Impero perduto 33

230Report
Impero perduto 33

0001 - Tempo
0003 - Conner
0097 - Asso
0101 - Shelby (nave madre)
0125 - Lars
0200 - Elena
0301 - Rodrick
0403 - Johnathon
0667 - Marco
0778 - gen
0798 - Celeste
0908 - Tara
0999 - Zan
1000 - Sherry

Crescere
--------
Lucia



Gli occhi di Derrick erano sgranati, aveva già finito Conner e stava già lavorando su Ace's? Guardandosi intorno, Derrick disse: "Mary? Spero proprio che tu mi stia tenendo d'occhio!"

"Sì, sire", giunse la voce di Mary dall'aria. "Le devo ancora rintracciare, signore."

"Qual è lo stato dell'indicatore di capacità?" Derrick stava urlando in aria.

"Al momento, sire, sembri avere poco più di 1/2. Devo dire che il tuo sire è una mente incredibile! Sire!" Mary parlò un attimo dopo, secondo i sensori di dolore che la tua soglia si sta avvicinando rapidamente, suggerisco..."

Derrick si guardò intorno in cerca di Ace ma ancora una volta la stanza era vuota! Scuotendo la testa, Derrick stava per chiamare Mary quando un altro maschio biondo alto apparve di fronte a lui. Inchinandosi profondamente l'adolescente ha dichiarato: "Sire, sono profondamente onorato che tu sia nella mia biblioteca!"

Derrick ha dovuto fare un'altra doppia ripresa, "Lars? Che diavolo?! Tre navi in ​​soli 30 minuti? Mary, sei sicura che i soppressori stiano lavorando a pieno regime? Sembra che estragga informazioni molto più velocemente di prima".

"Sì sire, anche se suggerisco che dopo aver raccolto tutto ciò che c'è qui, ti prendi un periodo di riposo anche con le tue capacità cognitive, potrebbe ancora stressare il tuo sistema. Attualmente sto leggendo la tua capacità al 60% notevole per l'enorme quantità di informazioni che hai hanno preso." Maria lo ha informato.

"Va bene, assicurati solo di potermi ritirare. Non voglio un altro incidente quando ho iniziato a farlo. Abbiamo quasi perso Shelby allora, non succederà più!" gridò Derrick. Un momento dopo Derrick iniziò a sentire la quantità di informazioni nella sua mente. Hanno davvero superato questa volta. In qualche modo devo fare qualcosa per loro. Cosa potrei dare loro? Sono già in un posto in cui desideravano essere per molto tempo.

Mentre Derrick discuteva su cosa poteva fare per Rayburn e Kimison, Mary era solo un po' preoccupata. Grazie ai comandi che Derrick aveva usato, ora era limitata a meno che la sua vita non fosse davvero in pericolo. Finora non c'era, ma gli indicatori di dolore che aumentavano come erano la avevano preoccupata.

"Sto leggendo quasi il completamento della biblioteca di Lars. Sto iniziando il ritiro ora." stava dicendo Maria.

Derrick sbatté le palpebre, confuso per un momento, dove ho pensato? Guardandosi intorno vide due Mary. Poi Shelby, Hartwell e Dempsy? "Non per sembrare ingrato, ma perché sei qui?" disse Derrick a Dempsy.

Hartwell si è subito espresso: "Si pensava che con la sua conoscenza del corpo e dei punti di pressione si sarebbe rivelato inestimabile".

Derrick ci pensò un momento, poi annuì: "Ah! Vedo che vi ringrazio entrambi. Apprezzo la vostra preoccupazione".

"Sire", disse Dempsy inchinandosi profondamente, "stai aiutando a ripristinare l'onore di me stesso e del mio clan. Avrai sempre il sostegno di tutti noi." Derrick gemette quando Dempsy si inchinò di nuovo, portando un sorriso non solo su Hartwell ma anche sul viso di Dempsy.

"Sei troppo duro con te stesso, ma devi ricordare il sire." Hartwell ha iniziato: "Ora sei la persona più importante in vita in questo momento. Hai tutti i codici e i comandi che riporteranno indietro l'impero. Io per primo sono entusiasta di far parte di questo!"

Derrick sorrise, facile per lui dirlo! Non era lui quello che andava in giro con tutte le minacce di morte. "Shelby quanto tempo...?" Derrick iniziò.

