Scuola estiva parte 8

496Report
Scuola estiva parte 8

Parte 8 - Cindy e Daryl Progress

Cindy stava quasi tremando che era così entusiasta di raccontare a Daryl della sua conversazione con sua madre. Merda, ora stava prendendo la pillola! L'appuntamento dal suo dottore consisteva in una rapida occhiata e sensazione delle sue tette e della sua vagina e lei stava prendendo la pillola! Ora sarebbe stata al sicuro dalla gravidanza e Daryl avrebbe potuto girare le sue cose ovunque volesse. Sarebbe davvero felice.

Daryl nel frattempo era altrettanto eccitato. Anche se provava un imbarazzo persistente da parte di sua madre che lo vedeva sborrare, specialmente sulla sua stessa faccia, era entusiasta di avere i preservativi ed era entusiasta di sapere come usarli correttamente. Cindy sarebbe stata sorpresa e, si spera, felice.

Arrivò a casa sua e bussò. Lei ha aperto la porta con un enorme sorriso e l'ha abbracciato. "Ho così tanto da dirti." Sorrise mentre lei gli premeva i seni contro il petto. Divenne anche subito duro. Lei se ne accorse, ridacchiò e lo spinse a braccia tese. “Daryll. Ti ho appena abbracciato! Sei già diventato duro?" Non si è affatto offesa e si è assicurata che lui lo vedesse in faccia.

Daryl non era davvero imbarazzato, ma sentiva comunque di dover scusarsi. “Dio Cindy, mi dispiace. Davvero, non posso controllarlo molto.

Cindy ha usato le sue scuse per seguire le sue notizie. "Beh, non avrai bisogno di controllarlo quando ti parlerò di me e mia madre."

Daryl poteva dire che stava andando a parlare, quindi non è entrato nelle sue notizie. Lo condusse nella sua camera da letto e chiuse la porta. Si sedettero sul letto e si baciarono profondamente e appassionatamente per un po'. Quando provò ad andare oltre, lei rise e si allontanò. "Non finché non te lo dico io, ragazzaccio." Con ciò raccontò l'intera storia. Non ha tralasciato nulla, compresa la parte della rasatura. Alla fine è arrivata alle pillole anticoncezionali.

“Santa merda Cindy. È così bello! Sei su di loro ora?

"Sì, ma oggi è il mio primo giorno e il dottore ha detto che non funzioneranno prima di 30 giorni".

“Va bene Cindy. Voglio dire, stiamo ancora imparando il sesso. Non significa che dobbiamo ancora andare fino in fondo. Diamine, potremmo non volerlo mai".

Cindy lo guardò con uno sguardo "Sì..giusto". Daryl rise, restituendole un'occhiata che diceva "Ragazzo, è stata una cosa stupida da dire".

“Adoro scherzare con te, Daryl. Divento mooolto bagnato e eccitato quando facciamo le cose. Non so se andremo fino in fondo molto presto, ma ci penso molto”.

Daryl ha prodotto i preservativi che aveva appena ricevuto. "Credo di sì anch'io."

Cindy sussultò “Dove li hai presi? Sono davvero quello che penso che siano?"

Daryl gliene mise uno in mano. Esaminò il piccolo pacco guardandolo alternativamente. “Posso aprirlo? Non ne ho mai visto uno".

"Sicuro. Neanch'io ne ho visto uno fino a stamattina".

Mentre strappava il pacco, glielo chiese di nuovo. "Dove hai preso questi Daryl?"

Arrossendo profondamente, guardò in basso in modo che lei non potesse vedere i suoi occhi. “Mia madre si è avvicinata a me mentre ero... sai... e mi ha visto sborrare. Mi ha colpito in faccia e ha iniziato a ridere".

Cindy lo stava guardando con gli occhi spalancati e ridendo anche se sapeva che doveva essere stato terribilmente imbarazzante per lui. “Oh Dio Daryl, mi dispiace di aver riso, ma posso sicuramente vedere dove potrebbe essere stato divertente. Sono sicuro che lei sa che lo fai comunque.

