Il mio piccolo amico rosa

740Report
Il mio piccolo amico rosa

"Il mio piccolo amico rosa"

Due anni fa, per festeggiare il trentesimo compleanno della mia amica Carole, dodici di noi hanno visitato Blackpool per un fine settimana.
Il viaggio è durato tre ore, durante le quali abbiamo bevuto cinque bottiglie di vino, troppa birra e mezza bottiglia di vodka! Anche dire che eravamo allegri sarebbe un eufemismo.
Abbiamo lasciato i nostri bagagli in albergo, ci siamo lavati velocemente e siamo andati in città.
Mentre eravamo nel primo pub, mia sorella Jenny ha deciso che ci servivano dei cappellini da festa, quindi siamo partiti alla ricerca di qualcosa di adatto. Dopo aver girovagato per qualche minuto, abbiamo trovato una bancarella in un negozio sul mare che aveva un sacco di cose da festa. Mentre stavamo provando diversi copricapi, Jenny ha gridato: "Ho bisogno di uno di questi!" e ha iniziato a sventolare un enorme dildo. Avevo visto vibratori solo nelle riviste di mio marito, e questo era molto più realistico. "Dai, facciamoci una risata", annunciò Jenny. "Tutti mi danno una sterlina." Con ciò ha gettato il mostro giocattolo sul bancone, "Non preoccuparti di avvolgerlo", ha detto all'assistente, "Lo prendo così com'è!"
Mentre pagava tutto, non riuscivo a staccare gli occhi dal resto della collezione di giocattoli sessuali, accanto al bancone, e ho deciso che ne avevo bisogno anch'io.
Per le due ore successive Jenny e la sua amica Fiona, a turno, si sono "divertite" con il giocattolo, inseguendo giovani nei bar, facendolo cadere nei loro drink e colpendolo persino in testa a un giovane.
Con il passare della notte, si stancarono di questi giochi, lasciandolo disteso su un tavolo. Quando nessuno stava guardando, l'ho infilato nella mia borsa!
In discoteca, Jenny ci ha chiesto chi aveva il "giocattolo". Ovviamente tutti hanno negato di averlo raccolto!
"Bene, domattina dovremo vedere chi sorride", ha scherzato.
Tutto quello a cui riuscivo a pensare, per le due ore successive, era quando avrei potuto "battezzare" il mio nuovo giocattolo.
Il mio compagno di stanza, Lynn, ha segnato con un giocatore di rugby, di Leeds, ed è tornato al suo hotel, quindi dopotutto dovevo essere solo. Di ritorno al nostro hotel, corsi nella mia stanza e mi spogliai velocemente. Ho tirato fuori il dildo dalla borsa e l'ho tenuto tra le mani, era ancora appiccicoso, dai giochi di Jenny, nel pub, quindi l'ho lavato nel lavandino.
Ero ancora stupito di quanto sembrava e si sentisse reale. Quando ho girato il quadrante, le potenti vibrazioni mi hanno scioccato e l'ho lasciato cadere sul pavimento, dove ha ruotato all'impazzata in un cerchio folle. Ho avuto le risatine, mentre questo cazzo rosa sfrecciava, fuori controllo, ai miei piedi.
Mi sdraio sul letto, davanti allo specchio, sull'armadio, con le gambe divaricate. La mia figa ben rasata gocciolava alla prospettiva di perdere un'altra verginità.

