La mamma mi ha mandato foto di nudo

532Report
La mamma mi ha mandato foto di nudo

Storia di Fbailey numero 732


La mamma mi ha mandato foto di nudo


Mia madre era ciò che chiami tecnologicamente sfidata.

Aveva problemi ad usare i cellulari, le segreterie telefoniche e persino il nostro forno a microonde. Per quanto riguardava la macchina fotografica digitale e il computer era completamente all'oscuro.

Avevo provato a insegnarle come spostare le immagini sul computer e come inviare e-mail. La fotocamera è stata abbastanza semplice con la docking station. Tutto quello che doveva fare era metterlo a posto e lasciare che il computer prendesse il sopravvento. Ora l'e-mail era molto più difficile per lei da fare.

Mi aveva chiesto di aiutarla a inviare e-mail quasi ogni giorno per una settimana finché non aveva pensato di avercela fatta.

Fu allora che mi chiese di inserire un altro indirizzo nella sua rubrica. L'ho semplicemente tolto dall'e-mail che lei aveva segnalato. Non ho potuto fare a meno di leggerne una parte. Il ragazzo aveva chiesto alla mamma delle sue foto. Non aveva idea che avessi aggiunto il mio indirizzo email segreto al suo, ma in copia nascosta in modo che neanche lui lo sapesse. In questo modo avrei ricevuto tutto ciò che lei gli aveva inviato. Con un po' di fortuna non se ne sarebbe accorta.

Dopo che è stato impostato, ho detto: “Sembra che voglia delle tue foto. Vuoi che ne prenda un po'? Ti lascerò truccarti e qualcosa di carino da indossare.

La mamma mi ha ringraziato e ha fatto come le avevo chiesto. Poi si è messa in posa seduta sul letto, in piedi nel soggiorno e sorridente nella nostra veranda sul retro.

Più tardi quella notte, prima di andare a letto, ho controllato le mie e-mail e ne ho trovata una della mamma. L'ho aperto e ho trovato le tre foto che avevo scattato. Mi ha fatto piacere che finalmente avesse capito tutto.

Il giorno dopo la mamma mi ha chiesto di farle altre foto. Certo che lo farei, era molto carina ed era un modello fantastico.

Quando la mamma mi ha chiamato nella sua camera per fare una foto, indossava una gonna molto corta e una camicetta bianca con sotto un reggiseno rosso. Diversi bottoni erano slacciati e si vedevano molti pizzi rossi e scollature. Ho elogiato la sua sensualità e ho scattato la foto. Ne ho preso uno in più nel caso avesse gli occhi chiusi.

Quando mi ha chiesto di sedermi per terra e di prenderne un altro mi sono incuriosito. Lei era seduta sul letto e io stavo contando da tre come avevo fatto prima. All'ultimo momento la mamma ha allargato le gambe e poi le ha richiuse. Suggerisco di fare un'altra foto ma lei ha detto che sarebbe andato tutto bene.

Alla fine mi fece uscire e restare nell'ingresso mentre lei si cambiava. Dopo averla sentita chiamare il mio nome, sono rientrata. La mamma era molto nervosa. Teneva una vestaglia davanti a sé. Mentre contavo alla rovescia, lasciò cadere la vestaglia. La mamma indossava una camicia da notte rosa molto sexy, così sottile che potevo vedere attraverso. Lei si voltò immediatamente e si chinò per raccogliere la vestaglia. Ero così scioccato che ho scattato un'altra foto. La mamma non indossava mutandine e potevo vedere il suo buco del culo rosa scuro e la sua figa furiosa da dietro. La sua fessura luccicava. Si alzò coperta e mi prese la macchina fotografica.

Ero nella mia stanza a masturbarmi quando ho sentito il mio computer fare il rumore dicendomi che avevo della posta.

L'ho aperto e ho trovato tutte e cinque le foto con una nota che diceva: “Mio figlio di tredici anni le ha scattate solo un'ora fa. Me ne sono dimenticato e mi sono chinato davanti a lui. Mi ha fatto formicolare la figa.

Il giorno dopo ho chiesto alla mamma se aveva bisogno che scattassi altre foto. Mi ha solo chiesto di mostrarle come usare l'autoscatto. Beh, ci sono volute un paio d'ore ma alla fine ce l'ha fatta.

