La mia famiglia 7 riscrive

637Report
La mia famiglia 7 riscrive

La mia famiglia 7 Riscrivi.

La mattina seguente lasciammo la casa di mia zia Jenny verso le dieci. Mi ha lasciato guidare così da potermi succhiare il cazzo lungo la strada. Mi ha detto che le sarei mancata e sperava che sarei venuta a trovarla durante le vacanze di Natale e che avrei portato Ester. Vorrei mangiare di nuovo la sua bella figa. Le assicurai che ci avrei provato, almeno per tre o quattro giorni. Quando siamo passati davanti a uno dei grossi semirimorchi mentre mi stava facendo un pompino, il ragazzo è quasi uscito di strada cercando di guardare. Quando sono arrivata, ha succhiato ogni grammo di liquido dal mio cazzo, senza lasciare nemmeno una goccia.

Siamo arrivati ​​giusto in tempo per il pranzo. Sono appena sceso dall'auto quando Ester è uscita di corsa di casa e si è alzata di scatto, ha gettato le gambe intorno alla mia vita e mi ha dato un grande bacio. “Dio, mi sei mancato, sussurrò. Sono così eccitato che potrei scopare una scimmia. Ho solo sorriso e le ho detto che era bello anche vederla. Ho preso la mia borsa e mi sono diretta verso casa mentre Ester abbracciava zia Jenny. La mamma era in piedi sulla soglia e disse "bentornato a casa tesoro". Stare lì con quel vestito di cotone leggero che le si allungava stretto sui seni e sulle ginocchia mi toglieva il fiato.

Ho posato la mia borsa e l'ho presa tra le mie braccia e le ho dato un grande abbraccio che ha permesso al mio cazzo ora duro di spingere contro il suo addome. L'ho baciata calorosamente. Volevo baciarla alla francese, ma ho pensato meglio a se. Le ho detto quanto mi mancava. Ha guardato in basso tra le mie gambe mentre ci siamo lasciati e ha detto: "Sì, capisco, anche tu mi sei mancato tesoro, benvenuta a casa ma ho bisogno di parlarti dopo che Esther è andata a letto", sussurrò. Va bene, ho detto.

Abbiamo pranzato con zia Jenny e poi è uscita per casa. Ho notato che quando ha abbracciato Esther ha alzato il vestito e si è strofinata la figa e ha strofinato anche il mio cazzo quando ci siamo abbracciati addio. Quando mia zia è salita in macchina, Esther è andata al finestrino ed è entrata. Sono abbastanza sicuro che abbia allungato la mano sul vestito di Jenny e forse ha fatto scorrere le dita nella figa di sua zia. Ho visto il suo gomito muoversi avanti e indietro per alcuni colpi prima che si alzasse. Penso di aver letto che le labbra di Jenny dicevano "Mi prendi in giro", prima di partire.

La mamma disse: "Vai a disfare il miele e metti i panni sporchi nel bucato. Devo andare al negozio. Mi sono appena reso conto che avevo finito il latte e poche altre cose. OK ho detto. Sono andato nella mia stanza e quando ho sentito la porta della macchina chiudersi, Esther è entrata nella mia stanza e mi ha buttato giù sul letto. "Ok fratello, ho intenzione di succhiarti e fotterti il ​​cervello." Si è tolta il vestito e ovviamente non aveva la biancheria intima. Mi slacciò la cintura e mi tolse i jeans e la biancheria intima.

Si è messa in una posizione 69 e si è accovacciata sulla mia faccia mentre spingeva il mio cazzo nella sua bocca calda. Ho cominciato a leccare le labbra della sua figa e a rumare la mia lingua su e giù per la sua fessura, fermandomi solo per far scorrere la punta della mia lingua sopra e intorno al suo clitoride. Ho immerso la lingua in profondità nelle pieghe della sua fica e l'ho sentita gemere: "Oh Eric che si sente così bene, non puoi immaginare quanto tempo siano state le ultime due settimane. Sì, Eric, è tutto ohhhhh merda, sto per venire. OOOOOOOOHHHHH SÌSSSS." Ha smesso di succhiarmi il cazzo mentre premeva la figa sulla mia faccia ed è venuta.

Si è sdraiata così per circa un minuto con la figa premuta contro la mia bocca prima di girarsi e sedersi sul mio cazzo duro, ha iniziato a spingere su e giù il mio cazzo e ruotare la figa avanti e indietro allo stesso tempo. Andava sempre più forte e veloce come in preda alla frenesia. Non dovevo muovermi. Mi sono semplicemente sdraiato lì e mi sono goduto la sensazione della sua figa calda e stretta che si muoveva su e giù per il mio albero. “mmmmmmmmmmmmmmmm” gemeva ogni volta che veniva. Ricevere il pompino da mia zia mentre tornavo a casa mi ha permesso di durare molto più a lungo di quanto avrei potuto. Dopo una ventina di minuti ho sentito l'impulso nelle palle e le ho sparato un bel carico di sborra nella pancia.

