Divertimento estivo prima parte

303Report
Divertimento estivo prima parte

Vorrei compiere 12 anni il nostro ultimo giorno prima delle vacanze estive. Non vedevo l'ora di passare molto tempo nel nostro ranch e godermi le dolci colline e le pigre giornate estive con la mia nuova amica Janet.

Janet ed io ci eravamo conosciuti l'ultima settimana di scuola. Abbiamo colpito se fuori subito. Era una bellissima bionda, alta 5 piedi e 4 pollici con un corpo che non voleva mollare. Avevo scoperto che guardare altre ragazze stava davvero iniziando a eccitarmi e ho pensato che sarebbe stata quella persona speciale in cui potevo davvero "entrare".

Avevamo trascorso alcune notti a casa nostra, ma l'unica cosa che era successa era l'abbraccio durante la notte e un amichevole bacio della buona notte sulla guancia.

Avevo sentito le sue tette un paio di volte durante la notte, ma avevo paura di spaventarla se l'avessi svegliata. Non ho mai saputo fino a tardi, che era stata sveglia e si stava godendo il mio tocco. Anche lei stava iniziando a interessarsi allo stesso sesso.

Sapevo che Janet aveva un ragazzo che aveva diversi anni più di lei e che di recente si erano accarezzati piuttosto duramente. L'aveva tastata in diverse occasioni, ma lei ha detto che non erano ancora andati fino in fondo.

Poi l'ultimo giorno prima della fine della scuola, è venuta a passare la notte perché pensavamo che sarebbe stata la nostra ultima notte prima che la scuola ricominciasse.

Stavamo parlando di cosa avremmo fatto per l'estate quando mi è venuto in mente di chiederle di venire con noi.

Si è emozionata e mi ha detto che pensava che sua madre e suo padre glielo avrebbero permesso.

Mia madre era ancora sveglia, quindi le ho detto di lasciarsi andare e chiederle se sarebbe andato bene così avrebbe potuto chiedere a sua madre e suo padre il giorno successivo.

Prima di andare oltre, lascia che ti dica che mia madre è una mamma single, sta bene finanziariamente e ha una passione per le altre donne. Questo è stato il motivo per cui mio padre l'ha lasciata qualche anno fa. Non ero sicuro se le piacessero le ragazze più giovani o meno, ma speravo che le piacesse.

Quando siamo entrati in soggiorno, mia madre stava guardando un film che non avevo mai visto prima. Tuttavia, prima che potessi capire cosa fosse, ha spento il set.

“Mamma, Janet ed io stavamo parlando e ci chiedevamo se poteva venire con noi al ranch? Se per te va bene, può chiederlo a sua madre e suo padre domani, così possiamo prendere accordi".

Avevo notato che mia madre stava guardando Janet un po' più di tutte le altre ragazze che conoscevo,

Mi ha guardato poi ha guardato Janet, un bel sorriso le è apparso sul viso e ha detto che sarebbe stato un onore averla con sé.

Janet sorrise e si avvicinò, abbracciò mia madre e le diede un bacio sulla guancia.

Non avevo mai visto mia madre arrossire prima, ma lei ricambiò l'abbraccio di Janet, mi guardò e sorrise.

Janet ed io tornammo nella mia stanza e fu allora che mi disse che aveva sentito che le toccavo il seno.
Ero imbarazzato e la mia faccia è diventata rossa. Stavo per scusarmi quando mi portò un dito alle labbra. Poi si chinò e mi baciò sulle labbra.

All'inizio sono rimasto sorpreso al punto da non rispondere, ma poi tutto ciò che avevo sognato sembrava realizzarsi. L'ho tirata a me e ho lasciato che le mie mani si spostassero sulle sue tette e lei ha spinto la sua lingua nella mia bocca.