Quella notte, quando ho controllato la posta, c'erano quattro foto della mamma. Potevo dire che aveva posizionato la macchina fotografica sul comò e che era il più lontano possibile dal letto. Aveva cambiato l'impostazione e non utilizzava più il numero massimo di pixel disponibili. Potevo dire che era nel suo letto con il lenzuolo tirato su, poi con il lenzuolo che le copriva appena i capezzoli, poi appena sotto il seno e infine coprendo solo la sua figa pelosa. Anche loro erano sfocati. Se non avessi saputo che erano foto di mia madre forse non l'avrei indovinato.

Il biglietto diceva: "Mi dispiace, ma li ho presi io stesso. Non sono molto bravo in questo. Ho paura di lasciare che mio figlio ne prenda ancora! Potrei lasciargli scopare. Mi fa così arrapare che ogni notte mi diverto pensando a lui."

Il giorno dopo, quando tornai a casa da scuola, la mamma disse: “Ieri sera ho provato con la macchina fotografica, ma devo aver sbagliato qualcosa. Potresti dargli un'occhiata e vedere se puoi aggiustarlo?"

Beh, l'ho guardato e poi le ho spiegato che aveva cambiato l'impostazione dei pixel. L'ho riparato. Poi le ho chiesto cosa avesse provato a fare.

La mamma che arrossisce ha detto: “Ho incontrato un uomo in una chat room e mi ha chiesto delle mie foto. Quando gliene ho mandati alcuni, ne voleva di più. Ma voleva che fossero anche più sexy. Ieri sera ho provato a mandargli delle foto di nudo ma erano orribili. Ha detto che non riusciva a vedere... nessuna delle mie parti migliori. C'è un modo per fotografarmi senza guardare me o le foto?"

Ho riso e ho detto: "No".

La mamma sembrava depressa. Poi dopo cena mi ha chiesto: "Ti dispiacerebbe se ti chiedessi di farmi qualche foto nuda?"

Ho subito risposto: “Mamma, mi piacerebbe farti delle foto nuda. Andrebbe bene se ne tenessi una copia per me?

La mamma è arrossita molto prima di rispondermi. "Sì, puoi conservarne una copia... ma... non puoi mostrarli a nessuno."

Ho risposto: "Ma li mostrerai a qualcuno".

La mamma scattò: "È diverso".

Quella notte la mamma voleva fare un bagnoschiuma. Era perfetto perché sarebbe stata fantastica ricoperta di bolle. L'idea le piaceva.

Ho aspettato che riempisse la vasca e fosse nell'acqua prima di entrare. Non era ancora pronta per vederla completamente nuda.

Le ho ricordato che le foto erano gratuite... a meno che tu non le stampassi. Stavo per chiederle se voleva davvero che le sue foto nuda fossero pubblicate su Internet affinché tutti potessero vederle con il suo viso in vista, tuttavia, ho deciso di chiederglielo dopo aver scattato le foto.

Ne ho scattati diversi per abituarla al flash. Quando le ho suggerito di rimuovere alcune bolle dal seno, ha esitato. Così ho riempito un bicchiere con l'acqua tiepida del lavandino e ne ho versato un po' sul suo seno, lavando via solo un po' le bolle. Le sue areole erano ancora coperte ma potevo vedere molta carne delle tette. Mi ha sorriso, il che ha reso le foto ancora più belle. Ben presto le bolle scomparvero da sole. Alla fine i suoi capezzoli sono diventati scoperti e ho scattato molte foto alla mia bellissima madre. Ho fatto delle foto normali, delle foto ravvicinate, poi mi sono alzato sul bordo della vasca e ho scattato direttamente su di lei.

È diventata un po' più coraggiosa e le ho fatto alzare le ginocchia e allargarle. Con l'aiuto di un altro bicchiere di acqua calda sono riuscito ad aprire un buco nelle bolle sopra la sua figa. Bastava vedere i suoi peli pubici scuri sotto un paio di centimetri d'acqua.

La mamma ha detto: “Per stasera basta. Metti via la macchina fotografica."

Ho detto no! Resterò qui e prenderò tutto. Voglio vederti alzarti, raderti le gambe, asciugarti e fare pipì, se è quello che farai. Sono qui adesso e non me ne andrò finché non avrò tutto”.

La mamma ha detto: "Mi stai mettendo in imbarazzo, giovanotto".

Ho detto: “Non mi interessa. Vuoi inviare foto di te stesso nudo a un perfetto sconosciuto e mi hai detto che potevo tenerne una copia. Quindi facciamolo.