Vai a pulire le ho detto, mamma dovrebbe essere a casa da un momento all'altro. “Non pensare per un momento che sia stato fatto. Ti scoperò stanotte finché non riuscirai a stare in piedi", ha detto. Sono andato nel mezzo bagno fuori dalla cucina e mi sono lavato il cazzo. Avevo appena finito quando ho sentito la mamma chiudere la portiera della macchina. Le ho chiesto se aveva bisogno di aiuto. Ha detto che l'ha fatto, quindi sono andato in macchina. Era piegata sul sedile posteriore e afferrava una borsa della spesa. Il suo vestito era salito appena sotto il suo culo. Il mio cazzo ha cominciato a gonfiarsi anche se avevo appena scopato Ether. Questo è l'effetto che mia madre ha avuto su di me.

Ci sedemmo tutti e tre intorno al tavolo della cucina a parlare finché non fu ora di preparare la cena. Ogni volta che mia madre era voltata, Ester si allungava e mi strofinava il cazzo. Ho deciso di prendere in giro anche lei. Avrei raggiunto sotto il suo vestito e avrei giocato con le sue labbra della figa. Assicurandomi di averle strofinato il clitoride nel processo. Potrei dire che stava diventando sempre più eccitata. Una volta mi ha afferrato il polso e ha spinto le mie dita nella sua vagina e l'ha tenuta lì mentre le scopavo con le dita il clitoride. L'ho sentita inspirare mentre veniva. Abbiamo cenato e guardato il programma "I migliori film casalinghi" fino alle nove di sera, quando la mamma ha detto "OK, è ora di andare tutti a letto". La mamma mi ha sussurrato di venire nella sua stanza dopo essersi assicurata che Esther dormisse. Ho messo Ester in un sonno ipnotico dicendole che quando si è svegliata la mattina si sarebbe ricordata solo che abbiamo scopato diverse volte e che aveva più orgasmi.

Mi sono fatto una doccia e mi sono messo i pantaloni del pigiama senza biancheria intima prima di andare nella stanza della mamma. Quando sono arrivata la mamma era in vestaglia e vestaglia seduta sulla poltrona. "Per favore, siediti lì sul letto", ha detto, cosa che ho fatto. "Penso che tu abbia frainteso quello che ho detto quando sei andato a trovare mia sorella Jenny." Ho iniziato a parlare ma lei ha alzato la mano e ha detto: “Lasciami finire quello che ho da dire perché è molto difficile per me. Mi ci è voluto un po' per capire cosa stava succedendo tra noi. Negli ultimi mesi non riuscivo a capire perché stavo vivendo queste meravigliose esperienze sessuali con tuo padre e poi mi sono svegliato rendendomi conto che era al lavoro. Quando ho trovato lo sperma nella mia vagina non volevo credere a ciò che sospettavo. Dormivo così bene e mi svegliavo con sentimenti così meravigliosi e rilassati. Poi ho finalmente capito che mi sentivo così solo dopo che mi hai ipnotizzato. Una madre e un figlio che fanno sesso è un peccato morale. Oltre ad essere sbagliato agli occhi della società, è degradante per tuo Padre. Eric, tesoro, voglio che tu mi dica la verità. Hai fatto sesso con me mentre ero sotto la tua influenza ipnotica?

Rimasi semplicemente lì senza sapere cosa dirle, quindi ho detto "ragazza magra" e lei è andata immediatamente in un sonno profondo. Dovevo avere tempo per pensare. Se le dico di sì, l'ho fatto, mi farà smettere e sapevo che non avrei mai voluto smettere di fare l'amore con lei. Questo è quello che le ho detto cosa avrei fatto e cosa avrebbe fatto quando ho schioccato le dita e l'ho fatto.

Mi sono avvicinato alla mamma e l'ho tirata in piedi. L'ho presa tra le mie braccia e ho detto a mamma che ti è piaciuto essere fatta l'amore con tutto questo tempo. Sapevi segretamente che ero io, quindi c'è un motivo per non continuare. Ci amiamo e questo è tutto ciò che conta. Nessuno deve mai saperlo. Ora fai l'amore con me. Le tolsi la vestaglia e la lasciai cadere a terra. Mi ha spinto il pigiama fino alle caviglie e si è seduta sul divano prendendo il mio cazzo in bocca e ha iniziato a succhiare.

Mi mise le mani sui fianchi e iniziò a muovere il mio culo avanti e indietro permettendo al mio cazzo di scivolare dentro e fuori dalla sua bocca. La sua bocca era calda e umida e la testa del mio cazzo le sarebbe penetrata in una piccola parte della gola. Ho emesso un piccolo gemito mentre la sua lingua ha spazzato la fine del mio cazzo. Il suo potente succhiare mi ha presto portato al limite e ho forzato delicatamente il mio cazzo dentro la sua bocca il più lontano possibile e le ho fatto esplodere un'enorme quantità di sperma in gola. Soffocava un po', ma continuava a succhiare finché non ero completamente prosciugato.

