L'ascesa e la caduta di un ragazzo chiamato Rave

278Report
L'ascesa e la caduta di un ragazzo chiamato Rave

Sarò schietto qui, sono dislessico, la mia ortografia sarà approssimativa e la mia grammatica sarà semplicemente pessima, ma dato che ho imparato a leggere solo a 14 anni non mi interessa davvero. Se non vuoi leggerlo, non farlo, ma se lo fai non dirmi alla fine di imparare a scrivere. Si trattava più di scrivere qualcosa per me stesso che per chiunque altro. Oh, e se lo leggi e ho usato ripetutamente la parola sbagliata fammelo sapere, una volta ho consegnato ogni volta un progetto con la pratica invece che con le particelle ed è sempre bello sapere quando sbaglio. Saluti Rave
************************************************** ********************************

La tenuta era tutto ciò che conoscevo, ci sono nata 12 anni fa e non ho mai passato una notte a dormire da nessun'altra parte. Tutto quello che sapevo erano queste strade, le mie scuole dove tutti si trovavano nella tenuta, la maggior parte delle persone qui non lavorava, la maggior parte delle persone qui non se ne andava mai. Mia madre se n'era andata quando avevo un anno, non mi aveva portato con sé, non potevo biasimarla, tutto quello che la gente qui voleva fare era uscire, pochi lo hanno mai fatto. Mio padre era rimasto, mi aveva cresciuto al meglio delle sue possibilità e lavorava 12 ore al giorno in un lavoro senza uscita per un salario minimo solo per tenermi vestito. Ha fatto del suo meglio ma non ero un bravo ragazzo, nessuno nella tenuta era un bravo ragazzo ma ero peggio, non ricordo di quando non ero nei guai.

I Dead Heads erano la mia gang, correvo con loro da più di un anno ma è passato solo 3 settimane da quando ho lanciato i dadi, ho preso la batosta e sono diventato un vero membro. Ne ero ancora ferito ma non mi importava, è il prezzo che paghiamo per unirci. Corremmo lungo la strada verso il parco.

Si chiamava parco ma in realtà era un pezzo di terreno fangoso al centro della tenuta con un albero e una serie di altalene. Il parco era il terreno di battaglia preferito negli attuali combattimenti tra bande nella tenuta. I Dead Heads erano una delle 6 bande della tenuta, noi eravamo i più piccoli ma eravamo duri. Siamo arrivati ​​all'angolo est, in opposizione all'ovest, loro si chiamavano The Hell Boys, avevano aggredito uno dei nostri ragazzi la settimana scorsa e oggi saremmo stati qui per saldare quel debito. Avevamo 47 ragazzi qui, loro ne avevano 58, entrambi avevamo circa due dozzine di ragazze lì a guardare. Le regole erano semplici, sconfiggevi o scacciavi tutta l'altra banda per vincere, non sapevo quale fosse il premio ma sarebbe stato organizzato in anticipo dai capi.

I membri più anziani e più forti hanno preso il centro della banda attorno al nostro capo, il grande cattivo Bob o B3. Ero più vicino alla fascia sinistra, ho scelto il ragazzo su cui avrei mirato e ho fatto scorrere la mano lungo il bicipite sinistro per portafortuna. È stato il primo spavento che abbia mai avuto, avevo 7 anni e l'ho corteggiato in cima a una recinzione di rete metallica, aveva sanguinato tantissimo ma da allora è stata fortunata. Ne ho aggiunti molti altri nel corso dell'anno come temerario e delinquente, ma è stato il mio primo. La maggior parte di noi indossava ancora l’uniforme scolastica, poiché non avevamo altri vestiti, quindi per distinguere ogni gruppo usavamo la pittura per il viso. Spirali rosse coprivano la parte destra del mio viso, uguale alle altre, queste erano i nostri segni ed ero orgoglioso di portarli. Gli Hell Boys avevano due strisce nere che andavano dall'angolo di ciascun occhio al mento. Il loro capo stava tenendo una specie di discorso, andava avanti da un po', quindi abbiamo aspettato.

Appena finito Bob si fece avanti, non era stupido ma era semplice, disse solo tre parole “TEMPO DI GUERRA!!!”