“Sì, e dopo ha cercato di farmi sentire meglio. Pensava che potessimo andare più lontano di quanto abbiamo fatto, quindi mi ha dato questi".

Sempre ridendo, Cindy esaminò più da vicino l'oggetto estraneo che teneva in mano. Era ben arrotolato tranne che per una piccola punta floscia che si estendeva come il collo di un palloncino, solo molto più sottile. L'anello era duro e lei intuì che era quello che lo teneva fermo. Voleva vederlo su di lui, solo per vedere davvero, non perché voleva che lui facesse qualcosa. Erano nella sua camera da letto e nessuno era in casa. "Daryl, sai come usarlo?"

"Ovviamente."

"Pensi che mi mostreresti come mettertelo addosso?"

"Suppongo. Voglio dire, è un po' strano tirare fuori il mio pene e cose del genere però. Voglio dire, non sono nemmeno duro".

Cindy si avvicinò a lui ancora tenendo il preservativo. Premette il suo corpo contro il suo e appoggiò i fianchi ai suoi mentre lo baciava profondamente. Sentì immediatamente l'aumento nelle sue padelle e interruppe il bacio dicendo in un sussurro. "Aiuta?"

"O si! Potremmo forse toglierci entrambi i vestiti?

Cindy arrossì leggermente. Era ancora nervosa all'idea di essere nuda con lui, ma amava il suo corpo e in particolare il suo pene. "Ok."

Entrambi si sono spogliati nudi e, come al solito, si sono semplicemente messi uno di fronte all'altro ed hanno esaminato visivamente le loro ovvie differenze. Era bella per lui. Una donna in tutti i sensi. I suoi seni erano rotondi e morbidi. Si distinguevano fermi e alti ed erano sormontati da piccoli capezzoli rosa eretti. Il suo stomaco era piatto e scendeva fino alla sua figa leggermente coperta che luccicava per la sua eccitazione. Stava fissando il suo cazzo che era in piena attenzione e adorava come fosse così grande e duro. Poteva vederlo oscillare al battito del suo cuore e solo la sua più forte forza di volontà le impediva di avvolgerlo nella sua mano. Sapeva di essere fradicia e non le importava affatto.

“Wow Cindy! Sei così bello!" disse piano Daryl.

Cindy rimase in silenzio mentre si muoveva in avanti e gli prendeva il cazzo in mano. Fece scorrere la mano lungo la sua lunghezza e sentì la pelle scivolare su e giù. "Sei così duro!"

Era così eccitato che il suo tocco fosse semplicemente troppo. È venuto con un gemito e ha sparato diversi enormi impulsi di sperma. Ha tenuto duro, ma non ha potuto fare a meno di ridacchiare mentre il suo sperma le copriva la mano e le gocciolava sullo stomaco. "Mio Dio! Sei un tale cane cornuto! Si premette contro di lui e si baciarono appassionatamente. Lo sentì iniziare ad ammorbidirsi e gli avvolse le braccia intorno al collo, spingendo via il suo corpo da lui in modo da poter osservare questa straordinaria funzione maschile. Solo quando era completamente flaccido lei parlava. "Oh mio. Diventa davvero più piccolo, vero? Bene, immagino che avrò bisogno di farti diventare duro di nuovo se mi mostrerai come indossare questa cosa.

Si chinò, prese le mutandine e si asciugò le mani prendendo nota della consistenza calda e appiccicosa del suo sperma. Quindi si asciugò le grosse gocce dalla pancia e con sua sorpresa, prese una cucchiaiata sul dito e se la portò al naso. Dopo averlo annusato, lo guardò negli occhi e ci toccò con la lingua esitante. Le sue sopracciglia alzate la spinsero a dire "Mmmm, un po' salato, ma non male o altro".

Dopo aver pulito il suo pene, si è inginocchiata e lo ha guardato negli occhi. "Voglio darti un'occhiata più da vicino, ok?" Lui si limitò ad annuire, fidandosi di lei. Da parte sua, Cindy teneva il suo unico pene semiduro e lo esaminò un po'. Non l'aveva vista in nessun altro modo se non completamente eretta ed era molto interessata a questa nuova cosa più morbida. Lo strinse delicatamente e lo agitò, deliziata dalla consistenza e dalla flessibilità. Era davvero un affascinante pezzo di anatomia con la sua pelle liscia e flaccida e la testa spugnosa. Si chiedeva umoristicamente come i ragazzi camminassero o si sedessero con cose come questa che sporgevano. E poi c'erano le sue palle!