Alzò lo sguardo e mi sorrise e mi condusse al suo letto. Si sdraiò sulla schiena con le ginocchia in fondo al letto. Mi sono inginocchiato sul pavimento di fronte a lei mentre guardavo quella figa magnifica da cui ero uscito. Ho allungato una mano e le ho massaggiato i seni e ho fatto rotolare i suoi capezzoli tra le mie dita e il pollice mentre abbassavo il viso sulla sua vagina e facevo scivolare la lingua su e giù per la sua fessura fermandomi per circondare il suo clitoride con la punta. Ha iniziato a gemere e a infilarmi la figa in faccia. Ho guidato la mia lingua in profondità nel suo buco caldo e umido e poi ho iniziato a succhiarle il clitoride nello stesso momento in cui ho infilato due dita nella sua fica e ho iniziato a fotterla con le dita.

Stava davvero iniziando a gemere: "Ohhhhhhhh piccola, è davvero carino. Sì tesoro, stai rendendo la mamma così felice e la mia vagina è in fiamme con la tua lingua. Ohhhhhh
Sì piccola proprio così ohhhhhhhh uuuuggggggh. E ha sollevato il culo afferrandomi la testa e costringendomi stretto nelle labbra della sua figa mentre veniva. “Ohhhhh dio, ma è stato bello. Oh jesus yessssss baby sono pronto a venire di nuovo non fermarti ohhhhhh è proprio così uuuuuuuuuuuggg e lei è venuta di nuovo. "Oh piccola, è ora di scopare la mamma." Ho fatto scivolare su il suo corpo e ho preso uno dei suoi seni in bocca e ho iniziato a succhiare il suo capezzolo spuntato mentre facevo scivolare il mio cazzo nella figa più meravigliosa del mondo. Ho iniziato a impastare l'altro seno mentre iniziavo lentamente a pompare il mio cazzo dentro e fuori dalle sue pareti interne di velluto.

Le sue labbra si strinsero attorno al mio cazzo e poco prima che sapessi che stava per venire ho schioccato le dita per farla uscire dal suo incantesimo. Mi ha guardato con uno strano sguardo sul viso e prima che potesse fare qualsiasi cosa l'ho baciata forzando la mia lingua nella sua bocca mentre aumentavo il mio ritmo. Per un momento si è semplicemente sdraiata lì e poi ha iniziato a baciarmi di rimando gemendo "mmmmmmmmmmmm" mentre aveva un altro orgasmo. Ho continuato a scoparla mentre facevo a turno baciandola alla francese e succhiandole e massaggiandole i seni.

Improvvisamente mi diede un enorme abbraccio e sussurrò: "Oh Eric, ti amo e mi fai sentire così meravigliosamente". Era la prima volta che usava il mio nome mentre facevamo l'amore e ora sapevo che sapeva con chi stava scopando. Non riesco a descrivere la sensazione di sollievo e piacere in quel momento. Ho continuato a scoparla per oltre venti minuti facendole raggiungere l'orgasmo più volte. Aveva le gambe intorno alla mia vita con i talloni sul mio culo e incontrava ciascuna delle mie spinte con una delle sue. Ho allungato una mano e ho tirato il suo culo in alto e ho immerso il mio cazzo in profondità nella sua pancia, ho sparato il mio amore offrendo nel profondo del suo buco del cazzo. “Oh dio piccola, posso sentire il tuo sperma schizzare dentro di me.

Restammo lì a baciarci per quasi mezz'ora prima che ricominciassi a rialzarmi. Si è girata e ha preso il mio cazzo che si stava indurendo tra le sue gambe e nella sua figa da dietro. Ho iniziato lentamente a scivolare dentro e fuori di lei quando ha allungato la mano e ha tirato fuori il mio cazzo dalla sua figa e ha messo la testa direttamente all'ingresso del suo ano. Con un piccolo sforzo sono riuscita ad entrare nella sua cavità del culo e ho iniziato a fotterla lentamente lì. Ho preso lunghi colpi facili uscendo quasi da lei prima di sprofondare lentamente dentro di lei.

L'ho girata a pancia in giù e ho iniziato a scoparla sempre più velocemente guidando il mio cazzo in profondità prima di tirarlo fuori quasi completamente. Non ero sicuro di poter venire di nuovo, ma ho pensato che finché fossi rimasto duro avrei continuato a scoparla. Sono durato quasi quarantacinque minuti prima di arrivare. Non mi sentivo come se avessi spruzzato molto, ma mi sentivo comunque bene. Ci siamo addormentati. Verso le 5:30 mi sono svegliato con mia madre a cavallo di me e il mio cazzo era dentro la sua figa calda. Stava muovendo il culo avanti e indietro con il mio cazzo il più profondo possibile. Era seduta dritta e si stava massaggiando i seni mentre affondava il suo bacino nel mio. Gemeva, tubava e piagnucolava mentre si portava a diversi orgasmi. Ci sono voluti circa venti minuti prima di girare la mia offerta d'amore nel profondo delle pareti della sua vagina. "Oh tesoro, posso sentire il tuo meraviglioso sperma che mi spara dentro ogni volta che vieni."

