gli occhi sulla posta sul tavolo. L'ho afferrato sfogliandolo, finché i miei occhi non si sono posati su due lettere che mi hanno fatto fermare il cuore.

"Annabelle, che c'è? Cosa c'è che non va?"

"Mio fratello........è morto..." Avevo la gola secca e serrata. Non riuscivo a respirare. Le lacrime scorrevano sul mio viso e il mio cuore si sentiva come se mi fosse stato strappato dal petto. Le sue braccia mi circondarono in un secondo, attirandomi più vicino in un modo che non mi ero mai sentito prima. "Abs, mi dispiace tanto."

"E io vengo sfrattato. Ha firmato il contratto di locazione, quindi non posso più vivere qui." Sono stato sorpreso di poter tirare fuori tutto questo da come si sentiva la mia gola, ma Ollie mi ha semplicemente attirato più vicino. La mia faccia era coperta di lacrime, ma Ollie mi ha appena premuto il viso nell'incavo del suo collo e mi ha stretto. Non potevo fare a meno delle lacrime che ancora uscivano dai miei occhi. Lo avvolsi tra le braccia e piansi più forte. Mio fratello... non lo rivedrei mai più, non riderò mai più con lui. Non avrei mai più una famiglia. I miei genitori erano in prigione e probabilmente non si ricordavano della mia esistenza e che mio fratello non c'era più. E ho anche perso la mia casa. Ero.... Completamente solo. Finché non ho sentito Ollie dire con la sua voce ricca e profonda,

"D'ora in poi vivrai con me."



***

Una settimana dopo, e tutte le mie cose erano fatte e ho detto addio all'ultimo posto che avevo condiviso con mio fratello. Le lacrime mi pungevano gli occhi mentre giravo le chiavi. Mi sono diretto verso il punto in cui avevo concordato di incontrare Ollie. Tuttavia, invece di vedere il mustang malconcio di Ollie arrivare, ho visto non una, non due, ma TRE limousine. L'autista è saltato fuori dal secondo e ha strappato le mie cose da me e nel bagagliaio. Poi mi ha spinto nella limousine e tra le braccia ben fatte del mio migliore amico. Lo slancio della spinta ci gettò entrambi sul sedile, il mio corpo sopra il suo. Il mio petto premette contro il suo, duro. Le mie labbra erano a malapena distanti dalle sue, i suoi occhi fissavano i miei. Il mio sguardo si spostò lentamente oltre quelle sfere di nocciola, il suo naso e alla fine trovò le sue labbra.

I ricordi delle sue labbra morbide e vellutate sul mio collo, che si baciavano e succhiavano, mi balzarono in mente e mi allontanai di corsa da lui.

"Jumpy vero? Disse, ridacchiando. Bussò al divisorio e cominciammo a muoverci.
"Vaffanculo. Sono stato praticamente sbattuto qui dentro. E da quando hai tre limousine?"
Uno sguardo di confusione si allargò sul suo viso. "Li abbiamo sempre avuti..."
"Aspetta, eri così ricco e hai passato del tempo nel mio appartamento di merda?" chiesi, la mascella sul pavimento. Scivolò più vicino a me e fece scivolare il suo braccio intorno alla mia spalla.

"Non sei contento di avere un ricco amico AB?" Chiese, il suo respiro che pattinava sul mio collo. Anche se questo normalmente non mi avrebbe fatto fare le coccole, ora la mia faccia era del colore di una ciliegia e lui se ne accorse. "Cosa c'è che non va in te? Stai bene? Sei malato?" Ha cercato di mettermi una mano sulla testa, ma l'ho spazzata via e gli ho tolto il braccio dalle spalle.

Dio, sarebbe stato così imbarazzante vivere con lui?

Storie simili

La mia cugina preferita, la mia troia preferita - Pt. 2

La mattina dopo mi sono svegliato e ho trovato la stanza vuota, Erin si era svegliata e se n'era andata prima di me. Era metà mattina e ho pensato che mi sarei vestito e sarei andato a casa. Ero preoccupato per come si sentiva Erin la scorsa notte e come avremmo cercato di mantenere la nostra conversazione normale dopo quello che era successo. Sapevo di essermi goduto tutto la notte scorsa, infatti, finché non è successo, non mi rendevo conto di quanto desiderassi mio cugino minorenne, per quanto terribile sia in realtà. Lei voleva me e io volevo lei e ieri...

594 I più visti

Likes 0

Ballo lento_(0)

Una volta nella vita, ti imbatti in un partner molto potente e forte, uno che può spazzarti via in un batter d'occhio... uno che promette di essere il massimo amante memorabile che tu abbia mai avuto. Molte persone cercano invano di trovare un tale amore - il mio è entrato nel mio ufficio un giorno. Ero seduto alla mia scrivania, lavorando sodo... e mi è capitato di alzare lo sguardo per vedere il l'uomo dei miei sogni che aspetta fuori dall'ufficio del mio capo. L'aura di potere che irradiato da quest'uomo è stato sufficiente per farmi smettere di lavorare sull'urgenza progetto...

