Sull'essere un sottomesso

706Report
Sull'essere un sottomesso

Ero già stato con quest'uomo e me ne andavo sempre stuzzicato
e mistificato allo stesso tempo. Cos'è che mi ha fatto venire
tornato per saperne di più, desiderando la prossima volta che sarò invitato? IO
desiderare ardentemente il suono della sua voce, lo sguardo profondo e penetrante del suo
occhi scuri e deliziosi e, soprattutto, il suo tocco fermo ma amorevole.
Non mi domina in senso tradizionale... ancora una volta lui
fa. È molto silenzioso e non dice molto. Emette morbido,
comandi semplici e usa il linguaggio del corpo e l'aspetto per comunicare
altre cose. Quando sono con lui, mi sento come se una grossa parte di me lo fosse
strappato e lasciato con il mio dom ogni volta che lo vedo. Spetta a me
per rigenerarmi, per ritrovare la mia forza ed essere forte in modo che
Posso sopportare di nuovo l'intero processo se lo desidera
quindi, sopportalo e celebra l'estasi della resa, sia fisica
e mentale.

Stavo cercando di trovare una parola per questa cosa ieri. Collegamento? Esso
sembra più di una "relazione". Si sta sciogliendo nel nucleo stesso
di me. Lo ricorderò sempre. "Tesoro" è la parola perfetta.
Mi racconta delle sue fantasie infantili di catturare e
donne allettanti e su come era stuzzicato ma disturbato da
loro allo stesso tempo. Qui gli sto offrendo uno sbocco per alcuni di
le cose a cui pensa. Gli ho chiesto se doveva essere serio e
studioso tutto il tempo o se c'era qualcosa che doveva fare
è stato divertente e selvaggio. Rise e disse: "Questo è abbastanza divertente e
selvaggio!" e aveva ragione.

Mi ha chiamato la scorsa settimana e mi ha suggerito di vederci venerdì
notte. Ho trascorso la settimana nello stato più delizioso... sono andato
domenica ho fatto shopping e ho comprato una camicia nuova, vaporosa stoffa di cobalto
blu con fili d'argento che lo attraversano verticalmente, quello
bottoni fino in fondo. E ho comprato un pizzo blu cobalto
reggiseno che si allaccia davanti. Ama sbottonarsi e slacciarsi,
molto lentamente. Dovevo assicurarmi che tutto andasse bene
il mio amorevole padrone. Gli piacevano i miei vestiti nuovi. E lo ha aperto
fermaglio anteriore del reggiseno con un movimento fluido: quelli sono complicati!

Era stanco, era appena entrato quando sono arrivato alle 21:00. Ma lui
si è radunato e rianimato e abbiamo trascorso un periodo lento e tranquillo insieme. Noi
ho fatto delle chiacchiere per un po 'e mi sono sentito crollare
il suo incantesimo...volendo compiacerlo in tanti modi diversi.....

È un ammiratore della femminilità. Studia il mio corpo come se ci fosse
qualcosa che poteva imparare da esso. È un professionista
studente, dopotutto... Inclina la testa di lato con questo
piccolo sorriso quando tocca ed esplora.

I palmi delle sue mani sono grandi, con dita corte, eppure lo sono
le mani eloquenti ed espressive di un artista. Sa sempre giusto
di quanto ho bisogno e dove toccarmi di più. A lui piace giocare
con la mia figa con le dita, applicando una pressione appena sufficiente e
movimento per farmi impazzire. Ha la giusta quantità di
resistenza. Abbastanza da averne abbastanza senza pensare: "Vorrei
si fermerebbe, già!!!"

Gli avevo inviato una fotocopia di un capitolo di uno di Anne Rice
Libri della trilogia di bellezza. Mi ha detto che gli era piaciuta la parte in cui
lei è in ginocchio e il suo padrone la sta frustando con la sua cintura.
Gli ho detto che poteva farmi questo se gli piaceva. Si è alzato
il grande divano nero e si avvicinò ai suoi pantaloni e si tolse la cintura
fuori di loro. Ero già in ginocchio, mentre ero in ginocchio sul pavimento
davanti a lui mentre parlavamo. Non ho guardato lui ma io
poteva sentire la cintura frusciare attraverso il tessuto dei passanti
i pantaloni e potevo sentire il tintinnio della fibbia.

