La storia di una troia...l'introduzione

501Report
La storia di una troia...l'introduzione

Per favore leggi prima….Sono una ninfomane, stronza, troia di 38 anni, che ama scopare. Il mio terapista mi ha consigliato che devo incanalare i miei impulsi con altri mezzi oltre ad allargare le gambe. Queste storie, che spero ti piaceranno... sono vere. (La mia fica chiede di essere toccata, qualcosa mi dice che scriverò nuda.) La maggior parte delle mie storie non sarà così lunga. Se stai cercando solo la parte relativa al sesso per poter venire, fai una ricerca per parola con la parola ALLATTAMENTO AL SENO. Tuttavia spero che ti prenderai il tempo per leggere la mia storia passata poiché è destinata a darti una migliore comprensione di chi sia questa troia. Sono sicuro che anche tu sarai eccitato (e forse anche cum!)

----------------

Ciao, mi chiamo Debbie e sono una ninfomane. [Questa è la parte in cui dici "Ciao Debbie"... pensa ad AA ma alle troie.] Sono passati due mesi dall'ultima volta che sono stata scopata da un cazzo diverso da quello di mio marito. Lo confesso, ho festeggiato il Capodanno con la mia migliore amica e suo marito, ma questo non conta perché sono i miei amici più cari e più cari. Sono passati due mesi dall'ultima volta che un cazzo "straniero" mi ha scopato. Adoro scopare ed essere scopato. Adoro venire e adoro venire. Spruzzo. Posso scopare tutto il giorno e tutta la notte. Amo la fica e le tette e la sensazione che solo una donna può dare. Ho rimorchiato ragazzi al negozio di alimentari e ho fatto sesso a caso con altre milf. Ho fatto collegamenti alle 10 tramite Craigslist e poi ho incontrato un altro collegamento Craigslist a pranzo. Alcuni giorni bramo il cazzo e altri giorni voglio la figa. Li amo entrambi allo stesso modo, e sono stato in questo modo al college. Non mi vergogno di dire che sono una troia. Ho 38 anni, capelli biondo sabbia, occhi azzurri/verdi. 5'7, 130 libbre, belle tette rotonde da 36c. Sono sposata da dodici anni con un marito dolcissimo e ho due figli piccoli in età scolare. E sì, lo sa!

MARITO -

Mio marito ed io siamo opposti in quasi ogni aspetto immaginabile, soprattutto quando si tratta di sesso. Nonostante non possa soddisfarmi, lo amo così tanto. Ad essere onesti, nessun uomo può davvero soddisfarmi. Non fraintendermi, adoro il cazzo da sette pollici di mio marito. Direi che degli uomini con cui sono stata, tre uomini su cinque sono più piccoli. Forse anche quattro uomini su cinque. Comunque ragazze... oltre alla lunghezza, è la sua circonferenza... gnam! Potrebbe non essere materiale mega-porno, sicuramente ho visto cazzi più belli sullo schermo, ma credimi, è così bello scivolare dentro e fuori dalla mia fica. Pochissimi uomini, soprattutto bianchi, sono rotondi come lui. Non c'è niente come un cazzo duro e pesante che riposa tra le tue mani prima di farlo scivolare dentro la tua figa in attesa. Adoro il calore mentre lo masturbo. Credimi, posso succhiargli il cazzo fino alle palle, ma non posso prenderlo tutto.

Come ho detto prima, siamo opposti... sessualmente. Io posso scopare tutto il giorno, lui no. Quando è tutto preso dal lavoro, il sesso è l'ultima cosa che ha in mente. Me? Quando lavoravo, avevo un amico, una macchina, un armadio, una camera d'albergo, ovunque. Adesso la mattina spesso mi masturbo davanti a lui mentre si veste, eppure lui si limita a guardare. A volte, se ha avuto una dura giornata di lavoro o se il portatile è fuori di notte, e io divento davvero fottutamente arrapato e arrapato e ho un disperato bisogno di una bella scopata, niente. Ora devi capire... lui non mi scopa, "fa l'amore con me". Odio quelle parole, mi viene da vomitare ogni volta che ci penso. Ma fare sesso con l'uomo che amo è bello e mi piace, ma non è una scopata. Mi tocca con le dita e mi lecca fino a farmi venire. Poi mi "ama" finché non viene. A volte mi fa uscire una seconda volta, ma praticamente è tutto. Fa bene lo spingere, il sudare, il martellare, ma non basta. Ho bisogno di più di quello! Anche dopo aver fatto sesso, spesso mi scopo con le dita almeno una o due volte prima di andare a letto. Se sento di aver bisogno di cazzo e la mia atmosfera non mi sembra giusta quella notte, a volte mi avvicino ai miei vicini (una coppia alla festa di Capodanno) per una bella serata di divertimento.

