Insegnante - 01 Giorno 0 Si comincia

734Report
Insegnante - 01 Giorno 0 Si comincia

"SM. Burk, per favore, fai rapporto in ufficio.» È venuto al citofono della scuola.

"E adesso?" pensò. È successo qualcosa a uno dei suoi studenti della scuola materna. Laura Burk era un'insegnante di matematica al liceo in una scuola privata. Da quando HB 2469 è passato, l'umiliazione era legale e la forma approvata di disciplina, e alcune delle regole disciplinari erano molto strane rispetto a quello che erano state. Quando Sara arrivò in classe per darle il cambio, Laura attraversò il campus fino al front office.

Lungo la strada vide Mika, una delle ragazze più anziane che attraversava il cortile centrale in mutande. Al polso di Mika c'era una fascia gialla e bianca. Laura era dispiaciuta per lei. Evidentemente aveva violato il coprifuoco ei suoi genitori l'avevano registrata e lei poteva indossare solo biancheria intima per i successivi trentanove giorni. Un giorno per ogni minuto di ritardo. Si diceva che se avesse violato di nuovo il coprifuoco, sarebbe stata elevata a Rosso con Verde e Bianco, il che significa che poteva indossare solo le mutandine e una terza violazione sarebbe stata un solido Giallo, il che significa che sarebbe stata completamente nuda. Tutti i minuti in cui era in ritardo sarebbero stati aggiunti a tutti i giorni che le rimanevano. Laura non riusciva a immaginare la vergogna che Mika doveva provare.

Sapeva che c'erano alcuni altri studenti che erano soggetti a restrizioni, sia maschi che femmine. Le regole si applicavano allo stesso modo a tutti. Aveva sentito parlare di un'altra ragazza, Hannah o qualcosa del genere, che aveva avuto una condanna rossa, verde e bianca per tre giorni interi. Laura non l'aveva vista, ma aveva sentito dai suoi studenti che la ragazza aveva litigato con i suoi genitori sullo svapo e pensavano che un paio di giorni solo in mutandine davanti ai suoi amici l'avrebbero abbattuta di un paio di tacche. Oggi era il suo primo giorno e le mancavano ancora altri 2 giorni. Hanno detto che ha funzionato. Non voleva mai più affrontare qualcosa del genere e ha promesso di non svapare mai più.

Mentre continuava, pensava agli stupidi codici colore assegnati alle punizioni per l'umiliazione. Il giallo per qualche strana ragione era il caso peggiore che richiedeva la nudità completa. Il verde è la nudità sotto la vita e il rosso è il nudo sopra la vita. Il codice colore era basato su una luce STOP di tutte le cose. Lascia che sia il Congresso a trovare un compromesso basato su qualcosa che non ha nulla a che fare con la legge. Il motivo era che il rosso è in cima al semaforo, il verde è in basso e il giallo è al centro di un normale semaforo. Poiché la nudità superiore e inferiore è uguale, è stato utilizzato il colore giallo. C'erano modificatori diversi da White, ma non ci ha mai pensato molto a imparare tutti i codici.

Altri modificatori che conosceva erano il blu per i crimini di stato e l'arancione scuro per i crimini federali. Quei colori avevano le loro sottocategorie, ma neanche a loro Laura prestava molta attenzione.

Quando è arrivata in ufficio, è stata accolta da Mark Owens, il viceprincipio. Questo potrebbe essere più grande di quanto pensasse. Cosa potrebbe succedere. Uno dei suoi studenti della scuola materna avrebbe ricevuto una penalità gialla?

Mark la scortò nell'ufficio di Paul Mitchel. Paul era seduto dietro la scrivania. Mark le indicò di sedersi sulla sedia nell'angolo. Mark si sedette sulla sedia appena oltre la porta. Laura continuava a guardare la porta per vedere quale studente si sarebbe unito a loro. Era confusa quando Mark si allungò e chiuse la porta.

Paul fu il primo a parlare: “Ms. Burk, abbiamo una situazione che dobbiamo affrontare. A causa delle nuove regole, abbiamo davvero poco margine di discrezionalità nel modo in cui gestiamo la violazione”.

"Chi ha fatto cosa?"

"L'hai fatto"

"CHE COSA! Cosa ho fatto!"

“Oggi hai lasciato la tua classe incustodita per sei minuti oggi. Lasciare incustodita una classe di studenti delle scuole superiori è una grave violazione. Qualsiasi numero di cose può accadere in quel lasso di tempo. È una violazione della sicurezza”.

“Ho dovuto fare pipì! Ho cercato di convincere qualcuno a sostituirmi, ma nessuno era libero e avevo paura di fare pipì proprio davanti a tutti.

“Beh, hai comunque infranto una regola importante e hai lasciato un'aula di studenti incustodita per sei minuti. Ce l'abbiamo sulla registrazione video in classe. Sfortunatamente, la sanzione è enunciata abbastanza chiaramente nel manuale della scuola. Riceverai una penalità di classe verde per i prossimi sei giorni.