Mi baciò e disse: "Farai meglio a tornare nella tua stanza prima che Jenny si svegli". L'ho presa tra le mie braccia e le ho detto che avremo una vita lunga e meravigliosa insieme, Madre. “Penso che forse se nessuno lo scopre allora penso che possiamo. Tuo padre o Jenny non devono mai scoprirlo. Sai cosa potrebbe succedere se loro o chiunque altro lo scoprisse?" Sì, ho detto.

Mi sono svegliato con Jenny che mi scuoteva. "Chi sei stato il fottuto Eric?" Il mio cazzo era mezzo duro e bagnato di saliva. Ero ancora mezzo addormentato. “Volevo svegliarti succhiandoti il ​​cazzo ma non riuscivo a farlo duro e ho assaggiato il succo di figa. C'è solo un'altra persona in questa casa ed è la mamma. Hai scopato la mamma ieri sera?" Mi ha davvero svegliato. Per l'amor di Dio Jenny, come hai potuto pensare una cosa del genere? Non ti ricordi che mi hai fottuto quasi a morte ieri sera? È una meraviglia che il mio cazzo abbia risposto, quello che hai assaggiato era la tua stessa figa, le ho detto. "Oh, me ne ero dimenticato, mi dispiace Erick." Dovresti essere un'accusa. Come puoi anche solo pensare che potrei scopare la mamma? “Oh Eric
sono davvero dispiaciuto; Non so perché mai dovrei pensare una cosa del genere. La mamma è così etero". Accidenti, pensavo di essere felice di averle detto di pensare che mi avesse scopato quando l'ho messa sotto l'altra notte.

Mi ero fatto una doccia ed ero seduto al tavolo della cucina quando è entrata la mamma. Jenny si stava facendo la doccia. "Eric tesoro, non lo so?" Non so cosa ho chiesto. “Semplicemente non so se posso continuare questa mascherata. Ti amo e ti voglio, ma è così peccaminoso. L'incesto è una cosa terribile. Fare sesso con un figlio è orribile e mi sento in colpa da morire". Era di fronte al lavandino senza guardarmi. Mi sono avvicinato dietro di lei, l'ho abbracciata e l'ho baciata sul collo. Mamma, non pensarlo come un incesto, pensa al fatto che ci amiamo non solo come madre e figlio ma come amanti. “Sì, ma mi sento anche così in colpa per aver tradito tuo padre. Lo amo, lo sai. Conosco la mamma e non ti biasimo, è un uomo e un padre meraviglioso. Perché non puoi amare due persone?

L'ho girata e l'ho baciata completamente sulla bocca inserendo la mia lingua nella sua. Ha risposto mentre le sollevavo la vestaglia e la vestaglia e le tiravo su le gambe. Ha avvolto le gambe intorno ai miei fianchi mentre l'ho abbassata sul mio cazzo e ho iniziato a scoparla. Sussurrò “Oh Eric, può essere un peccato, ma quello che mi fai non lo fa nemmeno tuo Padre. Il mio corpo ti risponde come non ha mai fatto prima. Ho sempre risposto a tuo padre e ad altri al college, ma non ho mai avuto tanti orgasmi quanti ne ho avuti con te. Mi ha afferrato forte e ho sentito la sua sborra sul mio cazzo.

Ho sentito Jenny chiudere la porta della sua stanza, quindi ho abbassato la mamma e le ho tirato giù l'abito e mi sono seduto al tavolo mentre la mamma si legava l'accappatoio. Ho aperto la finestra per assicurarmi che non ci fosse odore di sesso. Jenny entrò balzando dentro e guardò la mamma e poi me. Mi chiedevo se potesse vedere la faccia arrossata della mamma, quindi ho detto che era ora che anch'io dovessi fare una doccia. Questo sembrava distrarla e qualunque cosa stesse pensando svanì.

“Mamma, ho parlato con papà e mi ha detto di parlare con te. Voglio prendere un cane, ha detto che se fosse stato d'accordo con te sarebbe stato d'accordo con lui". lei disse. "Se prometti di sfamare e prendertene cura, sabato possiamo andare al canile cittadino e vedere cosa hanno". "Non voglio un bastardino, voglio un purosangue, gridò." "Un purosangue, devi essere matto, sono molto costosi le ha detto la mamma." “No, ho cercato le diverse razze e allevatori su Internet e se prometti loro di scegliere la cucciolata dalla prima cucciolata puoi comprarne una a metà prezzo. Ho visto un'aggiunta per i cuccioli di Shepard tedeschi per $ 300,00. Posso vendere i cuccioli per circa $ 150 a $ 250 ciascuno e questo ti ripagherebbe.

Mentre la mamma ci pensava, ho messo la mia mano tra le gambe di Jenny e ho sussurrato, brutto cagnolino ti fotti e le accarezzi l'inguine dei pantaloncini. Mi ha guardato e mi ha fatto un grande sorriso e mi ha fatto l'occhiolino. La mamma disse: "Beh, immagino che non possa far male guardare, ma ricorda a Jenny che sarebbe tua responsabilità addestrare e disciplinare il cane". "Prometto, lo prometto che ha urlato." “Ok, cerca l'indirizzo su internet e fissa un appuntamento per sabato in tarda mattinata. Ora Eric, vai a farti la doccia, non voglio che voi due arriviate in ritardo a scuola.