“WARRRRR!!!” è venuto il grido da tutte le nostre gole e abbiamo caricato.

Gli Hell Boys ci sono venuti incontro. Ho sentito la scarica che stavo aspettando mentre la mia adrenalina aumentava, il mondo sembrava rallentare mentre colpiva il mio cervello e il mio corpo si muoveva con una volontà propria. La mia vista cominciò ad offuscarsi e ad assumere una sfumatura rossa, tutta la paura e il dubbio mi abbandonarono e tutto ciò che potevo sentire erano la mia rabbia e la gioia della battaglia.

Mi sono spostato a sinistra per ottenere l'angolazione migliore sul mio obiettivo, lui mi aveva visto arrivare e ha corretto la sua corsa per venirmi incontro. Aveva forse un anno e mezzo di crescita, no io, ma non mi importava, stasera ero inarrestabile e lui mi sarebbe caduto. Il suo primo swing è stato sciatto in alto e ne ho approfittato al massimo, ho lasciato che mi sfiorasse la spalla e mi sono avvicinato. La mia destra trovò ancora e ancora le sue parti esposte finché non sentii qualcosa rompersi e spostarsi sotto il colpo. Feci un passo indietro mentre lui crollava dal dolore, la parte superiore delle mie braccia sarebbe stata una massa di lividi a causa dei suoi colpi di risposta, ma avevo vinto. Mi avvicino per ucciderlo facendolo in ginocchio con una gomitata al cranio e un secondo lo metto sulla schiena. Questo mi è costato perché non vedevo arrivare il pugno.

Fu veloce e colpì forte, il dolore sbocciò al centro del mio viso, la mia vista vacillò e ci volle tutta la mia volontà per tenere le gambe sotto di me. Non vorrei cadere! Evito il pugno successivo più per fortuna che per abilità. Poi il sangue dal naso mi ha toccato le labbra. Adoro il sapore del sangue è il sapore della violenza ed ha potere, puoi berne più di un litro prima di ammalarti e il tuo sangue è diverso dal sapore degli altri popoli non ho mai scoperto il motivo ma è così . Il sangue ha riportato a fuoco il mondo e ho lasciato che il dolore riempisse la mia rabbia e mi sentivo come se potessi volare. Aveva un piede addosso, aveva forse 16 anni e sembrava forte ma era fuori sui fianchi e non al centro, quindi doveva esserci qualcosa che non andava in lui.

Saltai indietro dal suo swing successivo per avere più spazio per respirare. Mentre mi seguiva era chiaro perché fosse lì fuori a combattermi, teneva tutto il peso sulla gamba sinistra dovendo quasi trascinare la destra. Ho ballato alla sua destra costringendolo a provare a girare sulla sua gamba debole, ho scelto i miei colpi, ero troppo giovane per ferirlo davvero in quel modo ma potevo farlo arrabbiare. In preda alla frustrazione, è passato all’esposizione rapida della gamba sinistra con tutto il suo peso su di essa, non avevo bisogno di una seconda possibilità. Ho saltato e ho sbattuto entrambi i piedi contro l'interno della sua rotula. Se non avesse funzionato sarei stato sul pavimento con un ragazzo arrabbiato sopra di me, doveva funzionare. Il ginocchio è abbastanza bravo a sopportare la forza verso il basso ma non lateralmente, il suo ginocchio con tutto il suo peso sulla parte superiore e tutto il mio peso sul lato si è rotto, si è piegato sotto di lui nella direzione sbagliata. Non ha niente a che vedere con il suono che si rompe quando si rompe un cardine umano, è da qualche parte nel mezzo di carta strappata, sedano spezzato e ramoscelli che si spezzano, ma non ho sentito nessuno di quei suoni, tutto quello che ho sentito è stato l'ululato di agonia dell'animale. proveniente dalla sua bocca. Sembrava continuare all'infinito attirando sguardi per metà delle persone presenti, ma lentamente divenne poco più di un piagnucolio.

Spinsi indietro le gambe sotto di me, mi alzai in piedi e lanciai il mio ruggito di odio, rabbia e dolore e il loro fianco destro fuggì da noi. Alcuni di noi li hanno seguiti, altri erano già scesi, io ero uno dei quattro che si è voltato e si è diretto verso il centro.