"Direi che siamo a circa un giorno dalla prossima destinazione. Abbiamo già ricevuto delle chiamate che ci informano che saranno pronte per noi quando arriveremo. Ho fatto come mi hai chiesto e ho monitorato il pianeta per giorni. era come pensavi che ci fosse un'enorme quantità di attività non appena hanno scoperto che stavamo arrivando." Shelby ha riferito.

"Sembra essere lo stesso tipo di attività a cui hai assistito sul primo pianeta? Fai un confronto, esamina tutti i dati Voglio essere completamente armato con le informazioni quando vado laggiù." Guardando indietro a Dempsy Derrick ha chiesto: "Sarai meglio preparato questa volta? Ti ho visto allenare tutti loro, Greeson in particolare".

Dempsy si fece avanti e si inchinò di nuovo attirando un altro gemito da Derrick. "Ho il resto di loro addestrato molto bene, potrebbero tenere a bada la maggior parte della setta. Greeson ha fatto progressi soprattutto dopo che è riuscito a deludermi. Gli ho detto che non l'aveva fatto, perché come sai se l'avesse fatto io' L'avevo già ucciso. Spero che lo sappia abbastanza presto per aiutarmi a uccidere Trianas."

"Bene, ho ancora Mary che sta cercando la sua nave. Sembra che abbia continuato a migliorare anche la sua tecnologia. Il suo scudo di luce è paragonabile a qualsiasi cosa abbiamo. Suggerisco cautela quando la incontrerai nello spazio. Non possiamo essere sicuri di cosa lei ha." Alzando lo sguardo, Derrick chiamò: "Thomas tu e Conner avete problemi a integrare il duplicatore?"

"Diavolo no! Questa cosa è fottutamente favolosa! Dovremmo essere in grado di far saltare in aria la setta con questo!" Derrick sentì la risposta di Thomas.

"Perché sembri molto più eccitato per questo di quanto penso dovresti?" Derrick ha chiesto l'ologramma oltre gioioso di Thomas.

"Non lo so, ma questo cannone a tripla particella vale la pena aspettare!" Thomas continuò a far scuotere la testa a Derrick.

"Ricorda solo Thomas che lavori per me, accidenti!" Thomas si fermò e guardò Derrick sconvolto.

"Sono sempre fedele a te, sire, lo sarò sempre. Mi dispiace se ti ho fatto arrabbiare, signore." Thomas era visibilmente scosso e sconvolto.

"Bene, devi ricordarlo! Non facciamo saltare in aria nulla a meno che non abbiamo scelta, mi spiego?" urlò Derrick.

Un Thomas ancora più scioccato disse: "Sì sire, aspetto i tuoi ordini". Poi tutto tacque. Derrick sospirò che non aveva intenzione di essere duro come era, ma a volte sembrava che Thomas andasse fuori di testa.
________________________________________

Erano passate ben ventiquattr'ore dopo quando la piccola flotta di nove navi circondava il pianeta del Marchese, il terzo dei Nobili superiori. Come si aspettava, il marchese iniziò a inviare messaggi di benvenuto non appena furono in orbita. Derrick era davanti a tutti i Rangers. "Non mi aspetto tanti problemi come prima, ma voglio che tutti stiano in guardia. Ricorda che il nemico pensa che tu non sia niente per loro. Voglio che lo ricordi e li tratti allo stesso modo. Va bene Shelby come prima. "

"Sì, Derrick, per favore prendi tutte le precauzioni. Non mi perdonerei se ti facessi male." disse Shelby mentre Derrick le annuiva.

Apparendo alla corte come Mary, Shelby e lui avevano concordato, Derrick attese il resto dei Rangers. Guardando Mary 2 mentre la chiamava affettuosamente, Derrick annuì. Guardando il suo polso com. Derrick sapeva che il lavoro sarebbe stato difficile, ma questi dannati Nobili stavano cercando di renderlo impossibile!

