Sesso e fumo con una prostituta e sua figlia

104Report
Sesso e fumo con una prostituta e sua figlia

Ha detto che si chiamava Karen, ma sapevo che tutti avevano due o tre nomi a Crack Town. Era una ragazza di colore magra, era difficile dire la sua età, ma immaginavo che avesse poco più di vent'anni. Indossava pantaloncini un po' troppo stretti per il suo culo sodo e una felpa tagliata che quasi nascondeva un paio di tette paffute.

Avevo circa un paio di centinaia di dollari su di me, per comprare del crack. Non era sesso che ero
dopo tanto quanto era la roccia. Mi è sempre piaciuto avere una ragazza con me quando fumavo. Ci siamo messi insieme con una palla da otto e siamo andati in un appartamento che ha detto essere suo. Prima di aprire la porta del posto, mi ha detto che dovevamo stare zitti, che aveva la sua sorellina che viveva lì. Mi andava bene, volevo solo sballarmi comunque, non immaginavo di parlare troppo. Il posto era OK, un divano dall'aspetto cencioso e un tavolino da cucina con due sedie non corrispondenti, in stile primo negozio dell'usato.

Ci siamo seduti uno accanto all'altro al tavolo, e ho rotto alcuni pezzi della mia 8-ball e li ho posizionati sul tavolo, mettendo in buca il resto. Mi sono messo tranquillamente a fumare un po' di crack - affettare un buon pezzo, sistemarlo sul ragazzo delle faccende, scioglierlo con l'accendino. Ho acceso l'accendino e l'ho portato fino all'estremità del tubo di vetro. Ho tirato delicatamente il tubo, quindi la fiamma ha appena toccato l'estremità del tubo. Potevo vedere il crack sciolto diventare liquido, poi trasformarsi in un denso fumo bianco mentre lo risucchiavo. Ho continuato a inspirare finché i miei polmoni non erano pieni, poi ho iniziato a espirare delicatamente attraverso il naso. Mi ha colpito come un treno merci, come succede sempre la prima volta dopo che sei stato pulito per un po'. Espiravo e volavo alto. Ho messo un altro pezzo e le ho passato la pipa. Mentre lei lo accendeva e inspirava avidamente, io le tirai su la parte superiore ed esponei i suoi seni, cullandoli e soppesandoli a turno, poi stringendo i capezzoli. Mi sono preparato un altro tiro, l'ho fumato, poi le ho passato la pipa mentre mi sdraiavo di lato sulle sue ginocchia e le succhiavo uno dei capezzoli. È diventato sempre più lungo nella mia bocca mentre allattavo delicatamente. Abbiamo passato la pipa avanti e indietro, accendendo e fumando la roccia. Questo era un buon rock. L'ho fatta spogliare nuda e ho lavorato la sua figa con le dita mentre le succhiavo i capezzoli. Abbiamo parlato tranquillamente di tutto e di niente. Stava per rimettersi in sesto e trovare un lavoro, io mi sarei trasferito fuori da questa città per sempre. Lei lavorava in un ufficio, io avevo la mia impresa edile. Le piaceva il rituale del fumo di crack, mi piaceva farmi succhiare il cazzo mentre prendevo un tiro.

Perdi la cognizione del tempo fumando quella merda. Alla fine gli ultimi pezzi di ciò che avevo messo fuori erano seduti sul tavolo. Le ho chiesto se voleva succhiarmi il cazzo mentre facevo un colpo. Lei non rispose ma si alzò dalla sedia e si inginocchiò davanti a me. Immagino che pensasse di dovermi un pompino dato che erano i miei soldi a pagare tutto ciò che fumavamo. Ha iniziato con il mio cazzo, portandolo a un'erezione di buone dimensioni in pochissimo tempo. Le sue labbra lisce e grasse scivolarono su e giù per la mia asta mentre le sue mani mi accarezzavano le palle. Ho preso il tubo di vetro e ci ho messo sopra un grosso pezzo. La sua bocca stava portando l'effetto desiderato e potevo sentire lo sperma che mi sgorgava nelle palle mentre prendeva il mio cazzo duro in gola. Ho acceso la pipa e ho fatto una boccata profonda.