Ancora una volta, come ho detto, conosce le mie attività extrascolastiche. Quando ci siamo incontrati per la prima volta, ero nella sua confraternita e facevo sesso fantastico con la mia compagna di stanza del college nel bel mezzo di una scenata. Ma questa è un'altra storia. [Sono così dannatamente arrapato adesso] Quando mi ha proposto, gli ho detto "sì" ma che non sarei stata monogama. Non avrei smesso di scopare con altri ragazzi perché credo davvero che l'amore sia amore ma scopare sia piacere. Tuttavia, gli ho fatto una promessa. Lo amerei SOLO e non proverei mai sentimenti per nessun altro uomo. A meno che non fosse un evento prestabilito, giurai che sarei stata a casa tutte le sere. In cambio può fare sesso con chi vuole, ma devo approvare. Che cosa significa? Vuol dire che anch'io devo fare sesso con lei. Sono follemente geloso. Il pensiero di lui da solo con un'altra puttana, stronza, troia è troppo per me. Sa che probabilmente lo lascerei se mai mi tradisse... ma questa è un'altra storia. Ha scopato altre donne durante il nostro matrimonio? Ovviamente. È un uomo molto bello e molto sicuro di sé, e non ha problemi a rimorchiare studentesse, donne e persino donne sposate con cui giocare. Molte notti è tornato a casa con qualche bionda sexy da scopare! In alcune occasioni in cui era stato molto dolce con me, gli avevo portato a casa un dolcetto o due.

Anche se condividere le donne ha funzionato bene per noi, la conoscenza di chi scopiamo non va in entrambe le direzioni. Se davvero sapesse quanti ragazzi e ragazze ho scopato nel corso degli anni, sono sicuro che mi lascerebbe. Ora potresti pensare che sia ingiusto, ma dal mio punto di vista... se ha bisogno di scopare qualcuno o semplicemente di fare sesso, la mia figa è sempre disponibile (un'altra promessa che ho fatto la prima notte di nozze, non avrei mai detto "no" ai suoi bisogni sessuali. ) Sono sempre dell'umore giusto e adoro davvero il sesso con lui. Dal mio punto di vista, perché dovrebbe aver bisogno di agire alle mie spalle? In termini di miei bisogni e desideri... semplicemente non riesce ad alzarsi abbastanza volte o a durare abbastanza a lungo. Ancora una volta, per essere onesti, nessun uomo può farlo. Una volta il mio migliore amico, ancora un'altra storia, ha fatto in modo che 8 ragazzi usassero la mia fica come discarica. Penso che solo allora, dopo che ognuno di loro è venuto 3 volte, sono stato soddisfatto. Il mio motto nella vita è che i giocattoli e le dita sono belli... ma a volte hai solo bisogno di un bel cazzo duro per scoparti.

MASTURBAZIONE -

Mi tolgo tutto il tempo. La mia giornata tipo va così. Quando la sveglia di mio marito suona e lui va in bagno, mi scopo con le dita. So che è nudo e piscia. Anche se non mi piacciono le piogge dorate, adoro il sito di un cazzo che fa pipì. Quindi, mentre fa pipì e si fa la doccia, finisco il mio primo. Di solito, prima che esca dalla doccia e ritorni nella nostra stanza, sono già nel mio secondo (o forse ho finito).

Ho imparato che se non mi alzo due volte prima di colazione, al mattino sono una tale stronza con i miei figli. Accompagno i miei figli allo scuolabus e torno a casa alle 8:20. I miei vestiti si tolgono prima che la porta si chiuda e alle 8:21 sto guardando un porno... sono 3 o 4 orgasmi prima della mia seconda tazza di caffè. Ho anche trovato un modo per portare la mia atmosfera al piano di sotto prima di colazione, così non devo perdere tempo correndo su per le scale per prenderla. Se sono semplicemente a casa tutto il giorno o ho semplicemente una o due commissioni da sbrigare, di solito prendo il numero 5 prima di pranzo. Naturalmente a volte sono fortunato e trovo qualcuno che mi aiuti con il numero cinque, sei e forse sette. (Ragazzi, siete così facili da capire che è patetico).

Verso le tre del pomeriggio mi piace liberarmi prima che i bambini tornino a casa... diciamo che è la sesta. Supponendo che io e mio marito non faremo sesso quella notte (che è quasi tutte le sere)... di solito ne avrò altri due prima di andare a letto, forse di più. È giusto dire che scendo almeno otto volte al giorno. Una volta ho contato tredici volte. Anche se quel giorno in particolare ero arrivato al numero dodici quando andai a letto. Non riuscivo a dormire quindi alle 00:30 l’ho fatto di nuovo. Conta come lo stesso giorno?

PIACERE E antipatie SESSUALI -

Sessualmente non c’è molto che non farò. Non mi piace lo scat né mi piace il bondage pesante. Non mi piace essere incazzato, ma lo farò se vuoi. Non mi piace l'anale, a meno che non sia davvero ubriaco. Ma ADORO indossarne uno e scopare un ragazzo. Ovviamente scopo anche le donne con la mia cinghia (culo e fica). Scopare gente mentre ne indosso una è una grande eccitazione per me. Non sono una dominatrice, ma posso dominare le persone se vogliono. Attenzione: nessun uomo mi dominerà mai. Una volta avevo una relazione in cui la mia ragazza all'epoca era sul punto di essere dominata... di nuovo un'altra storia.

