La complessità di due gemelli

2KReport
La complessità di due gemelli

Descrizioni dei personaggi:
Jamie e Naomi: 15 anni. Seno 36B. Altezza 5 “6”. Capelli biondi. Occhi azzurri pallidi.
Lillian “Lily”: 18 anni. Seno 34C. Altezza 5 “7”. Capelli castani. Occhi marroni.

"Ho visto Lily baciare il suo ragazzo", mi aveva detto Naomi.

“Allora,” scrollai le spalle. Sebbene fossimo gemelli identici, io ero il maschiaccio, il che significava che non avevo intenzione di ascoltare i suoi pettegolezzi.

"Ho solo pensato-"mia sorella ha smesso di parlare a metà frase.

Ho guardato in tempo solo per cogliere il suo balzo. Aveva il vantaggio di essere in cima. Mi ha messo sulla schiena, a cavallo della mia vita.

"Cosa stai facendo? Lo dirò alla mamma", ho minacciato. È stato un tentativo debole. Ho dovuto ammettere.

"Non vuoi sapere come ci si sente a baciare?" lei chiese.

"Perché dovrei? I ragazzi sono fastidiosi,” dissi. Mise le mie mani sopra la mia testa tra le sue. Abbassò lentamente il viso sul mio, centimetro dopo centimetro. Ho sentito che il mio cuore ha cominciato a battere forte.

"Chi ha parlato di ragazzi?" chiese, maliziosamente. In quel momento le nostre labbra si incontrarono, le sue mani
hanno lasciato il mio e si sono avvicinati al mio viso.

Ero in trance in quel momento.

"Cosa state facendo ragazzi?!"

La trance era finita e sono tornato alla realtà. Spinsi Naomi da sopra di me e mi rotolai sulle mani e sulle ginocchia.

Mia sorella maggiore, Lily, era sulla soglia, fissando noi due.

"Non dirlo alla mamma, per favore", la pregai.

"Va bene, non farlo di nuovo", lo avvertì e lasciò la stanza.

Anch'io ho lasciato la stanza, senza nemmeno voltarmi a guardare mia sorella e da allora ho cercato di non guardarla in quel modo. Sono passati cinque anni da allora e io e mia sorella abbiamo entrambi quindici anni e la nostra sorella maggiore, Lillian, ne ha ora diciotto.

"Jamie!" la mamma grida e riesco a malapena a sentirla sopra la mia musica. Mi alzo dal letto e indosso un paio di vecchi pantaloni della tuta. Quando arrivo in fondo alle scale, mia madre è in soggiorno insieme agli altri miei due fratelli.

"Sono nei guai?" Chiedo.

"No, dovresti esserlo?" chiede la mamma, inarcando un sopracciglio.

“Non che io ne sia a conoscenza,” dico.

"Beh, comunque, come tutti sapete mia madre è stata operata di recente e poiché mio padre è ancora più grande di lei, trascorrerò circa una o due settimane lì, ad aiutare mia madre mentre si adatta. Nel frattempo, Lillian ti guarderà da quando ha diciotto anni adesso. Per fortuna è estate, quindi non devo preoccuparmi che tutti voi frequentiate la scuola, quindi per favore cercate di comportarvi bene. Esco la mattina, quindi finisco di fare i bagagli e poi vado a dormire”, spiega, dirigendosi verso la sua stanza.

"Sarà divertente", sorride Naomi.

“Ne dubito,” scrollo le spalle, tornando al piano di sopra.

"Non vuoi guardare un film con noi?" chiede Lillian, indicando la TV, mostrando il tuo film da ragazza medio.

“Penso che passerò,” espirai un profondo respiro. Quando comincio a salire le scale sento Naomi sussurrare: "È come avere un fratello".

Continuo solo su per le scale. Vado nella stanza di mia madre e trovo che mia madre abbia finito di fare i bagagli.

"Posso dormire qui con te?" Chiedo.

“Certo,” sorride già a letto.

Mi infilo nel letto con lei e lei si gira in modo da trovarsi di fronte a me, avvolgendomi con un braccio intorno allo stomaco.

"Tutto bene?" mi chiede, il suo respiro caldo sul mio viso.

"Sì, volevo solo dormire con te", mento.

Mi addormento velocemente, tra le braccia di mia madre.

La mattina seguente mi sveglio da solo. Tutte le valigie di mia madre sono sparite, ma sul comò c'è un biglietto con il mio nome sopra. Nel biglietto mia madre dice che non voleva svegliarmi perché dormivo così pacificamente e che le mancherò molto mentre è via e che la chiamerò quando voglio. Piego il biglietto e lo metto in tasca, lasciando la stanza di mia madre e andando in bagno.

"Sei andato a letto con la mamma la scorsa notte?" Naomi incrocia il mio cammino.

"Sì", dico con la massima disinvoltura.

"Beh, se ti senti solo puoi sempre provare a visitare la mia stanza", sorride innocentemente, ma i suoi occhi sono un'altra storia.