La mamma ha chiesto il suo rasoio e poi si è rasata le gambe dalle caviglie all'inguine. L'ho fermata lì e le ho detto di non radersi la figa, che mi piacevano i peli.

Mi ha detto che la sua amica di posta elettronica le aveva chiesto di radersi. Che voleva vedere dentro la sua figa.

Ho detto alla mamma che potevo fare delle foto proprio così con i peli sulla figa. Inoltre perché voleva compiacere un perfetto sconosciuto e ignorare la richiesta di suo figlio?

Ha ammesso, poi ha detto: "Dovrai trattenere quelle foto del mio buco finché non mi abituerò a essere nuda intorno a te."

Fanculo buco! Da dove viene?

Doveva aver capito quello che aveva detto perché disse: “Oh, mi dispiace tanto. Normalmente non uso un linguaggio del genere. Vedi, gli piace quando sono volgare. Quando gli ho detto che ti avevo lasciato scattare le prime due serie di foto, voleva che te ne permettessi altre, come hai appena fatto e come stai per fare. Vuole persino che ti lasci scopare e gli mandi delle foto.

Ho semplicemente sorriso e ho visto mia madre alzarsi e sciacquarsi. Ho scattato delle foto di lei che si asciugava, di lei seduta sul water a fare pipì e di lei che si lavava i denti e i capelli. La mamma mi ha permesso di fotografarla anche mentre andava a letto.

Poi è arrivato il momento di trasferire le immagini sul suo computer. Alla fine, le ho detto quello che stavo pensando, sul fatto che lui voleva foto incriminanti di lei mentre veniva scopata dal figlio minorenne, e cosa avrebbe potuto fare con loro. Dopo tutto quello che sapevamo, avrebbe potuto gestire un sito web e far pagare alle persone per vedere le nostre foto. Ho suggerito di coprirle il viso e di metterle una filigrana sulla pancia. Lei ha detto che non era necessario, che si fidava di lui, ma poi mi ha detto di farlo comunque.

Mi guardò mentre riportavo la macchina fotografica in camera mia e al computer dove avevo programmi che sapevo come usare. Ho scelto quattro foto come in passato, le ho annerito gli occhi e le ho scritto "Non pubblicare" sulla sua pancia.

Tornata nella sua stanza, li mandò. Quasi immediatamente ha risposto. L'ha rimproverata per aver distrutto le sue foto, dicendo che voleva foto di alta qualità di lei nuda e del cazzo di suo figlio nella sua fica incestuosa.

Questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La mamma mi ha fatto rimuovere il suo indirizzo email e inserirlo nella sua lista dei rifiuti. Ho semplicemente sorriso, poi sono andato al mio computer e ho riportato indietro un virus che avevo trovato. Il mio messaggio finale per lui è stato: "Vaffanculo!"

Era passato più di una settimana da un sabato sera quando la mamma disse; "Vado a farmi un altro bagnoschiuma se vuoi portare la macchina fotografica."

Ragazzi, l'ho fatto, e come!

Questa volta la mamma si spogliò lentamente nella sua camera da letto e rimase nuda mentre riempiva la vasca da bagno, versava la schiuma ed entrava. I suoi seni erano rimasti fuori dall'acqua per tutto il tempo. Si rasò le gambe, si sedette sul water con le ginocchia aperte, si lavò i denti e si asciugò i capelli.

Poi la mamma si sdraiò sul letto, sollevò le gambe e aprì le labbra della figa. Questo era il mio invito ad avvicinarmi e mi sono mai avvicinato. Il suo buco del cazzo era pieno di crema bianca dovuta ai suoi orgasmi, l'omino in barca era orgoglioso e la pelliccia circondava tutto bene.

Mi sono ricordato di cosa aveva detto in una delle sue e-mail. “Ho paura di lasciare che mio figlio ne prenda ancora! Potrei lasciargli scopare. Mi fa così arrapare che ogni notte mi diverto pensando a lui."

Mi sono anche ricordato della sua email in cui voleva foto di alta qualità di lei nuda e del cazzo di suo figlio nella sua fica incestuosa.

