Angel: Distrutto da papà - parti 1 e 2

597Report
Angel: Distrutto da papà - parti 1 e 2

Parte 1


Non credo che riuscirò mai a superare il momento di umiliazione quando mio padre è uscito in giardino e mi ha visto legato al cane di famiglia, il suo grosso cazzo lucido bloccato saldamente nel mio culo. Non era affatto mia intenzione farmi inculare dal cane. La fantasia che avevo in mente riguardava il cazzo duro del cane nella mia fica vergine, non il mio buco del culo vergine! Ma senza nessuno in giro per aiutare me e il cane, il suo cazzo volenteroso ha trovato il buco sbagliato, sfortunatamente per me.

Mio padre era comunque volubile per natura, ma dopo che la mamma se n'è andata ha iniziato a bere seriamente ed è tornato a casa ubriaco molto spesso. Un sacco di notti stava seduto tranquillamente ubriaco in soggiorno con il suo cazzo fuori a guardare dei porno, il che andava bene. potrei gestirlo. Ma se tornava a casa arrabbiato e trovava qualcosa che gli dispiaceva (come se non mettessi via i piatti) a volte mi teneva sulle ginocchia e mi sculacciava.

Quelle occasioni erano sempre così terribili: la mia faccia e le mie natiche arrossivano per l'aggressione mentre lui sbavava ubriaco divagando sul fatto che fossi una bambina cattiva, il suo cazzo duro che mi spuntava sul petto mentre sollevava il braccio ancora e ancora per distribuire il sbatte contro il mio didietro. Anche mio padre era molto più grande e più forte di me-- Sono solo circa 95 libbre o giù di lì, se è così. Non si fermava finché i miei culi bianchi di porcellana non erano completamente ricoperti di rosa rosa. Di solito uscivo singhiozzando mentre correvo in camera mia, il culo in fiamme.

Non avevo fratelli, né amici a scuola. Per ore stavo seduto da solo nella mia stanza mentre papà sedeva in soggiorno, i film porno erano al massimo del volume possibile per la TV-- è molto rurale dove viviamo, quindi nessun vicino di cui preoccuparsi. La casa sarebbe stata piena di urla e gemiti di donne e uomini che grugnivano come animali mentre sborravano sui loro partner del cazzo. Il mio unico compagno era il nostro amato Golden Retriever, Beefy.

Dopo che mio padre mi ha somministrato le sculacciate occasionali, cercavo sempre conforto dal mio compagno canino caldo, amichevole e amorevole. Era una creatura grande, allegra e dorata, il mio migliore amico. Quando è arrivata la pubertà, alla fine mi sono rivolto al cane per placare i miei impulsi sessuali. I miei seni erano cresciuti in belle coppe B, i miei fianchi erano diventati più formosi, alcuni peli pubici dorati spuntavano sotto il mio addome piatto, e sono diventato più consapevole del piacere del corpo umano.

Quando papà non era in casa, a volte mi intrufolavo in soggiorno per guardare i suoi film porno. Aveva anche riviste porno, e io le prendevo e le controllavo di tanto in tanto, imparando tutti i tipi di divertenti consigli sul sesso, ma senza nessuno con cui godermele. Mi eccito così tanto guardando tutte le immagini sexy-- ma come saziare questa eccitazione?

Ho usato le mie dita per strofinare la mia figa, ma mi sono stancato rapidamente prima che facesse davvero qualcosa per me. Nessun vibratore, niente intorno per penetrarmi nel modo che desideravo. I ragazzi a scuola erano noiosi e disinteressati alle ragazze: erano più interessati alla droga o allo sport (o, raramente, a una buona istruzione). Nel frattempo, gli impulsi sessuali dentro di me continuavano a muoversi.

Una notte mentre ero sdraiato nudo sul letto sulla schiena leggendo una delle riviste porno di papà, Beefy mi è saltato in piedi tra le gambe. All'inizio pensavo che stesse solo salutando, e gli ho dato una pacca sulla testa. Ansimava allegramente, prima leccandomi le mani e la pancia, e poi, con mio grande stupore, mi leccò la figa! Gridai per il freddo del suo naso sul mio monticello pubico, i miei capezzoli si indurirono all'istante. Deve aver annusato la mia eccitazione, dato che la mia vagina si era bagnata considerevolmente mentre guardavo tutto il sesso perverso che succedeva nella rivista.

Ero così eccitato che lo lasciai continuare e allargai anche un po' le gambe per lui, dandogli una pacca sulla testa per incoraggiarlo. Cominciò a sentirsi intensamente piacevole. Il cane è stato molto efficace nel mangiare la mia vagina, leccando da cima a fondo e ovunque nel mezzo. Il suo naso era freddo ma la lingua era bella, calda e molto bagnata, inzuppando la mia fica e le lenzuola. Mi lamentai un po', ma non volevo alzare la voce nel caso papà tornasse a casa.

I miei capezzoli continuarono a indurirsi, il mio viso arrossì per l'eccitazione. Ho messo giù la rivista sporca e ho iniziato a pizzicare entrambi i miei capezzoli mentre Beefy mi mangiava intensamente. Sembrava apprezzare il sapore della mia fica. L'ho spostato in modo da poter inserire un paio delle mie dita nella mia figa, desiderando che le mie dita potessero entrare più a fondo. Dopo essermi scopato con le dita per alcuni istanti, ho tirato via la mano e ho iniziato a giocare con il mio seno tenendo le gambe aperte.

Il cane ha ripreso a leccarmi la fica e i miei gemiti sono diventati un po' più forti. Cazzo, ero così eccitato! Avevo bisogno di un cazzo, e presto! Beefy ha continuato a leccare mentre continuavo a torcere i capezzoli, fino a diversi minuti dopo, quando improvvisamente ho sentito un formicolio alle dita dei piedi. Ho sussultato-- questo deve essere un orgasmo, ho pensato tra me e me. Il mio respiro era fuori controllo, gemevo forte ora e Beefy continuava ad andare avanti. La sua lunga lingua si concentrò sulla mia zona del clitoride e scatenò il primo orgasmo in assoluto che si riversò nel mio corpo.

Sembrava incredibile, elettrico! Gemetti con ondate di piacere che tormentavano il mio piccolo corpo. Beefy avrebbe continuato ad andare avanti, ma ero così iper-stimolato che dovetti spingerlo via per il momento per riprendere fiato. Non potevo credere a quello che avevo fatto, ma non mi importava: chi l'avrebbe saputo se non io e il cane?

