Wonder Woman e l'anello del potere rosa

900Report
Wonder Woman e l'anello del potere rosa

Sin dalla guerra della luce, Diana non aveva smesso di pensare alla sua esperienza con l'anello rosa. Certo, le dava immensi poteri indicibili e il potere dell'amore era intenso, ma c'era un altro effetto collaterale dell'anello che Diana non si aspettava.

L'anello rosa l'aveva fatta arrapare oltre ogni immaginazione! Non aveva mai provato una tale euforia, ed essere vicina all'orgasmo per ore e ore le stava, francamente, cambiando la vita. Ora si ritrovò a pensare a poco altro. È stato un risveglio per la supereroina altruista che faceva sempre buone azioni per gli altri. L'improvvisa ondata di piacere per la sua libido spesso trascurata era travolgente e una libido amazzonica era già una cosa potente.

Il piano era di scendere nella stanza dei trofei nel quartier generale orbitante della JLA e "prendere in prestito" uno degli anelli rosa in modo che potesse riportarlo nella sua stanza e passare un paio d'ore da sola con esso. Voglio dire, tecnicamente, l'anello ha scelto lei, giusto? Quindi non era nemmeno come rubare. Era suo.

C'erano diversi anelli colorati fissati lungo il muro della sala dei trofei della Justice League. Ognuno ha accanto una leva di rilascio. Ci sono anelli gialli della paura, anelli rossi della rabbia, anelli indaco della compassione, anelli arancioni dell'avarizia e anelli rosa dell'erotismo. Ognuno di loro era stato raccolto dopo che il suo proprietario era caduto in battaglia. La Lega riteneva che questi fossero gli anelli fastidiosi ed è per questo che qui non si tenevano anelli blu o verdi.

Liberando l'anello con la leva di rilascio, Diana ha usato la sua supervelocità per afferrarlo mentre volava in aria, ma al contatto con esso, Diana si è resa conto di non avere più la forza di volontà per resistere al suo seducente ronzio.

Si mette l'anello e si trasforma in un vestito molto più sgualdrino che rivela molto di più ed è di un colore rosa provocatorio ed economico. Potrebbe essere stata imbarazzata da questo prima, ma indossando l'anello ha smesso di preoccuparsi dell'umiltà.

Sentì di nuovo il seno gonfiarsi di latte. Mi sentivo bene. Si sentiva sexy, soda e fertile. Il suo clitoride gonfio pulsava e prima che lei sapesse cosa stava facendo, le sue mani le pizzicarono i capezzoli per renderli duri, liberò ciascuno dei suoi capezzoli amazzonici e immerse le mani nel suo sesso tremante, gemendo e ansimando proprio lì nel mezzo del stanza dei trofei!

Sapendo che non sarebbe stata in grado di tornare ai suoi alloggi inosservata in questo modo, chiude a chiave la porta e poi si arrende completamente ai suoi desideri carnali. Le sue gambe cedono e lei cade in ginocchio. La sua figa era stata gravemente incustodita negli ultimi mesi e l'anello voleva aggiustarla! Anche lei voleva aggiustarlo!

Si passa le mani sui capezzoli gonfi e li tira, stringendo ogni capezzolo, tirandoli finché non sono crudi e doloranti. Tirando da parte il perizoma, affondò le dita dentro di sé. Era così bagnata! Sapeva che in parte era il potere dell'anello e in parte era la sua biologia da amazzone ipersessuale, ma Diana non era mai stata così arrapata da sedersi in una pozzanghera di se stessa come lo era ora. Accendendo il suo anello ha creato un grosso cazzo rosa con l'energia rosa e con il culo in aria e la faccia sul pavimento, desidera mentalmente che entri dentro di lei.

La punta trova il suo ingresso e si infila dentro di lei adattando le sue dimensioni per riempirla al massimo e poi si fotte con esso, scremando. Allarga le braccia e rabbrividisce e geme mentre il suo primo orgasmo davvero grande la colpisce. Ha appena finito prima di iniziare a costruire un altro orgasmo nel profondo dei suoi lombi.