L'euforia mi colpì quando il mio cazzo iniziò a sgorgare gocce appiccicose di sperma nella bocca della ragazza e in gola. Ho sparato il mio carico a scatti caldi e mi sono sistemato di nuovo sulla sedia, il mio corpo tremava mentre mi dava le sue ultime leccate al mio cazzo. Ingoiò tutto e, asciugandosi la bocca con la spalla della camicia, si sedette e si preparò un altro colpo. Dopo aver fumato tutto sul tavolo, le ho chiesto se sarebbe andato tutto bene se mi fossi schiantato sul suo divano per un po'. Ha detto che sarebbe andata a cercare un po' di droga in più, ma se volevo potevo restare.

Uscì dalla porta e io mi sistemai sul divano in posizione semi-fetale. Non ho nemmeno provato a dormire, comunque non sarebbe servito a niente con tutta la cocaina nel mio organismo. Avevo ancora circa metà della palla 8 rimasta in tasca, la mia scorta segreta che non volevo condividere. Ho deciso di lasciarlo lì per un po', sapendo che l'avrei voluto più tardi. io
supponiamo che lei avesse nascosto un pezzo o due su di lei ed era per questo che se n'è andata così in fretta.

Mi sono sistemato per rilassarmi sul divano e ho acceso la TV. Minuti o ore dopo, ho sentito una porta aprirsi. Guardai la porta da cui ero entrata ma era chiusa. La voce di una ragazza parlò, chiedendomi chi fossi e cosa diavolo stessi facendo lì. Mi voltai e vidi una bella ragazza nera dalla pelle chiara, di circa 14 o 15 anni, in piedi sulla soglia di quella che doveva essere la camera da letto. Dissi che ero un'amica di sua sorella e che era appena uscita per un momento. Ha detto che non era sua sorella, era sua madre. Guardò il tavolo dove c'erano tutte le prove di ciò che stavamo facendo. Quando si è avvicinata al tavolo, ho avuto una visione completa del suo corpo. Era giovane e dall'aspetto atletico, i suoi seni sporgevano come punti da sotto la maglietta oversize che le cadeva quasi a metà coscia e pendeva da una spalla. I suoi capelli neri e ricci erano raccolti in trecce strette che le cadevano solo sulla nuca.

Prese la pipa di vetro dal tavolo e mi chiese se avevo qualcosa da metterci dentro. Non ho risposto subito e lei si è avvicinata al divano. I suoi grandi occhi scuri guardarono nei miei mentre faceva scivolare la sua mano morbida lungo la mia guancia. Stavo diventando duro di nuovo solo a guardarla in faccia. Ho cominciato a frugare in tasca ma lei mi ha fermato e mi ha detto che l'avrebbe scoperto da sola. Fece scivolare la mano sul davanti dei miei jeans e cercò le rocce. La sua mano mi sfiorò il cazzo in un modo così ovvio ma ancora innocente proveniente da una ragazza così giovane.

Lei sorrise e mi prese la mano, conducendomi al tavolo dove si trovava ancora la pipa, raffreddata solo di recente dal suo precedente utilizzo. Tirai fuori dalla tasca tre grossi pezzi e li posai sul tavolo. Mi ha fatto sedere su una sedia e poi si è messa in grembo a me, i suoi piccoli seni a pochi centimetri dalla mia bocca. Mi ha chiesto se potevamo fare un patto. Ha detto che a sua madre non piaceva che fumasse crack, ma se glielo avessi permesso, avrebbe fatto qualsiasi cosa per me. Ha mosso il culo sul mio inguine e sapevo che poteva sentire quanto fossi duro.

L'ho tagliata via da un pezzo di roccia e l'ho messo nel tubo per lei. Prese la pipa e l'accendino e se lo portò alla bocca. Ho fatto scivolare la mano sotto la grande maglietta che indossava e ho sentito i suoi piccoli seni sodi, pizzicando i capezzoli finché non si sono induriti. Le ho accarezzato la pancia piatta mentre si illuminava e ho spostato la mia mano nelle sue mutandine mentre inspirava. Aspirò profondamente e lo trattenne, guardandomi in faccia e indicandomi la bocca. Aprii la bocca e lei posò le sue labbra aperte sulle mie, espirando il dolce fumo acre nei miei polmoni mentre inspiravo. Il mio dito trovò la sua fessura dai capelli chiari e si sfregò sull'umidità che si formava lì, lei allargò leggermente le cosce, consentendo alle mie dita un migliore accesso.