Le sue palle pendevano leggermente ricoperte di pelo lanuginoso. Erano un po 'rugosi e uno era leggermente più basso dell'altro. Li strinse delicatamente nella mano e ne sentì la consistenza. Poteva sentire i suoi testicoli rotolare nella sua mano e di nuovo pensò quanto fossero molto interessanti. "Ti fa male quando lo faccio?" chiese alzando lo sguardo su di lui.

Era in paradiso e il suo cazzo aveva risposto in modo appropriato. Cindy guardò attentamente mentre il suo cazzo cresceva proprio davanti ai suoi occhi. "Mio Dio, è fantastico" pensò tra sé e sé. Presto, è stato di nuovo duro come una roccia. “Cazzo, è davvero bello, Cin. Non fermarti, ma strofina anche il mio cazzo.

Cindy ridacchiò e lo guardò. “Oh no. Schizzerai di nuovo e voglio provare a farti questa cosa prima che tu diventi di nuovo morbido.

Prese il preservativo e vide che si spiegava da sé. Mettendolo all'estremità del suo cazzo, ha provato a rotolarlo giù, ma ha scoperto che era così stretto che non sarebbe rotolato facilmente e aveva paura di ferirlo. Lei lo guardò con aria interrogativa. Lui le sorrise e si coprì la mano con la sua. "Devi usare molta pressione per rotolare giù." La aiutò a rotolarlo fino in fondo e le lasciò la mano. Sfregò leggermente la mano su e giù per l'asta un paio di volte e poi fece un passo indietro e si limitò a guardare. Con una piccola risatina ha detto: "Sembra così infelice tutto stretto in quel modo".

"Sicuro."

Si tolse il preservativo, che lei notò essere di per sé un lavoro ingrato, e glielo lanciò in faccia facendola urlare. "Daryl, porco!"

Daryl rise della sua reazione e la tirò rapidamente tra le sue braccia. I suoi seni premette contro di lui e gemette di contentezza. Hanno iniziato un incontro di baci e digrignamenti seri e ad un certo punto ha sentito l'umidità della sua figa contro la sua gamba. Si chinò con entrambe le mani e le prese le chiappe tra le mani separandole in modo da poter raggiungere con le dita il profondo della sua fessura. Era fradicia e gemeva mentre lui trascinava il dito lungo le labbra della sua figa. Quando il suo dito avrebbe tracciato l'area dell'ano, il suo respiro sarebbe stato risucchiato. Lo ha notato e ha incluso il suo ano più intenzionalmente nel suo gioco. Ha anche notato la sua attenzione anale e in un passaggio, lo ha sentito spingere delicatamente su quell'apertura. Sussultò e lo guardò implorante. "Daryl cosa stai facendo?"

"Dimmi solo di fermarmi e mi fermo". Lui ha sussurrato. Lei gli strofinò il naso in gola e respirò in rapidi sussulti mentre il suo dito medio tracciava una linea avanti e indietro dalla parte posteriore della sua figa al suo ano. Poteva sentire se stessa avvicinarsi sempre di più all'orgasmo e non riusciva a crederci. “Oh Dio Daryl! È così bello. Non fermarti! Penso che verrò! A questo, è diventato coraggioso e si è allungato in modo da poter infilare il dito nella sua figa. Adesso era molto vicina. “Non fermarti, non fermarti…..ahhhh, oh cazzo…”

“Daril! Oh cazzo, oh cazzo! Ha letteralmente schiacciato la faccia contro la sua spalla mentre raggiungeva l'orgasmo. Una volta che si è rilassata un po', lui ha tirato fuori il dito e ha spostato le mani indietro per strofinarle il sedere.

