Ha perso una scommessa con mia madre

906Report
Ha perso una scommessa con mia madre

Storia di Fbailey numero 584


Ha perso una scommessa con mia madre


Ero seduto nella mia camera da letto a giocare al computer quando ho sentito bussare piano alla mia porta. Ho detto: "Entra". Entrò una donna molto attraente che indossava un tailleur con una bella gonna.

Disse: “Ho perso una scommessa con tua madre. Ho bisogno che tu venga dentro di me così posso permettere a tua madre di ispezionarmi e finire questa scommessa.

La guardai mentre si alzava la gonna e si sedeva sul bordo del mio letto. Disse: “Vieni qui giovanotto e facciamola finita il più velocemente possibile. Ho cose da fare."

L'ho guardata mentre sedeva lì a fissarmi. Ho detto: "Ma sono vergine".

Lei ha risposto: “Lo so. Ecco perché tua madre mi ha mandato qui da te. Ora cominciamo.

Ho sorriso e ho detto: “Allora togliti i vestiti. Non ho mai visto una ragazza nuda prima d'ora.

Rabbrividì e disse: “Giovanotto, il tuo inglese è atroce. Non dovresti mai usare la parola non è e io non sono una ragazza, sono una donna adulta, una signora in effetti.

Ho risposto: "E io sono un ragazzo vergine di quattordici anni arrapato che non ha mai visto una donna nuda prima".

Ci ha pensato per un momento e ha detto: “Oh! Va bene, hai vinto.

La guardai mentre mi toglieva la sedia da sotto e mi spostava sul letto per sedermi. Poi si sbottonò e si tolse il cappotto della suite prima di appenderlo ordinatamente sullo schienale della mia sedia. Indossava una camicetta bianca di seta che potevo vedere attraverso. Indossava un reggiseno di pizzo bianco molto sexy. Era molto più bello di quello che indossa mia madre. Si aprì la cerniera della gonna e se la fece scivolare giù per le gambe. Se lo tolse dalle caviglie e lo ripiegò con cura per sdraiarsi sulla mia sedia. Si tolse i tacchi alti e li mise uno accanto all'altro davanti alla mia sedia.

Ho chiesto: "Cos'è quello". Poi le ho indicato la vita.

Lei ha risposto: “È un girovita. Lo indosso per migliorare la mia figura. Gli uomini apprezzano una donna con una figura a clessidra.

Poi si allungò indietro e sganciò una dozzina di piccoli ganci come la mamma ha sul suo reggiseno. Il chincher è stato messo sulla sua gonna e poi ha sganciato il reggiseno da dietro.

Quando l'ha tirato fuori ho praticamente gridato: "Hai le tette piccole".

È arrossita per la prima volta e ha risposto: "Giovanotto, ho il seno piccolo come tutte le donne della mia famiglia".

Ho detto: “Ma il tuo reggiseno è così grande. Non capisco perché.

Lei ha risposto: “I miei seni sono leggermente più piccoli di una coppa A e ho scoperto che una coppa C rende i miei abiti molto più belli. I miei reggiseni imbottiti fanno la differenza.

Quindi si abbassò le mutandine, ne uscì e le mise sugli altri suoi vestiti. Poi si è messa davanti a me nuda. "Va bene, sono nudo, ora possiamo andare avanti?"

Ho chiesto: "Le ragazze non dovrebbero avere i peli sulla fica?"

Di nuovo arrossì e rispose: “Ancora con il no. Sì, le donne hanno i peli pubici. Scelgo di raderlo.

Ho chiesto: "Perché?"

Lei rispose: “Perché ho scoperto che agli uomini piace quella ragazzina, quindi glielo do. Ho anche scoperto che gli uomini danno a una donna sesso orale se non deve sputare peli pubici mentre lo fa.

Ho chiesto: "Cos'è il sesso orale?"

Lei arrossì e disse: "Si sta trasformando in una lezione di anatomia?"