"COSA, non posso farlo, sono un insegnante!"

"Questo è il punto. Poiché sei un insegnante, devi farlo. Devi dare l'esempio. È proprio perché sei un insegnante, non possiamo andarci piano con te. Nel manuale si afferma chiaramente che la violazione per aver lasciato una classe incustodita è una violazione della Classe Verde. Se non seguiamo le regole per un insegnante, come possiamo aspettarci di farle rispettare per gli studenti?

“Tutto è già stato registrato. Abbiamo inviato il video all'H-Office e hanno approvato il tuo servizio Class Green. Il tempo inizierà domani alle 6:00 e terminerà alle 6:00 sei giorni dopo. disse Marco. “Ecco il tuo braccialetto di registrazione. Domani mattina alle 6:00 diventerà verde fisso e non potrai indossare nulla sotto l'ombelico. Oltre alle scarpe che è.

Laura stava iniziando a iperventilare. “No, no, no, NOOOoooo! Non può succedere!

“Non preoccuparti, questa non è la fine del mondo. Sarà solo per sei giorni e poi tutto potrà tornare alla normalità. Abbiamo già chiamato tuo marito e lui capisce cosa c'è in gioco qui.

“L'hai già detto ad Allen? Oh mio DIO, che mi dici di mio figlio. Adam mi vedrà senza fondo! È solo un Junior. Come posso affrontare questo? Oh DIO, oh DIO, oh DIO, no, no, no, non può succedere.

“Mi dispiace, ma abbiamo le mani legate. Non possiamo fare un'eccezione. Potremmo perdere il nostro accreditamento per la scuola se provassimo anche solo a farlo. Violeremmo la legge. Una legge che è stata volutamente stabilita per trattare tutti in modo equo, ricchi, poveri, maschi, femmine e tutte le possibilità etiche. È stata annunciata come la legge equa più completa mai approvata.

Quando l'incontro finì, Laura si sentì come uno zombie, il suo cervello si rifiutava di funzionare. Era in grado di funzionare in modalità automatica. Gli studenti sapevano che stava succedendo qualcosa ma non avevano idea di cosa. Almeno ne sapevano abbastanza per comportarsi bene e non tentare di sfidare la fortuna.

Quando è arrivato il momento di andarsene, Laura ha incontrato Adam davanti alla porta della scuola e si sono avvicinati alla macchina in silenzio. Adam sentiva che qualcosa non andava, ma aveva paura di rompere il silenzio.

Quando è tornata a casa, ha iniziato a piangere. Laura non voleva scendere dall'auto. Adam scese ed entrò, non sapendo quale fosse il problema. Venti minuti dopo entrò. “Scusa Adam, comincerò la cena adesso. Dov'è tuo padre? A quest'ora dovrebbe essere a casa.»

“Mamma stai bene. C'è qualcosa che posso fare per te?"

“No, non c'è niente che tu o chiunque altro possiate fare. Non voglio parlare di questo. Per favore, non chiedere.

Venti minuti dopo Allen tornò a casa. “Scusa, ho dovuto ritirare alcune cose mentre tornavo a casa. Te li mostrerò tra un momento.

Laura si avvicinò ad Allen e lo abbracciò. Appoggiò la testa sulla sua spalla e pianse. Le accarezzò gentilmente l'orecchio e disse: “Possiamo farcela. Non è la fine del mondo. Io sono qui per te."

“Adam, puoi per favore entrare qui? Abbiamo qualcosa da dirti.» Laura si irrigidì quando sentì il nome di Adam. Scosse lentamente la testa e sussurrò "no, no, no". Allen la zittì e continuò ad accarezzarle i capelli. Quando Adam è arrivato, Allen ha continuato: "Adam, tua madre ha violato una regola oggi e sta affrontando una condanna di classe Green per i prossimi sei giorni, a partire dalle 6:00 di domani mattina".

“Oh Dio, sapevo che qualcosa non andava, ma non avrei mai pensato che fosse successo! Dio mamma, dovrai restare nuda sotto l'ombelico per sei giorni! Tutto il tempo?"

“Sì cara, mi dispiace tanto! Oh mio Dio, mi sono appena reso conto di non avere cime che si fermano sopra il mio ombelico. Dovrò tagliare qualcosa o violerò!”

“No caro, non devi tagliare niente. Non ti permetterò di danneggiare nessun buon vestito per questa stupida frase. Ecco perché ero in ritardo. Sono stato avvertito di questo da Mark quando mi ha chiamato. Tornando a casa mi sono fermata all'H-Store, per comprare un top adatto a te. Il ragazzo è stato quel posto che ha aperto gli occhi, sei fortunato ad avere solo una violazione della classe Green. Ci sono alcune cose in quel negozio che sarebbero davvero umilianti se dovessi indossarle. OK, penso che abbiamo bisogno che tu ti prepari per domani il prima possibile. Prima inizi, meglio ti sentirai quando entrerà in vigore la legge e non avrai scelta. Almeno qui puoi sentire come sarà nella sicurezza di casa nostra. Ecco il top che ti ho preso. Per favore, togliti il ​​vestito e le mutandine in modo da essere pronto per domani.