Gocciolando sul pavimento, Diana è grata che nessuno dei suoi colleghi possa vederla ora e che la porta fosse chiusa a chiave. Quell'esibizione carnale era chiaramente al di sotto della dignità di una principessa, eppure eccola che bramava come un cane in calore.

Non importava che la porta fosse chiusa a chiave. Il Capitano Boomerang si era intrufolato prima che Diana arrivasse e si era nascosto quando l'aveva sentita arrivare. Il suo piano era stato quello di riprendersi alcuni dei suoi vecchi Boomerang che sapeva stavano mostrando qui come bottino di guerra. Quando Wonder Woman era entrata, pensava che lei lo avrebbe visto, ma sembrava persa nei suoi pensieri. Quando lei indossò l'anello, il suo potere lo aveva inghiottito e lui guardò i suoi seni gonfiarsi, diventare duri nei suoi collant.

Aveva visto di tutto, masturbandosi in un angolo e la voleva così tanto. Voglio dire, era Wonder Woman! Era l'ultimo simbolo femminile personificato come questa principessa amazzonica che ora si contorceva sul pavimento davanti a lui come una cagna arrapata che si strofina contro tutto.

Forse anche il potere erotico dell'anello rosa lo stava influenzando, ma pochi secondi dopo aver assistito a questa vile esibizione di animalismo, Boomerang aveva le mani sui collant, soffocando il suo pitone in vita. Nessuno gli avrebbe creduto. Ogni cattivo sognava la fica femminile; i Rogues, suo padre voleva un pezzo e aveva l'opportunità di essere lui a colpirlo. La sua pelle amazzonica tesa e senza età luccicava mentre si serviva come una lurida prostituta.

Adesso aveva un piano. Mettendo su una raffica di super velocità, libera tre anelli e si precipita da Diana.

Le mette l'anello arancione al dito accanto a quello rosa. Si mette quelli rosa e rossi su se stesso. Il cambiamento è stato istantaneo. Mentre la luce arancione si riversava su di lei, un desiderio vile la riempì. Voleva di più! Più sperma! L'anello arancione combinato con quello rosa aveva amplificato la sua lussuria. L'avarizia della sua libido in eccesso stava consumando la sua mente mentre si concentrava su una sola cosa.

Boomerang gli aveva tirato fuori il cazzo ed era cresciuto con il potere dell'amore e poi la rabbia rossa era come un potente steroide, pompando sangue nel suo cazzo e rendendolo aggressivo. Il suo cazzo era enorme e arrabbiato ora, caldo come il sangue che scorreva attraverso di rabbia. Faceva quasi male ora e non aveva bisogno di nient'altro che calmare il suo cazzo arrabbiato con la figa bagnata. La montò rapidamente da dietro, approfittando del suo vantaggio.

Ogni supercattivo sogna la cagna meravigliosa e ora l'ha messa in calore! Sembrava che non l'avesse capito subito. Boomerang ha preso alcuni colpi di palle in profondità nella figa amazzonica prima che si rendesse conto di cosa stava succedendo. Era contento di avere il potere degli anelli che migliorava la sua performance. Non pensava di poter resistere a lungo colpendo così la principessa alle spalle altrimenti.

Le sue grandi cosce carnose si increspavano a ogni spinta mentre i suoi muscoli spessi spingevano indietro contro il suo stupratore. Diana fu riempita così all'improvviso e così presto dopo essere stata immersa nella luce affamata dell'avidità, non si accorse della presenza dell'uomo nella stanza fino a quando non fu troppo tardi.

Ma le piaceva il cazzo e ne voleva di più! Ne aveva bisogno, era suo! Era tutto suo! Quando si voltò e vide il figlio di Digger Harkness, Owen Mercer, il suo cazzo enorme, gonfio per l'energia lussuriosa dell'anello rosa, le vene sporgenti lungo l'asta, rosso caldo e arrabbiato per il potere martellante del sangue di quell'anello, era inorridita ma non disposta ad agire quell'orrore... "Boomerang? Oh miei dei!" Era tutto ciò che riusciva a gestire. La sua figa aveva bisogno di questo lavoro.