E così è nato uno dei miei passatempi preferiti dopo la scuola. Tornavo a casa da scuola, sapendo che mio padre avrebbe bevuto al bar per almeno un altro paio d'ore, e sarei corso in camera mia con Beefy che mi seguiva da vicino. Gli ho dato un paio di dolcetti dopo che mi ha dato piacere orale, addestrandolo bene a mangiare la mia fica. Ancora con l'uniforme scolastica, saltavo sul letto e aprivo le gambe per il cane, sapendo di indossare solo collant, senza mutandine, lasciando che mi annusasse la figa attraverso il tessuto trasparente dei collant. Mi toglievo lentamente i collant, e non appena si staccavano Beefy si tuffava dentro! Era fantastico!

Dopo diversi mesi di questo speciale doposcuola, sono riuscito a venire più volte in pochi minuti mentre il cane mi mangiava. Per quanto incredibile fosse, desideravo una penetrazione completa. Mi sentivo pronto, ma non avevo nessuno da scopare! È diventato abbastanza frustrante per questo adolescente ipersessuale.

A volte, quando giocavo con Beefy, vedevo la sua testa di cazzo rosa iniziare a emergere dal fodero. L'idea era nella mia mente di scopare il cane: l'avevo visto scopare cuscini e cose del genere in passato, quindi sapevo che anche lui aveva impulsi sessuali. Non sapevo nemmeno se fosse possibile per un umano scopare un cane!

Una sera, dopo che Beefy mi ha leccato per 5 orgasmi nell'arco di circa 15 minuti, mi sono sdraiato e ho iniziato a massaggiargli la pancia. Ansimava felice con me. In pochi minuti, la sua testa di cazzo rosa è uscita un po'. Questa volta ho continuato a massaggiarlo e il cazzo ha ballato dentro e fuori dal fodero. ero incuriosito. E molto eccitato.

Dopo molte discussioni, alla fine ho deciso di provare a scopare il cane. I miei pensieri divennero ossessionati dall'atto di scoparselo. Mi sono preparata mentalmente, pensando in dettaglio al modo migliore per farlo, quando farlo, dove, ecc... Presto, speravo che le mie pulsioni sessuali adolescenziali sarebbero state soddisfatte!

Non ho mai scopato niente o nessuno prima, non sapevo davvero quanto tempo sarebbe durato il processo o quanto tutto fosse richiesto per il sesso umano, comunque il sesso con un animale!

Alla fine, una calda notte poco dopo la fine della scuola per le vacanze estive, ho deciso che non potevo più aspettare e avevo bisogno di un cazzo, ORA! Mio padre era svenuto ubriaco nella sua camera da letto. Un film porno era ancora in onda nel soggiorno buio, un film di gang bang. Strisciai fuori in silenzio con Beefy che mi seguiva. Uscendo ho preso un grosso asciugamano.

L'aria calda della notte mi faceva sentire bene sulla pelle. Indossavo solo una camicia da notte corta e sottile di seta, che mi spogliai nell'oscurità e posai su una sedia a sdraio. L'unica illuminazione fornita era la luna, che era abbastanza brillante, e le stelle. Beefy vagò per il cortile mentre stendevo l'asciugamano sul terreno fresco, il mio cuore che batteva forte, la mia figa bagnata come può essere. Avevo lasciato che Beefy mi mangiasse fuori tutta la sera; Probabilmente avevo avuto un orgasmo almeno 10 volte prima. Niente più orgasmi senza cazzo, pensai tra me e me. Ero pronto per un cazzo!

Ho chiamato Beefy per l'asciugamano e lui ha trotterellato felicemente. Accarezzandolo e abbracciandolo a me, ho pensato a come avrei finalmente perso la mia verginità, e con nessuno meglio del mio costante, amorevole compagno. Le mie mani raggiunsero di nuovo il suo ventre e strofinarono lungo il suo fodero. Ansimava con calma, lasciando che lo strofinassi dappertutto. Ho sentito la testa di cazzo duro che cominciava a emergere e il mio cuore ha perso un battito. Stavo davvero andando avanti con questo! Stava finalmente per succedere... stavo per farmi scopare!

Mentre gli strofinavo la pancia, Beefy si eccitava sempre di più. Il cazzo era uscito di un paio di pollici, e poi lo sentii che cercava di piegarsi in avanti verso la mia mano per gobbarlo. Ho pensato tra me e me come si stava eccitando, e presto sarebbe stato pronto ad avermi come sua compagna! Quando iniziò a mormorare la mia mano e poi il braccio, mi alzai sulle mani e sulle ginocchia sull'asciugamano, con il cuore che batteva forte. Era così eccitato che ha iniziato a saltarmi addosso e ad arrampicarsi su un lato del mio corpo inutilmente mentre ansimava più forte. Ho provato a dargli una pacca sulla testa per calmarlo un po', ma è stato inutile. Mi è saltato sulla schiena e ha gobbo senza meta dietro le mie cosce, il mio culo e la mia schiena.

Stava diventando un po' frustrante-- ho iniziato a essere costernato, pensando che forse non sarei stato in grado di scopare il mio adorato animale domestico, almeno non senza l'assistenza di qualcuno che mi portasse il suo cazzo nel buco. Ho premuto la parte superiore del corpo contro il suolo, sollevando il culo più in alto che potevo in aria. Questa volta, Beefy si è drappeggiato su tutta la mia schiena e ha avvolto le sue zampe anteriori attorno a me, i suoi fianchi che si spingevano contro il mio culo. Ho sentito il cazzo duro che mi pugnalava dolorosamente nel gluteo. I suoi artigli stavano scavando dolorosamente nel mio basso ventre, facendomi piagnucolare un po'.

Improvvisamente, ho sentito il suo cazzo strofinare lungo il mio culo e mi sono contorto, ora spaventato dalla possibilità molto reale che gli mancasse la mia vagina, e invece entrasse nel mio culo! Non mi era nemmeno venuta in mente una possibilità. Ho sussultato quando ho sentito il cazzo andare più in basso, verso il mio buco del culo vergine increspato. Oh no! Ho iniziato a farmi prendere dal panico, cercando di staccarmi ora, ma era inutile-- Beefy era grande e forte e mi teneva saldamente nella sua presa mentre spingeva con forza verso il mio buco del culo.

Il cazzo mi ha pugnalato ancora un po' intorno al culo, qualche centimetro in più si era esteso, e poi, con mio orrore, ho sentito che cominciava a dividere la mia cavità anale. Niente era mai stato inserito nel mio culo prima; Cominciavo a sentirmi un po' terrorizzato. Quando il cane ha sentito il suo cazzo premere contro l'ingresso caldo del mio retto, si è subito spinto più dentro, il suo membro mi ha trafitto, cercando un posto dove depositare il seme.