Ho iniziato a spogliarla lentamente volendo salvare tutta la sua bellezza che avevo così tanta voglia di vedere. Mentre le toglievo il vestito, vidi il corpo fantastico che avevo solo immaginato fosse lì. Ho spostato le mie labbra dalle sue e le ho baciato il collo mentre le ho spostato il corpo fino al seno. Potevo sentirla rispondere al mio tocco e sentire il suo corpo contrarsi.
Janet iniziò a togliermi i vestiti ea sua volta iniziò a baciarmi allo stesso modo. Ci siamo spostati sul mio letto e ci siamo sdraiati fianco a fianco, mentre continuavo ad amare questo meraviglioso corpo sexy accanto a me, ho iniziato a chiedermi se sarei stato in grado di leccare la sua figa o sarebbe stato troppo lontano quando l'ho sentita mano sul mio monticello.

Mi guardò negli occhi come per chiedermi se volevo che facesse di più, così ho spostato la mia mano sulla sua e le ho spinto il dito nella mia figa.

Sorrise e iniziò a muoversi lungo il mio corpo finché non raggiunse la mia figa e iniziò a girare intorno al mio buco dell'amore con la lingua. Ho sentito la punta della sua lingua mentre scivolava nella mia figa bagnata e l'ho sentita gemere e poi ho capito che si stava godendo il gusto del mio precum. Il mio corpo ha improvvisamente avuto una mente propria quando ho iniziato a ingoiare il suo viso e sentire cose che non avevo idea potessero entrare nel mio corpo.

Stavo cercando di farle delle cose, ma non riuscivo a concentrare la mia mente su nient'altro che sui sentimenti che mi stava dando.

Sono venuto così forte che ho pensato che avrei potuto farle del male. Il mio corpo è andato in uno spasmo che ha scosso tutto il mio essere. Ogni sensazione nel mio corpo è diventata totalmente incontrollabile e sono diventato debole.

Si alzò sul mio corpo, mi baciò di nuovo sulle labbra e mi sorrise teneramente.

"Ti ha reso felice?"

"Mi ha reso felice", dissi, "non ho mai conosciuto niente di così meraviglioso in tutta la mia vita".
Mi prese tra le braccia, mi confortò e mi chiese se volevo di più.

"Oh sì, molto di più, ma penso che sia il tuo turno."

Ho iniziato a baciarle le labbra e ho fatto scorrere la mia lingua nella sua bocca. Mi sono spostato dalle sue labbra al suo viso, poi di nuovo lungo il collo fino alle sue tette. Ho trascorso solo pochi istanti lì, perché volevo sapere che sapore avesse. Quando mi sono avvicinato alla sua figa, ha iniziato a tremare e ho potuto sentire che era eccitata come lo ero stata io quando mi aveva fatto.

Ho mosso le mie labbra intorno alla sua figa vergine e lentamente ho iniziato a spingere la mia lingua dentro di lei e ho raggiunto il suo clitoride. Stava tremando così forte che riuscivo a malapena a tenersi il clitoride. Ho pensato che avrei potuto farle del male se avesse tremato mentre era nella mia bocca, quindi ho solo usato le mie labbra così se fosse stato tirato fuori dalla mia bocca non avrebbe fatto alcun danno.

È diventata flaccida e l'ho sentita espirare come se avesse finito. Un po' come se ne avessi abbastanza, ma non mi fermo.
Ho spostato il suo corpo baciandola lungo la strada finché non ho potuto baciare di nuovo le sue labbra.

Mi sorrise e mi chiese: "Dove hai imparato a farlo così bene?"

Ho dovuto ammettere con lei che era la prima e non avevo idea di cosa stessi facendo, avevo appena sentito alcune cose dalle altre ragazze e sembravano guidare i miei pensieri,

Ci siamo coccolati con il nostro seno l'uno contro l'altro. Janet fece scorrere le dita tra i miei capelli come se fossi il suo amante e mi accarezzò il corpo come se avesse fatto il suo ragazzo.