Era molto lento e premuroso al riguardo. Aveva la testa inclinata verso
da un lato mentre mi colpiva rapido e leggero con l'estremità di cuoio di
la sua cintura. "Non l'ho mai fatto prima", disse nel suo lento,
voce tranquilla e sognante. "Ho bisogno di pratica." Gli ho detto che lo era
benvenuto a esercitarsi su di me se gli è piaciuto farlo. Si sarebbe fermato
e prendi delicatamente l'estremità della cintura e falla scorrere lentamente su e
lungo la mia fessura, spingendolo solo un po' dentro di me... lo ero
mi godo il pensiero di lui che indossa la cintura con alcuni dei miei succhi
immerso in esso...

Mi chiedeva "Dove ti sto colpendo?" e vorrei toccare il
posto con la mia mano. Stava lavorando sulla sua mira... Non c'era
viscosità in esso, mi stava solo accarezzando velocemente
colpi di cintura. Gli ho detto che la sensazione era piacevole,
sensazione calda e pungente che persisteva per circa 5 colpi dopo. Lui
ha detto che aveva paura di farmi del male. Gli ho detto che mi piaceva il
sensazione e che gli avrei detto se e quando mi avesse fatto troppo male
ma che non dovrebbe preoccuparsene.

Era in piedi proprio accanto a me sul mio lato sinistro mentre mi inginocchiavo sul pavimento.
Sentivo la sua gamba contro il mio fianco, potevo appoggiarmi su di essa e sentire il
forza lì. Mi è piaciuto avere quel contatto fisico con lui come lui
mi ha accarezzato/schiaffeggiato con la cintura. Il tocco caldo della sua gamba contro
la mia pelle era un ulteriore promemoria della sua presenza
suo piede e lo baciò lì, gli baciò le dita dei piedi e la parte superiore del suo
piede. Lo intendevo come un gesto di ringraziamento per i colpi che ha
mi fece un gesto di riverenza verso di lui, di sottomissione a lui.

Gli scioperi cessarono. L'ho sentito arrivare dietro di me. Ha spinto il
cintura tra le mie gambe e l'ha portata sopra la mia fica. Ha diffuso il
labbra della mia figa per accogliere la larghezza della pelle e portata
le estremità della cintura insieme nella sua mano. Ha tirato su il
cintura, e il passante di cuoio tra le mie gambe stretto e messo
squisita pressione sul mio clitoride. Parole per quello che stava accadendo
turbinava nella mia testa- "Rein, è come una redine... Reign of
Terrore / briglia del terrore... no, niente terrore... briglia del piacere, sì,
sì, un Rein of Pleasure.

Tirò la cintura, prima dolcemente, poi più forte. metto le mani
insieme sotto il bordo inferiore del divano, fingendo il
il suo peso li teneva lì. Spinsi indietro le natiche
verso di lui, desiderando che continui a usarmi come meglio crede,
amando ogni tocco della sua mano, delle dita, della cintura...

Lasciò andare la cintura e si sedette sul divano. Il suo cazzo era duro
e sapevo che voleva di più da me. Il suo sguardo mi diceva che lo ero
avvicinarmi a lui e prendere il suo pene nella mia bocca. Sono strisciato sopra
inginocchiarsi sul pavimento di fronte a lui, e ho chiuso gli occhi mentre io
portò le mie labbra alla sua testa inumidita.

Sembrava eccitarlo... Un'eccitazione silenziosa e pensierosa con a
bella manifestazione fisica di cui ho potuto godere anche io.
Per lo più mi accarezzava e mi sondava nel suo modo lento, morbido e costante.
Dopo che sono stato con lui, tutto il mio corpo è dolorante per un paio di
giorni. Allunghiamo e pieghiamo e contorciamo e afferriamo e spingiamo e
respinta ed entrambi diventiamo tremanti ed esausti. Ho ustioni da tappeto
in ginocchio, ha un tappeto ruvido davanti al divano nel suo
biblioteca... Di solito mi porta nella sua biblioteca... Mi piace. IO
sappi che fa tesoro dei suoi libri. Penso che faccia tesoro del suo
anche amanti. Ogni volta che sono con lui è come una scintilla
gioiello. È come una macchia in più di crochi, raggi in più di
sole, brezze extra calde, linfa extra che scorre nella mia primavera.