La sua lingua sfrecciò contro il mio labbro inferiore mentre allontanava la bocca, e sorrise mentre i suoi occhi si rabbuiavano per l'euforia del fumo. L'ho alzata in piedi e le ho tirato le mutandine in piedi, allo stesso tempo si è tirata la maglietta sopra la testa, rivelandomi il suo corpo. I suoi piccoli capezzoli scuri cavalcavano in alto sulle sue tette e una piccola macchia di peli pubici neri e profondi le copriva la figa calda. Ho lasciato cadere i pantaloni fino alle caviglie e ho rilasciato il mio cazzo, che era ancora una volta duro come una roccia. Mi sono seduto sulla sedia e lei si è messa a cavalcioni su di me, mettendo in bilico la sua piccola presa sulla punta del mio cazzo.

Con una mano mi preparai un colpo mentre l'altra guidava i suoi fianchi mentre si abbassava lentamente sulla mia asta. All'inizio non poteva entrare molto. Ha dovuto alzarsi e poi sprofondare alcune volte prima che il mio cazzo fosse seppellito in profondità nella sua figa. Ho portato la pipa alla bocca mentre si alzava di nuovo e si illuminò mentre si sprofondava di nuovo. La sensazione della sua figa che scivola sul mio cazzo unita alla corsa del rock ha creato molto di più
effetto intenso di quello che la bocca di sua madre era stata in grado di produrre. Mi rilassai contro la sedia, quasi immobilizzato dalle sensazioni. Si è girata in modo da essere di fronte al tavolo, tenendo ancora il mio cazzo sepolto nella sua presa. Quando si è chinata per preparare un altro colpo, ho potuto vedere il suo culo allargarsi, il suo piccolo occhio marrone increspato che mi strizzava l'occhio. Ho spinto un pollice nel suo buco del culo mentre prendeva il tubo. Si alzò, tirandosi quasi del tutto fuori dal mio cazzo, poi si portò la pipa alle labbra. Si accese, inspirò profondamente e sprofondò di nuovo. Quando ha espirato, ho preso la pipa, l'ho inserita
un pezzo grosso e fondere la roccia nel carbone. Inspirando lentamente, il denso fumo bianco mi riempì i polmoni.

Ci siamo alzati e ci siamo avvicinati al divano. Volevo assaggiare la sua piccola figa prima che sua madre tornasse a casa. Si sdraiò sul divano, allargando le gambe in modo che un piede fosse sul pavimento e l'altro fosse appeso al bracciolo del divano. Ho recuperato la pipa, poi sono scivolato in posizione e ho portato la mia faccia verso il suo dolce piccolo strappo. Ho messo un grosso pezzo di crepa sul carbone e l'ho messo sopra l'accendino, guardandolo sciogliersi. Poi le ho messo la pipa in bocca e le ho tenuto l'accendino mentre prendeva un bel colpo. Ha inalato profondamente, poi quando ha cominciato a librarsi, si è chinata in avanti e ci siamo baciati ed ha esalato un flusso di fumo denso nei miei polmoni. La sua lingua ha sondato la mia bocca. Le mie orecchie suonavano mentre mi chinavo verso di lei e le tenevo la figa aperta. Ho inserito la mia lingua e ho potuto assaporare i suoi succhi dolci. Alla fine ho espirato e ho iniziato a far scorrere la mia lingua sul suo clitoride, quindi a infilarlo nel suo buco. Succhi di frutta freschi scorrevano dal profondo della sua fica. Oltre a farti succhiare il cazzo mentre fumi, se c'è qualcosa di meglio che mangiare una giovane figa mentre fai crack, non so cosa sia. Mentre infilavo la lingua nella sua figa, ha caricato un altro grosso pezzo di roccia bianca sull'estremità del tubo e l'ha sciolto. Tenne la pipa verso di me e l'accese mentre io aspiravo avidamente, ottenendo un'enorme raffica di crack nei miei polmoni. Mentre mi precipitavo, infilai la lingua ancora e ancora in profondità nella sua figa. Palmo verso l'alto, ho inserito due dita dentro di lei, spingendo con forza contro il suo punto g, con la mia lingua che continuava a lavorare sul suo clitoride. Lei gemette e iniziò a sborrare, e mentre allontanavo la mia mano, schizzava i suoi succhi per un piede in aria; Ho bevuto tutto quello che potevo prendere del suo dolce nettare.