La rissa lì stava finendo, Hell Boys dove si ritirava quasi solo cercando di tenersi lontano da Big Bad Bob, aveva 6'6 e costruito come una casa in cui nessuno poteva ostacolarlo. Poi ho visto il coltello, questo accadeva ai tempi in cui Chavs era ancora Scallis intorno a noi prima che tutti ne portassero uno, non era che fossero hardcore, era che un coltello era debole, solo le persone che non potevano stregare avevano bisogno un coltello. Nessuno era alle spalle di Bob, suo cugino Eddy avrebbe dovuto essere lì, ma era un codardo e si era arreso non appena aveva pensato che nessuno lo avrebbe visto.

Mi è stato detto che ho urlato come un lupo, che ho attraversato di corsa il parco buttando fuori 4 ragazzi e che sono saltato colpendo con entrambe le ginocchia il petto del portatore del coltello prima che potesse chiudersi con bob mentre cadeva mi ha tagliato il diritto destro e L'ho fatto perdere i sensi e ho riso. Tutto quello che ricordo era un'ondata di rosso, uno schianto di corpi e un dolore sordo al braccio destro. Il mondo mi è tornato in mente come un'ondata di rumore, era la prima volta che perdevo il controllo completo ed era bello che avrei dovuto lavorarci sopra.

"Bravo ragazzo Rave" Alzai lo sguardo verso Bob e poi abbassai lo sguardo sul pasticcio che avevo combinato con il ragazzo sotto di me. Stava ancora respirando ma sembrava che non volesse farlo. Gli Hell Boys si sono dispersi, c'eravamo solo noi. Chi diavolo era Rave? Mi ci è voluto un secondo per venire da me, ero Rave, beh il mio nome era Greg ma ero Rave da quando potevo ricordare. Non so chi me lo ha dato, ma quello era il mio nome. Ho cercato un Bob.

"Sì, va bene, capo", ho sorriso di rimando. Avevamo vinto.

Il mio corpo era un disastro, ero coperto di lividi, entrambe le nocche erano tagliate, avevo uno squarcio di quindici centimetri sull'avambraccio destro e anche con il sapore amaro in fondo al mese stavo ancora tremando per l'adrenalina.

Potevo sentire le sirene delle ambulanze del parco in sottofondo mentre mi facevo strada nel vecchio YMCA. A meno che qualcuno non morisse, la polizia non si sarebbe preoccupata della rissa, dopotutto si trattava solo di ragazzini immobiliari.
L'YMCA aveva lasciato la tenuta più di 10 anni fa e il loro edificio era diventato la base dei Dead Heads, aveva ancora acqua ed elettricità ma non so come. Il piano terra aveva un piccolo ingresso, un'enorme sala comune con divani attorno al bordo e materassi stesi al centro del pavimento, una grande sala da pranzo che aveva ancora due lunghi tavoli e una cucina che era davvero più un bar adesso. La maggior parte dei ragazzi che potevano ancora camminare erano tornati qui e ora giacevano nella sala comune. Tra loro si muovevano ragazze che medicavano i feriti e flirtavano con gli altri. Mi muovo verso di loro perché avevo bisogno di qualcuno che si occupasse del mio braccio. La gente ha iniziato a notarmi, quelli che non mi avevano visto litigare ora, a quanto lo hanno detto gli altri nella stanza, alcuni si sono fatti avanti per congratularsi con me, ma la maggior parte si è trattenuta. Attirare l'attenzione su di me significava commentare la rapidità con cui Eddy non ha mantenuto il suo posto e potrebbe essere stato un codardo, ma era una scelta feroce e deteneva il potere come parente di Bob.

Sono stato fermato prima che potessi vedere anche il mio braccio. Il ragazzo si chiamava Cain ed era conosciuto come la mano sinistra di Bob.

"Ti hanno chiesto quando sei entrato", disse Caino, "adesso di sopra".