"Figa amazzone!" Lui sogghignò mentre gettava tutta la sua lunghezza dentro di lei più e più volte.

"Sei disgustoso! Non meriti questo privilegio. Io sono una principessa amazzonica..." Sapeva che quelle parole non significavano quasi nulla adesso.

La corresse, "Sei una troia arrapata a cui piace questo cazzo, cazzo, cazzo!"

Ogni volta che diceva cazzo, le affondava il suo enorme strumento in profondità, sbattendo l'elmo contro la sua cervice. Nemmeno lei lo fermò, si limitò a stringere i denti e aggrottare la faccia per la repulsione.

Era chiaro che gli anelli stavano vincendo. Le è piaciuto. Lo voleva e voleva di più! NO! Non deve cedere all'avidità dell'anello arancione, né alla lussuria dell'anello rosa! Ma era troppo tardi, e lei era consumata dalla sua aura stuzzicante. Desiderava sempre di più questa passione animale, finché non cedette semplicemente ai desideri del suo corpo.

Ha sputato parole vili inadatte a un'amazzone. "Fanculo allora! Dammi quel cazzo! Dammi dammi dammi! Lancia il tuo fulmine come Zeus, mortale! Dimostra il tuo valore! Scopami! Di più! Di più!"

Stava per ottenere il suo, avrebbe sfruttato al massimo questa indegnità e sarebbe venuta di nuovo!

Essendo un coglione misogino, Boomerang era ancora più infuriato per il fatto che Wonder Woman fosse ancora in grado di gestire i suoi migliori sforzi per lavorarla. Anche il suo orgoglio di supercattivo lo ha spinto a voler lasciare il segno su di lei.

Notando qualcosa con la coda dell'occhio, Boomerang sogghignò. "Vuoi qualcosa? Ecco, ti darò qualcosa."

Azionando un altro interruttore sulla parete libera un ultimo squillo. Indossa l'anello bianco della vita e poi non può più trattenersi. Le spreme i grossi meloni, ora quasi il doppio della loro dimensione normale mentre sta per venire. Il latte schizza da ogni capezzolo e Wonder Woman geme di apprezzamento.

"La maggior parte delle volte le armi che lancio mi tornano in mente. Eccone una che puoi tenere!" Afferrò il suo grosso culo amazzone con entrambe le mani e lo tenne stretto e spinse le palle in profondità.

E mentre torrenti di sperma sgorgavano dal suo membro gonfio nella figa di Diana, una voce venne dall'anello bianco dicendo: "Owen Mercer. Stai per creare la vita".

Non c'era modo di fermarlo adesso. L'anello bianco rappresentava la vita e il Capitano Boomerang stava per raggiungere un orgasmo di cinque minuti!

Non era mai venuto così tanto prima. Era sicuro che nessuno l'avesse mai fatto. Il suo sperma era denso e di un bianco perlaceo e continuava a schizzare nella fica di Wonder, ogni carico dieci volte il volume di un uomo normale.

Diana ha capito cosa stava succedendo. La forza vitale bianca avrebbe fatto nascere un bambino dentro di lei con lo sperma di Boomerang e lei avrebbe portato in grembo suo figlio. Questo sporco criminale la stava mettendo incinta, ma ora il suo corpo aveva il pilota automatico e lei si è rivolta contro di lui per scopare ancora più forte, "Voglio un bambino! Dammi un bambino!"