Finalmente non potevo più aspettare. Ho dovuto scopare la sua figa volenterosa. L'ho condotta di nuovo al tavolo e l'ho piegata in modo che il suo culo si sollevasse in aria e la sua figa si aprisse in modo invitante. Usando un'asta di metallo, ho spinto la pipa per consolidare il caviale appiccicoso marrone che ricopriva l'interno della pipa sul carbone, quindi l'ho acceso, inalando avidamente il denso fumo bianco. Era più forte di qualsiasi cosa avessi fumato quel giorno, e ho iniziato a correre mentre mettevo il mio cazzo gonfio contro la sua piccola fessura bagnata. Mentre mi alzavo, mi spinsi dentro di lei, più lontano che potevo, e iniziai a spingere il mio cazzo dentro di lei forte e veloce, il mio ventre emetteva rumori di schiaffi sulle guance del suo culo. Girò la testa in modo che la sua guancia fosse piatta sul tavolo, i suoi occhi vitrei mi guardarono. Potevo vedere una piccola goccia di saliva fuoriuscire dalla sua bocca aperta mentre la sbattevo contro. Mi sono fermato per sistemare un'altra pipa, ho preso un bel tiro, poi mi sono chinato su di lei e ho respirato il fumo ricco nei suoi polmoni. Non potevo resistere a lungo, avevo bisogno di sborrare e potevo anche sentire l'inizio tremante del suo stesso orgasmo. Ho iniziato a sparare il mio carico mentre il fumo mi mandava in euforia. Ho pompato dentro e fuori, eiaculare enormi mazzette di sperma nella sua giovane figa liscia. Ha emesso un forte "Ooh" e ha detto: "Sto venendo, sto venendo, Ooh, adoro sentire il tuo cazzo che mi spara nella figa". Rabbrividì una, due volte, poi tornò. Quando ho finito di sparare il mio carico nella sua figa stretta da adolescente, sono crollato sulla sua schiena mentre giocava con la testa liscia del mio cazzo contro la sua figa morbida. L'ho sentita rabbrividire di nuovo, poi il suo corpo si è rilassato sotto il mio e sono crollato sulla sua schiena.

Storie simili

La mia cugina preferita, la mia troia preferita - Pt. 2

La mattina dopo mi sono svegliato e ho trovato la stanza vuota, Erin si era svegliata e se n'era andata prima di me. Era metà mattina e ho pensato che mi sarei vestito e sarei andato a casa. Ero preoccupato per come si sentiva Erin la scorsa notte e come avremmo cercato di mantenere la nostra conversazione normale dopo quello che era successo. Sapevo di essermi goduto tutto la notte scorsa, infatti, finché non è successo, non mi rendevo conto di quanto desiderassi mio cugino minorenne, per quanto terribile sia in realtà. Lei voleva me e io volevo lei e ieri...

594 I più visti

Likes 0

Ballo lento_(0)

Una volta nella vita, ti imbatti in un partner molto potente e forte, uno che può spazzarti via in un batter d'occhio... uno che promette di essere il massimo amante memorabile che tu abbia mai avuto. Molte persone cercano invano di trovare un tale amore - il mio è entrato nel mio ufficio un giorno. Ero seduto alla mia scrivania, lavorando sodo... e mi è capitato di alzare lo sguardo per vedere il l'uomo dei miei sogni che aspetta fuori dall'ufficio del mio capo. L'aura di potere che irradiato da quest'uomo è stato sufficiente per farmi smettere di lavorare sull'urgenza progetto...

475 I più visti

Likes 0

Heather e Ava si trasferiscono

È tardi quando vengo a varcare la soglia. Heather tiene il braccio intorno alla vita di sua figlia Ava. Sono in piedi nell'atrio vestiti solo con una delle mie camicie. Ava è una bellissima giovane donna proprio come sua madre Heather. Ti siamo mancati? Heather mi dice con un sorriso d'intesa. Puoi scommetterci, dico incontrandoli a metà strada. Heather alza le labbra per un bacio, che ho incontrato. Ava inizia a baciare il collo di Heather. Le mani di Ava scivolano tra di noi, una mi accarezza mentre l'altra strofina la figa di Heather sotto la sua maglietta. Li accarezzo entrambi...

755 I più visti

Likes 0

Attrice e io (Pt 3 Viaggio a ovest)

Ho guardato l'aereo taxi per la pista e decollare. Me ne andai e tornai a casa con le lacrime agli occhi perché già mi mancava. Ho girato per il cottage in motorino per il resto della giornata. Più tardi quella notte chiama per dire che è arrivata a casa sana e salva. Abbiamo chiacchierato per un'ora sul suo soggiorno di 2 settimane qui. Dopo che ha riattaccato, mi sono sentito un po' meglio e sono andato a letto. L'estate dell'82 è passata rapidamente all'autunno e abbiamo parlato numerose volte di quando sarei venuto a farle visita a ovest. Ho continuato a...