Non ho discusso, ho semplicemente seguito. Al piano di sopra era speciale: se non facevi parte della cerchia ristretta non salivi senza un invitato. Un tempo sei dormitori contenevano quattro letti a castello ciascuno, ma ora le cose entravano e uscivano da lì e ora sentivi voci su cosa succedeva lì alle feste della luna nuova e su quanto sarebbero potute diventare brutte le cose se fossi venuto qui per punizione. C'era un piccolo ufficio e una grande doccia alla fine del corridoio, questa era diventata la stanza del "trono" del capo ed era dove stavo andando.

La stanza era tutta piastrellata bianca, dove c'erano ancora soffioni della doccia, lavandini e servizi igienici attorno alle pareti ma intorno c'erano anche sedie, tavoli, cuscini sul pavimento e persino un letto. Mi aspettavo che la stanza fosse piena delle migliori bande e delle ragazze, ma lì c'erano solo quattro persone. Bob stava con un gruppo di teppisti d'élite Lacy, il braccio destro di Bob, era un animale che passava metà del suo tempo a combattere persone che prendevano in giro il suo nome, Taz un ragazzo dalla voce pacata noto per impazzire nelle risse e Mark che tutti conoscevamo sarebbe stato il prossimo in fila se Bob fosse morto, fosse morto o fosse stato colpito. Cain chiuse la porta e rimase con la schiena contro di essa, ero intrappolato in una stanza con i 5 battitori pesanti della mia banda, e speravo da morire di non prendere un pestaggio.

"Hai fatto bene oggi e, cosa più importante, ti ho visto fare bene", ha detto Mark.

Pensavo di vantarmi, di comportarmi in modo duro, ma non sarebbe stato giusto, non qui, non ora.

“Non ho provato a farlo e non lo ricordo. Tutto quello che ho sono dei pezzetti e beh...um..."

“Redness” Cain finì dietro di me.

"Come fai a sapere cosa ho visto?"

“Lo sappiamo tutti perché succede a noi. È difficile che qualcuno si perda nella nebbia rossa, ma succede. Quando lo vediamo, ce ne prendiamo cura come se potesse annegare un ragazzo” ha spiegato Taz “ti insegneremo come godertelo, usarlo e, soprattutto, controllarlo. Questo se vuoi che lo facciamo?" Feci un vago cenno del capo.

Bob sorrise a quel "Bene, ora chiamiamo qualcuno che aggiusti quel braccio".

Detto questo Cain se ne andò per prendere l'altro e fu veloce Eddy e due dei suoi amici e i tre ragazzi di Dave chiamati Dave che lavoravano come muscoli per la banda e venivano trattati come una persona sola, per il resto le ragazze erano tutte carine, la maggior parte erano bionde e alcuni erano nudi. Adulavano il ragazzo che era stato ferito, alcuni guardavano nella mia direzione e sussurravano chi fossi. Le due ragazze che erano sedute più vicine a Bob si alzarono e si avvicinarono a me. Una di loro era l'attuale ragazza di Bob, era sempre una posizione dal vivo breve e non aveva alcun potere reale, e prima o poi sarebbe tornata ad essere quella di un altro ragazzo. L'altra era una questione diversa: era la ragazza più potente della banda.

Si chiamava Bex ed era la sorellina di Bob e la fantasia di Eddy, l'avrebbe violentata a quest'ora se Bob non lo avesse ucciso perché Bob amava sua sorella. Aveva due anni e 16 anni, due anni meno di Bob e la stessa età di Eddy. Non era di gran lunga la ragazza più carina ma era quasi la più sexy, il suo petto era piccolo ma ben formato e aveva un vero sei- fare le valigie per uno stomaco che arrivava quasi perfettamente ai suoi fianchi. Teneva i capelli corti e appuntiti, al momento erano rosa ma potevano cambiare di giorno in giorno. Anche il fatto che potesse affrontarmi in una rissa era più eccitante di quanto avrei ammesso pubblicamente.