Il mio buco del culo era completamente non lubrificato e il dolore quando il cazzo ha iniziato a spingersi in avanti era quasi indescrivibile. Era come se una torcia fiammeggiante mi fosse stata inserita nel culo. La forza delle sue spinte mi spinse a terra mentre faceva a modo suo, il suo naturale istinto sessuale prendeva il sopravvento. Il dolore non è svanito affatto, si è solo intensificato mentre sentivo il suo cazzo crescere più grande alla ricerca delle mie viscere.

Stavo grugnendo e singhiozzando ora con il potente cazzo di Beefy, scioccato dal fatto che il mio primo tentativo di sesso si sia concluso con un'invasione anale. L'assalto al mio buco del culo continuò mentre il cane manteneva il suo passo costante nel mio culo, il cazzo che diventava sempre più grande. Ho sentito qualcosa di duro all'ingresso del mio buco del culo, quello che immaginavo fosse la base del suo cazzo. Era estremamente grande, e il cane stava lottando per ottenere tutto se stesso dentro di me, il suo ritmo era maniacale mentre mi scopava con tutte le sue forze.

Qualunque cosa fosse alla base del suo cazzo stava cominciando a entrare nel mio culo, e ho gridato di dolore. Il mio povero culo vergine, ora con dentro questo enorme pezzo di carne di cane! Il cazzo era durato probabilmente per circa 10 minuti a quel punto, e sembrava un'eternità. L'enorme cazzo mi ha squarciato il culo e ora stavo piangendo e gemendo in modo incontrollabile. Una volta che sembrava che l'intero cazzo fosse dentro il mio culo, mi è sembrato che un fottuto pompelmo mi fosse stato spinto dentro.

Alla fine, completamente dentro di me, lo sentii smettere di spingere. Il suo cazzo rimase immobile dentro di me, fissato in profondità nelle viscere. Lacrime e sporcizia dal cortile mi macchiavano il viso. Improvvisamente, ho sentito il suo cazzo esplodere quello che sembrava un gallone di sperma nel mio buco del culo. Il calore dello sperma mi ha bagnato le viscere, schizzandomi nelle viscere. Piansi più forte mentre il cane rimaneva fermo sopra di me, ansimando forte.

Sembrava che fosse bloccato su di me. Dopo che ha scaricato tutto il suo sperma nel mio culo, speravo che mi avrebbe tolto di dosso così potevo andare a lavarmi e dimenticare che questo era successo. Ma non sarebbe sceso. Nemmeno io riuscivo a liberarmi del culo da lui. Il suo cazzo era bloccato sul mio culo! Iniziò a lamentarsi un po' quando sentì che cercavo di liberarmi. Poi, con mio orrore, ha iniziato ad abbaiare.

Mi sono bloccato dalla paura-- non volevo che attirasse l'attenzione sulla situazione. Emise un altro paio di latrati e rimase immobile sul mio corpo, facendomi pesare a terra, le sue palle che dondolavano contro il mio sedere. Mi sentivo disgustato, ma non avevo idea che stavo per sentirmi molto peggio.


Parte 2


Mentre ero attaccato al cane di famiglia nel cortile sul retro, la sua puntura saldamente nel mio culo, ho urlato quando un riflettore luminoso ha improvvisamente colpito la mia faccia. Con il battito accelerato, mi dimenavo di nuovo per cercare di liberarmi dal cane che sbavava, ma era inutile. Beefy mi tenne ferma, le sue zampe anteriori ancora avvolte attorno al mio torso. Con mio orrore, ho sentito mio padre iniziare a urlare.

"Cosa...il...cazzo, Angel?? Che cazzo stai facendo? Che cazzo di cazzo stai facendo qui in giardino con quel fottuto cane? Tu, tu hai il suo cazzo di cazzo nel tuo stronzo? Tu, tu, maledetta sgualdrina!" Ho pianto più forte quando mio padre mi ha biascicato le parole arrabbiate. Mi puntava una torcia in faccia, alternando la mia faccia e il mio buco del culo imbottito. "Merda, sei una stronza mostruosa! Non ne avevo idea, avrei voluto saperlo, ti avrei scopato per tutti questi anni e condiviso con i miei amici, se avessi saputo che eri una così perversa troia! Il mio piccolo prezioso la ragazza sta crescendo, questo è sicuro!" Rise sadicamente.

"Papà, per favore..." iniziai a piagnucolare.

"Oh, per favore, stai zitta, troia! Non vedo l'ora di divertirmi un po' con te ora che so cosa ti piace." ho pianto più forte. Il cane era ancora bloccato saldamente nel mio culo. "Ti piace nel culo, puttana? Gli hai preso tutto il cazzo e il nodo, tutto. Riesci a sentire la sborra dentro di te?" Deglutii a fatica e annuii con la testa. "Ah!" schernito mio padre. "Forse rimarrai legato nel culo per un'ora o due!" Lui ha riso e io ho pianto più forte sentendolo. Non pensavo di poterne più.

Papà si è avvicinato dietro il mio buco del culo imbottito, la sua torcia ha illuminato il mio buco del culo che perdeva, pieno di carne. Rise di nuovo. Poi, con mio orrore, iniziò a chiamare Beefy da lui. Beefy, che è stato drappeggiato sulla mia schiena, si è improvvisamente girato e ha cercato di saltarmi addosso, causando un dolore estremo al mio culo già violato. Tuttavia è rimasto attaccato a me, mentre papà continuava a chiamarlo lontano da me. Il dolore era atroce e gridai.

"Zitta, puttana! O ti punirò così duramente..." mio padre sibilò improvvisamente. Beefy è rimasto legato al mio buco del culo, culo contro culo con me. Il suo sperma è scivolato nella mia pancia, il suo cazzo ancora nelle mie viscere. Mi sono calmato dopo aver sentito la minaccia di mio padre, singhiozzando in silenzio. Papà si avvicinò e iniziò a schiaffeggiarmi il culo mentre il cane era ancora dentro di me. ho pianto ancora un po'; questa esperienza non avrebbe potuto essere peggiore... o almeno così pensavo.

Pochi minuti dopo, Beefy ha provato a tirarsi fuori di nuovo e alla fine ci è riuscito. Corse in un angolo del cortile per riposare. Ho sentito lo sperma sgorgare dal mio buco del culo allungato mentre papà rideva. Sulle mani e sulle ginocchia, ho cercato di riprendere fiato, ma all'improvviso ho sentito papà che mi frustava alternativamente entrambi i glutei. Ho guardato dietro di me, terrorizzata nel vedere che mi stava colpendo con la cintura. La sborra mi gocciolava lungo le gambe.