IL BUONO E IL BRUTTO -

Spero che tu sia bravo, duro o bagnato (lo sono, e sono già venuto due volte) e spero che tu voglia scoparmi. Credimi, non lo fai. Quando i ragazzi dicono "ti amo" o cose del genere. Lo scarico. Se continua così, minaccio di dirlo a sua moglie. E se continua a perseguitarmi, faccio la chiamata. Ho rotto così tanti matrimoni e a volte mi sento persino in colpa. Una volta che ho scopato questo ragazzo con un cazzo davvero piccolo, ho dovuto chiamare sua moglie e dirle che poteva facilmente trovare di meglio. [Non lasciare il tuo cellulare fuori perché io lo trovi.]

Quando so che un ragazzo vuole lasciare la moglie, a volte, nella foga del momento, lo costringo a chiamarla. È incredibile cosa farete quando avrò il vostro cazzo in bocca. Un ragazzo una volta ha detto a sua moglie al telefono, mentre glielo succhiavo e gli facevo un ditalino nel culo, che lei era una stronza e non poteva fare schifo per niente. Ha continuato dicendo che l'avrebbe lasciata (cosa che mi sarebbe andata bene) finché non ha detto che l'avrebbe lasciata per me! Ero indeciso se fermarmi o continuare. Da un lato mi sentivo così bene a poterlo controllare in quel modo, ma dall’altro… non lascerò mio marito! Ho deciso di continuare a succhiarlo. Stavo pregando che si scatenasse prima di finire la sua invettiva contro quella stronza di moglie. Sfortunatamente per lui, ciò non è accaduto. Quando ha riattaccato il telefono mi sono fermato e gli ho detto che era uno stronzo. Gli ho detto che se si sentiva in quel modo, allora lascia quella stronza ma lasciami fuori da tutto. Mi ha detto che mi amava e che ero la cosa migliore che gli fosse mai capitata, ecc. ecc… stronzate dopo stronzate. Ho detto di andare a fanculo mentre mi alzavo le mutandine. Si è alzato con l'erezione che sventolava al vento e quando è andato a schiaffeggiarmi, gli ho dato un calcio nelle palle, ho afferrato i miei vestiti e me ne sono andato.

Sono pieno di storie del genere. Ho scopato un vicino solo perché sua moglie era una stronza con l'unica intenzione di assicurarsi che scoprisse di noi. Una breve anticipazione di un'altra storia... Una volta scopavo separatamente con un vicino e sua moglie, cioè non sapevano che l'altro li tradiva. Erano carini e sembravano una coppia fantastica. Ho pensato che fosse un peccato che non avessimo avuto una cosa a tre. Ho pensato che sarebbe stato un bene per il loro matrimonio, giusto? Così ho fatto in modo che ciascuno arrivasse a una ventina di minuti di distanza l'uno dall'altro. Diciamo solo che non è andata come previsto. Mi sono sentito male per quel divorzio.

IL CLUB DELLE MOGLI DEL CAZZO -

Nel mio quartiere c'è un gruppo segreto di quattro donne che praticamente si scopano a vicenda. Ci riuniamo diversi venerdì sera o durante il fine settimana e facciamo enormi quantità di sesso. A volte siamo solo noi quattro, a volte coinvolgiamo altri a giocare. Quando eravamo più giovani, era così facile trovare una giovane studentessa che cercava di esplorare il suo lato selvaggio. Abbiamo portato uomini a cui piace essere dominati, una sorta di schiavi del sesso... forse un'altra storia. Abbiamo invitato un gruppo di stalloni sexy, a volte quattro, a volte dieci, a scoparci per tutto il fine settimana. Abbiamo alcune semplici regole per quei tempi di gangbang...niente vestiti, le chiavi della macchina sono chiuse a chiave e nessuno può dire "no".

Siamo tutti sposati. I mariti di Carol e Cindi non lo sanno. Il marito di Wendy lo sa. [Wendy e Scot sono la coppia di Capodanno di cui ho parlato e che ho scopato.] Wendy e Scot sono anche i miei vicini di casa. La loro casa si trova comodamente all'angolo della mia, così posso facilmente correre nudo per i nostri cortili ed entrare nel loro seminterrato dal retro. In segno di rispetto per i mariti di Carol e Cindi, Scot non scopa nessuno dei due. È un ragazzo così carino con un bel cazzo lungo. Anche se non l’ha detto nemmeno ai loro mariti.

Quando ho deciso di scopare Scot per la prima volta, è stato difficilissimo convincerlo ad accettare. Una notte era seduto alla scrivania nello studio. Wendy arrivò da dietro e gli legò le mani dietro lo schienale della sedia. Abbiamo girato la sedia, mi sono tolto il top, ho aperto la cerniera e ho iniziato a succhiare il suo grosso cazzo...

“No, per favore smettila. Che mi dici di tuo marito?" (In realtà ha usato il nome di mio marito. Non sono sicuro del motivo per cui lo tengo segreto.)

Mi sono alzata, mi sono tolta i vestiti rimasti e ho preso scherzosamente il telefono dietro di lui, con le tette premute contro la sua faccia.