"Dai, ti sistemiamo" ordina Bex

Mi portarono in uno dei dormitori, la stanza aveva quello che sembrava un letto d'ospedale in un angolo con graffette di contenzione, l'altra parete aveva abbastanza materiale medico per rimettere insieme un corpo o, date le restrizioni sul letto, smontarne uno, al centro della stanza c'era una sedia di metallo imbullonata al pavimento e su ciascun lato della sedia c'erano delle manette. Bex mi ha detto di togliermi la maglietta in modo da non sporcarmi di sangue quando mi avrebbe rifatto il naso. Guardò il mio corpo con qualcosa che non avevo mai visto prima, ora so che era lussuria. Ho una corporatura esile ma nella mia vita non era rimasta così a lungo, forse ero ancora poco più che un ragazzino ma il mio corpo era muscoloso e a lei piaceva. Usò entrambi i pollici per rimettermi il naso a posto e il sangue mi colò lungo il petto mentre l'altra ragazza mi rattoppava le nocche. Mi ha spinto sulla sedia e l'altra ragazza le ha dato ago e filo. Ho sentito la puntura e lo strattone mentre mi perforava il braccio.

"Ti ho visto salvarmi, fratello", disse come se stesse parlando con un bambino piccolo

“La gente continua a dirmelo”

“Penso che tu sia stato molto coraggioso”

“Anche la gente continua a dirmelo”

"E penso che dovresti ricevere una ricompensa" Lei si avvicinò e mi baciò forte. Sapevo che il polsino era a posto prima che lei lo chiudesse. Lei per guardarmi, mantengo il contatto visivo mentre sposto l'altro polso verso il secondo polsino e lascio che lei lo allacci.

"Pochissimi dei miei giochi entrano nella mia sedia così volentieri Rave, sai cosa ti farò?" lei chiese

“Ho sentito delle voci, penso che questo sia l'unico modo per scoprire cosa è vero, e potrebbe anche essere divertente” ho detto.

Aveva una ciotola piena di acqua sporca che usava per asciugarmi il sangue e dipingermi la faccia

"Ora diamo un'occhiata a te", mi afferrò sotto il mento e mi tirò la testa, questo era e quello "non sei così brutto, vero?"

Ho tenuto la bocca chiusa cercando di mantenere il contatto visivo quando potevo, cercando di non mostrare paura. Ha afferrato i miei pantaloni ma andava troppo in fretta, ci sono voluti tre tentativi per tirarli giù lasciandoli in una pila ai miei piedi. Il mio cazzo, costantemente rigido, saltò libero. Avevo raggiunto la pubertà anche tu prima che potessi lanciare i dadi per unirti ed ero molto più grande della maggior parte degli altri ragazzi della mia età, ma sapevo ancora che sarebbe diventato più grande ed ero ancora un po' piccolo. Se Bex aveva problemi con la taglia non lo diceva, si mordeva il labbro inferiore e alla sua vista emetteva un mormorio.

“Adesso puoi andartene, Kate” disse all'altra ragazza

“Non posso, Bob mi ha detto di restare a guardare”

"Mio fratello ha detto cosa" Bex si rivoltò alla ragazza che, presa dal panico, iniziò a balbettare così lei la schiaffeggiò "Perché diavolo mio fratello vuole che tu mi guardi mentre lo scopo?" quindi stava per scoparmi.

"Ha detto che il ragazzo era pericoloso e che non dovresti essere lasciato a giocare con lui da solo", ha detto Kate. Bex si è rivolto alla mia e mi ha afferrato per la gola.

“Sei ferito, nudo, incatenato a una sedia e ti sto soffocando la vita. Dimmi, sei pericoloso, ragazzo", ringhiò

“Molto” ho sorriso di rimando, lei si è lasciata andare, tenendole la mano come se l'avessi morsa “ma se ti facessi male il divertimento finirebbe, non è vero? Ora, cos'è questa cosa che ho sentito sul fatto che mi scopi?"

"Vedi, sono al sicuro" Bex rise ma non fece alcun movimento per mandare via di nuovo Kate.