"Sei disgustoso, una sudicia puttana! Guardati, coperto di sperma di cane, sporco su di te," ringhiò mio padre. Per la prima volta notai che aveva tirato fuori una mazza da baseball, probabilmente pensando che i rumori provenienti dal cortile provenissero da un ladro e che portasse con sé la mazza come arma. Mi coprì bruscamente la bocca con la mano e lo sentii premere la punta della mazza contro il mio buco del culo. Ho urlato nella sua mano mentre infilava la mazza per diversi centimetri nel mio buco del culo già allungato. Stava riempiendo il cane di sperma dentro di me. Ansimai quando lui mi afferrò rudemente per il collo e mi sollevò in piedi, il pipistrello che si trascinava dietro di me, bloccato nel mio culo. «Disgustoso», disse di nuovo, sputandomi ai piedi. Mi ha trascinato per i capelli fino al tubo e l'ha acceso per farmi scendere. L'acqua era ghiacciata, facendo venire la pelle d'oca a tutto il mio corpo. La mazza da baseball mi è uscita dal culo.

Dopo che mi ha lavato come un animale, papà mi ha tolto la mazza da baseball dal culo e mi ha portato nel seminterrato. Potevo sentire lo sperma fuoriuscire dal mio buco, sapendo che era stato depositato in profondità dentro di me. Guardando in basso, ho potuto vedere un'erezione furiosa attraverso i pantaloni della tuta di mio padre, e il terrore mi ha inondato di nuovo. Con mio orrore, afferrò una corda mentre mi portava su una panca pesi nel seminterrato. Si allenava quaggiù. C'erano diverse macchine per esercizi tutte situate davanti a un grande specchio. Il mio riflesso mostrava i miei capelli biondi arruffati con la terra del cortile, terra su di me, con strisce di lacrime che tagliavano percorsi attraverso la sporcizia sulle mie guance. Ho urlato mentre mi legava, ma lui si limitava a ridere.

"Davvero, Angel, chi pensi che ti ascolterà?" Papà rise crudelmente, facendomi piangere ancora un po' mentre mi legava mani e piedi alla macchina. Ero disteso sulla pancia contro la finta pelle della panca da sollevamento pesi, la mia faccia macchiata di lacrime che premeva contro di essa. Ha legato i miei piedi a qualcosa in modo che le mie gambe fossero divaricate da dietro, e potevo sentire la sborra del cane che colava nella mia figa dal mio buco del culo.

"Papà, per favore, no", ho pianto. Alzò la mano e mi schiaffeggiò di nuovo il culo, facendo trasudare altra sborra dal mio buco del culo.

"Non posso crederti, Angel. Non posso credere che tu sia uno stronzo di cani... mia piccola scolaretta cattolica innocente. Ti lascerai scopare dai cani, quindi sicuramente ti lascerai scopare da tuo padre." Ho urlato mentre lo diceva, ma mi ha schiaffeggiato di nuovo forte. "Sì", ringhiò, "Mi lascerai scopare. Ti scoperò, i miei amici ti scoperanno, il mio capo ti scoperanno, i tuoi zii ti scoperanno, e chiunque di quegli uomini che ti scoperanno, se hanno un cane, anche il cane ti scoperà."

"Papà, no, non volevo che Beefy mi fottesse il culo, volevo che mi scopasse la figa! Sono vergine, onesto!" Ho cominciato a lamentarmi. Papà ha alzato le sopracciglia sentendo che ero vergine. Lo guardai mentre si avvicinava a una cassetta degli attrezzi. Il seminterrato era incompiuto, con un'area per l'esercizio, un banco da lavoro con vari attrezzi e un vecchio divano logoro con un vecchio televisore vicino. Era molto squallido e freddo; Raramente venivo quaggiù.

Papà portò la cassetta degli attrezzi verso la panca pesi a cui ero legato e aprì un cassetto, rivelando quello che sembrava essere un colorato assortimento di gomma. Ha rimosso un oggetto e mi è venuto dietro. Ho urlato di nuovo quando ho sentito qualcosa che veniva inserito nel mio buco del culo. Papà mi ha schiaffeggiato forte il culo e io ho urlato ancora un po'.

"Puttana, devi stare zitto! Devi accettare che farò tutto ciò che voglio a te e ai tuoi buchi di troia! Quindi ti consiglio ora di CHIUDERE IL CAZZO PRIMA DI FARTI SERIAMENTE FERITO!" Ho piagnucolato mentre mi minacciava. Tuttavia spinse l'oggetto che stava inserendo più a fondo nel mio retto. Mi sono contorto dal dolore e lui mi ha schiaffeggiato ancora un po'. Era una specie di grande tappo per il mio culo, che sigillava il cane rimanente dentro di me.

Una volta che la spina era nel mio culo, papà ridacchiò crudelmente. Era notte fonda, probabilmente quasi all'alba. Si voltò e mi lasciò, legato con un gigantesco tappo di gomma nel mio sedere, e salì al piano di sopra. Lasciandomi legato e solo nel seminterrato.

Esausto e terrorizzato, caddi in un sonno intermittente, svegliandomi di tanto in tanto solo per rielaborare ogni volta l'orrore di ciò che mi circondava. Non tornò la mattina o il pomeriggio successivo. L'unica luce naturale era una piccola finestra sudicia vicino alla cima di una delle pareti-- almeno potevo dire abbastanza bene l'ora del giorno guardandola, però. Stavo morendo di fame e avevo freddo, il culo dolorante e ancora imbottito. Le mie lacrime cadevano e tornavano. La sera ho sentito i suoi passi scendere le scale. Potevo sentire l'odore dell'alcol nel suo alito e nei suoi vestiti prima ancora di poterlo vedere.

"Beh, ehi, tesoro!" Ha biascicato. "Mio splendido angelo nudo! Ragazzo, ho in serbo per te ogni tipo di sorpresa!" Si avvicinò a me e mi schiaffeggiò il culo in segno di saluto. "Mia preziosa figlia... piccola cosa sexy che sei... Vorrei che le tue tette fossero più grandi, ma ehi, va bene così." Ha raggiunto sotto di me e mi sono contorta mentre mi afferrava uno dei seni.

"Papà, fermati, lasciami andare, è una pazzia!" ho urlato con voce rauca. "Ho fame e sete, cazzo! Non puoi farmi questo!"