Erano passate un paio di settimane prima delle vacanze di Natale e quando sono arrivata a scuola mi sono imbattuto in Sally nel corridoio. Era una delle due ragazze che avevo ipnotizzato mentre mi esercitavo per il mio atto di ipnotizzatore per il talent show la scorsa primavera. Ricordavo che la sua parola chiave era "ragazzo grande". Abbiamo parlato un po' e le ho chiesto se sarebbe andata ancora con Tom. Mi ha detto di no, si erano lasciati l'estate scorsa e ora usciva con la metà della squadra di football di nome Jerry. Non appena ho cambiato il nome del suo nuovo ragazzo, ho detto "Big Boy" e lei è andata immediatamente in un sonno profondo alzandosi in piedi. Le ho detto di incontrare il suo ragazzo Jerry nell'aula di detenzione subito dopo la lezione a cui stava andando. Che avrebbe visto solo Jerry, indipendentemente da chi fosse entrato nella stanza. Sapevo che a quell'ora la stanza non sarebbe stata occupata.

Non appena la mia lezione di matematica finì, mi precipitai nella stanza di detenzione, Sally era seduta nella prima fila di sedili. Ho chiuso a chiave la porta dall'interno e mi sono avvicinato a Sally e lei mi ha guardato e mi ha salutato, tesoro. Ho detto "Big Girl" e lei è andata sotto. Le ho detto che quando mi avrebbe guardato avrebbe visto solo Jerry e quando avrei schioccato le dita si sarebbe svegliata completamente e avrebbe sbottonato i pantaloni di Jerry, avrebbe preso il suo cazzo e lo avrebbe succhiato. Se lui veniva, doveva ingoiare tutto lo sperma, ma se non lo sborravo doveva tirarsi su il vestito e abbassarsi le mutandine. Poi doveva chinarsi sulla scrivania e lasciarmi scopare a pecorina. Ho schioccato le dita.

Non appena si è svegliata ha sbottonato i miei jeans tirandoli giù fino alle mie caviglie prima di tirare fuori il mio cazzo dai miei pantaloncini e metterselo in bocca. Mi ha succhiato il cazzo come se fosse una ventosa su un bastone. La saliva scorreva ai lati della bocca e la testa andava avanti e indietro di un miglio al minuto. Quando ho iniziato ad avvicinarmi, ho rimosso il mio cazzo dalla sua bocca e ho aspettato mentre si alzava il vestito e si toglieva le mutandine bianche. Si è chinata sulla scrivania e io ho inserito la mia testa di cazzo nelle pieghe della sua figa molto stretta.

Le presi i fianchi e spinsi il mio cazzo fino in fondo. “Ohhhhhhhh Jerry, sembri così grande. Ohhhhh dio ti senti così bene dentro di me. Stai riempiendo tutta la mia figa con il tuo cazzo meraviglioso. Oh dio Jerry fottimi, fottimi più forte. Sto per cummmmm,
Uuuuuuuuuuuuuuuuuggg oh merda sì e mi ha spinto indietro sul cazzo proprio mentre lasciavo perdere una grande quantità di sperma bianco appiccicoso nel profondo della sua pancia. Potevo sentirla avvertire lo sperma sparsi sul mio cazzo. L'ho tenuta così per circa un altro minuto con il mio cazzo dentro di lei che mi svuotava le palle. Quando ho finito le ho tirato su le mutandine e le ho detto di succhiare lo sperma dal mio cazzo e lei lo ha fatto. Poi ho detto "Big Girl" mandandola di nuovo in un sonno profondo.

Le ho detto che ogni volta che vedeva Eric provava una sensazione di calore tra le gambe e che la terza volta si scaldava così tanto che andava nel bagno della donna e si masturbava. Che alla quinta occasione di vedere Erick la farà così eccitare che vorrà scoparlo. Lo inviterà a casa sua quando sapeva che sarebbe stata sola e lo avrebbe scopato e succhiato il suo cazzo. Non avevo mai provato qualcosa del genere prima ed ero curioso di vedere se poteva funzionare.

Il giorno seguente mi sono assicurato di imbattermi in Sally. Quando ci siamo incontrati ho salutato e chiesto come stava? Mi ha guardato e il suo viso è diventato rosso mentre balbettava: "Sto bene, come stai?" Prima che potessi rispondere balbettò, io, io, sono in ritardo per la lezione. e corse via. Non potevo crederci. Sembrava funzionare. Il terzo giorno Quando sono andato da lei per salutarla, mi ha semplicemente fissato mentre mi avvicinavo. Improvvisamente si voltò e quasi corse lungo il corridoio. L'ho seguita ed è andata in bagno. Era lì dentro da quasi venti minuti. Quando è uscita, il suo viso era arrossato e sembrava che respirasse un po' più velocemente.