La sborra la riempì fino a quando ogni spinta del suo cazzo le spinse via pozzanghere di sperma e venne sostituita con altra. Il suo sperma era potente ora e Diana immaginava che sarebbe stata fortunata se non avesse due gemelli con tutta la sborra che le nuotava dentro adesso. Ha fatto del suo meglio per venire un'ultima volta ma mentre lo faceva non riusciva più a mettere a fuoco gli occhi. Gli anelli erano forti e mentre uno era intenso, due erano più di quanto potesse sopportare al culmine del suo orgasmo e lei svenne sotto di lui cercando ancora di scopargli avidamente l'ultimo succo di bambino.

Quando si svegliò, era ancora sul pavimento in un'enorme pozzanghera di sperma, ma Capitan Boomerang se n'era andato. Le aveva tolto gli anelli ed era scappato, ma Diana sapeva che il danno era fatto. Nove mesi dopo ha dato alla luce tre gemelli. Ha cercato di mantenerlo segreto, ma dopotutto Bruce era il più grande detective del mondo...

Storie simili

Il viaggio in campeggio_(7)

Mi chiamo Jimmy e ho 11 anni. Ho iniziato ad attraversare la pubertà 3 mesi fa e sono stata estremamente eccitata. Un giorno ho deciso di invitare il mio amico a fare una gita in campeggio nel bosco. Si chiamava Michael e aveva 10 anni e mezzo, aveva i capelli castano scuro ed era molto piccolo. Ha deciso di venire con me per un paio di giorni. Ho portato la tenda e lui ha portato cibo e acqua. Ho portato anche il mio golden retriever. Il campeggio era a circa un miglio di distanza, e lì c'era un lago. Non c'era...

1.7K I più visti

Likes 0

RIMBALZANTE

Karen diede un colpetto sulla spalla a Steffi e le disse che la signorina Peters voleva vederla subito nel suo ufficio. Steffi finì di abbottonarsi la camicetta e chiese: Ha detto quello che voleva? No, replicò Karen mentre si affrettava fuori dallo spogliatoio, non sembrava sconvolta o altro, vuole solo vederti! Cristo, mormorò Steffi, è ora di pranzo e sono trattenuta dopo la lezione di ginnastica, mentre raccoglieva l'asciugamano ei vestiti da palestra e se li infilava nello zaino. Karen ha detto che volevi vedermi, ha osservato Steffi con voce interrogativa dopo aver bussato allo stipite della porta. Sì, Steffi, per...

989 I più visti

Likes 0

Piccolo Popper.

La scorsa settimana la figlia del mio vicino è venuta a casa mia per vedermi per qualcosa e mi ha visto fare sesso con la mia ragazza a bordo piscina. All'epoca non ne ero a conoscenza, ma è venuta di nuovo per ottenere ciò che voleva dopo che la mia ragazza se n'era andata: stava aspettando che se ne andasse. Abbiamo fatto il bagno magro e abbiamo fatto sesso insieme lì la maggior parte delle volte: io ho 26 anni e la mia ragazza circa un anno più giovane. Holley, la ragazza dall'altra parte della strada, ha 17 anni. Quando è...

821 I più visti

Likes 0

Punizione dell'adultera

*** Dichiarazione di non responsabilità: questa storia ha forti temi di non consenso. Non perdono nessuno di questi atti nella vita reale e questa è una fantasia oscura - niente di meno, niente di più.*** Miranda si è svegliata in un grande container lungo circa 8 piedi per 40 piedi. Questo è tutto ciò che sapeva mentre veniva da qualunque cosa l'avesse drogata. Miranda Shaw era una bellissima ragazza di 23 anni. Era alta un metro e novanta, magra quasi al limite della minuta, con lunghi capelli color carbone, occhi castani, pelle pallida e seni perfettamente modellati che non erano né...

868 I più visti

Likes 0

Barbara lancia la sfida, parte 1

Barbara Lewis sedeva al tavolo della cucina nel suo appartamento con un'espressione preoccupata sul viso. Davanti a lei sul tavolo c'erano un mucchio di banconote. Era indietro con i pagamenti, alcuni anche di più di trenta giorni, e aveva bisogno di quasi 1000 dollari per ripagarli tutti. Non aveva la minima idea di come avrebbe realizzato quell’impresa. Bene, c'era un modo, ma non era sicura di poterlo fare. Circa due giorni prima, la sua amica Lena le aveva parlato di questo posto sotterraneo in cui era stata una volta nel quartiere a luci rosse. Si chiamava Il Guanto. La spiegazione di...