Mentre facevo scorrere il cazzo di plastica su e giù per la fessura del mio quim gonfio e rosa, mi è sembrato più sporco e più sexy di quanto avessi immaginato. Quando ho provato a farlo scivolare dentro, anche se ero molto bagnato, non entrava. Guardandomi intorno, ho notato un po' di crema per il viso e ho immerso l'estremità del pomello. me su, ancora di più. Continuando a guardarmi allo specchio, il dildo ora scivolava dentro molto facilmente. È stato fantastico mentre assaporavo ogni centimetro del mio nuovo amico rosa mentre mi riempiva la figa più di quanto avesse mai fatto mio marito. Amavo l'idea di fottermi e guardare, allo stesso tempo.
Ho aumentato la velocità del mio cazzo e ho iniziato a massaggiarmi il clitoride con l'altra mano. Quando sull'orlo dell'orgasmo, mi sono ricordato della composizione rapida. Fermandomi un attimo, girai rapidamente la manopola. Ci sono volute un paio di spinte per ottenere un ritmo, ma quando l'ho fatto, ho pensato che sarei impazzito. Le vibrazioni mi facevano sobbalzare come un bronco e le mie dita mi stavano quasi strappando il clitoride.

Ho urlato, mentre un orgasmo mi attraversava.
Riuscii in qualche modo a girare la manopola, rallentando le vibrazioni, mentre continuavo a fottermi, lentamente, per qualche altro minuto, finché non ripresi fiato.
Quando ho controllato il mio respiro, sono andato in bagno a fare pipì. La mia figa pulsava ancora, perché ho pisciato a lungo e piacevolmente. Ho lavato di nuovo il cazzo e l'ho asciugato delicatamente. Dopo averlo nascosto, nella mia ventiquattrore, sono andato a dormire.
Durante la colazione le ragazze erano troppo ubriache per ricordare di aver perso il dildo.
La notte del mio ritorno a casa, mi sono rannicchiata con Marc, a letto. Gli ho sussurrato all'orecchio: "Ho una sorpresa per te". Mentre si girava, ho tirato fuori il cazzo di plastica, sorridendo, ha detto: "Spero che sia per te". “Sai cosa voglio, vero”, risposi.
Poi sono scivolato giù dal letto, per baciargli il cazzo; che molto rapidamente prese vita. L'ho preso in bocca, succhiando e leccando, il pomo e l'asta. Marc mi afferrò la caviglia e mi tirò sopra, tenendomi le gambe ben divaricate.
Gli piace guardare le mie parti intime, prima di leccarmi. Mentre inghiottivo il suo cazzo, ha spinto la sua faccia nella mia figa. Gemetti di piacere mentre faceva scorrere la lingua intorno alla mia fessura rasata, accarezzando i lati con le dita, facendole scivolare di tanto in tanto dentro. Mi sono reso conto che stava cercando il dildo e mi sono fatto forza. Con esitazione ha spinto la punta contro il mio buco, e poi l'ha forzata dentro, il dildo sembrava molto più grande delle sue dita. Mentre gli succhiavo avidamente il cazzo, lui ha infilato il cazzo di plastica nella mia figa fradicia, aumentando dolcemente la sua velocità e facendo scorrere la lingua sul mio clitoride. Non riuscivo a fermarmi, ondate dopo ondate di orgasmi scorrevano attraverso il mio corpo. Marc ha quindi iniziato a scuotere i fianchi; Ho allontanato la testa, per vedere getti di sperma schizzare verso di me, atterrare sui miei capelli e sulle mie tette. Marc non era mai arrivato così velocemente, o con tanta forza prima. Dopo aver lavato la sua "roba" dai miei capelli, ci siamo baciati e coccolati prima di andare a dormire.

Quando ne abbiamo l'opportunità, ripetiamo ancora quella sessione notturna, ma, ovviamente, non tutte le volte che vorrei.
Alcune sere, quando Marc lavora e i bambini sono a letto, bevo un bicchiere di vino, faccio un bagno caldo, mi metto un bel paio di mutande, tiro fuori alcune riviste porno di mio marito (che lui pensa siano nascoste), e tira fuori il "mio piccolo amico rosa".
Ci vogliono un paio di storie per farmi andare avanti, accarezzandomi delicatamente, sopra il materiale delle mie mutande, poi facendo scivolare la mano dentro i pantaloni, tirando il mio pube corto, poi aprendo le labbra, per far scivolare le dita dentro.
A seconda di quanto sia sporca la storia, a volte uso solo le dita per masturbarmi, ma se è davvero sporco, e mi piacciono davvero sporche, mi tolgo le mutandine e mi strofino le labbra e il clitoride a piena vibrazione. Ormai di solito devo smettere di leggere, per concentrarmi sul darmi piacere.
Mentre mi scopo, mi piace stringermi le tette, fingendo di essere uno degli amanti della storia. Mi piace molto prendermi il mio tempo, portarmi sull'orlo, più volte, finché non ce la faccio più, poi mi strofino il clitoride con le dita fino a urlare dall'estasi, spingendo il dildo fino in fondo , lasciandomi esausto.