«No, no, no, non davanti ad Adam. Per favore, non davanti ad Adam.

“Prima o poi dovrai farlo, tanto vale farlo in un posto sicuro come casa nostra. Adam ti vedrà nei prossimi sei giorni, quindi ora o domani non fa davvero alcuna differenza.

“Va tutto bene mamma. Ne ho visti altri senza fondo. Da lontano, ma li ho visti. Sia uomini che donne”.

"Dai cara, lascia che ti aiuti." Proprio lì, nel mezzo della cucina, ha iniziato ad aprirle la cerniera del vestito e lei glielo ha permesso. Lo lasciò cadere a terra e uscì. Quando lui le prese le mutandine, lei gli afferrò la mano per fermarlo, ma lui era più forte e le sue mani continuarono a muoversi. Li tirò giù con un movimento rapido fino alle sue caviglie. La sua figa era ora in mostra sia a suo marito che a suo figlio. Dio, si sentiva come se stesse per morire per l'imbarazzo. Quasi non si faceva nemmeno vedere dal marito nuda, insisteva sempre che le luci fossero spente o almeno molto fioche quando facevano l'amore. Ora era in piedi senza fondo nelle luci dure e brillanti della cucina.

Anche se raramente è stato visto in qualsiasi luce diversa da lei, ha tenuto la sua figa ben tagliata. Era un cespuglio pieno che seguiva la forma della sua mutandina. Si è assicurata che non fossero esposti capelli antiestetici quando indossava la biancheria intima. Voleva però quanti più capelli possibile perché era sempre stata imbarazzata dal fatto di avere labbra prominenti sulla sua figa e voleva provare a nasconderle dietro i suoi capelli. Fortunatamente, le tendenze sociali si erano spostate dall'altra parte poiché le fighe pelose erano la norma generale. Solo i buttafuori raderanno completamente le loro fighe come una generazione fa. Sfortunatamente per Laura, le sue labbra potevano ancora essere facilmente viste sporgere dalla parte inferiore della sua macchia pelosa perché i suoi capelli erano naturalmente sottili vicino all'ingresso inferiore.

“Ecco caro, ecco il top che ho preso per te. Le ragazze del centro hanno detto che ti andrebbe bene. Sfortunatamente, non avevano una taglia media o grande che ti si adattasse meglio. Avevano solo un piccolo, ma hanno detto che queste cose si allungano davvero e anche un piccolo potrebbe adattarsi a una donna grande se necessario. L'ha guardata e sembrava una piccola maglietta, qualcosa che indosserebbe un bambino, ma era fatta di un materiale molto elastico. Con l'aiuto di Allen, è stata in grado di farlo. Era molto aderente e aderente come un secondo strato di pelle e le arrivava appena sotto il seno. A causa dell'estensione dello stiramento, era quasi completamente trasparente. Il suo reggiseno nero semitrasparente era chiaramente visibile attraverso il materiale.

"Allen, perché hai preso un top così piccolo?"

“Era l'unica taglia che avevano. Hanno detto che sarebbe andato bene. Lo fa, ma non hanno detto come si adatterebbe.

"Ciò che mi accingo a fare? Abbiamo bisogno di ottenere un top diverso!

"Il negozio è chiuso; dovremo solo fare i conti con quello che abbiamo.

“Wow mamma, è molto magra. Riesco chiaramente a vedere il tuo reggiseno attraverso di esso ", ha detto Adam. Cosa farebbe!?!?

“Non posso andare a scuola così, il mio reggiseno è chiaramente visibile attraverso questo top. Devo tagliare uno dei miei top normali!

“No, non te lo permetterò. Non ti permetterò di rovinare vestiti perfetti solo per soddisfare qualche stupida regola. Dovrai solo accontentarti di quello che ho per te.

«Per favore», sussurrò. "Si prega di ottenere una taglia più grande che non sarà trasparente"

“Guarda, non è che sei in topless. Metti solo un reggiseno sotto la parte superiore e nessuno vedrà le tue tette. Non è un grosso problema. Allora puoi prenderti un altro top domani mentre torni a casa da scuola.

«Cosa vuoi dire che posso procurarmene uno da solo? Non posso entrare in un negozio come questo!

“Laura, puoi, e andrai ovunque andresti normalmente. Andrai a scuola così. Non c'è differenza tra andare in un negozio e andare al lavoro.

Mentre stava pensando di uscire quasi nuda. La parte superiore trasparente attirava quasi più attenzione sul suo reggiseno che se fosse stata nuda. La parte superiore trasparente sembrava quasi che fosse stato applicato del glitter per migliorare il suo reggiseno.