Ha iniziato con un bacio profondo e appassionato, ha succhiato leggermente attirando la mia pinza in bocca, il suo si è mosso come un fulmine, ho provato a fare lo stesso con il mio ma non ho l'abilità e l'esperienza per farlo molto bene, ma quello di Bex è più che compensato per questo. Quando interruppe il bacio mi morse forte il labbro inferiore, per un secondo pensai che avesse rotto la pelle. Ha iniziato a leccarmi il collo facendomi venire i brividi lungo la schiena, non era qualcosa che avevo visto prima come erotico ma non riuscivo a trattenermi da gemere. Poi ha iniziato a mordermi, piccoli morsi sulle orecchie, sul collo e lungo la clavicola. Poi è passata ai miei capezzoli usando i denti e le pinze per farmi uscire altri gemiti.

Si fermò e si alzò, io tirai le manette mentre cercavo di seguirla, frustrato per la perdita della sua bocca. Lei rise e si infilò la maglietta sopra la testa. Il suo seno era piccolo ma ben formato e risaltava in netto contrasto con i muscoli della parte superiore del corpo e dell'addome. Ho sempre trovato qualcosa di molto sexy in una ragazza che indossa solo i pantaloni e penso che sia iniziato tutto da qui. I suoi capezzoli erano piccoli in compressione al seno e volevo succhiarli.

Si accese una sigaretta mentre tornava verso di me. Questa volta mi ha baciato e mi ha soffiato il fumo negli affondi, mi ha fatto vomitare e le è piaciuto, quindi l'ha fatto di nuovo. Dopo circa quattro baci mi ero abituato così lei è tornata ai miei capezzoli, mi stavo divertendo ma lei stava solo cercando di renderli più sensibili. Diede un'altra boccata alla sigaretta e mi piantò l'estremità rovente nella carne, proprio vicino al capezzolo destro. Era un'agonia ma non avrei gridato non davanti a lei. La guardai e sorrisi a denti stretti. Lo ha fatto di nuovo, ma questa volta me lo aspettavo, il dolore non fa altro che aumentare la mia eccitazione, questa volta un gemito di dolore. Lei gemette in risposta eccitata dal mio masochismo.

Mi ha dato uno schiaffo e si è alzata, abbassandosi i pantaloni e le mutande. I suoi peli pubici erano stati tinti della stessa tonalità di rosa della sua testa. Iniziò a masturbarsi freneticamente guardando il mio cazzo eretto, ormai doloroso.

"Spero che tu sia l'ultimo perché devo scendere adesso" disse.

Mi ha spostato usando la mano per allineare il mio cazzo e poi si è seduta. Ha inghiottito il mio cazzo nella sua fica calda e gocciolante in un colpo solo e ha iniziato a cavalcarmi. Ci è voluta tutta la mia volontà per non venire subito, dovevo concentrarmi su tutto tranne che sulla bella ragazza che mi scopava e sul piacere che stavo provando. Guardo la sigaretta mezza fumata che sfreccia attraverso la stanza, Kate che sembra sfregiata vicino alla porta, l'unica goccia di sudore che scorre tra il seno di Bex e tra i suoi muscoli degli addominali scolpiti e verso di lei... NO! Questo non aiutava. Mi afferrò per i capelli e mi tirò indietro la testa. Ho lasciato che i miei occhi si chiudessero e non avessi pensieri sessuali.

Potevo sentirla avvicinarsi, il suo respiro diventare affannoso. Lei era vicina ma io ero più vicino, non sarei venuto prima. Ho liberato la testa perdendo alcuni capelli nel processo. La mia bocca era all'altezza del suo seno così li attaccai, leccandoli e baciandoli, poi trovai uno di quei piccoli capezzoli e cominciai a succhiare facendola urlare di piacere. Stavo ancora perdendo la pazienza, quindi ho deciso di prendere una pagina dal suo libro dei giochi e ho morso il suo capezzolo sensibile con i denti.

Questo l'ha spinta oltre il limite e mi ha portato con sé. Il suo corpo si è teso e urla di gioia, la sua fica contratta attorno al mio cazzo che mi ha spinto a terra. È stato l'orgasmo più intenso della mia giovane vita mentre mandavo uno spruzzo dopo l'altro nel profondo di lei. Un sorriso di gioia era sulle sue labbra mentre scendeva, mi mise entrambe le braccia attorno al collo e ansimò mentre mi ammorbidivo dentro di lei. Si alzò e io scivolai fuori lasciando che sia il mio che il suo sperma scorressero lungo l'interno della sua gamba. Ha slacciato il polsino sinistro e io ho fatto la mia mossa mentre lei passava a quello successivo. La mia mano destra si è liberata in un attimo, stavo prendendo il polsino con l'ago usato per cucirmi il braccio, le ho stretto la gola con la mano e ho intrecciato le mie gambe con lei mentre stavo in piedi, e lei si è ribaltata all'indietro con me su sopra di lei. Kate prese fiato per gridare aiuto. Si fermò quando baciai Bex, più profondamente e più forte con il corpo libero.