Amore
Amy

Storie simili

La scommessa di Mac e Lisa

Sono Steve McKenzie, praticamente tutti mi chiamano Mac. Possiedo la mia impresa di costruzioni che ha fatto molto bene per me. A 45 anni posso godermi i frutti di 20 duri anni di costruzione di un’impresa. Sono un ragazzo piuttosto grande. Sono alto circa 6'2 260. Ho guadagnato metà della mia statura lavorando nell'edilizia per gran parte della mia vita e l'altra metà gareggiando come uomo forte dilettante. Ma ora che sono il capo e sono un po’ più grande, una buona parte della mia massa deriva dalle bistecche e dalle birre. Ho la testa calva e la barba folta con...

156 I più visti

Likes 0

Il mio sogno di te

Mi ritrovo a nuotare in un lago pieno di nebbia all'improvviso... senza ricordare come ci sono arrivato, in questo luogo di magia e mistero... verdi stelle filanti di muschio e vecchi rami, a scrivere le storie dei loro bellissimi fiori che sbocciano un tempo sul caldo, chiaro acqua. Riesco a sentire l'eco delle dolci onde che lambiscono le rive di una spiaggia lontana da qualche parte in lontananza. La notte è luminosa con stelle radiose e una luna piena luminosa. Nuoto intorno al lago, godendomi il calore e il vapore che avvolge il mio corpo nudo. Galleggio sulla schiena per un...

1.3K I più visti

Likes 0

Usando Sara - Parte 2

Usando Sara parte 2. Dopo aver dormito il meglio che avevo dormito negli anni, mi sono svegliato più eccitato di ieri notte. Non riesco a smettere di pensare a ieri sera. Non riesco nemmeno a credere che mia moglie sia d'accordo. Non solo è andata d'accordo, ma sembra che le piaccia. Ho guardato e ho trovato mia moglie che dormiva ancora. Mi sono intrufolato nel seminterrato per controllare il mio nuovo giocattolo. L'ho trovata ancora legata al tavolo dove l'avevo lasciata, e sveglia. Ha iniziato a supplicare di essere lasciata andare. Povera Sara, non potevo lasciarla andare. Non volevo lasciarla andare...

1K I più visti

Likes 0

William e Ann Ch. 16

Guglielmo e Anna Capitolo 16 La scuola stava ricominciando dalle vacanze invernali quando Natalie disse ad Ann che aveva bisogno di vederla. Ann era ora incinta di 3 mesi e un leggero rigonfiamento era l'unica indicazione che stava partorendo un bambino. Sarebbe stato difficile dire che un bambino stava crescendo dentro di lei, ma nei corridoi della scuola, Ann e William andavano in giro come i tipici innamorati del liceo. Si tenevano per mano, si baciavano furtivamente quando potevano, si rannicchiavano persino nel parcheggio prima e dopo la scuola. È stato carino vedere questo grande ragazzo anziano così infatuato di questa...