Ho composto il numero del telefono prima di inghiottire il suo cazzo. "Vai avanti e diglielo", dissi con entusiasmo.

"Ehi... sai cosa vuole fare Debbie?" Un momento di silenzio, "Sì, Wendy mi ha legato e Debbie è..." Di nuovo silenzio perché sono sicura che mio marito stia dicendo di succhiarti o di scoparti. "Sei sicuro che ti vada bene?"

Mi sono fermato un attimo e ho preso il telefono: “vieni adesso. Wendy ha bisogno di un cazzo dentro mentre mi lecca. Ho riattaccato prima che potesse discutere.

Lui è venuto da me e l'ha scopata per bene. Eravamo più giovani allora e lui si è alzato velocemente e mi ha scopato anche abbastanza bene. Ero piuttosto ubriaco e ho lasciato che mi facessero una DP. Mio marito doveva lavorare il giorno dopo, quindi è andato a letto. Sono rimasto e abbiamo scopato per altre ore. Se non hai indovinato, Wendy e Scot sono i miei amici del cazzo.

Spero che quello che hai letto ti piaccia. Sei duro? Bagnato? Sei già venuto?

TEMPO DI STORIA: IL MIO VICINO E L'ALLATTAMENTO AL SENO -

Quando chatto con ragazzi online, spesso mi viene chiesto qual è il mio momento più perverso? Anche se ce ne sono molti, il momento in cui mangio la figa della mia vicina mentre allattava il suo bambino è probabilmente il migliore….

Circa due anni dopo aver formato il Fuck Wives Club, Tammy e Joe si trasferirono da noi. Vivevano dall'altra parte di Wendy e Scot ma, poiché erano lotti dispettosi, potevo vedere dentro la loro casa. Non sono un voyeur per natura, ma una o due volte li ho visti scopare dalla mia finestra. Era carina e ho subito pensato che sarebbe stata un'ottima aggiunta al nostro club, ma qualcosa come un club del sesso non è qualcosa in cui qualcuno bussa alla porta e chiede: "Ehi, alcune di noi mogli si riuniscono per scopare un po'". dei mariti solitari della zona per tutto il fine settimana, vuoi unirti? Quindi sono diventato per la prima volta amico di Tammy. Dato che nessuno di noi due lavorava, lei e io abbiamo iniziato a prendere insieme il "caffè" mattutino. Tammy era incinta di due mesi, quindi non era caffè, ma hai capito. Nonostante sapessi che a Tammy piaceva scopare, all'inizio non si sentiva a suo agio nel parlare di sesso. I miei tentativi di sedurla procedevano lentamente e mentre la sua gravidanza si avvicinava alla fine, ho smesso del tutto di menzionare il sesso.

Pochi mesi dopo la nascita del loro figlio, Tammy e io abbiamo ricominciato la nostra routine mattutina. Questa volta è stata più aperta nei confronti del sesso. Ha condiviso con me che Joe non la scopava da quasi cinque mesi.

“Uomini, cavolo, possono essere degli stronzi! Riesci a crederci, sono passati sei mesi. Ha detto una mattina.

"Veramente? Hai avuto Hank quasi tre mesi fa." Sembravo preoccupato.

"Lo so, si è fermato perché..." alzò le mani per mettere le virgolette, "non voleva 'ferire il bambino'... stronzo."

"Possiamo comprarti un'atmosfera, conosco questo fantastico negozio a circa quindici minuti da qui." Mi sono offerto, pur sapendo che ne possedeva uno.

Sospirò leggermente: “Ne ho uno, ma hai ragione. Probabilmente è ora di tirarlo fuori”.

"Vuoi dire che non hai..."

Mi sono fermato quando Hank ha iniziato a piangere. Lo prese in braccio per allattarlo. Quasi tutte le mattine ho visto Tammy allattarlo al seno, ma lo aveva sempre coperto con una coperta. Oggi però mi ha chiesto: "Ti dispiace, ho lavato la coperta ed è ancora nell'asciugatrice".

Fu il mio turno di arrossire mentre il sangue mi andava alle guance e alla figa: “Per favore... allatto i miei figli. Credimi, quelli non sono i primi che vedo.

Ho dato una rapida occhiata al suo capezzolo prima che il bambino si attaccasse. Era una visione erotica e avevo bisogno di fare qualcosa con le mani oltre a toccarmi.

Ho detto senza pensarci: "Ricordo quanto sia erotico allattare al seno".

Lei sorrise e disse con un luccichio negli occhi: "Sì, è sicuro". Potevo dire che stava pensando a qualcosa prima di dire: "Amplifica solo la mancanza di impegno di Joe".

Avevo bisogno di fare qualcosa, mi bruciava la fica. Da un lato ero grato di indossare dei jeans, ma dall'altro... ciò impediva un facile accesso.

"Joe ha già assaggiato il tuo latte?"

"No... anche il tuo?"

Ho sorriso dicendo: “Certo, il sesso con il latte è stato un sesso fantastico. Ha confessato di volere un terzo figlio solo per il sesso con il latte.

Entrambi abbiamo riso un po'.