"Diamine non posso!" gridò. "Hai sete, eh? Ecco, ti aiuto!" e con ciò si avvicinò al mio viso e mi pizzicò rudemente il naso. La mia bocca si spalancò mentre ansimavo per riprendere fiato. Si slacciò i pantaloni e tirò fuori il suo cazzo flaccido, ficcandomelo in faccia. Ho provato a girare la testa, ma lui mi ha afferrato brutalmente i capelli per tenermi di fronte al suo cazzo. Con il naso chiuso, ho dovuto tenere la bocca aperta per i capelli. Disgustosamente, portò il suo cazzo alla mia bocca.

Mi contorcevo e mi dimenavo quando sentivo getti di piscio caldo che mi schizzavano in bocca. Chiusi velocemente la bocca, ma dovetti riaprirla per respirare. Il flusso di urina continuava, colandomi su tutto il viso, amaro sulla lingua. Non ero mai stato più umiliato... Quando ebbe finito di riempirmi la bocca di piscio, mi mise rudemente la mano sulla bocca, senza lasciarmi sputare fuori il suo piscio. Lo odiavo.

Quando finalmente si lasciò andare, sputo più che potevo, facendolo arrabbiare. Si avvicinò a un'altra cassetta degli attrezzi vicino al banco da lavoro, e questa volta tornò con un frustino! Ho urlato a squarciagola e il primo colpo del raccolto mi è caduto sul sedere. Faceva molto più male della sua mano. Ho iniziato a piangere dal dolore. Mi ha picchiato almeno 10 volte, poi ha messo via il raccolto. Il plug anale gigante era ancora nel mio culo croccante. Mi sentivo completamente disgustoso.

"Oh, Angel," mi disse, ora più calmo. "Vorrei che tu non mi facessi incazzare così tanto... Mi hai anche preso in giro con quel giovane corpo sexy."

"Di che cazzo parli, papà, non posso fare a meno che mi stiano crescendo le tette!" Ho detto. In risposta, spinse ulteriormente il tappo di gomma nel mio culo, facendomi urlare.

"Stupida troia. Adesso ti metto alla prova di persona!" Egli ha detto. "Puttana, capisci che probabilmente ti ucciderò se non fai tutto quello che dico? Nessuno mancherebbe a te! Tranne forse il tuo partner sessuale, il fottuto cane!"

Il mio cuore batteva forte. Il suo cazzo era ancora fuori. Iniziò a slegarmi piedi e polsi. Poi mi ha capovolto così che ero sulla schiena sulla panchina, e mi ha ammanettato le braccia davanti a me. Il plug anale gigante è ancora nel mio retto. Mi faceva ancora più male il culo con il mio peso sopra.

Papà iniziò a spogliarsi. Poteva vedere la paura sul mio viso e si limitò a ridere. Lo vidi camminare di nuovo verso il banco da lavoro, questa volta portando una vecchia bandana. Immaginando che mi avrebbe bendato, invece l'ha usato per imbavagliarmi. Ridacchiò sadicamente.

"Ecco, ora posso vedere lo sguardo nei tuoi occhi mentre prendi il mio cazzo, ma non ho a che fare con la tua rumorosa bocca da puttana!" esclamò papà trionfante. Era nudo e fissava il mio corpo scoperto. Le sue mani si allungarono e tirarono uno dei miei capezzoli. Ho strillato nel bavaglio mentre si chinava e prendeva un capezzolo in bocca, prima leccandolo, poi succhiandolo, poi mordendolo. Il morso è diventato un po' più ruvido. Ripeté con l'altro capezzolo.

La sua attenzione sui miei capezzoli si fece più ruvida mentre li attorcigliava entrambi nelle sue dita ubriache. Mi sono bloccato quando una mano ha iniziato a scendere, scendendo dal seno lungo la pancia piatta, oltre l'ombelico, giù sul ventre piatto, fermandosi al mio rigonfiamento pubico. Lo prese delicatamente a coppa, e io guardai mentre il suo cazzo cresceva.

Non avevo mai visto un cazzo umano nella vita reale, e di certo non volevo che il primo fosse di mio padre. Il terrore mi attraversò. Mio padre stava davvero per violentarmi. Il cazzo tra le sue gambe prese vita mentre il suo dito si immergeva nella fessura della mia figa. Potevo sentire la mia fica gonfiarsi a causa del tappo nel mio culo. Chiusi gli occhi, ma improvvisamente mi schiaffeggiò.

"Tieni gli occhi aperti, troia! Voglio che guardi tutto. Voglio che tu veda papà che infila la sua carne grassa nella tua fica sfondata!" Ho piagnucolato nel bavaglio, i miei occhi incollati al cazzo palpitante. Quando divenne eretto, grandi vene iniziarono a gonfiarsi lungo l'asta e la testa divenne di un rabbioso colore viola. Sembrava circa 8 pollici o più, ed era spessa. Le sue palle erano enormi! Pendevano basse sotto la sua carne di cazzo ispessita ed erano coperte di peli morbidi. "A papà piacerà questo, dolcezza. Gli piacerà avere la tua figa per la prima volta. Penso che piacerà anche a te, Angel," disse papà, più calmo. I miei occhi erano spalancati dalla paura.

Ha sollevato il suo cazzo sulla mia figa e ha strofinato la testa del suo cazzo contro la mia fessura, tutto su e giù. L'ho sentito sospirare con contorto piacere. Il cazzo sembrava duro come una roccia. Le lacrime scesero lungo le mie guance. Mio padre mi asciugò rudemente il viso con una delle sue mani, poi asciugò le mie lacrime sul suo cazzo, ridacchiando. Il suo cazzo era in bilico sul mio buco. Adesso mi stava solo tormentando. Sapevo che mi avrebbe scopato da un momento all'altro.

Poi, si è allontanato da me. Sembrava che stesse per andarsene per un momento, ma poi all'improvviso si è fatto avanti di nuovo e ha immerso il suo cazzo completamente nella mia figa rigonfia. Ho urlato un lungo gemito di dolore quando il suo cazzo ha rotto il mio imene e si è conficcato nella mia cervice. Anche la mia figa era così secca. Rise forte mentre prendeva la mia verginità con un colpo solo. Il suo cazzo si fermò una volta completamente dentro di me. Ho pianto. Le sue palle premute contro il mio culo. Mi strinse forte i fianchi, guardandomi dritto negli occhi con un sorriso.