552 I più visti

Likes 0

Diari di lavoro

***** Primo estratto del diario: “A seguito della minaccia di una causa per molestie sessuali, la seconda di tali minacce mosse contro di me da due distinti Assistenti personali, le cause in Risorse umane, alla luce delle mie capacità e dei miei risultati, hanno deciso di darmi un'ultima possibilità prima di essere costretti a prendere ulteriori azioni disciplinari. Nel tentativo di ridurre la probabilità di uno scenario ripetuto, hanno deciso di assegnarmi un PA che pensavano, correttamente, non sarebbe stato di mio gusto. Tuttavia, non hanno tenuto conto di quanto sarei stato per i suoi gusti”. ***** Ayesha tamburellava irritata con...

2.1K I più visti

Likes 0

Lezioni apprese_(2)

Entro in classe e mi siedo in mezzo alla classe. La mia ragazza, Lacy, si siede accanto a me. Che succede ragazza? Lei chiede. Ehi! Dico eccitato, forse troppo eccitato. Ok rovesciamento. Versare cosa? Chi è lui? Chi è chi? dico con un sorriso malizioso. Suona il campanello e un uomo entra chiudendosi la porta alle spalle. Salvato dalla campanella. Penso a me stesso. Guardo l'uomo. È alto con i capelli biondi sporchi, gli occhi azzurri e molto bello. Sexy devo dire. Buongiorno lezione. Io sono il signor Miller. Prenderò il posto della signora Wright per il resto dell'anno scolastico. Dice...

1.8K I più visti

Likes 0

MIA MOGLIE E ​​L'UOMO NERO

Mia moglie ed io non siamo mai usciti con nessun'altra razza oltre alla nostra e non ci abbiamo mai pensato. Mia moglie in realtà non sopporta i neri. Lei pensa che siano piuttosto maleducati e disgustosi più o meno allo stesso modo penso. Tuttavia, quando guardo il porno sul satellite e vengo attraverso un ragazzo nero che disossa un pulcino bianco con il suo cazzo enorme mi fermo a guardare a piccolo. Sono stupito di quanto siano grandi alcuni di questi cazzi neri. Un giorno ho visto un nero caldo io e la ragazza abbiamo detto a mia moglie quanto pensavo...

1.5K I più visti

Likes 0

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Coin Operated Girl

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Clock Work Girl Mi chiamo Damien, a questo punto avevo diciassette anni per un totale di dodici ore e finora faceva schifo. Forse diciassette anni fa solo schifo in generale, forse tutti quelli che ci sono stati saranno d'accordo con me. Voglio dire, sei ancora considerato troppo giovane per fare qualcosa di divertente, ma per l'amor del cazzo sei abbastanza vicino che non dovrebbe davvero importare. Dovevo comunque ascoltare i miei genitori (non che lo facessi comunque) non bere, non fumare (cosa che comunque facevo) e andare a scuola, che era quello che stavo facendo...

1.4K I più visti

Likes 0

La mia bestia introduzione

Molte persone possono trovare questo inquietante, ma ho una domanda per loro; L'hai provato? Questa è la mia storia di come sono stato introdotto per la prima volta nel mondo della bestialità. Crescere in una casa con un solo genitore significava che mia madre doveva fare due lavori per mantenere le bollette pagate, il che significava che ero a casa da solo la maggior parte del tempo. Ora non direi che ho vissuto in un brutto quartiere solo che non potresti mai stare attento. Allora, cosa ha ottenuto mia madre per tenere me e la casa al sicuro mentre lei era...

1.1K I più visti

Likes 0

Piccolo Popper.

La scorsa settimana la figlia del mio vicino è venuta a casa mia per vedermi per qualcosa e mi ha visto fare sesso con la mia ragazza a bordo piscina. All'epoca non ne ero a conoscenza, ma è venuta di nuovo per ottenere ciò che voleva dopo che la mia ragazza se n'era andata: stava aspettando che se ne andasse. Abbiamo fatto il bagno magro e abbiamo fatto sesso insieme lì la maggior parte delle volte: io ho 26 anni e la mia ragazza circa un anno più giovane. Holley, la ragazza dall'altra parte della strada, ha 17 anni. Quando è...

739 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.