355 I più visti

Likes 0

Basta andare in giro

Basta andare in giro Stasera è iniziata proprio come tutte le altre sere. Io e i miei due amici uscivamo a bere e andavamo in giro. Io avevo quattordici anni, il mio amico Jason sedici e Max stava per compiere diciotto anni. Max conosceva un ragazzo che ci comprava birra e whisky senza fare domande. Era il mio turno di comprare, quindi ho dato a Max i due venti che avevo guadagnato falciando i metri la settimana precedente. Max era un ragazzo grosso, probabilmente alto un metro e ottanta o giù di lì e pesava circa centocinquanta chili. Aveva i capelli...

266 I più visti

Likes 0

La troia crepa - II_(0)

Il giorno dopo Laura aveva di nuovo bisogno di un po' di crack. Il suo ragazzo aveva chiamato quella mattina per farle sapere che era legato a Chicago e che non sarebbe tornato a casa per molti altri giorni. Gli aveva detto di tornare a casa il prima possibile perché aveva bisogno di più generi alimentari. Non aveva ancora ammesso la sua abitudine al suo ragazzo perché aveva paura di perderlo se l'avesse scoperto. Tuttavia, non sapeva per quanto ancora avrebbe potuto ingannarlo. Dopo che ha riattaccato, ha chiamato il suo spacciatore per farsi dare un po' di crack. Sai qual...

2K I più visti

Likes 1

Stephanie - Proprio quando le cose si sono girate Pt 5

Pochi giorni dopo il suo allevamento con D, ha chiamato e ha fissato un appuntamento per riportare il suo cane da allevare di nuovo. A causa della sua fitta agenda, Stephanie ha fissato l'orario subito dopo aver chiuso le normali operazioni. Stephanie era eccitata, perché questa sarebbe stata la sua prima volta con una donna. Circa un'ora dopo la sua chiusura ufficiale, qualcuno ha bussato alla porta dell'ufficio. Riuscì a malapena a contenere la sua eccitazione mentre apriva la porta per D, sua moglie e il loro cane. Ciao, sono Stephanie, gestisco il canile e facilito gli allevamenti, ha detto, offrendo...

2.3K I più visti

Likes 0

Il pigiama party pt. 1

Prologo Mi chiamo Alex. Avevo 14 anni e 5'10, al momento di questa storia, e vivevo a Londra, in Inghilterra. Sono sempre stato un secchione ed emarginato da quasi tutti i gruppi e le società. Questa storia inizia un venerdì di fine luglio. Era l'anniversario dei miei genitori, quindi sarebbero andati a Cambridge per una settimana. Mia sorella stava con la sua amica Joanna, quindi ho chiesto alla mia amica Bella se potevo stare con lei per una settimana. Stavo quasi sempre con lei quando i miei genitori erano fuori Londra e spesso quando lo erano. Non aveva bisogno di chiedere...

1.7K I più visti

Likes 0

Il figlio della lussuria Capitolo 19: L'incentivo di formazione impertinente della sorella

Il figlio della lussuria Capitolo diciannove: L'incentivo di addestramento per i cattivi della sorella Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2020 Nota: questa storia è stata commissionata da Ultrasound 7 e mi ha permesso di condividerla con te. Questo può contenere scenari e atti che normalmente non scriverei. Ci sarà un forte tema dello schiavo sessuale/dominazione. Eviterò che questo violi qualsiasi cannone stabilito nel mondo e ho sviluppato la mitologia che guida questa storia. Kurtis - Ankush, Il regno di Naith Avevo due settimane per prepararmi al combattimento. Il giorno dopo, dopo aver dormito bene con le mie donne, mi sono...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.