Le mie mani non vedevano l'ora di fare qualcosa, quindi mi alzai e mi spostai dietro di lei sul divano. “Qui so quanto può essere scomodo.” Ho proceduto a massaggiarle il collo.

“Oh, hai delle mani meravigliose. Avresti dovuto farlo quando ero incinta."

Tammy si palpò il seno per vedere se il latte era vuoto. Ha slacciato il bambino e lo ha spostato dall'altra parte. Stavo sopra di lei, spiando il suo capezzolo bagnato e lattiginoso. Volevo così tanto abbassarmi e toccarlo. La mia fica aveva bisogno di essere toccata. L'inconfondibile aroma del latte si è alzato e mi sono subito bagnato. Ero sicuro che i miei jeans avrebbero mostrato la prova della mia eccitazione. Stavo per andare in bagno per scendere quando lei mi ha chiesto un bicchiere d'acqua. Mi sono rivissuto per un attimo per allontanarmi.

Pensieri sporchi entravano e uscivano dalla mia testa. Con la schiena girata, mi sono passata una mano sulle tette e ne ho stretta una. Quando sono tornato con l'acqua, si era coperta e sono rimasto deluso. Mi sono voltato e ho camminato verso la mia tazza di caffè quando l'ho sentita alzarsi e mettere il bambino nella culla.

Mi sono voltato e l'ho trovata a pochi centimetri da me, sul suo vestito si stavano formando delle macchie rotonde e bagnate. Abbassò lo sguardo e ridacchiò: "Oh merda, sono così imbarazzata".

“Sssssssssssssssssss, non ce n'è bisogno. È abbastanza naturale.” Le presi la mano e mi avvicinai per baciarla, molto lentamente.

Lei mi fermò e disse: “Aspetta, non l'ho mai fatto. Cosa ne penserebbe Joe?»

“Rilassati, non sei il mio primo. E credimi, Joe ti scoperà così forte se glielo dici.

Prima che potesse dire qualcosa, sono intervenuto e le ho baciato il collo, massaggiandole la tetta sinistra. Emise un gemito mentre continuavo. Presto le ho esposto il seno destro e le ho baciato il collo prima di succhiarle il capezzolo. Il suo latte mi esplose in bocca. Sono rimasto sorpreso da quanto era rimasto. La riportai lentamente verso il divano. Potevo dire che era un po' preoccupata mentre si sedeva e io le sollevavo il vestito sopra i fianchi.

“Rilassati caro. Hai bisogno di questo." dissi mentre facevo scorrere due dita su e giù sulle sue labbra coperte di mutandine.

Si morse le labbra quando un'espressione di lussuria entrò nei suoi occhi. "Se ti senti a disagio con qualcosa, dillo e basta."

Le ho baciato le labbra prima di baciarle verso sud, le sue mani si sono alzate per accarezzarle le tette mentre le afferravo le mutandine. Alzò i fianchi permettendomi di sfilarli. Ha emesso un forte gemito mentre le leccavo la sua fica dolce e succosa. Qualunque paura e intrepidazione avesse sperimentato se n'era andata mentre dondolava i fianchi al ritmo della mia lingua. Le ho leccato il clitoride e ci ho infilato due dita dentro.

"Ti piace, tesoro?" Ho detto.

"Oh sì, non fermarti."

"Vorresti invece che fosse il cazzo duro di Joe?"

"Sì", mormorò.

"Dì quello che vuoi dire." Aprì gli occhi per un momento. Nel corso degli anni sono arrivato a riconoscere quello sguardo appassionato "nella foga del momento". "Va bene, tesoro, dillo." dissi invitandola a uscire.

"Vorrei che fosse il grosso cazzo duro di Joe a scoparmi la figa in questo momento."

"Vuoi che prenda il tuo dildo e ti scopi la fica adesso?"

"Sì grazie."

Le leccai di nuovo il clitoride, infilandovi il terzo dito. "Per favore cosa?"

"Per favore, fottimi"

Le ho schiaffeggiato scherzosamente le labbra della figa: “Non abbastanza bravo, tesoro. Cosa vuoi che scopi?"

“Voglio che tu mi scopi la figa. PER FAVORE” Un piccolo orgasmo le passò attraverso mentre inspirava. "Fanculo la mia fica adesso, per favore"

"Così va meglio." Mi alzai e le offrii le mani. Li raggiunse e si alzò. L'ho baciata, le mie labbra coperte del suo succo di figa. Mi ha baciato con entusiasmo. Le sollevai il vestito sopra la testa, lasciandolo cadere a terra.

Mentre la conducevo di sopra lei disse: "Aspetta". Spostò il suo splendido e giovane corpo nudo sul tavolo della cucina e accese il baby monitor. Mentre lo faceva, mi sono tolto il top. Quando si voltò rimase sorpresa.

"Non preoccuparti, non devi fare nulla che non vuoi."

Quando siamo arrivati ​​nella sua stanza, lei si è spostata nell'armadio e io mi sono tolta i jeans e le mutandine bagnate. Ero sul suo letto e mi stavo massaggiando le labbra quando è tornata scioccata. Ho tamponato le mani sui letti. "Vieni caro, mi prenderò cura di te."