"Sì, ti piace, vero, troia?" sibilò tra i denti serrati. Scossi violentemente la testa e lui ritirò il cazzo quasi fino alla punta. Fece una pausa. Poi si è schiantato di nuovo su di me. Ho urlato di nuovo nel bavaglio. Il tappo di gomma nel mio culo ha fatto sentire la mia figa ancora più stretta attorno all'organo duro e pulsante di papà. Pensavo di poter svenire, e in realtà volevo farlo, piuttosto che resistere a questa tortura. Papà rimase di nuovo immobile per qualche istante. Poi indietreggiò, quasi tirando fuori il suo cazzo, poi sbatté di nuovo contro di me. Il suo cazzo è arrivato il più possibile dentro di me, fino al mio grembo. Il mio grembo non protetto!

Papà ha preso un ritmo costante tirando fuori il suo cazzo e inserendolo di nuovo dentro per alcuni minuti. Faceva un male da morire. Odiavo la sensazione dei suoi peli pubici contro il mio monticello. Odiavo le palle grandi che mi oscillavano nel culo. Non c'era amore, nessuna storia d'amore, nessuna intenzione di compiacermi. Voleva solo compiacere se stesso. Questa era la mia prima volta con un uomo.

I miei occhi pieni di lacrime fissavano i suoi, odiandolo. Mentre il suo cazzo mi penetrava, le sue palle schiaffeggiavano forte contro il mio culo. Respirava più forte, grugnendo come un animale. Il suo sudore iniziò a gocciolare sul mio corpo, puzzando quasi di alcol denaturato, era così fottutamente ubriaco. Si premette forte contro di me per ottenere quanto più possibile di sé dentro di me, inchiodandomi con forza contro la panchina. Il suo petto peloso piatto contro i miei seni in erba, il suo cattivo alito alcolico nelle mie narici, il suo cazzo che invade la mia figa.

Scivolò dentro e fuori, la mia fica che si lubrificava solo un po'. I suoi grugniti sgradevoli si fecero più forti e mi strinse più forte. Probabilmente i miei fianchi erano contusi sotto le sue mani. Il gallo segava dentro e fuori. Passarono i minuti; sembravano ore. Il suo corpo era così pesante, il cazzo spinto così in profondità dentro di me, il tappo del buco del culo era bloccato il più possibile dentro di me con il peso di mio padre sopra di me.

Improvvisamente l'ho sentito gemere forte e tirare fuori il suo cazzo da me. Mi ha tirato indietro bruscamente la testa per i capelli e mi ha strappato il bavaglio dalla bocca -- ho sussultato quando la mia bocca era di nuovo libera di assaporare l'aria, e ha messo il suo cazzo proprio davanti alla mia bocca e ha iniziato a spararci getti di sperma. L'ho chiuso velocemente, ma ha continuato a sborrarmi su tutta la faccia, negli occhi, nei capelli.

Si è alzato da me e mi ha lasciato seduto lì, legandomi di nuovo i piedi e lasciando i miei polsi ammanettati davanti a me, la mia figa violata così come il mio culo. Mi sono sentito stordito. Si è allontanato e mi ha lasciato solo per un po', con la sborra incrostata sul viso. La mia figa era dolorante, il mio culo in fiamme.

Forse un'ora dopo tornò giù con un secchio d'acqua ghiacciata e degli asciugamani. Mi slegò i piedi e mi tirò su per i polsi ammanettati. Il plug anale scivolò lentamente e dolorosamente dal mio culo e cadde a terra. Sono stato condotto all'angolo, dove poi mi ha versato il secchio d'acqua sulla testa per lavare via lo sperma incrostato. Mi ha lanciato gli asciugamani e mi ha lasciato finire di lavare i piatti, poi è tornato di sopra.

Ho lavato teneramente i miei buchi. Stare in piedi era doloroso, perché ero stato legato per un po'. Il mio buco del culo è rimasto a bocca aperta. La mia figa era leggermente insanguinata dalla mia prima scopata. Dovevo pisciare di brutto e non avevo dove farlo se non il secchio. Papà tornò giù qualche minuto dopo. Mi sollevò e mi portò a un tavolo più lungo e più spesso che era piuttosto basso sul pavimento. Era un po' più di conforto dell'ultimo. Il tavolo aveva delle staffe per le gambe: sembrava una specie di tavolo da ostetricia/ginecologia!

Una piccola parte di me aveva sperato che il mio tormento fosse finito, ma quando ho posato gli occhi sul tavolo ho capito che non era così. Papà mi spinse giù e iniziò a trattenermi le gambe, allargandole, ogni piede legato alla sua staffa. Mi ha tolto le manette ma ha spinto indietro le mie braccia per legarmi i polsi al tavolo. Mi sono disteso dopo che mi ha tenuto completamente trattenuto, legato in modo così teso che il mio culo è stato sollevato un po' dal tavolo. Si girò su una delle sue cassette degli attrezzi e da essa estrasse un bavaglio con una palla di gomma rossa sopra. Pizzicandomi il naso per farmi aprire la bocca, me l'ha infilato tra i denti e io ho soffocato mentre me lo fissava alla testa.

"Ecco qua, tutto pulito e carino", disse, ridacchiando. La cassetta degli attrezzi è stata aperta, rivelando al suo interno tutti i tipi di giocattoli sessuali. Non avevo idea che avesse una collezione così stravagante di giocattoli; Mi chiedevo se mia madre li avesse lasciati indietro quando avevano divorziato. "Ora", ha detto, "voglio scoparti la figa e sborrarci dentro. Potrei metterti incinta, lo sai", ha detto. I miei occhi si allargarono. "Nel modo in cui ho intenzione di scoparti, e lasciare che i miei amici ti scopino, finirai comunque incinta. Dovremmo semplicemente farla finita." Ho urlato nel mio bavaglio e lui ha sorriso.

Si tirò giù i pantaloni ei boxer, poi si tolse la maglietta. Il cazzo duro di mio padre era di nuovo fuori per me. Il gallo prese subito vita. Si sputò sulle mani e accarezzò la sua carne per renderla più dura. Mi dimenavo mentre lui infilava un dito nel mio buco asciutto.

"Dannazione, puttana, dobbiamo trovare un modo per bagnare la tua fica. Devo portare giù il cane?" Egli ha detto. Poi scosse la testa, "No, ti piacerebbe troppo!" La sua risata malvagia echeggiò nel seminterrato. Ha sputato sulla mia figa e l'ha strofinata con il dito. Il suo cazzo era dritto verso di me. Dopo che fu soddisfatto che il suo cazzo fosse abbastanza duro per me, mi salì sopra sul tavolo e mi sorrise. With his prick in his fist, he raised it to my cunthole.