Poi mi condusse nella stanza buia della biblioteca. C'erano bianchi
candele accese in tutta la stanza. Ha rimosso tutti i miei vestiti e
mi ha ordinato di sdraiarmi sul pavimento sulla schiena. Ha poi legato il mio
polsi insieme con morbida corda bianca e mi legò alla gamba di
il divano nero con le braccia sopra la testa. Mi tirò giù dolcemente
per i fianchi in modo che fossi tutto disteso...

Prese silenziosamente un pennarello nero e iniziò a scrivere sul
pelle morbida sotto le mie braccia. Ho guardato la sua faccia mentre lui
ha scritto riga dopo riga di caratteri cinesi su di me. A volte lui
si fermava a guardarmi in faccia, o si chinava a baciarmi con uno dei suoi
baci profondi e lunghi. Le mie braccia sembravano pagine di un cinese
dizionario, coperto di caratteri intricati. Quando ebbe finito
si è tirato indietro per ammirare quello che avevi fatto. Poi mi ha preso, prima
accarezzandomi dappertutto con ampi e lunghi colpi delle sue mani. Lui
mi guardò negli occhi mentre mi faceva venire con le dita. Ero
piangere perché era così intenso. Mi ha detto con quella voce dolce di
girati e mettiti in ginocchio, e l'ho fatto, sempre con i polsi
legato. È entrato in me da dietro e mi ha stirato squisitamente
finché il suo piacere non fu completato, e poi mi slegò e mi trattenne
da vicino mentre giacevamo al lume di candela, baciandoci. Si chinò
e ha tracciato un antico simbolo sul mio moncone con le dita... in silenzio
suggerendo che un tatuaggio sarebbe in ordine ... mai del tutto
spiegando qual era il simbolo, ma facendomi sapere che lo era
molto speciale, segno della mia sottomissione a lui. Potevo ancora sentire
i contorni del simbolo giorni dopo.

Storie simili

Il viaggio in campeggio_(7)

Mi chiamo Jimmy e ho 11 anni. Ho iniziato ad attraversare la pubertà 3 mesi fa e sono stata estremamente eccitata. Un giorno ho deciso di invitare il mio amico a fare una gita in campeggio nel bosco. Si chiamava Michael e aveva 10 anni e mezzo, aveva i capelli castano scuro ed era molto piccolo. Ha deciso di venire con me per un paio di giorni. Ho portato la tenda e lui ha portato cibo e acqua. Ho portato anche il mio golden retriever. Il campeggio era a circa un miglio di distanza, e lì c'era un lago. Non c'era...

1.7K I più visti

Likes 0

RIMBALZANTE

Karen diede un colpetto sulla spalla a Steffi e le disse che la signorina Peters voleva vederla subito nel suo ufficio. Steffi finì di abbottonarsi la camicetta e chiese: Ha detto quello che voleva? No, replicò Karen mentre si affrettava fuori dallo spogliatoio, non sembrava sconvolta o altro, vuole solo vederti! Cristo, mormorò Steffi, è ora di pranzo e sono trattenuta dopo la lezione di ginnastica, mentre raccoglieva l'asciugamano ei vestiti da palestra e se li infilava nello zaino. Karen ha detto che volevi vedermi, ha osservato Steffi con voce interrogativa dopo aver bussato allo stipite della porta. Sì, Steffi, per...

989 I più visti

Likes 0

Sedurre tutta la famiglia parte 3

PARTE 3 Dopo le nostre entusiasmanti e molto energiche attività mattutine, sapevamo tutti come avremmo fatto parte del resto della giornata, ma a quel punto eravamo completamente esausti, quindi ci siamo separati per fare la doccia e, nel caso di Jim e me, fare un pisolino (ne avevamo bisogno, ok?). In realtà, come ho scoperto in seguito, Daniella ha invitato Tracey e Josh a unirsi a lei sotto la doccia e apparentemente un bel po 'di gioco dopo è andato avanti nel processo di ripulirsi a vicenda - vedi cosa ti perdi quando fai un pisolino? Ci siamo riuniti più tardi...

959 I più visti

Likes 0

Piccolo Popper.

La scorsa settimana la figlia del mio vicino è venuta a casa mia per vedermi per qualcosa e mi ha visto fare sesso con la mia ragazza a bordo piscina. All'epoca non ne ero a conoscenza, ma è venuta di nuovo per ottenere ciò che voleva dopo che la mia ragazza se n'era andata: stava aspettando che se ne andasse. Abbiamo fatto il bagno magro e abbiamo fatto sesso insieme lì la maggior parte delle volte: io ho 26 anni e la mia ragazza circa un anno più giovane. Holley, la ragazza dall'altra parte della strada, ha 17 anni. Quando è...