Ad Adam sembrava di sognare. Aveva sempre pensato che sua madre fosse sexy, ma vederla in piedi sotto le luci intense della cucina quasi nuda era quasi più di quanto potesse sopportare. I suoi pantaloncini di maglia presto si sono accaparrati con il suo cazzo in crescita. Stava quasi andando in iperventilazione mentre diventava sempre più duro. Stava per scusarsi per potersi masturbare in bagno per liberarsi della sua erezione, quando suo padre notò le sue condizioni.

“Guarda Laura, guarda tuo figlio. Ha un'erezione. È per questo motivo che avevamo bisogno che vi preparaste per i prossimi sei giorni ora piuttosto che al mattino. Adam ha bisogno di abituarsi a te semi nudo. Pensa a quanto sarebbe imbarazzante per lui avere un'erezione a causa di come hai la tua figa in mostra "

"LUI!? Mio Dio, sono io quello che sta qui quasi nudo! Io sono quello che è più imbarazzato!

“Ora cara, ci si aspetta che tu sia imbarazzata. Questo è il punto centrale del disegno di legge sull'umiliazione. Pensa ad Adamo, comunque. Pensa a quanto sarebbe imbarazzato se gli spuntasse un'erezione davanti ai suoi amici a causa di sua madre. Deve abituarsi a vederti così.»

Laura voleva che un buco nero apparisse all'improvviso davanti a lei e la inghiottisse nel nulla. Allen era più preoccupato per come suo figlio sarebbe stato imbarazzato se avesse avuto un'erezione a causa sua di quanto fosse preoccupato per come si sentiva quando era nuda.

“Figliolo, devi prenderti cura di quella cosa. Devi abituarti a vedere tua madre sexy quasi nuda. Il modo migliore è batterne uno o due. Aiuterà. Fidati di me."

"OK papà, vado nella mia stanza e faccio proprio questo!" Era imbarazzato per la sua reazione nel vedere sua madre così ma, dannazione, era sexy.

“Sciocchezze, lo farai qui in cucina davanti a tua madre. Se lo fai da solo, sarà tutto nella tua immaginazione, e poi quando la rivedrai, ti verrà solo un'altra erezione. Devi farlo dove puoi vederla in modo da abituarti a vederla così.

“Allen, NO! Per favore, non farglielo fare con me in piedi qui davanti a lui!

"Ora cara, sappiamo entrambi che sarà un po' imbarazzante per lui farlo qui, ma alla lunga lo aiuterà."

"LUI! Sono io quello esposto qui, e lo sarò per sei interi fottuti giorni! Mi sento come se stessi per morire dall'imbarazzo. Avere nostro figlio che si masturba davanti a me non farà che aumentare la vergogna che sto già provando.

“Sciocchezze, starai bene. Ora Adam, siediti sulla sedia a tavola e fai le tue cose. Ecco una scatola di fazzoletti per quando verrai. Farò stare tua madre di fronte a te in modo che tu possa vederla chiaramente in tutto il suo splendore. Caro, dovresti prenderlo come un complimento che anche tuo figlio pensa che tu sia sexy.

Mentre Adam si sedeva, Allen posizionò Laura di fronte a lui. In questa disposizione la figa di sua madre era quasi allo stesso livello dei suoi occhi. Poteva vedere chiaramente le labbra della sua figa sotto i capelli.

“Ora Laura, puoi fare di meglio. Lascia che Adam ti veda davvero. I tuoi piedi sono quasi uniti, allontanali. Li ha spostati in modo che fossero a circa otto pollici di distanza. "Non più." Un altro paio di centimetri. “No, ho detto di più. Ecco, lascia che ti aiuti. Detto ciò, allungò una mano sotto il suo sedere in modo che le sue dita si piegassero leggermente toccando le labbra della sua figa e con l'altra mano afferrò la parte inferiore della gamba e la spostò di circa un piede. Quindi rimosse entrambe le mani con suo sollievo solo per averle invertite mentre faceva la stessa cosa con l'altro piede.

Ora era in piedi a un braccio di distanza da suo figlio seduto con i piedi distanti almeno un metro in un'esibizione lussureggiante. Adam poteva persino vedere le labbra della sua figa essere separate dall'ampia posizione. Allen la guardò e ancora non era soddisfatto. Con orrore di Laura, si abbassò e le aprì le labbra della figa il più possibile e poi la lasciò andare. Sono tornati indietro, ma non così lontano come prima. Ora erano completamente separati e mostravano parte dell'interno rosa. "Ecco, Adam."

Laura disse: "Che diavolo, Allen". Stava per allungarsi in avanti con entrambe le mani per nascondere l'ostentazione, ma Allen fu più veloce e le afferrò entrambe le braccia e le tirò dietro di sé per impedirle di nascondersi da suo figlio. Tirare indietro le braccia ha avuto il risultato di costringere le sue tette coperte dal reggiseno a essere ancora più in mostra di quanto non fossero, se possibile.

Adamo era in paradiso. Era molto meglio di quanto avrebbe mai potuto immaginare. Alzò lo sguardo e vide suo padre annuire per incoraggiarlo. Sua madre chiuse gli occhi, rifiutandosi di guardare. Si abbassò lentamente i pantaloncini e il suo cazzo di quindici centimetri si sollevò. Rimbalzava a tempo con il suo cuore che batteva all'impazzata.