He teased me with it, dragging his prick all along my slit but not going all the way in. I felt him poke the tip in and pull it out, and repeat this process several times. He stopped, and suddenly plunged forward deep into my vagina. My buttocks were raised slightly off the table with the tension of my tied up legs, and my father took the opportunity to stick his dick as far inside me as he could. He grinded hard into my pelvis, his cock seeking my womb once more, this time to make a sperm deposit!

I grunted into my gag at the deep fucking. Dad was squeezing my ass as he penetrated me deeply. His balls smashed hard against my ass while he pressed hard against each of my splayed legs, stuffing his meat even further into my hole. I screamed, his invasion was so deep into my tilted pussy.

"Yeah, yeah, ugh, fuck, yeah, baby, your cunt feels great around my cock, ughhh so fucking tight! I'm glad I got you before the dog did! Can't wait to spew cum up inside your little hole, Angel, ugh fuck!" cried my dad. I looked down as he grabbed his big balls and rubbed them along my pussy slit-- it seemed he was even trying to get his fucking balls inside me! He rubbed them against my stuffed cunt and ass, grunting like an animal.

It felt like his prick was deep in my guts. Looking down, it looked like my flat belly was swollen with his cock. He was groaning and slamming into me, again pressing on my legs to keep them as far apart as possible, which was very painful for me. The pounding went on a few more minutes, his breathing heavy, when he suddenly slammed deep into me as far as he could go and remained still.

I could actually feel his cock pulsing inside me as my father unleashed his sperm into my womb. He was gasping as he stayed still and pumped his load in my unprotected pussy. His eyes were on mine the whole time. Even after the cock stopped pulsating, he didn't pull it out.

"Fuck, you feel so good, girl, I can just stay hard in you for a few minutes and I'll be ready to fuck again! Man, I love unloading my sperm up in your tight, teen cunt!" Dad laughed, his breathing calming down. To my horror, a few minutes later he did begin thrusting inside me again. He stayed deep inside me; he didn't pull out to the tip and slam back in again this time. I realized later he didn't want his previous cum load leaking out. My pussy was wet this time, and it didn't feel quite as bad, but still, it was my father, and it was rape. He was trying to knock me up!

His strokes were steady, his cock jammed deep inside his daughter's cunt. He was fucking deep up into my pussy, his hands now pressed hard around my small hips. The tears flowed from my eyes, terrified of the thought of being pregnant -- with my father's child, at that! Suddenly he reached out and slapped my face.

"Stop crying, bitch! Where do you think it's gonna get you, anyway?" he growled at me. It was true, it was really no use to cry. My whole body ached, but I was beginning to feel somewhat numb, as well. The tears dried on my face as Dad fucked me deeply.

He began groaning, and squeezing my asscheeks painfully, then pressing against my thighs to stretch me as far as can be, then went still. Still locking eyes with me. The cock pulsated again as he gasped.

It was horrible. My vagina felt full of his seed. He laughed when he'd completely finished sperming in my cunt, his cock still in my womb, pulsing a little.

"Give me like 10 minutes, Angel, and I'll be ready to fuck you again!" he said, laughing maniacally. Then he pulled out of my sloppy cunt. He grabbed a pillow from the old couch and put it under my ass, keeping it raised off the table, presumably so his fucking sperm would have better chances to impregnate his daughter!

He walked upstairs, and I was left alone for 10 cold minutes in the dank basement, a prisoner in my own home, left to a madman. I shivered. I could feel the cum oozing around inside me, thinking any moment now a sperm could be fertilizing an egg.

I heard his footsteps come down the stairs again, and looked over to see him finishing up a beer. He hadn't even bothered to put clothes back on.

"Man, Angel, I can't wait to see my friends fucking your pussy. It's gonna be great," Dad said. He was holding a glass of water. He set it on the tool chest and slowly removed the gag from my mouth.

He savagely pulled my head forward by my hair, and raised the glass to my lips, forcing me to drink it quickly and breathlessly. I was so thirsty anyway, the water was gone in seconds.

As soon as the glass was empty he put the gag back on me. The red rubber ball was painful in my small mouth. He chuckled as he began stroking his cock again. I stared at him hatefully. He just rubbed his cock against my cunt, some cum from my cunt coating his cockhead. His breath smelled of putrid alcohol.

Once fully erect, he placed the cock tip at my entrance, again staring hard into my eyes, and then tore into me with his flesh. The prick dove right into my womb again, my pussy this time wet from the previous two cum deposits. He fucked me hard and deep.

"Guess what, Sweetie?!" he said in between thrusts. "I just took one of those little blue sex pills! The kind that make your dick hard for 4 hours! I'll be able to fuck you at least 10 times tonight. This is number 3! Ughhhh, unh, arrrr... fuckkkkk, I love your little cunt!" Dad grunted, fucking my cunt with abandon.

It seemed his pounding went on forever. At least the pillow somewhat softened the force of his thrusts upon my small body. My legs were aching from being tied up. I thought I was going to pass out, my eyes even rolling back in my head.

Dad slapped me hard to keep me conscious, not even slowing his fucking pace in my cunt. I stared back at him, a blank stare. Feeling even more numb as I started to face my fate of impregnation by this asshole.

His balls slapped against my white ass lewdly, the slaps echoing in the basement. I could hear Beefy running around upstairs, and longed to see him again, to have the comfort of my only friend.

Dad maintained his quick, precise fucking for 10 more minutes before I felt him stab his prick deep, deep inside my cervix and unload sperm inside my already cum-soaked hole.

He kept his meat inside my cunt, and started sucking on my tits. The cock stayed hard. I hated the feeling of his tongue on my body, and the feeling of the cock invading my most private of areas.

After a few minutes playing with my small tits, his cock refusing to deflate, I felt his prick again starting to thrust within me. I didn't know how much my body could take. My legs hurt so bad from the restraints; I felt I'd pass out at any moment. The prick jammed inside me, my cunt already flooded with cum. I could feel it soaking his cock and balls, making my ass wet with cum. Disgustoso.

I felt him pump yet another load in me, the 5th load, knowing soon I'd lose count. His long cock pulsating deep within me, I felt full of his seed. That's the last thing I remember before passing out for a little while.



Continua...

Storie simili

Una vera seduzione

Il mio primo ragazzo è stato Jacob Mancuso, gli fottevamo in macchina oa volte stavamo da soli a casa sua ma non troppo spesso. La maggior parte delle volte lo facevamo nella parte posteriore della sua piccola Honda, dove era stretta e scomoda. Voglio dire, sembrava divertirsi più di me e la maggior parte delle volte dopo avermi imbrattato di sperma avevamo finito. Mi avrebbe fatto male il collo, ma gli ho detto quanto mi sentivo bene per poter andare a casa e stendermi sul letto e finire quello che aveva iniziato con le mie mani e un giocattolo per ragazze...