Mentre si sdraiava accanto a me disse: "Non ho mai visto una donna toccarsi prima..."

L'ho baciata di nuovo prima che potesse finire e poi le ho offerto le mie dita bagnate che pochi istanti prima erano state nella mia fica. Lei scosse la testa no.

"Nessun problema. Vedi... quello che vuoi." (Un piccolo trucco subdolo che faccio per rilassare i principianti.) Le ho baciato il collo e poi il seno destro, sperando in un altro assaggio di latte caldo. Adoro i principianti, sono così sensibili e desiderosi. Mi sono spostato tra le sue gambe spalancate. Ho acceso la dolce atmosfera rosa e l'ho fatta scivolare dentro di me per prima. Dentro faceva le fusa bene. Notai un'espressione di delusione sul suo viso. Ho sorriso e ho ricambiato l'occhiolino e me lo sono tolto solo per metterlo immediatamente nel suo buco bagnato, in attesa.

Lei gemette mentre lo infilavo e cominciavo a scoparla dolcemente. "Più difficile" ha detto. Ho aumentato la mia tariffa.

"Più veloce" ha risposto. L'ho scopata con il dildo come lei ha comandato.

"Peccato che non ho il cinturino." Uno sguardo di gioia e di paura la attraversò. "Potrei fermarmi, correre a casa e prenderlo."

Ho iniziato a toccarmi e lei ha inspirato e gemeva: "Non osare fermarti..." si è fermata prima di dirlo.

“Vai avanti... dillo, troia. Chiamami come volevi chiamarmi."

"Non posso", respirava in modo follemente veloce.

Le ho dato una pacca sulla coscia: “Dillo. Tu sai che lo vuoi."

"Puttana... non smettere di scopare la mia figa, puttana."

Ho tirato fuori l'atmosfera, "ohhh" Ha inspirato, "non smettere di scoparmi la fica, puttana".

I suoi fianchi oscillarono mentre lo spingevo dentro. Iniziò un enorme orgasmo. Mi sono toccato mentre lei arrivava a ondate. Quando ebbe finito, mi sdraiai accanto a lei, ero in calore e avevo bisogno di rilassarmi. Presi la sua mano e la spostai verso il mio posto. All'inizio era titubante, quindi le ho detto di allontanarsi se non fosse stata pronta. Non l'ha fatto e ho spostato la sua mano verso la mia fica succosa. Mentre mi toccava, ho raggiunto l'atmosfera e ho iniziato a succhiarla. Il suo gusto era ovunque. Ho sentito la sua bocca coprirmi la tetta, cosa che mi ha mandato oltre il limite. Mi ha portato ad un orgasmo completo. Era piuttosto brava.

Quando ho aperto gli occhi, lei era accanto a me a sorridere, si è mossa per baciarmi.

"Devo dirlo a Joe?" lei chiese.

"Certamente." Abbiamo riso.

"C'è un problema, pensato?"

"E questo è?" Ho chiesto.

«Non tornerà a casa fino a stasera. E sono pronto per un altro proprio adesso.

Mentre la facevo rotolare sulla schiena, ho sorriso e ho detto: "Non è davvero un problema". Poi ho sentito le sue mani guidare la mia testa verso la sua fica vogliosa.

Un'ora dopo abbiamo sentito Hank piangere attraverso il baby monitor. A quel punto ci eravamo regalati altri due meravigliosi orgasmi e le sue tette erano piene di latte.

"Perché non rimani e mi aiuti con Hank..."

Il suo bel culetto ondeggiava mentre scendevamo le scale. Nuda prese in braccio il suo bambino, si sedette sul divano e iniziò ad allattarlo nuda.

Ho chiesto con un sorriso: "L'hai mai fatto prima?"

"Che cosa? Allattare nudo guardando un'altra donna nuda? NO."

Abbiamo riso e lei ha allargato le gambe, la sua figa gocciolava.

"Vieni qui" disse.

Ero felice per l'invito, ma stavo per andarmene con o senza l'invito. Presi in bocca il capezzolo aperto. Mio marito mi ha fatto questo alcune volte, quindi ho capito l'intenso piacere che stava provando.

"Oh mio Dio." Balbettò: "Toccami adesso... ohhh"

Le mie dita trovarono il suo buco bagnato e lei orgasmò immediatamente. Avevo paura che schiacciasse il bambino. Il suo ansimare continuò mentre ritiravo la bocca, leccandomi il latte dalle labbra. Il mio sogno stava per realizzarsi. Ho sempre desiderato che mio marito mi mangiasse la fica mentre allattavo i miei bambini, ma non ho mai affrontato l'argomento. In un istante le ho allargato le cosce e ho cominciato a leccarle la fica.

“No”, ha detto, “questo non è giusto”, ma le sue deboli suppliche non mi hanno fermato. "no, per favore... oh Dio, non fermarti."