Laura non ha resistito e alla fine ha guardato suo figlio e ha visto il suo cazzo. Era un po' più piccolo di quello di suo padre, ma stava ancora crescendo. Probabilmente avrebbe raggiunto i sette pollici di Allen quando avesse finito di crescere. Era già altrettanto ampio.

Afferrò il suo cazzo con una mano e iniziò lentamente a pomparlo. Dio, era abbastanza vicino da poter sentire l'odore muschiato di sua madre. Essere giovani ed entusiasti. Ci sono voluti solo pochi istanti prima che iniziasse a venire. Essendo inesperto, getto dopo getto è uscito e ha colpito sua madre coprendola da appena sotto la parte superiore e gocciolando tra i capelli della sua figa. È stato fottutamente fantastico, pensò. Più del suo sperma ha iniziato a colare lungo la sua pancia solo per rimanere intrappolato nei capelli della sua figa.

«Ti senti un po' meglio, Adam?» chiese il suo Allen. Laura si limitò a piagnucolare.

“Sì, mi sento un po' meglio. L'intensità è un po' meno. Grazie papà."

"Nessun problema. Vai a prendere un asciugamano e pulisci un po' tua madre. Non possiamo lasciare che sia tutta appiccicosa quando ci sediamo per cenare ora, vero? Penso che sarebbe una distrazione per entrambi, figliolo.

Adam si alzò e prese dei tovaglioli di carta dal bancone. Per prima cosa ha ripulito gli ultimi dribbling dal suo cazzo prima di tirarsi su i pantaloncini. Poi ha preso altri asciugamani e ha iniziato a pulire il disordine che aveva fatto sul davanti di sua madre. Riuscì a pulirle abbastanza facilmente la pelle liscia della pancia, ma i peli della sua figa erano un'altra cosa. Doveva continuare a strofinare per tirarne fuori la maggior parte. Ci sono voluti diversi asciugamani per farlo. Quando ebbe finito, fece scorrere la mano nuda sulla sua figa e poté sentire un po' di umidità, ma solo un po'. Sembrava pulito e questo era tutto ciò che contava. "Penso di avere tutto ciò che avrò papà."

Mentre suo figlio si stava asciugando il suo sperma dal corpo, lei continuava a cercare di allontanarsi, preferibilmente per correre e nascondersi, ma Allen era troppo forte e continuava a tenersi le braccia ei suoi piedi le tenevano i piedi larghi. Era più umiliata di quanto si fosse mai sentita in vita sua.

“Va bene, grande figlio. Sediamoci a cena. Cosa hai fatto Laura?

La normalità di quell'affermazione le fece quasi dimenticare la situazione in cui si trovava. La sua risposta automatica fu: "Chik'n Polpette, purè di patate e piselli".

“Fantastico, uno dei miei preferiti. Dato che l'hai fatto tu, lo servirò. Vai avanti e siediti.

Si sedettero tutti e cenarono come farebbero in un normale mercoledì sera. Adam ha scelto quale sitcom avrebbero guardato dall'elenco delle registrazioni. Hanno parlato degli eventi durante il giorno. Adam ha detto loro che aveva preso un A nel suo ultimo test di matematica. Allen ha parlato di essere un po' stressato a causa di un tour dei clienti programmato venerdì. E Laura ha persino parlato di come era stata la sua giornata fino all'incidente in cui non riusciva a convincere nessuno a sostituirla mentre svuotava la vescica. Normalmente andava tra una lezione e l'altra, ma Matt era rimasto nella sua stanza a chiedere aiuto per un test che sarebbe arrivato tra un paio di giorni. Era durante il suo tempo libero quando normalmente andava in bagno. È rimasto fino alla fine del periodo e lei non ha avuto una pausa quando è iniziata la sua lezione successiva. Poi si è zittita e non ha voluto parlare.

Quando la cena finì, Allen raccolse i piatti, come di consueto, e Adam disse che aveva dei compiti da fare.

Allen ha parlato e ha detto: “Laura, so che devi fare dei voti e Adam ha dei compiti, ma prima che ci separiamo, voglio chiedere ad Adam se sta bene. Adam, riuscirai a sopportare di vedere tua madre così? Hai bisogno di liberarti ancora una volta stasera?"

"Allen, di cosa stai parlando?" chiese Laura.

“Sto chiedendo se Adam starà bene vedendoti come sei adesso? Voglio dire, per me non sei mai sembrato più sexy, ma io sono tuo marito e sai quanto mi ecciti senza fondo. Ma il qui presente Adam andrà a scuola con sua madre con la figa in bella mostra. Potrebbe avere un'altra erezione di fronte ai suoi amici e questo potrebbe metterlo in imbarazzo.

"Lui! Che dire di me?"