Venerdì, quando le ho salutato, ha fatto un respiro profondo e mi ha fissato per quasi un minuto intero. Ha detto che Eric mi faresti un favore e mi accompagni a casa dopo la scuola. Un paio di ragazzi mi stanno dando dei brutti momenti. Ho detto a Jenny che avevo qualcosa da fare e che lei tornasse a casa da sola. Ho accompagnato Sally a casa sua. Sembrava molto nervosa e mi ha chiesto di entrare in casa. Le ho chiesto dove fossero i suoi e lei mi ha detto che erano ancora al lavoro. Mi ha messo le braccia intorno al collo e ha detto "Eric, non so perché, ma ho un desiderio irrefrenabile di scoparti".

Mi portò nella sua camera da letto e iniziò a spogliarsi. Mi sono seduto sul letto e l'ho guardata togliere ogni capo dei suoi vestiti, era erotico. Quando si è tolta il reggiseno ho potuto vedere che i suoi seni erano cresciuti un bel po' da quando la primavera ho risucchiato il respiro vedendola in piedi lì in mutandine con i seni più perfettamente rotondi che avessi mai visto. La sua pelle era bianca come neve fresca. Aveva piccoli capezzoli circondati da areole rosa chiaro. I suoi capelli castano chiaro quasi biondi erano fino alle spalle. Quelle tette erano magnifiche. Non conoscevo la taglia ma ho indovinato almeno una tazza CC o D. Ho tirato le sue mutandine sul pavimento e ho guardato la sua figa rasata. Le labbra della sua figa formavano un perfetto dito di cammello.

Ho appena recitato nel suo bel corpo. Alla fine sono scivolato giù dal letto e mi sono seduto per terra. Ho allungato una mano e l'ho afferrata per le cosce e l'ho tirata in avanti fino a quando la sua figa non è stata nella mia faccia. Lei allargò le gambe e io allungai la mano con la faccia e feci scorrere la lingua su per la sua fessura. Il suo culo tremava mentre procedevo alla lingua quella figa. Su e giù per quella fessura la mia lingua si è fermata al suo clitoride per solleticarlo. Si è accovacciata un po' e mi ha preso la testa tra le mani e ha premuto il mio viso contro di lei per fare un buco. Ho spinto la lingua il più lontano possibile nella sua vagina e ho iniziato a fotterla con la lingua.

Ho sentito il suo sperma trasudare sulla mia lingua e ha detto "Ohhhhhhhh dio", mentre veniva. Ho iniziato a succhiare il suo piccolo clitoride mentre ho inserito due dita nella sua fica e ho iniziato a scoparla con le dita. Entro un minuto ho sentito il suo sperma di nuovo sulla mia lingua. “Oh mio dio Eric, hai la lingua più fantastica che abbia mai avuto a mangiarmi la figa. Ohhh yesss Eric è tutto, Oh mio dio sto per venire di nuovo aaaaaaahhhhhhhh yessssss. Questa volta è stato grande. Mi ha afferrato la testa e mi ha piantato la figa in faccia. Le sue gambe tremavano e il suo culo si contraeva quando si sedette sulla mia faccia e cadde su di me sul letto.

Mi sono alzato e mi sono tolto i vestiti il ​​più velocemente possibile. L'ho sollevata più in alto del letto e l'ho fatta rotolare sulla schiena. Alzò lo sguardo e mi sorrise mentre allargava le gambe aspettando che la entrassi. Ho preso la testa del mio cazzo e l'ho fatto scorrere su e giù per la sua figa bagnata prima di metterlo all'ingresso della sua vagina. Ho spinto dentro di circa tre pollici e l'ho sentita risucchiare il respiro ma non ha detto nulla. Ho iniziato a muovermi dentro e fuori di lei permettendo a un altro pollice di entrare dentro di lei ogni paio di colpi fino a quando non ho avuto i miei sette pollici e più sepolti nel suo buco dell'amore. L'ho scopata lentamente, tirando fuori il mio cazzo fino alla testa e poi molto lentamente reinserindolo nei debiti più lontani del suo grembo.

Stava facendo respiri profondi e potevo sentire il suo addome come sbattere contro di me. Ho aumentato la mia velocità e lei ha cominciato a gemere piano, mmmmmm, ohhhhhhhhh, mmmm, e ha detto: “Oh dio Eric, hai il cazzo più bello che abbia mai avuto in me. Non credo di aver mai avuto un cazzo che mi riempiva come te. Ohhhh sì Eric, sto per venire di nuovo. “Sisssss, oh merda iiiiiieeeeee ha urlato mentre mi spingeva forte il bacino contro e le sue gambe mi giravano intorno alla vita e si strinsero. Si stava spingendo verso l'alto incontrando i miei colpi verso il basso e continuava a gridare: "Oh dio, oh merda, diga non riesco a smettere di sborrare Eric Ohhh per favore non smettere, sto andando a fuoco". Continuava a sbattere il culo contro il mio cazzo e i suoi talloni cercavano di costringermi a scendere più forte per forzare il mio cazzo più a fondo nella sua pancia. Questo è stato tutto ciò che ho potuto sopportare, l'ho spinto a fondo e sono entrato in profondità dentro di lei. "OH Eric, posso sentire che stai schizzando dentro di me, ohhhhhhhhhhh merda" urlò e tornò di nuovo.