Era così dannatamente bagnata che non avevo mai assaggiato l'estasi pura. Se avessi potuto reprimerlo, sarei ricco. I suoi fianchi dondolavano. Tra la suzione del suo bambino e la mia leccatura, il suo orgasmo l'ha portata a livelli inimmaginabili. Ha urlato così forte che avevo paura che arrivasse la polizia. Come non abbia fatto del male al bambino, non lo saprò mai. È stato fantastico essere separati. Mi ha implorato di fermarmi, il suo respiro era così veloce.

Mentre indietreggiavo mi sedetti di fronte a lei, osservandola mentre spostava il bambino dall'altra parte. Lei mi guardò mentre mi scopavo con le dita in silenzio, con la lussuria nei suoi occhi. Ero così eccitato. Non avevo finito quando ha messo il bambino sull'altalena, ha acceso la TV e mi ha fatto cenno di salire.

Quando abbiamo raggiunto la cima, l'ho lanciata contro il muro, muovendo i fianchi tra le sue gambe, strofinando la mia figa gocciolante sul suo ginocchio.

"Aspetta" disse.

Mi prese la mano e mi guidò verso il letto. Si è arrampicata sopra di me, le nostre labbra si sono incontrate mentre prendeva il telefono e si rotolava sulla schiena. Allargò le gambe e si mise un dito sulle labbra increspate indicando che avrei dovuto calmarmi.

"Miele? Mi scoperai stasera….non proprio quando torni a casa.” Indicò la sua fica. "Urhh", gemette mentre la leccavo. “Mi sto fottendo immaginando che sia il tuo cazzo. Oh sì, tesoro, fottimi per bene." Stava parlando con lui ma parlava con me. "Chiudi la porta e tira fuori il tuo grosso cazzo duro..."

Ho raggiunto la sua vibrazione e l'ho fatta scivolare dentro di me. Non potevo assolutamente scendere.

"Voglio quel bambino..." di nuovo a lui, ma rivolto a me.

L'ho tirato fuori da me e ho messo la punta sulle sue labbra. Mi ha pronunciato la parola "cagna" e ha iniziato a succhiarla. Lo stava chiaramente succhiando rumorosamente per fare effetto. “Hai sentito quel bambino? Che io succhio il tuo cazzo inzuppato di figa. "

Ho guidato la sua mano libera verso la mia fica mentre mi abbassavo e la scopavo con le dita.

“Mi scoperai stasera. Sì? Dimmi quanto lo vuoi, tesoro... Oh Dio, fanculo Joe, fanculo Joe... Spara la tua sborra nel tuo ufficio proprio come facevamo una volta... Oh sì, tesoro, sembrava così carino Ummm, vorrei poterlo assaggiare adesso.

Dopo un momento, con i fianchi ancora dondolanti: “Vai al lavoro così potrai tornare a casa presto. Finirò qui. Il bambino verrà nutrito e io sarò nudo e pronto. Faresti meglio a essere duro quando entri.

Ha riattaccato il telefono e ha detto: "Era così sexy... ho bisogno che tu mi faccia venire".

Ho fatto oscillare le gambe sul suo viso mantenendo la figa sopra il viso. “Il primo è il mio turno, stronza. Questa volta non accetterò un no come risposta”.

Lei sorrise e si leccò le labbra...

------------------------
Questo è il mio primo tentativo di scrivere. Se ti è piaciuto, prometto di scrivere le storie che ho indicato sopra e molte, molte altre. Quante volte l'hai letto?

Storie simili

Parte 7, la ragazza con il culo

Spero che questa storia ti piaccia, la parte 7 segna molte cose che arriveranno nelle storie successive. Si prega di commentare e godere. Il padre di Tyler era un cliente abituale di mia madre. L'ha scopata quasi quanto John, ma non più di Bill. La mamma aveva altri ragazzi che si presentavano di tanto in tanto, ma questi 3 erano costanti. La mamma aveva molto lavoro, a volte durante il giorno, a volte di notte. Aveva alcuni ragazzi che si sarebbero presentati durante le ore mattutine, ma lavorava soprattutto di notte. Stavo con la nonna quando lavorava di notte, ea volte...

596 I più visti

Likes 0

Suocera Sesso Pt 4, Ex suocera

Sesso con la suocera, parte 4: ex suocera Mi è stato offerto un posto di consulente di 3 mesi in un altro paese asiatico dove avevo lavorato prima, e in effetti dove ero già sposato da 6 anni, prima che la mia allora moglie scappasse con un altro uomo e chiedesse il divorzio, cosa che non ho fatto Non volevo e ho combattuto per tenerla, riconquistarla, ma dopo 2 anni ha accettato con riluttanza. Nella mia terza settimana, ero al mercato locale, dietro l'angolo della piccola casa che mi era stata assegnata, e mi sono letteralmente imbattuta nella mia ex suocera...

654 I più visti

Likes 0

La troia crepa - II_(0)

Il giorno dopo Laura aveva di nuovo bisogno di un po' di crack. Il suo ragazzo aveva chiamato quella mattina per farle sapere che era legato a Chicago e che non sarebbe tornato a casa per molti altri giorni. Gli aveva detto di tornare a casa il prima possibile perché aveva bisogno di più generi alimentari. Non aveva ancora ammesso la sua abitudine al suo ragazzo perché aveva paura di perderlo se l'avesse scoperto. Tuttavia, non sapeva per quanto ancora avrebbe potuto ingannarlo. Dopo che ha riattaccato, ha chiamato il suo spacciatore per farsi dare un po' di crack. Sai qual...