475 I più visti

Likes 0

Heather e Ava si trasferiscono

È tardi quando vengo a varcare la soglia. Heather tiene il braccio intorno alla vita di sua figlia Ava. Sono in piedi nell'atrio vestiti solo con una delle mie camicie. Ava è una bellissima giovane donna proprio come sua madre Heather. Ti siamo mancati? Heather mi dice con un sorriso d'intesa. Puoi scommetterci, dico incontrandoli a metà strada. Heather alza le labbra per un bacio, che ho incontrato. Ava inizia a baciare il collo di Heather. Le mani di Ava scivolano tra di noi, una mi accarezza mentre l'altra strofina la figa di Heather sotto la sua maglietta. Li accarezzo entrambi...

755 I più visti

Likes 0

Attrice e io (Pt 3 Viaggio a ovest)

Ho guardato l'aereo taxi per la pista e decollare. Me ne andai e tornai a casa con le lacrime agli occhi perché già mi mancava. Ho girato per il cottage in motorino per il resto della giornata. Più tardi quella notte chiama per dire che è arrivata a casa sana e salva. Abbiamo chiacchierato per un'ora sul suo soggiorno di 2 settimane qui. Dopo che ha riattaccato, mi sono sentito un po' meglio e sono andato a letto. L'estate dell'82 è passata rapidamente all'autunno e abbiamo parlato numerose volte di quando sarei venuto a farle visita a ovest. Ho continuato a...

632 I più visti

Likes 0

Chat erotica

Ragazza: Prometto che tornerò quando potrò e che la chat potrebbe non essere oggi. Awe ho bisogno di dormire i miei genitori vengono oggi e passano la notte.. E so che non sei lì, quindi ti scriverò una piccola cosa visiva che voglio fare sesso mattutino ma il mio partner sta dormendo. Partner sei tu;) Uomo: Il mio cazzo è duro adesso piccola... Continua [b]girl: Siamo solo a letto e io sono nuda dalla sera prima. Hai i boxer. Mi sveglio e mi guardo di spalle, quindi mi accoccolo bene e mi chiudo e ti tengo stretto. Mi chino e inizio...

618 I più visti

Likes 0

Cedere a mia sorella: Parte 1

È da un po' che leggo storie qui, ma ho deciso di postarne una mia. Fammi sapere cosa ne pensi. il feedback decide se esiste anche una seconda parte. Beh, prima di tutto mi chiamo Jake. Ho 18 anni e ho i capelli castani con gli occhi marroni. Sono alto 6 piedi con una corporatura muscolosa. Ho un cazzo rispettabile da 7 pollici. Attualmente sono single, io e la mia ragazza ci siamo appena lasciati. Mi tradiva con un altro ragazzo. Bene, comunque, è così che sono finito dove sono ora. Vedi, ho una sorella gemella, è nata prima di me...

525 I più visti

Likes 0

Schiavo delle Amazzoni

Farsi catturare fa schifo. Tende a coinvolgere cose come pisciarti per il terrore, mentre le terrificanti Amazzoni tengono le loro lance mortalmente ferme sul tuo pomo d'Adamo, lasciandoti troppo spaventato da ingoiare. Essere fatto prigioniero fa schifo. Implica infinite marce ammanettate e crudeli frustate ogni volta che inciampi o vacilli. Essere venduti come schiavi fa schifo. Si tratta di stare nudi sotto il sole cocente, mentre le Amazzoni borbottano e si scherzano a vicenda su di te, mentre la tua gola si secca e un sottile strato di polvere ti addolcisce. L'inizio di essere uno schiavo non è stato così male...

579 I più visti

Likes 0

Lussuria parte 2

Parte 2 Mentre tornavo a casa dalla palestra ho potuto notare l'umidità che usciva dalla mia figa. Ero davvero emozionato perché finalmente cose del genere non mi sembravano più così sbagliate. Sapere che mio marito stava approvando tutto ciò che stavo facendo, è stata una grande svolta per me. Quando sono tornato a casa non c'era nessuno. Sono andato di sopra, sono salito sul letto e ho guardato i due video che avevo nel telefono. Entrambi erano estremamente espliciti e mi hanno fatto così eccitare che ho dovuto prendere il mio vibratore e masturbarmi proprio lì. Quando mio marito è tornato...

957 I più visti

Likes 0

Una notte fuori dalle streghe

“I demoni vorticano e gli spiriti vorticano. Cantano le loro canzoni ad Halloween. Vieni a divertirti, gridano. Ma non vogliamo andarci, quindi corriamo con tutte le nostre forze E oh, stasera non entreremo nella casa stregata -Jack Prelutsky, La casa stregata *** Quello che succedeva in quella città la notte di Halloween era segreto e ai bambini non era mai stato permesso di saperlo. I genitori mandavano i loro piccoli nelle città vicine a fare dolcetto o scherzetto e gli adolescenti si recavano in pellegrinaggio in altre parti della contea per le feste di Halloween. Non importa quanto un bambino possa...

603 I più visti

Likes 0

VENDETTA! Fase 4 - Andare in rovina

Dopo aver preso Jessi ho pensato che sarebbe stata come Shannon e l'ho detto a qualcuno, ma non l'ha fatto. Era lì il giorno dopo per paura che stare da sola a casa non sarebbe stato al sicuro e allo stesso tempo era probabilmente preoccupata di mostrare segni di debolezza non venendo e rivelando di essere profondamente colpita. Tuttavia, mi è piaciuto quello che è successo quando è tornata. Era timida e cercava di comportarsi come se stessa, coprendomi completamente e ignorandomi come sempre, queste persone non sapevano che aveva paura di me piuttosto che di sentirsi meglio di me, non...

547 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.