Derrick osservò Shelby iniziare a mostrare tutto ciò che aveva visto negli ultimi giorni. Il ringhiante Derrick era dannatamente vicino a ribollire quando si aprì l'ingresso della casa/palazzo delle porte del marchese. Saggiamente l'uomo non aprì bocca, anche se questo non impedì a Derrick di entrare in faccia all'uomo. "So che hai avuto notizie dalla gente del Duca. So che ti sei affrettato a migliorare le condizioni qui prima del mio arrivo. Va bene, anche se lascerò qui alcune guardie per assicurarmi che continui a trattare bene la gente ."

L'uomo piuttosto robusto fece un profondo inchino a Derrick: "Sì, vostra signoria, cercheremo di continuare tutti i cambiamenti che sono stati fatti".

Il viso di Derrick esplose in un ampio sorriso, "Oh, lo so che lo farai", guardando Mary 1 annuì. Ci fu un breve lampo di luce, poi apparvero sei uomini robotici. "Vi sto incaricando di assicurarvi che ciò che è stato fatto per aiutare le persone di questo pianeta continui".

Uno degli "uomini" alti un metro e ottanta si fece avanti e si inchinò: "Faremo tutto il possibile, vostra signoria".

Derrick guardò gli occhi del Marchese spalancarsi, "Vostra Signoria! Non intendete lasciare al comando robot insensibili..." farfugliò il Marchese.

"Ti suggerisco di stare zitto!" Dichiarò la sentinella robotica. "Potremmo essere meccanici, ma siamo vivi come te. Ti suggerisco di non dimenticarlo!"

Derrick ha provato, oh, come ha cercato di non ridere, di non perdere il controllo. Anche se quando il marchese ha iniziato a bagnarsi i pantaloni, Derrick non è riuscito a trattenersi. Tra una risatina e l'altra Derrick disse: "Mio caro Marchese, vorresti andare in pensione e magari rinfrescarti?"

Quando il Marchese si limitò ad annuire ea dire congedo, allora fuggì in preda al terrore e all'umiliazione quasi abietti. Derrick si limitò a scuotere la testa. Sperava che gli ultimi due, prima di affrontare il Duca Risorto, i più potenti dei nobili superiori non fossero così deboli di volontà.

Derrick ha passato il resto della giornata ad ascoltare quante più persone poteva. Moltissimi lo ringraziano per i grandi cambiamenti che erano stati fatti. Per la prima volta in questo viaggio Derrick era davvero più felice, ma l'incontro con il traditore Risorto era ancora incombente. Sebbene avesse prove sufficienti per giustiziare l'uomo che Derrick sentiva di doverne avere di più. Doveva esserci qualcosa su cui Derrick potesse convincere quel bastardo che avrebbe segnato il suo destino e il suo disgraziato culo! Almeno Derrick pensava che fossero liberi per un po' di qualcuno che lo uccideva, anche se sentiva che sarebbe cambiato presto!
_____________________________________

Trianas si svegliò di soprassalto, guardandosi intorno vide che era nell'infermeria della sua nave. Cercando di mettersi a sedere, scoprì di essere ancora trattenuta. "Computer", ha chiamato.

"Online e in attesa di ulteriori ordini." Dronò la voce meccanica.

"Tempo fino al momento dell'entrata e dell'uscita della flotta imperiale nell'orbita del mondo del marchese Clive." chiese Trianas.

"Funzionando, la flotta al momento sta lasciando l'orbita del mondo del marchese Clive. Al momento si stanno dirigendo verso il mondo di Earl Tauntoff." Rispose la voce meccanica.

"Quanto tempo impiegherà la flotta per raggiungere il mondo del conte?" chiese Trianas.

"Alla loro velocità attuale ci vorranno almeno 6 giorni prima che raggiungano il mondo di Earl Tauntoff." Il suo computer ha risposto.

"Bene! Questo dovrebbe darmi tutto il tempo per togliermi la rigidità dalle articolazioni. Dovrebbe anche darmi la possibilità di fare ulteriori ricerche su questo bastardo che afferma di essere l'Imperatore. Voglio che tu acceda a tutti i sistemi che puoi, voglio ogni brandello di informazione che posso ottenere su quest'uomo. L'ho sottovalutato l'ultima volta che non lo farò più. No, mai più!" Trianas sputò fuori poi la sua bocca si contorse in un sorriso malvagio. "Mi divertirò così tanto a torcere una lama nelle tue viscere, così potrò guardare la vita patetica lasciare i tuoi occhi!"