“Come ho detto prima di cena, dovresti essere imbarazzato. La mia preoccupazione è lui. Adamo, che ne dici? Vuoi strapparne un altro mentre siamo tutti insieme? Potrebbe essere d'aiuto. Vedo che i tuoi pantaloncini mostrano di nuovo segni di tentennamento.

“OK, non volevo dire niente. Stavo solo per andare nella mia stanza e masturbarmi in privato, ma farlo di fronte alla mamma potrebbe aiutarmi.

"Oh DIO, per favore, non lasciare che accada", disse Laura, quasi a se stessa.

“OK Adam, perché non ti siedi qui sul divano, Laura puoi sederti sulla panca imbottita qui di fronte a lui. Tieni, avviciniamolo in modo che abbia una visuale migliore della tua figa. Allen ha spostato la panca in modo che le ginocchia di Adams fossero a soli 6 pollici dal bordo. “Laura, quando ti siedi dovrai scavalcargli le gambe. Le tue ginocchia devono essere fuori dalle sue. Questo gli permetterà di vederti meglio.

Laura era di nuovo stordita. Come potrebbe accadere? Cercò di sedersi il più possibile sulla panca, ma Allen non voleva niente di tutto ciò. "No caro, devi portare la tua figa fino al bordo dove può vederti meglio." Ciò ha fatto sì che le sue gambe si allargassero ancora di più di quanto non fossero perché le gambe di Adams erano d'intralcio costringendole a separare le gambe. Era un modo goffo di sedersi e aveva bisogno di sostenere il suo corpo in qualche modo. Aveva due scelte, mettere le mani sulle gambe di Adam o afferrare il lato posteriore della panca e appoggiarsi allo schienale. Allen diresse le sue mani dietro.

Ancora una volta, aveva la sua figa in bella mostra e le sue tette sporgevano davanti a lei. Non pensava che potesse peggiorare, ma poi Allen allungò le mani tra le sue gambe, le afferrò le labbra prominenti e le separò. Pizzicò e tirò abbastanza forte da farle sfuggire un piccolo gemito. Quando Allen ha lasciato andare, sono rimasti aperti mostrando la sua apertura interna rosa.

Adam era estasiato. Pensava che le labbra della figa di sua madre somigliassero a una bellissima farfalla. Abbassò rapidamente i suoi pantaloncini di maglia abbastanza da permettere al suo cazzo di essere libero. Cominciò ad accarezzarlo ma questa volta era un po' meno eccitato e si concesse di guardare davvero sua madre.

Aveva la pelle liscia e un corpo tonico. Si esercitava regolarmente sulla cyclette che avevano e sollevava alcuni piccoli pesi. Decise che non era esattamente magra come alcune delle ragazze che conosceva, ma era piuttosto piacevolmente morbida. La sua figa aveva labbra carnose che sembravano quasi volerlo risucchiare. Era difficile immaginare che fosse uscito da un posto così bello. Voleva così tanto allungare la mano e infilare un dito per sentire come ci si sentiva, ma una solida valutazione verde consentiva solo di guardare senza toccare. Avrebbe dovuto cercare i colori modificanti che avrebbero permesso a qualcuno di toccarli o persino scoparli senza finire nei guai. Alzò lo sguardo e vide suo padre allungarsi intorno al suo corpo e pizzicarle i capezzoli attraverso la parte superiore e il reggiseno. Quando tirò via le mani, i suoi capezzoli si sollevarono come piccole gomme da cancellare attraverso la parte superiore trasparente e il reggiseno sottile.

Questo è stato sufficiente per mandare Adam sopra le righe. Spruzzo dopo spruzzo di sperma eruttò dal suo cazzo. Come prima lo diresse sullo stomaco di sua madre. Si è accumulato nel suo ombelico e poi è sceso nei capelli della sua figa.

“Ben fatto figliolo. Ti senti meglio, meno eccitato per tua madre? Laura si sentiva come se la sua pelle fosse in fiamme dove era ricoperta di sperma. Si sentiva come se stesse per morire di vergogna.

"Sì, certamente. Grazie papà."

“Bene, ora vai a prendere i tovaglioli di carta e pulisci il tuo casino. La terrò qui finché non avrai finito. Non vogliamo sporcare il pavimento”. Il cazzo di Adam perdeva ancora un po' così quando si alzò, strinse il suo cazzo rimpicciolito spingendo i resti del suo sperma sullo stomaco di lei. Poi asciugò l'ultima goccia sfregando la punta sulla sua pelle appena sopra la linea dei capelli della figa. Sapeva che lo stava spingendo, ma pensava di poterla far franca, se non si fosse spinto troppo oltre.

Adam ha recuperato gli asciugamani di carta e ha iniziato a pulirla. Come prima, ha dovuto passare più tempo sui peli della sua figa per far assorbire lo sperma. È stato anche in grado di sfiorarle un paio di volte le labbra della figa mentre lavorava. Erano morbidi, caldi e gommosi. Sapeva che ora stava davvero spingendo i limiti, e dopo tutto suo padre lo stava guardando, quindi finì velocemente.