Mi sono tolta i vestiti e la mamma è rimasta a guardare. Poi mi sono avvicinato e ho fatto scivolare il mio cazzo nel suo buco del cazzo. Facevamo sesso incestuoso e io fotografavo tutto. Quella notte ho seduto la macchina fotografica su una sedia e ho scattato delle bellissime foto con l'autoscatto. Sono entrato da lei seduto sul bordo del letto, sono entrato da lei con me sopra di lei, e sono entrato da lei con lei sopra di fronte a me. Mi è piaciuta molto la cowgirl al contrario. Alcune foto sono state scattate dalla sedia, ma la maggior parte le ho scattate mentre tenevo la macchina fotografica sopra la testa. Mi è piaciuto vedere il suo buco del culo proprio sopra il mio cazzo mentre la sua figa ci scivolava sopra più e più volte. Ho tenuto la fotocamera da un lato e ho preso i suoi seni pendenti mentre mi sfioravano le gambe vicino alle ginocchia. La mamma è stata fantastica.

Dopo quella notte ho iniziato a dormire con mia madre. Le ho scattato foto nuda quasi ogni singolo giorno.

Poi circa un anno dopo abbiamo saputo di un uomo del posto che era stato arrestato. Aveva un sito web con coppie incestuose. La maggior parte erano di padri che scopavano con le figlie, ma c'erano moltissimi figli che scopavano con le madri.

Potrebbe non essere la stessa persona, ma la mamma era contenta che l'avessi protetta dall'essere smascherata in quel modo.

Peccato non averla protetta dal rimanere incinta. Nostra figlia nascerà tra circa sette mesi. Abbiamo pensato di chiamarla Philotes o Phil in breve.

Filote era la dea greca dei rapporti sessuali.


Fine
La mamma mi ha mandato foto di nudo
732

Storie simili

Falciatura Signor Lewis_(0)

Non mi sono mai vista come il tipo di ragazza carina, una ragazza che faceva girare la testa e attirava l'attenzione dei ragazzi. Immagino si possa dire che ero un maschiaccio, nascondendo la mia natura femminile. Ecco perché quando il signor Lewis ha iniziato a mostrare interesse, ero semplicemente in un sogno. Tutto è iniziato una primavera. Il signor Lewis era il mio vicino e io gli falciavo il prato, considerando la sua vecchiaia. Mi ringraziava sempre con una chiacchierata e un bicchiere di tè freddo ghiacciato. Un giorno avevo finito di falciare il prato, i miei genitori erano via per...

407 I più visti

Likes 0

Passeggiata

Non sono mai stata una persona molto socievole. Non sono mai stato una delle persone invitate a tutte le feste rumorose. Sono più come il ragazzo che vive dall'altra parte della strada rispetto a quelle persone e desidera che lo tengano giù. Tuttavia, ho l'impulso di vagare a tarda notte e, a volte, mi unisco a una festa solo per avere qualcosa da fare. Era un giovedì, venerdì se vogliamo essere tecnici, visto che era mezzanotte passata. Stavo camminando in un quartiere vicino alla mia stanza del dormitorio. L'unica luce era fornita dai lampioni e dalla mezzaluna nel cielo. Per come...

1.5K I più visti

Likes 0

Raccoglitrici di mele

ATTENZIONE: Questa è una storia d'amore. Raccoglitrici di mele Ogni stagione di raccolta è sempre difficile per me rendermi conto che c'è davvero bisogno di manodopera usa e getta a basso costo. I lavoratori migranti soddisfano un bisogno prezioso. Questi nomadi moderni viaggiano da un raccolto all'altro durante la stagione del raccolto su e giù per la costa. Possono raccogliere fagiolini una settimana, mirtilli freschi la settimana successiva e mele mature un mese dopo. Si presentano e basta. Non devi dire loro quando il frutto è maturo o addirittura chiedere loro di venire. Si presentano, chiedono lavoro ed escono nei campi...

1.3K I più visti

Likes 0

Nella foresta con un adolescente

Stavo andando a incontrare la ragazza. Non l'avevo mai vista prima, ho solo chattato con lei poche volte su Internet. Ma sapevo che era giovane - solo 16 anni, e sapeva che io avevo più di dieci anni più di lei... A parte questo, non avevo mai nemmeno visto una sua foto, anche se mi aveva detto che era molto di piccole dimensioni. Avevamo deciso di incontrarci a una fermata dell'autobus, ai margini del centro città. Era una calda giornata estiva e stavo arrivando a piedi. Avevo bevuto un paio di birre per calmare i nervi. Quando ho svoltato nella strada...