Ci siamo sdraiati sfiniti e dovevamo esserci appisolati. All'improvviso mi stava scuotendo e sussurrando: "Merda, merda, merda, mia mamma è a casa. Sono balzato in piedi e mi sono messo i vestiti mentre lei faceva lo stesso. Gettò il reggiseno sotto il letto e si infilò la gonna e la camicetta. Ho sentito sua madre chiamare: "Sally sei a casa?" Mi ha detto di aspettare e quando ho sentito la sua tosse di sgattaiolare fuori dalla porta d'ingresso. "Sì mamma, sono a casa, arrivo subito". Se n'è andata e l'ho sentita in cucina. Tossì e io mi affrettai a uscire dalla porta d'ingresso. L'ultima cosa che ho sentito è stata sua madre che diceva: "Sally, ti stai prendendo un raffreddore? Perché i tuoi capelli sono un disastro?" Non ho sentito la risposta di Sally. Dato che era venerdì, sapevo che non l'avrei rivista fino a lunedì.

Quando sono tornato a casa, mamma stava preparando la cena. "Perché così tardi tesoro", ha chiesto. Ho aiutato un amico a lavorare sulla sua macchina e ci è voluto un po' più di tempo per avviarla. A proposito di macchina, non è ora che io ne abbia una? Bene, ho parlato con tuo padre e abbiamo deciso che avresti potuto averne uno per il tuo diciassettesimo compleanno. Ahhhhh manca quasi un anno. Mi ha semplicemente sorriso, quindi sono venuto dietro di lei e l'ho abbracciata e ho fatto scorrere la mano sulla sua gonna e le ho solleticato la figa. "Smettila Eric, e se entrasse Jenny. Dobbiamo stare più attenti." Ho detto Ok mentre prendevo il mio dito e lo strofinavo su e giù per la sua fessura diverse volte molto velocemente. Ho bisogno di fare una doccia. “Oh piccola merda, ora penserò a fare sesso.

Sono saltato sotto la doccia e non ero lì da cinque minuti quando Ester è entrata nuda come un J-bird. Si è accovacciata e ha preso il mio cazzo in bocca. Ero sicuro di essermi lavato prima lì. Lo succhiò finché non fu completamente duro e poi si alzò e si voltò. Si è chinata e ha detto ora fottimi fratello maggiore. Ho spinto il mio cazzo nella sua figa già bagnata di anticipazione e afferrandole i fianchi ho iniziato a scoparla rapidamente con forza. Ha detto "Indovina cosa verrà Eric zia Jenny per qualche giorno a Natale, non è fantastico?"
Ho pensato, oh merda. Sapevo che volevo scopare ancora un po' con Sally e volevo assicurarmi di essere sempre pronta per la mamma ma quattro donne, accidenti, spero di non deludere nessuno.
(continua) Tutti i diritti riservati all'autore

Storie simili

Cedere a mia sorella: Parte 1

È da un po' che leggo storie qui, ma ho deciso di postarne una mia. Fammi sapere cosa ne pensi. il feedback decide se esiste anche una seconda parte. Beh, prima di tutto mi chiamo Jake. Ho 18 anni e ho i capelli castani con gli occhi marroni. Sono alto 6 piedi con una corporatura muscolosa. Ho un cazzo rispettabile da 7 pollici. Attualmente sono single, io e la mia ragazza ci siamo appena lasciati. Mi tradiva con un altro ragazzo. Bene, comunque, è così che sono finito dove sono ora. Vedi, ho una sorella gemella, è nata prima di me...

526 I più visti

Likes 0

VENDETTA! Fase 4 - Andare in rovina

Dopo aver preso Jessi ho pensato che sarebbe stata come Shannon e l'ho detto a qualcuno, ma non l'ha fatto. Era lì il giorno dopo per paura che stare da sola a casa non sarebbe stato al sicuro e allo stesso tempo era probabilmente preoccupata di mostrare segni di debolezza non venendo e rivelando di essere profondamente colpita. Tuttavia, mi è piaciuto quello che è successo quando è tornata. Era timida e cercava di comportarsi come se stessa, coprendomi completamente e ignorandomi come sempre, queste persone non sapevano che aveva paura di me piuttosto che di sentirsi meglio di me, non...

547 I più visti

Likes 0

Lo schiavista realizza il suo desiderio 15

Lo schiavista realizza il suo desiderio 15 Judy teneva gli occhi correttamente bassi mentre sedevamo al tavolo della mia cucina a bere il caffè. Rachel e Reese erano entrambe a un incontro di Narcotici Anonimi. Joey li aveva guidati. Judy aveva un colletto intorno al collo, stivali con il tacco alto e un plug anale di tre pollici di diametro conficcato saldamente nel suo retto. «Non sono sicuro di come mi sento al riguardo, Judy» dissi. “Anche io sono un po' confuso al riguardo. Ma sapendo cosa ha fatto Tory per ferire le mie ragazze, non voglio più essere responsabile. Mi...