"Laura, grazie Adam per averti ripulito."

"G... G... Grazie." Finalmente è uscita.

“Bene, ci siamo divertiti tutti, quindi ora è il momento per te di fare i compiti e devi fare il tuo voto. Sarò nel mio ufficio a recuperare alcune e-mail.

Tutti e tre se ne andarono nei loro luoghi separati. All'inizio Laura ha avuto difficoltà a concentrarsi sulla sua valutazione, ma poi è entrata in gioco la routine automatica e presto ha dimenticato cosa stava facendo e ha potuto concentrarsi sul suo compito.

Adam era ancora pieno di adrenalina. Non riusciva a credere di essersi appena masturbato con sua madre due volte quella sera. Ha anche avuto modo di sentire le labbra della sua figa la seconda volta. Si sarebbe goduto immensamente i prossimi sei giorni. Quando i suoi amici avrebbero visto sua madre, sarebbero stati tutti gelosi di lui. Dissero tutti che sua madre era sexy. Ora avrebbero visto tutti quanto fosse sexy. Potrebbe non essere la mamma più sexy dei suoi amici, ma era decisamente vicina alla cima. E per quanto ne sapeva, sarebbe stata l'unica mamma che l'indomani sarebbe stata a scuola con la fica in mostra.

Allen stava segretamente aspettando con impazienza i prossimi giorni. Aveva sempre avuto la fantasia di smascherare sua moglie in pubblico. Tuttavia, non aveva mai avuto successo. Gli ha persino resistito quando voleva alzarsi e posare nudo in camera da letto. Era imbarazzata dal suo corpo e raramente gli permetteva di vederla in piena luce. Ora lei non avrebbe avuto voce in capitolo, e lui non doveva nemmeno essere il cattivo a farglielo fare. Era la legge. Mentre se ne stava seduto pensando a quanto gli sarebbe piaciuto, gli venne in mente che sabato c'era l'anniversario. Avevano programmato un'intera giornata e poi una serata fuori. Dubitava che si fosse già resa conto del tempismo. Sarà mortificata, ma lui non l'avrebbe lasciata ritirarsi da tutto ciò che avevano pianificato. Era ancora scioccata dal fatto che domani alle 6:00 la sua band sarebbe diventata verde. Questo gli ricordò che aveva preso una band tutta sua che quando poteva accoppiare con la sua. La sua fascia avrebbe lampeggiato d'oro e la sua fascia si sarebbe abbinata a una striscia d'oro che lampeggiava a tempo con la sua quando ha premuto il pulsante di attivazione. Poiché era già stata condannata all'umiliazione, come suo marito, poteva portare la sua condanna a livelli più alti per brevi periodi di tempo. Gli avrebbe effettivamente dato la possibilità di avere pieni diritti con lei ovunque volesse. L'uomo, questo non potrebbe andare meglio!

Storie simili

Allora, cosa vuoi fare?

Era il nostro solito incontro del sabato sera. John ed io, i nostri migliori amici Tammy e Roger e il fratello di Roger, Brad, trascorriamo ogni sabato sera a provare un nuovo ristorante. Stasera era un nuovo posto italiano e ci siamo trovati benissimo. Dopo essere tornati a casa nostra dopo cena, eravamo seduti a cercare di pensare a qualcosa da fare. Normalmente noleggiavamo un video, ma pioveva a dirotto, quindi nessuno voleva tornare indietro e non c'erano buoni film in TV. Allora, cosa vuoi fare? chiese Giovanni. «Non lo so», dissi. Cosa vuoi fare Tammy? Non mi interessa, disse Tammy...

1.3K I più visti

Likes 0

Nella foresta con un adolescente

Stavo andando a incontrare la ragazza. Non l'avevo mai vista prima, ho solo chattato con lei poche volte su Internet. Ma sapevo che era giovane - solo 16 anni, e sapeva che io avevo più di dieci anni più di lei... A parte questo, non avevo mai nemmeno visto una sua foto, anche se mi aveva detto che era molto di piccole dimensioni. Avevamo deciso di incontrarci a una fermata dell'autobus, ai margini del centro città. Era una calda giornata estiva e stavo arrivando a piedi. Avevo bevuto un paio di birre per calmare i nervi. Quando ho svoltato nella strada...

1K I più visti

Likes 0

Sull'essere un sottomesso

Ero già stato con quest'uomo e me ne andavo sempre stuzzicato e mistificato allo stesso tempo. Cos'è che mi ha fatto venire tornato per saperne di più, desiderando la prossima volta che sarò invitato? IO desiderare ardentemente il suono della sua voce, lo sguardo profondo e penetrante del suo occhi scuri e deliziosi e, soprattutto, il suo tocco fermo ma amorevole. Non mi domina in senso tradizionale... ancora una volta lui fa. È molto silenzioso e non dice molto. Emette morbido, comandi semplici e usa il linguaggio del corpo e l'aspetto per comunicare altre cose. Quando sono con lui, mi sento...