Cindy era debole per il suo orgasmo. Era anche molto imbarazzata. Daryl le strofinò il culo con il dito. Non poteva credere che l'avrebbe fatto, eppure nel mezzo della passione non voleva che si fermasse. Si allontanò da lui, si accovacciò in posizione tozza e si abbracciò le ginocchia.

“Cindy... cosa c'è che non va? Ti ho fatto male?"

Lei gli sorrise con sicurezza e non poté fare a meno di notare che la sua erezione si era ammorbidita. Era ancora più della metà dura, e ora sembrava spessa e bella. “Mi sto solo riposando un po'. Ci sei andato davvero questa volta. Dio Daryl, mi hai messo il dito dentro! Mi hai persino premuto sul culo!

“Ho appena fatto ciò che mi sembrava giusto. Ti ho ascoltato e ho sentito il modo in cui ti muovevi. Sembrava che ti piacesse.

“Mi è piaciuto. Sono solo un po' imbarazzato che mi sia piaciuto il tuo dito sul mio buco del culo. È così sporco. Mi sento una puttana".

"Non c'è modo! Ricorda il libro Cin. Diceva che molte ragazze come quel posto si sono commosse. Ha i nervi che ti aiutano a venire. È normale Cin. Non sei una puttana! Non pensarci mai.

Storie simili

Cedere a mia sorella: Parte 1

È da un po' che leggo storie qui, ma ho deciso di postarne una mia. Fammi sapere cosa ne pensi. il feedback decide se esiste anche una seconda parte. Beh, prima di tutto mi chiamo Jake. Ho 18 anni e ho i capelli castani con gli occhi marroni. Sono alto 6 piedi con una corporatura muscolosa. Ho un cazzo rispettabile da 7 pollici. Attualmente sono single, io e la mia ragazza ci siamo appena lasciati. Mi tradiva con un altro ragazzo. Bene, comunque, è così che sono finito dove sono ora. Vedi, ho una sorella gemella, è nata prima di me...

526 I più visti

Likes 0

Lo schiavista realizza il suo desiderio 15

Lo schiavista realizza il suo desiderio 15 Judy teneva gli occhi correttamente bassi mentre sedevamo al tavolo della mia cucina a bere il caffè. Rachel e Reese erano entrambe a un incontro di Narcotici Anonimi. Joey li aveva guidati. Judy aveva un colletto intorno al collo, stivali con il tacco alto e un plug anale di tre pollici di diametro conficcato saldamente nel suo retto. «Non sono sicuro di come mi sento al riguardo, Judy» dissi. “Anche io sono un po' confuso al riguardo. Ma sapendo cosa ha fatto Tory per ferire le mie ragazze, non voglio più essere responsabile. Mi...

417 I più visti

Likes 0

Una nuova padrona 2

Ho assaporato il gusto dello sperma di Mistress Natasha nella mia bocca fino a casa. Mia moglie stava dormendo quando sono tornato a casa e mi sono infilato nel letto accanto a lei senza lavarmi o sciacquarmi la bocca. Ho mantenuto la mia routine settimanale la stessa di sempre tranne le due volte che io e mia moglie abbiamo scopato ho aspettato finché non mi ha urlato di sborrarle dentro (solo per rimanere obbediente a Mistress Natasha). Naturalmente, non riuscivo a pensare a nient'altro che a Natasha tutto il giorno e tutta la notte per un'intera settimana. Giovedì finalmente è arrivato...

453 I più visti

Likes 0

MIA MOGLIE E ​​L'UOMO NERO

Mia moglie ed io non siamo mai usciti con nessun'altra razza oltre alla nostra e non ci abbiamo mai pensato. Mia moglie in realtà non sopporta i neri. Lei pensa che siano piuttosto maleducati e disgustosi più o meno allo stesso modo penso. Tuttavia, quando guardo il porno sul satellite e vengo attraverso un ragazzo nero che disossa un pulcino bianco con il suo cazzo enorme mi fermo a guardare a piccolo. Sono stupito di quanto siano grandi alcuni di questi cazzi neri. Un giorno ho visto un nero caldo io e la ragazza abbiamo detto a mia moglie quanto pensavo...