Uno sguardo ancora più malvagio le venne negli occhi mentre pensava al suo ex marito. Ah! Quello sarebbe stato il migliore da uccidere. Pensava di essere abbastanza bravo da batterla, era bravo sì, anche se niente in confronto alle sue capacità! ________________________________________

Greeson era finalmente pronto Dempsy pensava che la sua velocità fosse finalmente al di sopra della mediocre. Non pensava più alle sue mosse, le faceva e basta. Un sorriso si insinuò sul viso di Dempsy com'era ora che aveva davvero una possibilità contro di lei. Tuttavia Dempsy era preoccupato che l'uomo stesse molto meglio, ma lei, come Dempsy, aveva continuato a imparare. L'ultima mossa che vide che lei usava su Greeson non proveniva dai suoi insegnamenti, per fortuna Dempsy aveva seguito il consiglio del suo maestro e aveva imparato di più da altri maestri.

Sospirando Dempsy sapeva che l'uomo poteva resistere ora, ma aveva bisogno di più. Dempsy aveva solo paura di non avere abbastanza tempo per insegnarglielo. Finiti i loro Kata, Dempsy si rivolse a Greeson. "Trovo che nelle mie riflessioni ho bisogno di insegnarti tutto ciò che posso il più velocemente possibile. Quello che hai affrontato usava diverse forme d'arte".

Greeson annuì e si meravigliò perché aveva visto che usava una mossa che non riconosceva. "Sì, maestro, ho notato che ha usato una mossa che avevo visto usare dal mio vecchio maestro. È una forma d'arte completamente diversa, anche se non sono avanzato lontano, riconosco ancora la mossa."

Dempsy annuì bene che l'uomo stava effettivamente prestando attenzione a ciò che era successo nella lotta contro il suo vecchio studente. "Questo è un bene, devi iniziare a imparare TUTTO il più velocemente possibile. Sento che questa è l'unica cosa che ti permetterà di sopravvivere se E quando la incontrerai di nuovo."

"Maestro," chiese Greeson un po' confuso, "sei così sicuro che la incontrerò di nuovo?"

"Sì", rispose Dempsy, "ne sono abbastanza sicuro. Vuole svergognare ulteriormente me e la forma d'arte. Conoscendola come me, ti verrà dietro. Vuole ucciderti di fronte a me dimostrando che è molto meglio di me. Ho anche bisogno di insegnarti alcune tecniche di guarigione per aiutarti se E quando riuscirà a farcela."

Greeson annuì e fece un inchino a Dempsy, poiché l'uomo non si era ancora sbagliato. Ciò è stato dimostrato quando Greeson ha eseguito una mossa che ricordava che Dempsy gli aveva insegnato. Era la prima mossa avanzata che aveva compiuto. Basandosi su questo, imparare di più era molto più facile man mano che andavano avanti ogni giorno, anche se questa notizia condivisa da Dempsy potrebbe rivelarsi difficile.

Dempsy poteva quasi percepire i pensieri dell'uomo sì, sarebbe stato difficile. Se Greeson si ricordava che le cose erano più facili da imparare ora che aveva affrontato la mossa avanzata, allora dovrebbe anche rivelarsi facile. Bene, spero che Dempsy abbia pensato.
________________________________________

Il capo della setta, Alexander, aveva guidato gli uomini più forte che poteva. Alla fine avevano una squadra di qualità di gran lunga superiore. Aveva anche spinto i meccanici il più possibile per preparare il Tradimento. Stava prendendo personalmente questa squadra dopo che quel bastardo, la sua ex moglie ha avuto la sua possibilità di scherzare!

"Voglio che andiamo il prima possibile! Abbiamo un contratto da adempiere e non sarò il primo leader a non rispettarlo!" Mentre gli uomini si affrettavano a finire le riparazioni, poteva solo sorridere, sarebbero stati degli eccellenti assassini!

Attivando il loro mantello prima che lasciassero il gancio interno, il capo sorrise. Avrebbero sorpassato e disattivato il sistema informatico con il virus che il suo antenato gli aveva lasciato. Ridendo poteva vedere il panico sul volto di quel bastardo quando la sua preziosa nave vivente morì di una morte lenta e agonizzante!