772 I più visti

Likes 0

Io e il mio cane

+Ho creato un account qui per raccontare una storia vera di quello che è successo qualche anno fa. L'ho fatto solo per raccontare una storia, ma se volete, potrei scrivere di più.+ Tutto è iniziato il giorno del mio dodicesimo compleanno. Mio padre sa che desidero un cucciolo da sempre, quindi per il mio compleanno mi ha regalato un grazioso cucciolo di golden retriever. Aveva circa 2 mesi all'epoca ed era COSÌ CARINO! Comunque, non ti annoierò con i dettagli. Circa un anno e mezzo o due anni dopo, dopo che è diventato a grandezza naturale, ho notato la sua cosa...

688 I più visti

Likes 0

Lust in Translation, (o Playboy e il dio della melma).

Nel thread CAW 24, Pars001 ha chiesto: può anche avere un tema misterioso di fantascienza o una storia d'amore aliena? dopotutto sono strano La mia risposta è stata: Che ne dici dei negoziati sul trattato tra la razza aliena e gli umani. Il trattato finale deve essere concluso dal sesso tra un alieno e un umano. Per ulteriori punti, raccontalo dal punto di vista sia umano che alieno. A proposito: questa non è un'idea del tutto originale. Ho dovuto provare questo. — Il presidente fissava la pagina web, il suo colore blu troppo saturo gli faceva male agli occhi, ma era...

712 I più visti

Likes 0

Schiavi sessuali rapite_(1)

Il viso di Sara era coperto di lacrime e si poteva vedere l'espressione addolorata sul suo viso. Giaceva legata come un maiale sul pavimento della sua casa. Aveva un anello imbavagliato in bocca, tenendolo aperto. Era ancora vestita. Le sue braccia erano tirate in alto dietro di lei. I suoi polsi erano stati legati strettamente, fissati con una pesante corda di canapa. Una barra di sollevamento era attaccata tra le sue ginocchia; era lungo più di un metro e la teneva aperta e distesa. Una corda era attaccata a ciascuna caviglia, l'altra estremità attaccata ai suoi polsi legati. La corda era...

694 I più visti

Likes 0

BEV LA CAMERIERA DELL'ALBERGO

BEV LA CAMERIERA DELL'ALBERGO Anni fa ho lavorato alla pulizia di un hotel locale. È stato poco prima che incontrassi Barry ed ero ancora arrapato anche allora. Ho attraversato una fase in cui indossavo calze e bretelle e lo faccio ancora adesso quando andiamo a dondolare e per lui in camera da letto. Racconterò il più possibile dalla mattina, questo è successo in un hotel a 5 stelle in Australia. .................................................. .................................................. .................................................. Oggi è stata una giornata noiosa e lenta, non c'erano molte stanze occupate, quindi non ci sarebbe voluto molto per finire e fortunatamente la mia amica mi stava...

641 I più visti

Likes 0

In vacanza al mare

Anche durante il viaggio in ascensore fino alla loro stanza, Mark e Cindy non riuscivano a togliersi le mani di dosso. Con le loro labbra unite in un bacio appassionato, Mark alzò lo sguardo per osservare su quale piano si trovavano. Bing, l'ascensore è atterrato al loro piano, mentre la coppia si dirigeva verso il balcone aperto verso la loro stanza. Camminando velocemente, hanno quasi investito un bambino che urlava a suo padre nel parcheggio sottostante. Avendo già estratto la chiave, Mark tentò di aprire la loro stanza, la numero 817. Cindy si allungò e afferrò il cazzo mezzo gonfio di...

537 I più visti

Likes 0

La piscina - parte 1 - La trappola

Di Patryxk B. Mi sono appena trasferito in questo grande condominio. Ci sono 6 piani e 20 appartamenti per piano. Il prezzo è un po' alto perché all'interno c'è una grande piscina interna. Pertanto, chiunque può nuotare in qualsiasi giorno dell'anno tra le 7:00 e le 22:00. Anche se avevo circa trentacinque anni, non ero un bravo nuotatore e odio nuotare da solo. Quindi non è stato un fattore importante quando mi sono trasferito qui. Ogni giorno o giù di lì, ci passavo accanto e guardavo se le persone usavano la piscina. Non mi piaceva se c'erano troppi estranei nella stessa...

501 I più visti

Likes 0

Annie e il lupo

La mia vita non è mai stata particolarmente facile, i miei genitori sono morti in un incidente stradale quando avevo solo tre anni, quindi non capivo del tutto di perderli ma non ha reso più facile non averli. Sono finita nelle cure di mia nonna, una donna che stava per raggiungere i 90 anni, ha fatto del suo meglio per crescermi e io non ho chiesto molto, quindi per quanto riguarda i vestiti, ho preso abiti semplici, voluminosi e un po' tozzi. Gli abiti voluminosi mi offrivano un vantaggio, nascondendo il mio corpo. Non sono mai stata orgogliosa di come progredisco...

340 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.