632 I più visti

Likes 0

Chat erotica

Ragazza: Prometto che tornerò quando potrò e che la chat potrebbe non essere oggi. Awe ho bisogno di dormire i miei genitori vengono oggi e passano la notte.. E so che non sei lì, quindi ti scriverò una piccola cosa visiva che voglio fare sesso mattutino ma il mio partner sta dormendo. Partner sei tu;) Uomo: Il mio cazzo è duro adesso piccola... Continua [b]girl: Siamo solo a letto e io sono nuda dalla sera prima. Hai i boxer. Mi sveglio e mi guardo di spalle, quindi mi accoccolo bene e mi chiudo e ti tengo stretto. Mi chino e inizio...

618 I più visti

Likes 0

Cedere a mia sorella: Parte 1

È da un po' che leggo storie qui, ma ho deciso di postarne una mia. Fammi sapere cosa ne pensi. il feedback decide se esiste anche una seconda parte. Beh, prima di tutto mi chiamo Jake. Ho 18 anni e ho i capelli castani con gli occhi marroni. Sono alto 6 piedi con una corporatura muscolosa. Ho un cazzo rispettabile da 7 pollici. Attualmente sono single, io e la mia ragazza ci siamo appena lasciati. Mi tradiva con un altro ragazzo. Bene, comunque, è così che sono finito dove sono ora. Vedi, ho una sorella gemella, è nata prima di me...

525 I più visti

Likes 0

Schiavo delle Amazzoni

Farsi catturare fa schifo. Tende a coinvolgere cose come pisciarti per il terrore, mentre le terrificanti Amazzoni tengono le loro lance mortalmente ferme sul tuo pomo d'Adamo, lasciandoti troppo spaventato da ingoiare. Essere fatto prigioniero fa schifo. Implica infinite marce ammanettate e crudeli frustate ogni volta che inciampi o vacilli. Essere venduti come schiavi fa schifo. Si tratta di stare nudi sotto il sole cocente, mentre le Amazzoni borbottano e si scherzano a vicenda su di te, mentre la tua gola si secca e un sottile strato di polvere ti addolcisce. L'inizio di essere uno schiavo non è stato così male...

579 I più visti

Likes 0

Lussuria parte 2

Parte 2 Mentre tornavo a casa dalla palestra ho potuto notare l'umidità che usciva dalla mia figa. Ero davvero emozionato perché finalmente cose del genere non mi sembravano più così sbagliate. Sapere che mio marito stava approvando tutto ciò che stavo facendo, è stata una grande svolta per me. Quando sono tornato a casa non c'era nessuno. Sono andato di sopra, sono salito sul letto e ho guardato i due video che avevo nel telefono. Entrambi erano estremamente espliciti e mi hanno fatto così eccitare che ho dovuto prendere il mio vibratore e masturbarmi proprio lì. Quando mio marito è tornato...

957 I più visti

Likes 0

Una notte fuori dalle streghe

“I demoni vorticano e gli spiriti vorticano. Cantano le loro canzoni ad Halloween. Vieni a divertirti, gridano. Ma non vogliamo andarci, quindi corriamo con tutte le nostre forze E oh, stasera non entreremo nella casa stregata -Jack Prelutsky, La casa stregata *** Quello che succedeva in quella città la notte di Halloween era segreto e ai bambini non era mai stato permesso di saperlo. I genitori mandavano i loro piccoli nelle città vicine a fare dolcetto o scherzetto e gli adolescenti si recavano in pellegrinaggio in altre parti della contea per le feste di Halloween. Non importa quanto un bambino possa...

603 I più visti

Likes 0

VENDETTA! Fase 4 - Andare in rovina

Dopo aver preso Jessi ho pensato che sarebbe stata come Shannon e l'ho detto a qualcuno, ma non l'ha fatto. Era lì il giorno dopo per paura che stare da sola a casa non sarebbe stato al sicuro e allo stesso tempo era probabilmente preoccupata di mostrare segni di debolezza non venendo e rivelando di essere profondamente colpita. Tuttavia, mi è piaciuto quello che è successo quando è tornata. Era timida e cercava di comportarsi come se stessa, coprendomi completamente e ignorandomi come sempre, queste persone non sapevano che aveva paura di me piuttosto che di sentirsi meglio di me, non...

547 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.