Ho chiesto: "Cos'è una lezione di anatomia?"

Lei rispose: “Va bene, va bene, hai vinto. Parlerò del sesso con te. Qualsiasi cosa per velocizzare tutto questo.

Ha detto: “Il sesso orale è quando un uomo se la prende con una donna. Prima che tu lo chieda, lecca questo. Poi ha indicato la fessura della sua figa.

Ho detto: "Va bene, voglio farlo".

In un certo senso sbuffò, ma salì sul mio letto e si sdraiò nel mezzo. Mi ha posizionato tra le sue gambe e poi mi ha abbassato la testa sul suo inguine. Ha sottolineato il suo tumulo pubico, le sue labbra esterne e interne, la sua vagina e il clitoride. Mi ha detto di leccarle il clitoride se volevo farle sesso orale.

Ha tenuto aperte le labbra della sua figa per me, ho allungato la mano sotto le sue gambe per trattenerla, e poi ho immerso la testa nel suo inguine. Gli ho dato un paio di leccate e ho deciso che mi piaceva. Poi ho iniziato a digrignare i denti lungo quella minuscola sporgenza facendola impazzire. Quando ha allungato la mano verso la mia testa ho pensato che stesse per spingermi via ma invece mi ha tenuto stretto contro il suo inguine. Lei gemette e gemette e poi mi respinse dicendo: “Non posso sopportare altri orgasmi, tre è più di quanto abbia mai avuto prima. In effetti nessun uomo me ne ha mai regalato uno prima d'ora. Spinsi di nuovo la mia faccia nella sua figa e ricominciai a sbattere i denti sulla sua clitoride. È svenuta dopo altri due orgasmi.

Mentre giaceva lì, ricordo di aver sentito gli altri ragazzi parlare di pompini, quindi mi sono avvicinato alla sua faccia e le ho infilato il cazzo in bocca. Non appena il mio cazzo è entrato nella sua bocca bagnata sono esploso. Ha imbavagliato, tossito e gridato: “Piccolo bastardo mi sei venuto in bocca. Doveva entrare nella mia vagina. Ora cosa farò?"

Ho risposto: "Posso venire nella tua fica se anche tu mi vuoi".

Ha detto: “È la mia vagina o la mia figa se devi usare quella parola, ma non è la mia fica. Capisci?" Poi ha pensato a quello che avevo detto e mi ha chiesto: “Puoi eiaculare più di una volta al giorno? Quante volte al giorno puoi farlo?

Ho sorriso e ho detto: “Una dozzina di volte. Sono una quattordicenne molto arrapata.»

Ha sorriso per la prima volta e ha detto: "Non ho mai fatto sesso con un adolescente prima, nemmeno quando ero adolescente".

Ho chiesto: "Quando hai perso la verginità?"

Lei rispose: "Io avevo dodici anni e lui quarantadue".

Ho chiesto: "Era tuo padre?"

Ha detto: “No, è stato l'uomo che ha riparato la nostra lavatrice. Mia madre non aveva i soldi per pagarlo e si è offerta di farsi scopare da lui. Mia madre era una donna rozza. Invece mi voleva e mi ha preso. Stava pensando e poi ha aggiunto: "È venuto qui per sistemare cose che non erano nemmeno rotte solo per poter fare sesso con me". Rifletté su ciò che aveva detto e chiese: “Possiamo tornare al lavoro? Ho bisogno del tuo sperma nella mia figa. Allora tua madre mi tasterà, troverà il casino lì dentro e accetterà che ho rispettato la mia parte dell'accordo.

Ho detto: “Non così in fretta. Voglio saperne di più e voglio venire dentro di te più di una volta.

Lei arrossì e disse: “Va bene. Questo anello attorno al mio capezzolo si chiama areola. Se mi succhi il capezzolo bagnando la mia areola, allora puoi soffiarci sopra e si incresperà. Se riesci a raggiungere la mia figa abbastanza lontano puoi trovare il mio punto G. Questo farà impazzire una donna.