"Te l'avevo detto che ero pericoloso" ho detto mentre ci separavamo e me ne sono andato

Lei giaceva lì senza ansimare mentre mi vestivo sopra di lei. Scivolai di nuovo verso di lei e la baciai leggermente sulla fronte.

"Comunque è stato divertente, forse potremmo fumare un'altra sigaretta prima o poi" I suoi occhi si illuminarono a questo punto, non credo che avesse molti ragazzi che volevano giocare due volte. Andai verso la porta e mi voltai.

“Ci vediamo presto Padrona” il suo corpo diede un involontario brivido di piacere quando dissi quella parola.

Ho fatto un cenno a Cain mentre scendevo le scale, le cose dove guardavo in alto.

Storie simili

La scommessa di Mac e Lisa

Sono Steve McKenzie, praticamente tutti mi chiamano Mac. Possiedo la mia impresa di costruzioni che ha fatto molto bene per me. A 45 anni posso godermi i frutti di 20 duri anni di costruzione di un’impresa. Sono un ragazzo piuttosto grande. Sono alto circa 6'2 260. Ho guadagnato metà della mia statura lavorando nell'edilizia per gran parte della mia vita e l'altra metà gareggiando come uomo forte dilettante. Ma ora che sono il capo e sono un po’ più grande, una buona parte della mia massa deriva dalle bistecche e dalle birre. Ho la testa calva e la barba folta con...

156 I più visti

Likes 0

Diari di lavoro

***** Primo estratto del diario: “A seguito della minaccia di una causa per molestie sessuali, la seconda di tali minacce mosse contro di me da due distinti Assistenti personali, le cause in Risorse umane, alla luce delle mie capacità e dei miei risultati, hanno deciso di darmi un'ultima possibilità prima di essere costretti a prendere ulteriori azioni disciplinari. Nel tentativo di ridurre la probabilità di uno scenario ripetuto, hanno deciso di assegnarmi un PA che pensavano, correttamente, non sarebbe stato di mio gusto. Tuttavia, non hanno tenuto conto di quanto sarei stato per i suoi gusti”. ***** Ayesha tamburellava irritata con...

2.1K I più visti

Likes 0

Lezioni apprese_(2)

Entro in classe e mi siedo in mezzo alla classe. La mia ragazza, Lacy, si siede accanto a me. Che succede ragazza? Lei chiede. Ehi! Dico eccitato, forse troppo eccitato. Ok rovesciamento. Versare cosa? Chi è lui? Chi è chi? dico con un sorriso malizioso. Suona il campanello e un uomo entra chiudendosi la porta alle spalle. Salvato dalla campanella. Penso a me stesso. Guardo l'uomo. È alto con i capelli biondi sporchi, gli occhi azzurri e molto bello. Sexy devo dire. Buongiorno lezione. Io sono il signor Miller. Prenderò il posto della signora Wright per il resto dell'anno scolastico. Dice...

1.8K I più visti

Likes 0

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Coin Operated Girl

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Clock Work Girl Mi chiamo Damien, a questo punto avevo diciassette anni per un totale di dodici ore e finora faceva schifo. Forse diciassette anni fa solo schifo in generale, forse tutti quelli che ci sono stati saranno d'accordo con me. Voglio dire, sei ancora considerato troppo giovane per fare qualcosa di divertente, ma per l'amor del cazzo sei abbastanza vicino che non dovrebbe davvero importare. Dovevo comunque ascoltare i miei genitori (non che lo facessi comunque) non bere, non fumare (cosa che comunque facevo) e andare a scuola, che era quello che stavo facendo...