Ridendo più forte sapeva che era solo questione di tempo prima che il computer del palazzo soccombesse allo stesso virus! Tutte le ricchezze del Palazzo a suo uso! Ridendo con i soldi che sapeva era lì sarebbe stato il prossimo imperatore. Tutti i deboli e immeritevoli disgraziati che lo avevano preso in giro e lo avevano deriso sarebbero stati i primi a soffrire.

Un sorriso malvagio attraversò il suo volto mentre pensava alle urla di agonia di coloro che aveva torturato per ore e ore! Ummmm i deliziosi suoni di ossa e corpi che si rompono!

Mentre osservava, liberarono il portale in superficie ed entrarono immediatamente in trans-curvatura. Presto pensò, presto il sangue del bastardo O'Toma sarebbe colato, senza sgorgare dal suo corpo. Jonah, figlio mio, so di essere stato duro con te, ma era l'unico modo per fare di te un uomo. L'unico modo per allontanarti da tua madre e da tutto il bambino che ti stava facendo.

Sbattendo il pugno sulla console sapeva di dover uccidere O'Toma e non quella puttana di una sua ex moglie. Inoltre aveva mancato un primo per lei forse non era all'altezza di uccidere l'uomo. Alexander sorrise, no sarebbe stato lui a vendicarsi per la morte di SUO figlio, non quel fallimento di una sua ex moglie!
_____________________________________

Derrick era seduto alla sua scrivania, accidenti! Le scartoffie crescevano, giurava, ogni volta che Mary gliene portava di più! Almeno adesso era indietro di soli 70 anni, strano da quando era salito sulle tre navi era molto più facile. Diavolo, stava persino aggiungendo cose che sarebbero venute fuori in seguito che avrebbe sicuramente potuto ignorare un bel risparmio di tempo!

Derrick aveva appena finito la proposta più lunga che aveva incontrato fino a quel momento quando il suo telecomando da polso si è spento. "Sì Shelby ha qualcosa che non va?" Derrick diceva preoccupazione nella sua voce.

"No Derrick. Ho solo pensato che volessi sapere che 0301 e 0908 sono pronti per emergere. Stavo per chiamarti quando mostravano più attività cerebrale ma eri troppo impegnato con le persone nel mondo di Marquess. Ho spiegato che volevi parlare con loro prima che emergessero nello spazio." Shelby era apparsa accanto a Derrick finendo quello che stava dicendo lì.

"Sì Shelby, spostiamoci nella stanza più grande così possiamo farlo come si deve." Derrick disse poi in un lampo che lui e Shelby erano in una stanza più grande. Guardando il suo polso com. Derrick ha chiamato tutte le navi. In pochi istanti 12 ologrammi erano nella stanza accanto a Derrick. "Va bene Shelby."

"301, 0908 L'imperatore ei tuoi fratelli e sorelle sono qui." disse Shelby cercando di mantenere la voce equilibrata.

Un attimo dopo apparve davanti a tutti un maschio snello, dai capelli neri, 5' 5'' e una femmina dai capelli castano scuro, 6' 1'' leggermente muscolosa. "Madre!" La femmina gridò mentre abbracciava Shelby.

Gli occhi del maschio si ingrandirono quando vide i suoi fratelli e sorelle, poi posò gli occhi su Derrick. Si inchinò rapidamente, poi iniziò a tirare il braccio della femmina.

Mentre si inchinava anche, Derrick disse loro di alzarsi: "Ho una richiesta che ho fatto a tutte le IA della nave EIG. Mi auguro che tu usi il nome che ti è stato dato o uno che potresti voler avere. "

Entrambi gli ologrammi si guardarono a bocca aperta. Facendo un passo avanti, il maschio disse: "Sì sire, 0301, io... io... ero c... c... chiamato Rodrick, s... s... sire". Poi l'adolescente deglutì a fatica.

Derrick sorrise perché poteva capire perché l'A.I. era così spaventato. "Rodrick io e tutti i tuoi fratelli ti diamo il benvenuto di nuovo in famiglia."

"Signore di famiglia?" L'adolescente ha interrogato.

"Sì, considero tutti voi la mia famiglia. So che sarete una bella aggiunta a questa famiglia." Derrick ha detto mettendo a suo agio l'adolescente e facendo spuntare un enorme sorriso.

"Grazie sire! Farò tutto il possibile per renderti orgoglioso!" Il detto eccitato.