14 I più visti

Likes 0

Giacomo ed Ellie.

Ciao Questa è la mia prima storia quindi per favore lascia critiche costruttive... Era l'ultimo giorno delle vacanze estive e James era seduto nella sua classe di educazione sociale. Per dire qualcosa su James, è un ragazzo di 14 anni, 5 piedi e 9 con i capelli biondi e gli occhi azzurri. Gioca a rugby e fa un po' di boxe, quindi è abbastanza muscoloso e ha un cazzo eccezionale da 7 pollici con un diametro di 2 pollici. Quindi James era seduto nella sua classe di educazione sociale mentre il suo insegnante divagava sulle vacanze estive e su come non...

492 I più visti

Likes 0

Miele in vendita parte 2

Miele in vendita 2 Stavo porgendo l'assegno a Jeb, ma non stava raggiungendo per prenderlo e ho iniziato a preoccuparmi che potesse recedere dall'accordo. Jeb si grattò le palle e si annusò le dita; l'odore deve aver incontrato la sua approvazione perché mi ha guardato, ha fatto rotolare il fiammifero in bocca dall'altra parte e ha detto. Ho un paio di stip-a-lations da aggiungere a questo accordo. Ha detto cercando di sembrare tutto avvocato. Che tipo di clausole? Lo guardai sospettoso. Bene, si fermò, prenderai la mia bambina e io non la vedrò almeno una volta al mese, perché mi mancherà...

684 I più visti

Likes 0

Quel capodanno speciale_(0)

Lucy e Stace saranno qui presto, vuoi da bere? disse Amanda Senza troppe esitazioni accettai e le presi un grande bicchiere di baileys, Amanda era bellissima, a dire il vero. Era di circa 5 4' ma dall'altezza aggiunta dei tacchi che indossava stasera sembrava un facile 5 8'. Indossava un vestito bianco corto che era per lo più trasparente ed era abbastanza corto da poter vedere chiaramente la sua biancheria intima che quella sera era un perizoma leopardato se si chinava. Era morta di capelli rossi che erano perfettamente acconciati e stavano sempre benissimo. Mentre bevevo un sorso della bevanda, qualcuno...

383 I più visti

Likes 0

Amore a seconda vista

Nota: questa è una voce del concorso per il concorso non ufficiale del 1 maggio 2010 nel forum di Sex Stories. Se il paragrafo di apertura suona familiare, ecco perché. La nebbia leggera aggiungeva umidità all'aria. Il fresco della notte l'avvolse come un asciugamano bagnato, mandandole un brivido lungo la schiena. Era fortunata a conoscere così bene la zona, altrimenti si sarebbe facilmente persa. Guardò attraverso gli alberi la casa in cui viveva, sorridendo leggermente all'unica candela elettrica accesa nella finestra della cucina. Sapeva che non avrebbe dovuto essere qui fuori nella foresta di notte; in effetti, probabilmente non dovrebbe assolutamente...

658 I più visti

Likes 0

Cavalcando un grosso cazzo nero

Ero fuori a tarda notte di sabato. Ero stato in una discoteca con alcuni amici ed erano ubriachi. Ero sobrio, non bevo. (Probabilmente è per questo che mi hanno chiesto di accodarmi, così potrei davvero accompagnarli a casa e tenerli fuori dai guai.) Quindi, siamo saliti tutti sul mio SUV rosso e immacolato (sono una specie di maniaco della pulizia, un punto di sporco e io vado fuori di testa.) E ho lasciato i miei amici a casa loro. Ci vediamo, Kate!! Vado solo a guardare un po' di porno perché sono sempre così eccitata quando sono ubriaca!!! Ho sorriso e...

464 I più visti

Likes 0

Un giro al supermercato

[b][/b] sei una donna sposata di 23 anni che è incinta di 7 mesi e fa la spesa. L'aspetto è capelli biondi leggermente arricciati, occhi azzurri, seno DD, altezza 1,5 m con una pancia incinta molto rotonda. Una blusa bianca abbottonata, una gonna a tubino nera e tacchi a spillo neri. le critiche sono molto ben accette, sii gentile a riguardo per favore e grazie! Comunque, divertiti! ;) Entri nel negozio di alimentari dopo una lunga giornata di lavoro in ufficio; sei stanca, ti fanno male i piedi e, cosa peggiore di tutte... i tuoi seni sono stati teneri e gonfi...

657 I più visti

Likes 0

Il cornuto - Parte 2

Sinossi della prima parte. Sandy e Ben erano una coppia sposata molto inesperta. Entrambi provenivano da famiglie religiose molto rigide. A causa del debito di gioco di Ben, Sandy ha dovuto scopare Rex, l'allibratore di Ben, per tirarlo fuori dai guai. Rex aveva un pene enorme, qualcosa che né Ben né Sandy avevano mai visto prima. Il cazzo di Rex ha fatto impazzire Sandy, dandole orgasmi che Ben non avrebbe mai potuto produrre. Sandy amava così tanto scopare Rex che ha insistito che in futuro le fosse permesso di scoparlo almeno due volte a settimana. Ben accettò con riluttanza. O era...

699 I più visti

Likes 0

Il letto matrimoniale

È stata sposata giovane. Aveva quindici anni quando sposò un uomo di trentacinque anni, il suo nome era Rohan. Aveva paura di lui, e lui era eccitato da lei. Era bassa, aveva curve ben piazzate. I suoi seni erano abbastanza grandi per la sua struttura e spesso erano ben visibili nella parte superiore del corpetto. Il suo nome era Anna. All'inizio Anna non aveva paura del suo futuro marito, ma tutto è cambiato durante la loro prima notte di nozze. Era in piedi nel suo vestito mentre lui la fissava. Ispezionando ogni centimetro del suo corpo. Rabbrividì, nessun gentiluomo guarderebbe una...

664 I più visti

Likes 0

Condivisione di Kate

Vuoi un altro drink? No, grazie amico, risposi con un gesto sprezzante della mano. Penso di aver finito per la notte. Oh andiamo! Ryan spronò. Non essere una figa! Ho solo riso e scosso la testa per la persistenza del mio amico. Bene, ho risposto con decisione. Ma solo se anche Kate ne ha uno. Ryan inclinò la testa in direzione della sua ragazza che era seduta sul divano accanto a me, le sue gambe tirate su sotto il suo corpo. La sua espressione rivelò il suo desiderio che tutti e tre continuassimo la nostra notte di bevute. Oooookay, disse Kate...

695 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.