Ho chiesto: "Ancora più di quello che ho fatto al tuo clitoride?"

Lei arrossì e disse: "Forse dovremmo provarci". Ha trovato del lubrificante nella borsetta e mi ha unto la mano e la sua vagina. Con un po' di sforzo ho messo la mia mano dentro di lei e ho usato le nocche per strofinare l'interno del suo tumulo pubico. È impazzita e non c'era assolutamente niente che potesse fare neanche lei al riguardo. Non riusciva a tirarmi fuori la mano oa spingerla ancora di più. Si è dimenata sul mio letto cercando disperatamente di rimuoverlo da dentro di lei, ma senza successo. L'ho strofinata attraverso otto orgasmi finché non è riuscita a muovere un altro muscolo. L'avevo prosciugata di tutta la sua energia. Abbiamo fatto un pisolino con la mia mano ancora dentro di lei.

La mamma è arrivata un'ora dopo e ci ha scosso per svegliarci. La mamma ha chiesto: "Voi due avete già finito?"

La signora rispose: “No! Non mi è ancora venuto nella figa.

La mamma ha detto: “Va bene. In tal caso preparo qualcosa per la cena e tu sei il benvenuto a passare la notte nel suo letto.

La donna chiese: "Ci vorrà tutta la notte?"

La mamma ha risposto: “Se assomiglia a suo padre… allora sì. Diavolo, potrei trovare sei o sette carichi del suo sperma in te per allora. Ricorda... non pulire, ho bisogno di toccarti prima."

Quando la mamma se n'è andata ho ricominciato a massaggiarle il punto G. Quella volta ero molto più gentile. Poi ho chiesto: "Che scommessa hai perso?"

La donna rise e disse: “Da circa un anno io e tua madre scommettiamo su chi riuscirà a vendere più case in un mese. Vinco sempre io e tua madre deve farsi scopare dai miei clienti. Questo mese ho perso e ti ho preso.

Ho chiesto: "Allora quanti clienti ha scopato mia madre nell'ultimo anno?"

La donna rispose: "Finalmente conta... trentasette".

Ho chiesto: "Dove e come?"

La donna disse: “Beh, dato che sono il suo capo, ho un ufficio privato. Si spoglia e io faccio entrare il cliente.

Ho detto: "L'hai fatta spogliare ma hai resistito a spogliarti per me".

Lei arrossì e disse: “Ma tua madre non sono io. È abituata a essere nuda e scopare estranei.

Ho detto: "Solo perché glielo hai fatto fare".

Lei mi ha guardato e ha risposto: “Ascolta giovanotto, tua madre è appena sopra l'essere una puttana. Amava ogni cazzo che entrava nella sua fica.

Non potevo credere che questa donna sofisticata si fosse abbassata al mio livello. Poteva giurare con i migliori di loro.

Ho fatto rotolare le nocche nella sua figa e ho detto: "Voglio scoparti il ​​culo dopo".

Lei arrossì e rispose: “Va bene se devi. Almeno il tuo cazzo è relativamente piccolo. Il mio riparatore di lavatrici no. Lo ha fatto solo una volta però. Mia madre non avrebbe permesso che me lo facesse di nuovo. Così ha iniziato a incularla. Dopo di che abbiamo un nuovo riparatore.

Ho passato l'intera notte a scoparmela. L'ho infilato nel suo culo, nella sua figa e nella sua bocca. Quando venne il mattino, la mamma entrò nella mia stanza e raggiunse sotto le coperte. Ha infilato tre dita nella figa del suo capo ed è uscita con una mano sciatta. La mamma ha detto: “Va bene, la tua scommessa è pagata. Puoi andartene quando vuoi anche tu.

La donna ha chiesto: “E se non volessi andarmene? E se volessi dormire con tuo figlio ogni notte? È proprio un giovanotto.