Scelgo di non nobilitarlo con una risposta e vado in bagno. Apro la doccia e mi spoglio davanti allo specchio. Mia sorella ed io condividiamo lo stesso corpo, lo stesso aspetto, ma personalità completamente diverse. Quindi, mentre guardo il mio corpo nudo allo specchio e lui mi fissa, in un certo senso stavo vedendo anche mia sorella senza vestiti? Mi sono sciolta i capelli e sapevo di esserlo. Mi ha acceso e non avevo intenzione di ammetterlo a me stesso e soprattutto a nessun altro.

Per il mio benessere mi volto dallo specchio ed entro nella doccia e nel tepore dell'acqua
mi accoglie. Chiudo gli occhi mentre lascio scorrere l'acqua sul mio viso e quasi non sento la porta aprirsi, ma non sono ancora sicuro se l'ha fatto o no.

"Ciao?" Chiamo dalla doccia, non voglio uscire.

Non c'è risposta, ma ho ancora la sensazione della presenza di qualcuno.

"Ti serve qualcosa?" Chiedo. Ancora non ricevo risposta. Poi sento la porta chiudersi silenziosamente. Alzo leggermente le tende, ma non c'è nessuno. Decido che questo è il mio segno per uscire dalla doccia e uscire rapidamente, chiudendo l'acqua. Prendo un asciugamano e le mie mani tornano vuote. Non c'è un solo asciugamano in bagno e nemmeno i miei vestiti. Esco dal bagno e dritto davanti a me, mia sorella è in piedi con un asciugamano in mano.

"Ho messo i tuoi vestiti in lavatrice e gli altri asciugamani si stanno asciugando", mi spiega Naomi.

“Oh,” dico esitante.

Aspetto che mi dia l'asciugamano, ma mi fissa solo in avanti.

"Puoi passarmela?" chiedo educatamente.

"Come mai? Siamo sorelle e comunque identiche. Il mio corpo è il tuo corpo”, dice semplicemente.

Feci un respiro profondo e apro di più la porta, rivelandole il mio corpo nudo. Sento gli occhi di mia sorella sulla mia figa rasata e so che non crede a una sola parola che ha appena detto, ma ormai è troppo tardi. Prendo l'asciugamano da lei e lo avvolgo velocemente intorno al mio corpo. Mentre mi allontano sento le sue mani che mi sfiorano la coscia e un'ondata di piacere in un'area in cui non voglio davvero sentirlo.

Storie simili

Miele in vendita parte 2

Miele in vendita 2 Stavo porgendo l'assegno a Jeb, ma non stava raggiungendo per prenderlo e ho iniziato a preoccuparmi che potesse recedere dall'accordo. Jeb si grattò le palle e si annusò le dita; l'odore deve aver incontrato la sua approvazione perché mi ha guardato, ha fatto rotolare il fiammifero in bocca dall'altra parte e ha detto. Ho un paio di stip-a-lations da aggiungere a questo accordo. Ha detto cercando di sembrare tutto avvocato. Che tipo di clausole? Lo guardai sospettoso. Bene, si fermò, prenderai la mia bambina e io non la vedrò almeno una volta al mese, perché mi mancherà...

2.2K I più visti

Likes 0

Obbligo o verità: edizione Neighbors

Obbligo o verità: Neighbors Edition Caratteri: Famiglia nera - I Johnson Marito: Thomas 40 anni, 6', 200 libbre, cazzo da 12 pollici Moglie: Jasmine 35 anni, 5' 7 150 libbre, seno 44DD, vita 34 pollici, bottino 48 pollici. Figlia: Kelly 14 anni, alta 5' 2 pollici, 95 libbre, tazza 32C, vita 18 pollici, bottino 28 pollici. Figlio: Marcus 15 anni, 6' 3 alto, 195 libbre, cazzo 12 pollici Nonna Pam 64 anni, 5' 8 alta, 240 libbre, seno 44F, bottino 52 pollici Famiglia bianca: gli Smith Padre: Jim 38 anni, 5' 11 alto, 175 libbre, cazzo 11 pollici Moglie: Tish 37...

2.1K I più visti

Likes 0

Quel capodanno speciale_(0)

Lucy e Stace saranno qui presto, vuoi da bere? disse Amanda Senza troppe esitazioni accettai e le presi un grande bicchiere di baileys, Amanda era bellissima, a dire il vero. Era di circa 5 4' ma dall'altezza aggiunta dei tacchi che indossava stasera sembrava un facile 5 8'. Indossava un vestito bianco corto che era per lo più trasparente ed era abbastanza corto da poter vedere chiaramente la sua biancheria intima che quella sera era un perizoma leopardato se si chinava. Era morta di capelli rossi che erano perfettamente acconciati e stavano sempre benissimo. Mentre bevevo un sorso della bevanda, qualcuno...