Ci siamo addormentati in quella posizione. Quando ci siamo svegliati, mia madre era in piedi accanto al letto.

Mi sentivo come se tutto il mio corpo stesse arrossendo e dovessi essere di un profondo rosso scuro. Stava solo guardando i nostri corpi nudi e sorridendo. Ho cercato di spiegarlo ma lei si è semplicemente portata un dito sulle labbra e ha sorriso.

Janet era imbarazzata quanto me e aveva anche una faccia molto rossa.

Mia madre si avvicinò, si sedette sul bordo del letto e mise una mano sul seno di Janet e l'altra sul mio.

Va davvero bene ragazze fintanto che non lo tieni per te e lasciami condividere. Stava pungolando entrambi i nostri seni mentre parlava e poi si chinò e baciò le tette di Janet, poi le mie.

Sorrise e disse: "Voi due dovete alzarvi e prepararvi per l'ultimo giorno di scuola e pensare a quanto sarà divertente quest'estate, con noi tre. Quindi inizia a pianificare come andrà l'estate e cosa vuoi fare insieme. Oh, a proposito, tuo cugino sarà con noi anche quest'estate.

Non ha detto se era una ragazza o un ragazzo e ci ha semplicemente lasciato in sospeso a cui pensare.

Janet mi guardò e sorrise: "Non sapevo che anche a tua madre piacessero le ragazze. Questa sarà un'estate meravigliosa perché l'avevo vista mentre mi guardava e mi chiedevo se sarebbe stata qualcuno con cui avrei potuto divertirmi un po'".
Le ho detto che era per questo che mio padre l'aveva lasciata e ha iniziato a sorridere dappertutto.

“Oh, che tempo meraviglioso avremo allora. Ho iniziato con una ragazza nella mia ultima scuola. Aveva una fantasia su di me e un giorno è venuta da me e mi ha chiesto se volevo che mi mangiasse la figa. All'inizio ero imbarazzato a pensarci ma lei mi guardava e sorrideva ogni volta che mi vedeva. Col passare dei giorni, continuo a pensare e a chiedermi come sarebbe se qualcuno mi toccasse la figa. Continuava a passarmi per la mente finché un giorno non le ricambiai il sorriso. Ha subito ricevuto il messaggio, si è avvicinata e mi ha chiesto se mi sarebbe piaciuto dormire a casa sua, solo io e lei. Le presi la mano, gliela strinsi e le sorrisi di nuovo".

“Venerdì ti andrebbe bene? Così se vi piace potremo magari passare sabato e domenica insieme. Mia sorella e mia madre staranno via tutto il fine settimana, quindi saremo solo io e te.

“Quello è stato un weekend selvaggio per me. Mi ha insegnato a baciare alla francese, a mangiare la figa e tutti i punti erotici sul mio e sul suo corpo.

Il giorno dopo a scuola è stato noioso e ho pensato che non sarebbe mai finito. Janet e io ci siamo incontrati nella stanza della ragazza diverse volte durante il giorno e ci siamo baciati e ci siamo sentiti in uno degli stalli. È stato più che eccitante farlo sapendo che avremmo potuto essere catturati.

In un'occasione, mentre ci sbaciucchiavamo, all'improvviso la porta della stalla si aprì ed era Wanda.
Ci guardò, entrò e si chiuse la porta alle spalle. “Ti dispiace un po' di compagnia? Volevo sentire Janet e te da un po' di tempo ormai e se lo desideri ti mangerò entrambe, proprio qui e ora.

Ho guardato Janet e lei ha guardato me mentre entrambi scuotevamo la testa sì. Wanda era una bambina minuta, un po' più bassa di me o di Janet, ma aveva già iniziato a mostrare segni di avere le tette. Si è allungata e mi ha toccato tra le gambe e le tette di Janet allo stesso tempo.