1.1K I più visti

Likes 0

Il club delle signore nodose

Il club delle donne nodose Di Drakon Kate era sul balcone e osservava il pittoresco panorama della costa centrale della California. Aveva goduto di quella vista da quando poteva ricordare e anche adesso che aveva cinquantacinque anni le toglieva il fiato. I suoi capelli corvini lunghi fino alla vita svolazzavano nella fresca brezza del tardo pomeriggio mentre rivedeva la lunga lista di cose che dovevano essere fatte prima dell'arrivo dei suoi ospiti, ma l'ambiente sereno la faceva meravigliare. La tenuta di oltre trecento acri che i suoi genitori avevano acquistato era ricoperta di vigneti, che una volta raccolti sarebbero stati venduti...

585 I più visti

Likes 0

La storia di una troia...l'introduzione

Per favore leggi prima….Sono una ninfomane, stronza, troia di 38 anni, che ama scopare. Il mio terapista mi ha consigliato che devo incanalare i miei impulsi con altri mezzi oltre ad allargare le gambe. Queste storie, che spero ti piaceranno... sono vere. (La mia fica chiede di essere toccata, qualcosa mi dice che scriverò nuda.) La maggior parte delle mie storie non sarà così lunga. Se stai cercando solo la parte relativa al sesso per poter venire, fai una ricerca per parola con la parola ALLATTAMENTO AL SENO. Tuttavia spero che ti prenderai il tempo per leggere la mia storia passata...

663 I più visti

Likes 0

Cosa è successo a Chicago _(0)

Permettetemi di raccontare una piccola storia. È successo qualche anno fa e da allora è rimasto un oscuro segreto tra me e mia madre: immagino che anche tu lo sarai. Mi piace pensare che sia stato causato dalla scomparsa inaspettata di mio nonno; ma in realtà, la causa principale di tutto può essere rintracciata molto prima della sua morte, quando ho iniziato la pubertà per l'esattezza. Io, come molti ragazzi, ero innamorato di mia madre. Sotto l'influenza dei miei ormoni in tempesta, mi sono masturbato innumerevoli volte mentre pensavo di infilare il mio pene nella sua vagina. Ruberei i suoi indumenti...

477 I più visti

Likes 0

Io e Amy 4

Un sonno tranquillo è esattamente ciò di cui avevo bisogno. E il fatto di avere Amy tra le mie braccia ha reso tutto migliore. Ma avrei dovuto restare a dormire perché mi sono svegliato urlando e urlando. “LO VOGLIO FUORI DA CASA MIA!!!” Ho sentito una voce urlare PERCHÉ CHE GRANDE AFFARE?!!?! Sento dire un'altra voce. Mi sono svegliato e mi sono seduto sul letto per vedere Amy che urlava con sua madre. “LO VOGLIO FUORI CASA MIA ORA!!!” gridò la signorina May. Facile... dissi Sveglierò Max e gli dirò di prendere Trish e andare a casa. dissi alzandomi dal letto...

426 I più visti

Likes 0

Giochi per computer_(1)

Mandy Wilson sedeva tristemente sul sedile del passeggero mentre l'auto di sua madre Carol seguiva il grande camion di trasloco fuori Londra. Oh per l'amor del cielo, rallegrati, esalò la donna più anziana. Mandy, andiamo e questo è tutto. Le parole fecero semplicemente crollare Mandy sul sedile e incrociare le braccia ancora più strettamente sul petto sinuoso finché non le fece male. A volte puoi essere un bambino così piccolo, osservò Carol. Mandy rispose con il consueto ringhio di frustrazione e impotenza. Il motivo del suo umore cupo era stato messo in moto sei mesi prima quando, del tutto all'improvviso, sua...

321 I più visti

Likes 0

Io e il mio Konstantine -

Quindi eccomi di nuovo qui, perso nei miei pensieri, a chiudere tutti fuori. È uno di quegli stati d'animo che si insinua così lentamente, come una notte di champagne, una singola candela e una playlist che potrebbe far venire voglia di tagliarsi i polsi a una parata arcobaleno. Inizialmente, pensi di essere dell'umore giusto per lo champagne, solo perché ha un sapore così dolce ed è la bevanda preferita dei brindisi nei momenti di festa, quindi come potrebbe essere cupo. E, naturalmente, la candela simboleggia un senso di romanticismo, passione e persino meditazione pacifica e autoconservante. E ovviamente la scusa per...

2.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.