403 I più visti

Likes 0

Piacevole Maestro

Qualche settimana dopo mi sono svegliata presto per aiutare le mie sorelle a preparare la colazione. Mi girai per vedere il maestro Arik che mi fissava. Sbattei le palpebre velocemente sentendo il mio cuore battere all'impazzata per la sorpresa di vederlo sveglio. Sorrise lentamente mentre mi sedevo; le coperte espongono i miei seni e i miei capezzoli che si induriscono nell'aria fresca. Si sporse in avanti e fece rotolare delicatamente i miei capezzoli tra le sue dita. «Vieni qui» disse con voce roca. Mi sono avvicinato un po' e lui mi ha fatto cenno di cavalcare il suo corpo prono. Ho...

302 I più visti

Likes 0

Il viaggio in campeggio_(7)

Mi chiamo Jimmy e ho 11 anni. Ho iniziato ad attraversare la pubertà 3 mesi fa e sono stata estremamente eccitata. Un giorno ho deciso di invitare il mio amico a fare una gita in campeggio nel bosco. Si chiamava Michael e aveva 10 anni e mezzo, aveva i capelli castano scuro ed era molto piccolo. Ha deciso di venire con me per un paio di giorni. Ho portato la tenda e lui ha portato cibo e acqua. Ho portato anche il mio golden retriever. Il campeggio era a circa un miglio di distanza, e lì c'era un lago. Non c'era...

407 I più visti

Likes 0

Fine della scuola

Era la fine della scuola, la fine di una vita, la fine di un'era. Il periodo intermedio in cui la ragazzina della scuola si stava trasformando nella donna che voleva essere Randy ed io stavamo giocando da mesi ed ero profondamente innamorato, ma allo stesso tempo preoccupato di essermi innamorato troppo di lui. Randy aveva più di qualche anno più di me, avevo appena compiuto diciassette anni. Aveva tutto ciò che gli altri ragazzini non avevano auto, biciclette, soldi, carte di credito e un bellissimo cazzo tagliato da sette pollici e mezzo che adoravo…. eravamo perfettamente in forma insieme. Randy non...

942 I più visti

Likes 0

Il collezionista online

Il collezionista Ho premuto il panno sul suo bel faccino. Mi pungeva il pollice, ieri mi ero morso un pezzetto di pelle vicino all'unghia e ora il cloroformio mi pungeva. Non era ancora uscita. Stava ancora lottando, anche se non più con tutta la sua forza. Da dietro lo straccio arrivò una protesta soffocata. I suoi occhi mi guardano impauriti. Pregandomi, supplicandomi di lasciarla andare. Le accarezzo una ciocca di capelli dalla fronte. Non aver paura, tesoro, dissi. 'Respira. Fai un altro paio di respiri profondi. So che il cloroformio non funziona così magicamente e velocemente come nei film, ma se...

906 I più visti

Likes 0

Cavalcando un grosso cazzo nero

Ero fuori a tarda notte di sabato. Ero stato in una discoteca con alcuni amici ed erano ubriachi. Ero sobrio, non bevo. (Probabilmente è per questo che mi hanno chiesto di accodarmi, così potrei davvero accompagnarli a casa e tenerli fuori dai guai.) Quindi, siamo saliti tutti sul mio SUV rosso e immacolato (sono una specie di maniaco della pulizia, un punto di sporco e io vado fuori di testa.) E ho lasciato i miei amici a casa loro. Ci vediamo, Kate!! Vado solo a guardare un po' di porno perché sono sempre così eccitata quando sono ubriaca!!! Ho sorriso e...

716 I più visti

Likes 0

Figlio nerd e mamma

Figlio nerd e mamma Una mamma e suo figlio nerd, una storia in quattro parti su come diventare una troia sborra. Janet Bigs era una vedova di 38 anni, aveva i capelli rossi, un paio di tette 38E e un culo che teneva stretto allenandosi tre giorni alla settimana. Janet era una MILF. Suo figlio Wally era un ragazzino per la sua età, ma essendo al secondo anno del liceo aveva ancora diversi anni da crescere. Wally era il cervello di classe, quindi i bambini gli chiedevano sempre aiuto per i compiti. Ha provato per la squadra di calcio che ha...

455 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.