La mamma ha detto: “Sì, lo è. Ok, puoi trasferirti da noi, ma io voglio comunque scopare i tuoi clienti oltre che i miei.»

Ho chiesto: "Mamma, ti sei fottuto anche i tuoi stessi clienti?"

La mamma ha sorriso e ha detto: "Sì, l'ho fatto e non hanno nemmeno dovuto comprare una casa per farlo".

Ho chiesto: "Allora quanti uomini hai scopato nell'ultimo anno?"

La mamma rise e disse: "Cosa ti fa pensare che fossero tutti uomini?"

Ho guardato mentre la mamma tirava giù le coperte, si infilava tra le gambe del suo capo e fissava il mio pasticcio.

Ho pensato di scopare mia madre, ma ho deciso che avevo già le mani occupate con una donna.


Fine
Ha perso una scommessa con mia madre
584

Storie simili

La scommessa di Mac e Lisa

Sono Steve McKenzie, praticamente tutti mi chiamano Mac. Possiedo la mia impresa di costruzioni che ha fatto molto bene per me. A 45 anni posso godermi i frutti di 20 duri anni di costruzione di un’impresa. Sono un ragazzo piuttosto grande. Sono alto circa 6'2 260. Ho guadagnato metà della mia statura lavorando nell'edilizia per gran parte della mia vita e l'altra metà gareggiando come uomo forte dilettante. Ma ora che sono il capo e sono un po’ più grande, una buona parte della mia massa deriva dalle bistecche e dalle birre. Ho la testa calva e la barba folta con...

156 I più visti

Likes 0

Diari di lavoro

***** Primo estratto del diario: “A seguito della minaccia di una causa per molestie sessuali, la seconda di tali minacce mosse contro di me da due distinti Assistenti personali, le cause in Risorse umane, alla luce delle mie capacità e dei miei risultati, hanno deciso di darmi un'ultima possibilità prima di essere costretti a prendere ulteriori azioni disciplinari. Nel tentativo di ridurre la probabilità di uno scenario ripetuto, hanno deciso di assegnarmi un PA che pensavano, correttamente, non sarebbe stato di mio gusto. Tuttavia, non hanno tenuto conto di quanto sarei stato per i suoi gusti”. ***** Ayesha tamburellava irritata con...

2.1K I più visti

Likes 0

Lezioni apprese_(2)

Entro in classe e mi siedo in mezzo alla classe. La mia ragazza, Lacy, si siede accanto a me. Che succede ragazza? Lei chiede. Ehi! Dico eccitato, forse troppo eccitato. Ok rovesciamento. Versare cosa? Chi è lui? Chi è chi? dico con un sorriso malizioso. Suona il campanello e un uomo entra chiudendosi la porta alle spalle. Salvato dalla campanella. Penso a me stesso. Guardo l'uomo. È alto con i capelli biondi sporchi, gli occhi azzurri e molto bello. Sexy devo dire. Buongiorno lezione. Io sono il signor Miller. Prenderò il posto della signora Wright per il resto dell'anno scolastico. Dice...

1.8K I più visti

Likes 0

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Coin Operated Girl

Io sono il burattinaio Capitolo uno: Clock Work Girl Mi chiamo Damien, a questo punto avevo diciassette anni per un totale di dodici ore e finora faceva schifo. Forse diciassette anni fa solo schifo in generale, forse tutti quelli che ci sono stati saranno d'accordo con me. Voglio dire, sei ancora considerato troppo giovane per fare qualcosa di divertente, ma per l'amor del cazzo sei abbastanza vicino che non dovrebbe davvero importare. Dovevo comunque ascoltare i miei genitori (non che lo facessi comunque) non bere, non fumare (cosa che comunque facevo) e andare a scuola, che era quello che stavo facendo...