1.4K I più visti

Likes 0

Il mio sogno di te

Mi ritrovo a nuotare in un lago pieno di nebbia all'improvviso... senza ricordare come ci sono arrivato, in questo luogo di magia e mistero... verdi stelle filanti di muschio e vecchi rami, a scrivere le storie dei loro bellissimi fiori che sbocciano un tempo sul caldo, chiaro acqua. Riesco a sentire l'eco delle dolci onde che lambiscono le rive di una spiaggia lontana da qualche parte in lontananza. La notte è luminosa con stelle radiose e una luna piena luminosa. Nuoto intorno al lago, godendomi il calore e il vapore che avvolge il mio corpo nudo. Galleggio sulla schiena per un...

1.3K I più visti

Likes 0

Usando Sara - Parte 2

Usando Sara parte 2. Dopo aver dormito il meglio che avevo dormito negli anni, mi sono svegliato più eccitato di ieri notte. Non riesco a smettere di pensare a ieri sera. Non riesco nemmeno a credere che mia moglie sia d'accordo. Non solo è andata d'accordo, ma sembra che le piaccia. Ho guardato e ho trovato mia moglie che dormiva ancora. Mi sono intrufolato nel seminterrato per controllare il mio nuovo giocattolo. L'ho trovata ancora legata al tavolo dove l'avevo lasciata, e sveglia. Ha iniziato a supplicare di essere lasciata andare. Povera Sara, non potevo lasciarla andare. Non volevo lasciarla andare...

1K I più visti

Likes 0

Piccolo Popper.

La scorsa settimana la figlia del mio vicino è venuta a casa mia per vedermi per qualcosa e mi ha visto fare sesso con la mia ragazza a bordo piscina. All'epoca non ne ero a conoscenza, ma è venuta di nuovo per ottenere ciò che voleva dopo che la mia ragazza se n'era andata: stava aspettando che se ne andasse. Abbiamo fatto il bagno magro e abbiamo fatto sesso insieme lì la maggior parte delle volte: io ho 26 anni e la mia ragazza circa un anno più giovane. Holley, la ragazza dall'altra parte della strada, ha 17 anni. Quando è...

739 I più visti

Likes 0

La piscina - parte 1 - La trappola

Di Patryxk B. Mi sono appena trasferito in questo grande condominio. Ci sono 6 piani e 20 appartamenti per piano. Il prezzo è un po' alto perché all'interno c'è una grande piscina interna. Pertanto, chiunque può nuotare in qualsiasi giorno dell'anno tra le 7:00 e le 22:00. Anche se avevo circa trentacinque anni, non ero un bravo nuotatore e odio nuotare da solo. Quindi non è stato un fattore importante quando mi sono trasferito qui. Ogni giorno o giù di lì, ci passavo accanto e guardavo se le persone usavano la piscina. Non mi piaceva se c'erano troppi estranei nella stessa...

360 I più visti

Likes 0

DOPPIA TESTA

Non mi facevo succhiare da un uomo da settimane e il pensiero di altre tre persone che guardavano un altro uomo mi succhiava, poi scopare una donna più anziana mentre loro guardavano sembrava eccitante - non è questo il sesso - eccitazione e piacere? Abbiamo concordato i termini e le condizioni e ho sottolineato l'assenza di penetrazione maschile nel mio corpo. Ero nella tarda adolescenza quando mi sono reso conto per la prima volta di avere un cazzo molto più grande di altri ragazzi della mia età. Ho preso molte costole bonarie su di esso quando mi cambiavo mentre praticavo vari...

1.9K I più visti

Likes 0

La mia bestia introduzione

Molte persone possono trovare questo inquietante, ma ho una domanda per loro; L'hai provato? Questa è la mia storia di come sono stato introdotto per la prima volta nel mondo della bestialità. Crescere in una casa con un solo genitore significava che mia madre doveva fare due lavori per mantenere le bollette pagate, il che significava che ero a casa da solo la maggior parte del tempo. Ora non direi che ho vissuto in un brutto quartiere solo che non potresti mai stare attento. Allora, cosa ha ottenuto mia madre per tenere me e la casa al sicuro mentre lei era...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.