821 I più visti

Likes 0

Punizione dell'adultera

*** Dichiarazione di non responsabilità: questa storia ha forti temi di non consenso. Non perdono nessuno di questi atti nella vita reale e questa è una fantasia oscura - niente di meno, niente di più.*** Miranda si è svegliata in un grande container lungo circa 8 piedi per 40 piedi. Questo è tutto ciò che sapeva mentre veniva da qualunque cosa l'avesse drogata. Miranda Shaw era una bellissima ragazza di 23 anni. Era alta un metro e novanta, magra quasi al limite della minuta, con lunghi capelli color carbone, occhi castani, pelle pallida e seni perfettamente modellati che non erano né...

868 I più visti

Likes 0

Barbara lancia la sfida, parte 1

Barbara Lewis sedeva al tavolo della cucina nel suo appartamento con un'espressione preoccupata sul viso. Davanti a lei sul tavolo c'erano un mucchio di banconote. Era indietro con i pagamenti, alcuni anche di più di trenta giorni, e aveva bisogno di quasi 1000 dollari per ripagarli tutti. Non aveva la minima idea di come avrebbe realizzato quell’impresa. Bene, c'era un modo, ma non era sicura di poterlo fare. Circa due giorni prima, la sua amica Lena le aveva parlato di questo posto sotterraneo in cui era stata una volta nel quartiere a luci rosse. Si chiamava Il Guanto. La spiegazione di...

355 I più visti

Likes 0

Basta andare in giro

Basta andare in giro Stasera è iniziata proprio come tutte le altre sere. Io e i miei due amici uscivamo a bere e andavamo in giro. Io avevo quattordici anni, il mio amico Jason sedici e Max stava per compiere diciotto anni. Max conosceva un ragazzo che ci comprava birra e whisky senza fare domande. Era il mio turno di comprare, quindi ho dato a Max i due venti che avevo guadagnato falciando i metri la settimana precedente. Max era un ragazzo grosso, probabilmente alto un metro e ottanta o giù di lì e pesava circa centocinquanta chili. Aveva i capelli...

266 I più visti

Likes 0

La troia crepa - II_(0)

Il giorno dopo Laura aveva di nuovo bisogno di un po' di crack. Il suo ragazzo aveva chiamato quella mattina per farle sapere che era legato a Chicago e che non sarebbe tornato a casa per molti altri giorni. Gli aveva detto di tornare a casa il prima possibile perché aveva bisogno di più generi alimentari. Non aveva ancora ammesso la sua abitudine al suo ragazzo perché aveva paura di perderlo se l'avesse scoperto. Tuttavia, non sapeva per quanto ancora avrebbe potuto ingannarlo. Dopo che ha riattaccato, ha chiamato il suo spacciatore per farsi dare un po' di crack. Sai qual...

2K I più visti

Likes 1

Stephanie - Proprio quando le cose si sono girate Pt 5

Pochi giorni dopo il suo allevamento con D, ha chiamato e ha fissato un appuntamento per riportare il suo cane da allevare di nuovo. A causa della sua fitta agenda, Stephanie ha fissato l'orario subito dopo aver chiuso le normali operazioni. Stephanie era eccitata, perché questa sarebbe stata la sua prima volta con una donna. Circa un'ora dopo la sua chiusura ufficiale, qualcuno ha bussato alla porta dell'ufficio. Riuscì a malapena a contenere la sua eccitazione mentre apriva la porta per D, sua moglie e il loro cane. Ciao, sono Stephanie, gestisco il canile e facilito gli allevamenti, ha detto, offrendo...

2.3K I più visti

Likes 0

Il pigiama party pt. 1

Prologo Mi chiamo Alex. Avevo 14 anni e 5'10, al momento di questa storia, e vivevo a Londra, in Inghilterra. Sono sempre stato un secchione ed emarginato da quasi tutti i gruppi e le società. Questa storia inizia un venerdì di fine luglio. Era l'anniversario dei miei genitori, quindi sarebbero andati a Cambridge per una settimana. Mia sorella stava con la sua amica Joanna, quindi ho chiesto alla mia amica Bella se potevo stare con lei per una settimana. Stavo quasi sempre con lei quando i miei genitori erano fuori Londra e spesso quando lo erano. Non aveva bisogno di chiedere...

1.7K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.