1.4K I più visti

Likes 0

Il mio sogno di te

Mi ritrovo a nuotare in un lago pieno di nebbia all'improvviso... senza ricordare come ci sono arrivato, in questo luogo di magia e mistero... verdi stelle filanti di muschio e vecchi rami, a scrivere le storie dei loro bellissimi fiori che sbocciano un tempo sul caldo, chiaro acqua. Riesco a sentire l'eco delle dolci onde che lambiscono le rive di una spiaggia lontana da qualche parte in lontananza. La notte è luminosa con stelle radiose e una luna piena luminosa. Nuoto intorno al lago, godendomi il calore e il vapore che avvolge il mio corpo nudo. Galleggio sulla schiena per un...

1.3K I più visti

Likes 0

Usando Sara - Parte 2

Usando Sara parte 2. Dopo aver dormito il meglio che avevo dormito negli anni, mi sono svegliato più eccitato di ieri notte. Non riesco a smettere di pensare a ieri sera. Non riesco nemmeno a credere che mia moglie sia d'accordo. Non solo è andata d'accordo, ma sembra che le piaccia. Ho guardato e ho trovato mia moglie che dormiva ancora. Mi sono intrufolato nel seminterrato per controllare il mio nuovo giocattolo. L'ho trovata ancora legata al tavolo dove l'avevo lasciata, e sveglia. Ha iniziato a supplicare di essere lasciata andare. Povera Sara, non potevo lasciarla andare. Non volevo lasciarla andare...

1K I più visti

Likes 0

Piccolo Popper.

La scorsa settimana la figlia del mio vicino è venuta a casa mia per vedermi per qualcosa e mi ha visto fare sesso con la mia ragazza a bordo piscina. All'epoca non ne ero a conoscenza, ma è venuta di nuovo per ottenere ciò che voleva dopo che la mia ragazza se n'era andata: stava aspettando che se ne andasse. Abbiamo fatto il bagno magro e abbiamo fatto sesso insieme lì la maggior parte delle volte: io ho 26 anni e la mia ragazza circa un anno più giovane. Holley, la ragazza dall'altra parte della strada, ha 17 anni. Quando è...

739 I più visti

Likes 0

La piscina - parte 1 - La trappola

Di Patryxk B. Mi sono appena trasferito in questo grande condominio. Ci sono 6 piani e 20 appartamenti per piano. Il prezzo è un po' alto perché all'interno c'è una grande piscina interna. Pertanto, chiunque può nuotare in qualsiasi giorno dell'anno tra le 7:00 e le 22:00. Anche se avevo circa trentacinque anni, non ero un bravo nuotatore e odio nuotare da solo. Quindi non è stato un fattore importante quando mi sono trasferito qui. Ogni giorno o giù di lì, ci passavo accanto e guardavo se le persone usavano la piscina. Non mi piaceva se c'erano troppi estranei nella stessa...

360 I più visti

Likes 0

DOPPIA TESTA

Non mi facevo succhiare da un uomo da settimane e il pensiero di altre tre persone che guardavano un altro uomo mi succhiava, poi scopare una donna più anziana mentre loro guardavano sembrava eccitante - non è questo il sesso - eccitazione e piacere? Abbiamo concordato i termini e le condizioni e ho sottolineato l'assenza di penetrazione maschile nel mio corpo. Ero nella tarda adolescenza quando mi sono reso conto per la prima volta di avere un cazzo molto più grande di altri ragazzi della mia età. Ho preso molte costole bonarie su di esso quando mi cambiavo mentre praticavo vari...

1.9K I più visti

Likes 0

La mia bestia introduzione

Molte persone possono trovare questo inquietante, ma ho una domanda per loro; L'hai provato? Questa è la mia storia di come sono stato introdotto per la prima volta nel mondo della bestialità. Crescere in una casa con un solo genitore significava che mia madre doveva fare due lavori per mantenere le bollette pagate, il che significava che ero a casa da solo la maggior parte del tempo. Ora non direi che ho vissuto in un brutto quartiere solo che non potresti mai stare attento. Allora, cosa ha ottenuto mia madre per tenere me e la casa al sicuro mentre lei era...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.