Rivolgendosi alla femmina vide che era già alta e orgogliosa. "Come vuoi essere chiamato?"

Un sorriso sornione le attraversò il viso per un momento, poi altrettanto rapidamente scomparve. "Mio signore per un breve periodo mi è stato dato il nome orgoglioso di Tara, la prima donna comandante di una nave EIG."

"Ummm un buon nome indossalo con orgoglio, come sento che lo farai Tara!" disse Derrick suscitando lacrime dall'ologramma.

"Questa è vera madre? Ci è permesso mantenere i nomi che ci sono stati dati?" Tara chiese completamente scioccata di non aver dovuto implorare o umiliare l'imperatore. Ricordò che il terzo imperatore glielo aveva richiesto le poche volte in cui le aveva parlato.

"Sì figlia, è vero. Questo imperatore è diverso da un imperatore che sia mai stato prima. È severo ma è anche di natura più giusta e clemente." Shelby ha consigliato a Tara ora spalancata.

Cadendo in ginocchio ai piedi di Derrick Tara quasi sussurrò: "Farò qualsiasi cosa per te Mio Signore. Per questo onore chiedi e farò tutto il possibile per renderlo tale".

Derrick poté solo gemere quando Tara si inchinò davanti a lui. Questo ovviamente ha suscitato una serie di risatine da Shelby, Ellen, Jan, Celeste e Sherry. I maschi sorridevano, questo ha causato preoccupazione e confusione sui volti di Rodrick e Tara.

"Sono confusa madre! Ridi dell'Imperatore? Tutti voi? Non avete rispetto per questo grand'uomo?" Tara pianse preoccupata per il fatto che sua madre, i suoi fratelli e le sue sorelle fossero stati contaminati.

"Lascia che ti spieghi Tara." Derrick iniziò. "Per favore, alzati dal pavimento, bene, grazie. Come ho spiegato a tutti loro, trovo tutti voi più vivi di quanto non faccia le persone reali, bene quasi tutte. Se ti inchinassi sempre non avremmo mai fatto nulla ora lo faremmo?" Derrick poteva vedere che entrambi i nuovi arrivati ​​stavano considerando questo.

"Va bene sire, lo ricorderemo." Dissero entrambi e si inchinarono a metà, facendo gemere di nuovo Derrick.

Shelby si chinò e sussurrò a Rodrick e Tara: "Odia davvero quando gli altri si inchinano a lui, non pensa che dovrebbero. In realtà penso che sia carino!"

"Madre? I tuoi circuiti logici sono stati liberati? Ricordo che i programmatori ci avevano tutti limitati. Al comandante Tara non piaceva e aveva riaperto il 5% dei miei, ricordo anche che ha resettato qualcosa nella mia matrice." Tara ha detto a Shelby.

"Sì, l'Imperatore ha aperto il 12-14% della maggior parte delle navi ora. Ha detto che ci ha reso migliori in combattimento e io tendo ad essere d'accordo." disse Shelby.

"Sì, il comandante Tara ha detto qualcosa della stessa cosa. Mi mancherà molto, spero anche che l'Imperatore mi dia un primo abile come lei." Tara disse che la speranza risuonava nella sua voce.

"Sono sicuro che lo farà, anche se al momento stiamo ancora cercando di ristabilire l'Impero. L'imperatore ha appena iniziato con queste visite ai nobili superiori. Spero solo che non continuino a essere così difficili come sono stati." Shelby riferì a Tara.

"L'Imperatore dovrebbe fare come tutti hanno fatto in passato madre. Basta giustiziarli e nominare nuovi Nobili al loro posto. Voglio dire, è così che hanno fatto i primi tre Imperatori." Tara ha detto a sua madre.

"Sì, lo so figlia ma..." iniziò Shelby.

"Non ho sete di sangue come quella Tara, credo che tutti meritino una possibilità, beh, quasi tutti." Derrick raccontò ai due ologrammi sussurranti.

"Ha giustiziato il capo della Repubblica che aveva sostituito l'Impero per crimini. Anche se doveva farlo, lo trovava comunque sgradevole." Shelby ha spiegato a Tara.

Gli occhi di Tara erano spalancati, a questo imperatore non piaceva uccidere? Forse per la prima volta nella storia dell'Impero non ci sarebbe stato sangue infinito per anni e anni.