2.2K I più visti

Likes 0

Una notte fuori dalle streghe

“I demoni vorticano e gli spiriti vorticano. Cantano le loro canzoni ad Halloween. Vieni a divertirti, gridano. Ma non vogliamo andarci, quindi corriamo con tutte le nostre forze E oh, stasera non entreremo nella casa stregata -Jack Prelutsky, La casa stregata *** Quello che succedeva in quella città la notte di Halloween era segreto e ai bambini non era mai stato permesso di saperlo. I genitori mandavano i loro piccoli nelle città vicine a fare dolcetto o scherzetto e gli adolescenti si recavano in pellegrinaggio in altre parti della contea per le feste di Halloween. Non importa quanto un bambino possa...

2K I più visti

Likes 0

Una nuova padrona 2

Ho assaporato il gusto dello sperma di Mistress Natasha nella mia bocca fino a casa. Mia moglie stava dormendo quando sono tornato a casa e mi sono infilato nel letto accanto a lei senza lavarmi o sciacquarmi la bocca. Ho mantenuto la mia routine settimanale la stessa di sempre tranne le due volte che io e mia moglie abbiamo scopato ho aspettato finché non mi ha urlato di sborrarle dentro (solo per rimanere obbediente a Mistress Natasha). Naturalmente, non riuscivo a pensare a nient'altro che a Natasha tutto il giorno e tutta la notte per un'intera settimana. Giovedì finalmente è arrivato...

1.8K I più visti

Likes 0

Figlio nerd e mamma

Figlio nerd e mamma Una mamma e suo figlio nerd, una storia in quattro parti su come diventare una troia sborra. Janet Bigs era una vedova di 38 anni, aveva i capelli rossi, un paio di tette 38E e un culo che teneva stretto allenandosi tre giorni alla settimana. Janet era una MILF. Suo figlio Wally era un ragazzino per la sua età, ma essendo al secondo anno del liceo aveva ancora diversi anni da crescere. Wally era il cervello di classe, quindi i bambini gli chiedevano sempre aiuto per i compiti. Ha provato per la squadra di calcio che ha...

1.8K I più visti

Likes 0

Oh, introduzione di Ollie

Il mio migliore amico, Oliver, era il tipo di ragazzo di cui ogni ragazza impazzirebbe. Dato che era un giocatore chiave nella squadra di atletica della nostra scuola, aveva facilmente il corpo per lasciare le ragazze sbavando, ma non è quello che ha catturato la loro attenzione. Oliver era gentile, ma non invadente, intelligente, ma non sapientone, protettivo, ma non geloso, e nel complesso una persona fantastica. I suoi occhi color nocciola erano sempre pieni di emozione e sapeva sempre cosa dire. Questo è ciò che ha fatto tornare le ragazze. Io, invece, non ero il tipo di ragazza con cui...

1.4K I più visti

Likes 0

Esce Barb

L'avventura di Barb Capitolo 1 Barb era cresciuto in una chiesa che andava a casa. Quando è entrata nella sua adolescenza, ha sentito le storie di alcuni dei bambini con cui andava a scuola sul sesso. Cazzo, sesso orale, malattie sessualmente trasmissibili e, naturalmente, bambini. Non ci ha pensato molto. Veniva da una famiglia religiosa e, naturalmente, non avrebbe mai fatto sesso prima del matrimonio. Durante la sua adolescenza, ha notato l'aumento dei suoi sensi quando si trattava di guardare e stare con ragazzi e uomini. La sua sessualità si stava risvegliando. Notò il loro odore, guardò le loro braccia e...

1.3K I più visti

Likes 0

L'ultima vacanza estiva-Capitolo 2

Lasciamo in pace questi due amanti. Ho detto. Vieni, scusa il gioco di parole, unisciti a noi sul lanai quando hai finito. Meg e io ci dirigemmo verso la cucina per preparare una caraffa di Vodka Martini da portare nel patio. Ci siamo seduti insieme sul divano. Beh, cosa ne pensi? Ho iniziato. Meg ha un'espressione contemplativa sul viso. Beh, è ​​stata una sorpresa per Matt. Non aveva idea di cosa stesse succedendo. Ha resistito per un minuto ma alla fine l'ha capito. Non credo che pensasse che avremmo mai fatto una cosa del genere. Gli è piaciuto? Lo spero perché...

1.3K I più visti

Likes 0

I ragazzi ricchi amano 17

Ho deciso di scrivere il resto della mia storia, ma tieni presente che la mia storia non riguarda solo il sesso dicendo che questa parte contiene sesso e tra la persona che ha scritto quel commento dicendo che mi impersona e harvey quando si masturba il tuo schifo! Quando io e Harvey ci siamo trovati di fronte alla classe, abbiamo ascoltato per circa 20 minuti, poi Harvey ha picchiettato sulla sua scrivania per attirare la mia attenzione. l'ho guardato e lui si stava massaggiando i jeans ho allungato la testa e ho sussurrato hai bisogno di aiuto con quello? harvey ha...

1.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.