Mi sono allungato e ho sentito le sue piccole tette mentre Janet si è chinata e l'ha baciata sulle labbra. Sfortunatamente, non abbiamo avuto molto tempo per conoscerci davvero, quindi le ho chiesto se le sarebbe piaciuto venire a casa mia stasera.

Alzò lo sguardo su di me e sorrise il più delizioso che abbia mai visto. Ha baciato Janet e poi me e mi ha detto che ci avrebbe visti stasera.

Storie simili

La troia crepa - II_(0)

Il giorno dopo Laura aveva di nuovo bisogno di un po' di crack. Il suo ragazzo aveva chiamato quella mattina per farle sapere che era legato a Chicago e che non sarebbe tornato a casa per molti altri giorni. Gli aveva detto di tornare a casa il prima possibile perché aveva bisogno di più generi alimentari. Non aveva ancora ammesso la sua abitudine al suo ragazzo perché aveva paura di perderlo se l'avesse scoperto. Tuttavia, non sapeva per quanto ancora avrebbe potuto ingannarlo. Dopo che ha riattaccato, ha chiamato il suo spacciatore per farsi dare un po' di crack. Sai qual...

503 I più visti

Likes 0

Il collezionista online

Il collezionista Ho premuto il panno sul suo bel faccino. Mi pungeva il pollice, ieri mi ero morso un pezzetto di pelle vicino all'unghia e ora il cloroformio mi pungeva. Non era ancora uscita. Stava ancora lottando, anche se non più con tutta la sua forza. Da dietro lo straccio arrivò una protesta soffocata. I suoi occhi mi guardano impauriti. Pregandomi, supplicandomi di lasciarla andare. Le accarezzo una ciocca di capelli dalla fronte. Non aver paura, tesoro, dissi. 'Respira. Fai un altro paio di respiri profondi. So che il cloroformio non funziona così magicamente e velocemente come nei film, ma se...

495 I più visti

Likes 0

HIRSTMERE HALL: LA MAGIA DELLA SCHERMA

Copyright: Lesley Tara, 2010 Parare! – affondo! – parare! – le nostre lame emettevano un suono metallico acuto mentre si scontravano tra loro. Poi mi sono impegnato troppo in un attacco e ho lasciato un'apertura, che Miss Champney è stata pronta a sfruttare. Con velocità fulminea, la punta del suo fioretto colpì il colletto imbottito della mia tunica protettiva e il nostro incontro di allenamento terminò. Non ero deluso dal fatto che avesse vinto: è il mio allenatore e mi ha messo alla prova su alcune nuove finte che aveva dimostrato all'inizio della sessione di allenamento. Mi chiamo Rebecca, ma tutti...

461 I più visti

Likes 0

Fine della scuola

Era la fine della scuola, la fine di una vita, la fine di un'era. Il periodo intermedio in cui la ragazzina della scuola si stava trasformando nella donna che voleva essere Randy ed io stavamo giocando da mesi ed ero profondamente innamorato, ma allo stesso tempo preoccupato di essermi innamorato troppo di lui. Randy aveva più di qualche anno più di me, avevo appena compiuto diciassette anni. Aveva tutto ciò che gli altri ragazzini non avevano auto, biciclette, soldi, carte di credito e un bellissimo cazzo tagliato da sette pollici e mezzo che adoravo…. eravamo perfettamente in forma insieme. Randy non...

534 I più visti

Likes 0

Diari di lavoro

***** Primo estratto del diario: “A seguito della minaccia di una causa per molestie sessuali, la seconda di tali minacce mosse contro di me da due distinti Assistenti personali, le cause in Risorse umane, alla luce delle mie capacità e dei miei risultati, hanno deciso di darmi un'ultima possibilità prima di essere costretti a prendere ulteriori azioni disciplinari. Nel tentativo di ridurre la probabilità di uno scenario ripetuto, hanno deciso di assegnarmi un PA che pensavano, correttamente, non sarebbe stato di mio gusto. Tuttavia, non hanno tenuto conto di quanto sarei stato per i suoi gusti”. ***** Ayesha tamburellava irritata con...