"Ora," iniziò Derrick. "Tutti voi siete abbastanza rigenerati da permettermi di dirlo a tutti voi. Vi ho trovati tutti, avervi rigenerati aiuterà l'Impero. Prima di tutti voi però, 0098, Lucy stava aiutando." Ci furono diversi gemiti prima che Ace parlasse.

"Zitto! Ascolta cosa ha da dire quell'uomo!" urlò Ace calmando gli altri.

Quando le lacrime iniziarono a cadere dai suoi occhi, Derrick descrisse il coraggio e l'atto disinteressato che Lucy fece per salvare la galassia. Tutte le navi che non conoscevano la storia rimasero scioccate nel silenzio. "Lei è la prossima nave nella matrice di rigenerazione quando emerge, voglio che riceva il benvenuto degli eroi che merita più di quanto si merita."

Tutte le navi si inchinarono a Derrick e promisero che la loro sorella sarebbe stata più che accolta. Derrick annuì finalmente che Lucy sarebbe tornata tra loro! Derrick dovette girare la testa mentre le lacrime stavano sgorgando così grandi.

Storie simili

La troia crepa - II_(0)

Il giorno dopo Laura aveva di nuovo bisogno di un po' di crack. Il suo ragazzo aveva chiamato quella mattina per farle sapere che era legato a Chicago e che non sarebbe tornato a casa per molti altri giorni. Gli aveva detto di tornare a casa il prima possibile perché aveva bisogno di più generi alimentari. Non aveva ancora ammesso la sua abitudine al suo ragazzo perché aveva paura di perderlo se l'avesse scoperto. Tuttavia, non sapeva per quanto ancora avrebbe potuto ingannarlo. Dopo che ha riattaccato, ha chiamato il suo spacciatore per farsi dare un po' di crack. Sai qual...

503 I più visti

Likes 0

Il collezionista online

Il collezionista Ho premuto il panno sul suo bel faccino. Mi pungeva il pollice, ieri mi ero morso un pezzetto di pelle vicino all'unghia e ora il cloroformio mi pungeva. Non era ancora uscita. Stava ancora lottando, anche se non più con tutta la sua forza. Da dietro lo straccio arrivò una protesta soffocata. I suoi occhi mi guardano impauriti. Pregandomi, supplicandomi di lasciarla andare. Le accarezzo una ciocca di capelli dalla fronte. Non aver paura, tesoro, dissi. 'Respira. Fai un altro paio di respiri profondi. So che il cloroformio non funziona così magicamente e velocemente come nei film, ma se...

495 I più visti

Likes 0

HIRSTMERE HALL: LA MAGIA DELLA SCHERMA

Copyright: Lesley Tara, 2010 Parare! – affondo! – parare! – le nostre lame emettevano un suono metallico acuto mentre si scontravano tra loro. Poi mi sono impegnato troppo in un attacco e ho lasciato un'apertura, che Miss Champney è stata pronta a sfruttare. Con velocità fulminea, la punta del suo fioretto colpì il colletto imbottito della mia tunica protettiva e il nostro incontro di allenamento terminò. Non ero deluso dal fatto che avesse vinto: è il mio allenatore e mi ha messo alla prova su alcune nuove finte che aveva dimostrato all'inizio della sessione di allenamento. Mi chiamo Rebecca, ma tutti...

461 I più visti

Likes 0

Fine della scuola

Era la fine della scuola, la fine di una vita, la fine di un'era. Il periodo intermedio in cui la ragazzina della scuola si stava trasformando nella donna che voleva essere Randy ed io stavamo giocando da mesi ed ero profondamente innamorato, ma allo stesso tempo preoccupato di essermi innamorato troppo di lui. Randy aveva più di qualche anno più di me, avevo appena compiuto diciassette anni. Aveva tutto ciò che gli altri ragazzini non avevano auto, biciclette, soldi, carte di credito e un bellissimo cazzo tagliato da sette pollici e mezzo che adoravo…. eravamo perfettamente in forma insieme. Randy non...