2K I più visti

Likes 1

Incantesimo Delila

Incantesimo Delila Parte 1 Dicono che vedere per credere, che tutto nell'universo può essere spiegato con uno sfondo logico. Dicono che le persone nella loro natura tenderanno alla finzione e al paranormale perché sotto tutte le scuse na dicono promette l'idea di creare qualcosa dal nulla. Ero una di quelle persone che lo dicevano, che quando alle persone non veniva presentata una risposta chiara alle grandi domande della vita, coglievano al volo l'opportunità di creare qualcosa di proprio. Ora sono in ginocchio a pregare Dio per questo. Non so se avrei potuto fare qualcosa, se le mie presenze o la mia...

813 I più visti

Likes 0

Insegnante - 01 Giorno 0 Si comincia

SM. Burk, per favore, fai rapporto in ufficio.» È venuto al citofono della scuola. E adesso? pensò. È successo qualcosa a uno dei suoi studenti della scuola materna. Laura Burk era un'insegnante di matematica al liceo in una scuola privata. Da quando HB 2469 è passato, l'umiliazione era legale e la forma approvata di disciplina, e alcune delle regole disciplinari erano molto strane rispetto a quello che erano state. Quando Sara arrivò in classe per darle il cambio, Laura attraversò il campus fino al front office. Lungo la strada vide Mika, una delle ragazze più anziane che attraversava il cortile centrale...

671 I più visti

Likes 0

Il club delle signore nodose

Il club delle donne nodose Di Drakon Kate era sul balcone e osservava il pittoresco panorama della costa centrale della California. Aveva goduto di quella vista da quando poteva ricordare e anche adesso che aveva cinquantacinque anni le toglieva il fiato. I suoi capelli corvini lunghi fino alla vita svolazzavano nella fresca brezza del tardo pomeriggio mentre rivedeva la lunga lista di cose che dovevano essere fatte prima dell'arrivo dei suoi ospiti, ma l'ambiente sereno la faceva meravigliare. La tenuta di oltre trecento acri che i suoi genitori avevano acquistato era ricoperta di vigneti, che una volta raccolti sarebbero stati venduti...

451 I più visti

Likes 0

L'attrice e io (parte 8 scena di sesso del film hot)

Shannon e le ragazze sono andate dai loro medici per un controllo di 8 settimane, e tutto andava bene per le ragazze, e le ferite di Shannon erano quasi guarite. Il medico ha dato a Shannon l'ok per iniziare ad allenarsi e nel giro di qualche settimana avrebbe potuto riprendere le normali attività sessuali senza alcuna restrizione. Era andata da un chirurgo plastico e lui le aveva sistemato la cicatrice, quindi non era visibile. Si è procurata un personal trainer per rimettersi in forma. Nuotava molto in piscina. L'ho portata a giocare a golf. Ha preso lezione al club a cui...

400 I più visti

Likes 0

Ricordi II

È una bella mattinata nel deserto dell'Arizona. Il sole splende, c'è una leggera brezza e la temperatura è giusta per stare nudi. Io e la mia signora siamo seduti sulla terrazza dei nostri amici a goderci gli uccelli, i conigli e la meravigliosa vista sul deserto. Guardiamo verso ovest e possiamo vedere un corpo di bronzo alto e snello che cammina lentamente verso di noi. Man mano che la persona si avvicina, possiamo vedere che è il nostro amico Al fuori per la sua passeggiata mattutina e la sua visita. Si avvicina al ponte e sale le scale. Ha la sua...

260 I più visti

Likes 0

Instant Messenger fratello/sorella

Questa storia è diversa da tutte le altre storie che tu abbia mai letto. Questo è un ruolo reale che io e il mio ragazzo abbiamo svolto. L'ho ripulito un po', quindi ci sono meno errori di ortografia. Si prega di non lasciare commenti su cattiva grammatica e ortografia. Questa è una vera conversazione di messaggistica istantanea. Nel caso non lo sapessi, lol = ridi ad alta voce. Quando c'è una serie di due parentesi, come questa ((parola)), siamo io e lui che usciamo dal ruolo. Spero che la storia vi piaccia perché è davvero bella e calda. Grazie! -------------------------------------------------- -----------------------------------------...

2K I più visti

Likes 0

Ossessione video amatoriale parte 2

Ero diventato sempre più ossessionato dal guardare questi film e ho scoperto che stavo nascondendo un orologio in ogni occasione, incluso guardarli a casa anche quando c'era mia moglie (Tracy). La vita familiare non era eccitante, ero stato piuttosto impegnato con il lavoro e normalmente non ero a casa fino a tardi, il risultato era che io e Tracy non passavamo molto tempo insieme, e anche se andavamo d'accordo , non siamo riusciti a passare così tanto tempo di coppia di qualità insieme. Quando è apparso il primo dei nuovi film, l'ho guardato sul telefono mentre la mia Tracy stava guardando...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.