417 I più visti

Likes 0

MIA MOGLIE E ​​L'UOMO NERO

Mia moglie ed io non siamo mai usciti con nessun'altra razza oltre alla nostra e non ci abbiamo mai pensato. Mia moglie in realtà non sopporta i neri. Lei pensa che siano piuttosto maleducati e disgustosi più o meno allo stesso modo penso. Tuttavia, quando guardo il porno sul satellite e vengo attraverso un ragazzo nero che disossa un pulcino bianco con il suo cazzo enorme mi fermo a guardare a piccolo. Sono stupito di quanto siano grandi alcuni di questi cazzi neri. Un giorno ho visto un nero caldo io e la ragazza abbiamo detto a mia moglie quanto pensavo...

402 I più visti

Likes 0

Piacevole Maestro

Qualche settimana dopo mi sono svegliata presto per aiutare le mie sorelle a preparare la colazione. Mi girai per vedere il maestro Arik che mi fissava. Sbattei le palpebre velocemente sentendo il mio cuore battere all'impazzata per la sorpresa di vederlo sveglio. Sorrise lentamente mentre mi sedevo; le coperte espongono i miei seni e i miei capezzoli che si induriscono nell'aria fresca. Si sporse in avanti e fece rotolare delicatamente i miei capezzoli tra le sue dita. «Vieni qui» disse con voce roca. Mi sono avvicinato un po' e lui mi ha fatto cenno di cavalcare il suo corpo prono. Ho...

301 I più visti

Likes 0

Schiavo delle Amazzoni

Farsi catturare fa schifo. Tende a coinvolgere cose come pisciarti per il terrore, mentre le terrificanti Amazzoni tengono le loro lance mortalmente ferme sul tuo pomo d'Adamo, lasciandoti troppo spaventato da ingoiare. Essere fatto prigioniero fa schifo. Implica infinite marce ammanettate e crudeli frustate ogni volta che inciampi o vacilli. Essere venduti come schiavi fa schifo. Si tratta di stare nudi sotto il sole cocente, mentre le Amazzoni borbottano e si scherzano a vicenda su di te, mentre la tua gola si secca e un sottile strato di polvere ti addolcisce. L'inizio di essere uno schiavo non è stato così male...

581 I più visti

Likes 0

Scuola estiva parte 8

Parte 8 - Cindy e Daryl Progress Cindy stava quasi tremando che era così entusiasta di raccontare a Daryl della sua conversazione con sua madre. Merda, ora stava prendendo la pillola! L'appuntamento dal suo dottore consisteva in una rapida occhiata e sensazione delle sue tette e della sua vagina e lei stava prendendo la pillola! Ora sarebbe stata al sicuro dalla gravidanza e Daryl avrebbe potuto girare le sue cose ovunque volesse. Sarebbe davvero felice. Daryl nel frattempo era altrettanto eccitato. Anche se provava un imbarazzo persistente da parte di sua madre che lo vedeva sborrare, specialmente sulla sua stessa faccia...

492 I più visti

Likes 0

Una nuova padrona 2

Ho assaporato il gusto dello sperma di Mistress Natasha nella mia bocca fino a casa. Mia moglie stava dormendo quando sono tornato a casa e mi sono infilato nel letto accanto a lei senza lavarmi o sciacquarmi la bocca. Ho mantenuto la mia routine settimanale la stessa di sempre tranne le due volte che io e mia moglie abbiamo scopato ho aspettato finché non mi ha urlato di sborrarle dentro (solo per rimanere obbediente a Mistress Natasha). Naturalmente, non riuscivo a pensare a nient'altro che a Natasha tutto il giorno e tutta la notte per un'intera settimana. Giovedì finalmente è arrivato...

453 I più visti

Likes 0

Il viaggio in campeggio_(7)

Mi chiamo Jimmy e ho 11 anni. Ho iniziato ad attraversare la pubertà 3 mesi fa e sono stata estremamente eccitata. Un giorno ho deciso di invitare il mio amico a fare una gita in campeggio nel bosco. Si chiamava Michael e aveva 10 anni e mezzo, aveva i capelli castano scuro ed era molto piccolo. Ha deciso di venire con me per un paio di giorni. Ho portato la tenda e lui ha portato cibo e acqua. Ho portato anche il mio golden retriever. Il campeggio era a circa un miglio di distanza, e lì c'era un lago. Non c'era...

406 I più visti

Likes 0

Cavalcando un grosso cazzo nero

Ero fuori a tarda notte di sabato. Ero stato in una discoteca con alcuni amici ed erano ubriachi. Ero sobrio, non bevo. (Probabilmente è per questo che mi hanno chiesto di accodarmi, così potrei davvero accompagnarli a casa e tenerli fuori dai guai.) Quindi, siamo saliti tutti sul mio SUV rosso e immacolato (sono una specie di maniaco della pulizia, un punto di sporco e io vado fuori di testa.) E ho lasciato i miei amici a casa loro. Ci vediamo, Kate!! Vado solo a guardare un po' di porno perché sono sempre così eccitata quando sono ubriaca!!! Ho sorriso e...

715 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.