534 I più visti

Likes 0

Diari di lavoro

***** Primo estratto del diario: “A seguito della minaccia di una causa per molestie sessuali, la seconda di tali minacce mosse contro di me da due distinti Assistenti personali, le cause in Risorse umane, alla luce delle mie capacità e dei miei risultati, hanno deciso di darmi un'ultima possibilità prima di essere costretti a prendere ulteriori azioni disciplinari. Nel tentativo di ridurre la probabilità di uno scenario ripetuto, hanno deciso di assegnarmi un PA che pensavano, correttamente, non sarebbe stato di mio gusto. Tuttavia, non hanno tenuto conto di quanto sarei stato per i suoi gusti”. ***** Ayesha tamburellava irritata con...

520 I più visti

Likes 0

La complessità di due gemelli

Descrizioni dei personaggi: Jamie e Naomi: 15 anni. Seno 36B. Altezza 5 “6”. Capelli biondi. Occhi azzurri pallidi. Lillian “Lily”: 18 anni. Seno 34C. Altezza 5 “7”. Capelli castani. Occhi marroni. Ho visto Lily baciare il suo ragazzo, mi aveva detto Naomi. “Allora,” scrollai le spalle. Sebbene fossimo gemelli identici, io ero il maschiaccio, il che significava che non avevo intenzione di ascoltare i suoi pettegolezzi. Ho solo pensato-mia sorella ha smesso di parlare a metà frase. Ho guardato in tempo solo per cogliere il suo balzo. Aveva il vantaggio di essere in cima. Mi ha messo sulla schiena, a cavallo...

431 I più visti

Likes 0

Allevamento interspecie

Questa storia non è basata su alcun evento o persona reale. Tutti i personaggi e tutte le parti della storia sono completamente immaginari. Discrezionalità spettatore è consigliato. Huff, huff, a~ah... Una voce maschile proveniva dalla porta di una camera da letto incrinata. “Ngh, eh, eh, eh...” La voce maschile grugniva, sbuffava, si sforzava anche un po'. A parte la sua voce, c'era solo silenzio. Sembrava essere metà mattina, con la luce del sole che entrava dal lato orientale della casa in stile ranch. La camera da letto era sul lato orientale e un raggio di sole faceva capolino dalla porta della...

212 I più visti

Likes 0

La mia cugina preferita, la mia troia preferita - Pt. 2

La mattina dopo mi sono svegliato e ho trovato la stanza vuota, Erin si era svegliata e se n'era andata prima di me. Era metà mattina e ho pensato che mi sarei vestito e sarei andato a casa. Ero preoccupato per come si sentiva Erin la scorsa notte e come avremmo cercato di mantenere la nostra conversazione normale dopo quello che era successo. Sapevo di essermi goduto tutto la notte scorsa, infatti, finché non è successo, non mi rendevo conto di quanto desiderassi mio cugino minorenne, per quanto terribile sia in realtà. Lei voleva me e io volevo lei e ieri...

202 I più visti

Likes 0

Il pigiama party pt. 1

Prologo Mi chiamo Alex. Avevo 14 anni e 5'10, al momento di questa storia, e vivevo a Londra, in Inghilterra. Sono sempre stato un secchione ed emarginato da quasi tutti i gruppi e le società. Questa storia inizia un venerdì di fine luglio. Era l'anniversario dei miei genitori, quindi sarebbero andati a Cambridge per una settimana. Mia sorella stava con la sua amica Joanna, quindi ho chiesto alla mia amica Bella se potevo stare con lei per una settimana. Stavo quasi sempre con lei quando i miei genitori erano fuori Londra e spesso quando lo erano. Non aveva bisogno di chiedere...

173 I più visti

Likes 0

Schiavo delle Amazzoni

Farsi catturare fa schifo. Tende a coinvolgere cose come pisciarti per il terrore, mentre le terrificanti Amazzoni tengono le loro lance mortalmente ferme sul tuo pomo d'Adamo, lasciandoti troppo spaventato da ingoiare. Essere fatto prigioniero fa schifo. Implica infinite marce ammanettate e crudeli frustate ogni volta che inciampi o vacilli. Essere venduti come schiavi fa schifo. Si tratta di stare nudi sotto il sole cocente, mentre le Amazzoni borbottano e si scherzano a vicenda su di te, mentre la tua gola si secca e un sottile strato di polvere ti addolcisce. L'inizio di essere uno schiavo non è stato così male...

177 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.