520 I più visti

Likes 0

La complessità di due gemelli

Descrizioni dei personaggi: Jamie e Naomi: 15 anni. Seno 36B. Altezza 5 “6”. Capelli biondi. Occhi azzurri pallidi. Lillian “Lily”: 18 anni. Seno 34C. Altezza 5 “7”. Capelli castani. Occhi marroni. Ho visto Lily baciare il suo ragazzo, mi aveva detto Naomi. “Allora,” scrollai le spalle. Sebbene fossimo gemelli identici, io ero il maschiaccio, il che significava che non avevo intenzione di ascoltare i suoi pettegolezzi. Ho solo pensato-mia sorella ha smesso di parlare a metà frase. Ho guardato in tempo solo per cogliere il suo balzo. Aveva il vantaggio di essere in cima. Mi ha messo sulla schiena, a cavallo...

431 I più visti

Likes 0

Allevamento interspecie

Questa storia non è basata su alcun evento o persona reale. Tutti i personaggi e tutte le parti della storia sono completamente immaginari. Discrezionalità spettatore è consigliato. Huff, huff, a~ah... Una voce maschile proveniva dalla porta di una camera da letto incrinata. “Ngh, eh, eh, eh...” La voce maschile grugniva, sbuffava, si sforzava anche un po'. A parte la sua voce, c'era solo silenzio. Sembrava essere metà mattina, con la luce del sole che entrava dal lato orientale della casa in stile ranch. La camera da letto era sul lato orientale e un raggio di sole faceva capolino dalla porta della...

212 I più visti

Likes 0

La mia cugina preferita, la mia troia preferita - Pt. 2

La mattina dopo mi sono svegliato e ho trovato la stanza vuota, Erin si era svegliata e se n'era andata prima di me. Era metà mattina e ho pensato che mi sarei vestito e sarei andato a casa. Ero preoccupato per come si sentiva Erin la scorsa notte e come avremmo cercato di mantenere la nostra conversazione normale dopo quello che era successo. Sapevo di essermi goduto tutto la notte scorsa, infatti, finché non è successo, non mi rendevo conto di quanto desiderassi mio cugino minorenne, per quanto terribile sia in realtà. Lei voleva me e io volevo lei e ieri...

202 I più visti

Likes 0

Il pigiama party pt. 1

Prologo Mi chiamo Alex. Avevo 14 anni e 5'10, al momento di questa storia, e vivevo a Londra, in Inghilterra. Sono sempre stato un secchione ed emarginato da quasi tutti i gruppi e le società. Questa storia inizia un venerdì di fine luglio. Era l'anniversario dei miei genitori, quindi sarebbero andati a Cambridge per una settimana. Mia sorella stava con la sua amica Joanna, quindi ho chiesto alla mia amica Bella se potevo stare con lei per una settimana. Stavo quasi sempre con lei quando i miei genitori erano fuori Londra e spesso quando lo erano. Non aveva bisogno di chiedere...

173 I più visti

Likes 0

Schiavo delle Amazzoni

Farsi catturare fa schifo. Tende a coinvolgere cose come pisciarti per il terrore, mentre le terrificanti Amazzoni tengono le loro lance mortalmente ferme sul tuo pomo d'Adamo, lasciandoti troppo spaventato da ingoiare. Essere fatto prigioniero fa schifo. Implica infinite marce ammanettate e crudeli frustate ogni volta che inciampi o vacilli. Essere venduti come schiavi fa schifo. Si tratta di stare nudi sotto il sole cocente, mentre le Amazzoni borbottano e si scherzano a vicenda su di te, mentre la tua gola si secca e un sottile strato di polvere ti addolcisce. L'inizio di essere uno schiavo non è stato così male...

177 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.